-2°

Dedlà da l'acua...

Dedlà da l'acua...
7

La foto che vedete qui sotto è stata scattata tre giorni prima della piena. E' dal Ponte di Mezzo, dove quindi la Parma ha già ricevuto l'abbraccio del Baganza: oggi sembra impossibile eppure, tre giorni prima, l'acqua dei due torrenti che attraversano Parma era poco più di rigagnoli e pozzanghere...

Il torrente dal ponte di Mezzo, sia verso ponte Verdi che verso il Caprazucca, è per me da sempre l'immagine di Parma, più ancora delle Piazze e degli altri angoli monumentali. Qui si uniscono e si dividono le due anime della città e qui la città si spartisce, non solo fisicamente, fra di qua e di là dall'acqua.

Ho anche sempre pensato che quel torrente che a volte gonfia il petto a dismisura, a volte offre alla città un tocco di bellezza e di respiro ambientale che altre città non hanno e a volte appunto si riduce a nulla, sia un po' la metafora di una città che spesso esagera nel gonfiarsi il petto, spesso sa essere bellissima e spesso finisce per afflosciarsi.

Ma oggi , il "dedlà da l'acua" si è violentemente spostato altrove. Quell'acqua cresciuta a dismisura in poche ore si è sporcata di fango e si è scaricata su una porzione di città, con conseguenze che di giorno in giorno scopriamo più disastrose.

E oggi il rischio di Parma è che la città si spezzi in due, ma in modo diverso da quello "tradizionale". Il "dedlà da l'acua" di oggi sono il Montanara, il Farnese, via Po....Quartieri che in certi periodi sono stati snobbati dalla città più elegante e appariscente (negli anni '70-'80 si parlò del Montanara come del Bronx della città) e che rischiano di essere snobbati ancora, quasi inconsciamente, da tutti noi che viviamo nella più grande parte di città che è rimasta all'asciutto e dove tutto sembra scorrere con la normalità di sempre. Che tristezza, ad esempio, ho vissuto l'altra sera nel passare dalla via Varese dell'esercito dei ragazzi con le pale ad un paio di quegli stucchevoli cortei post laurea, spesso sopra le righe e con scarsa eleganza, per le vie del centro. Quasi due città: una ignorata dall'altra.

Ecco: adesso che le cronache, le voci, le immagini ci hanno fatto capire che l'emergenza sarà lunghissima e che ci sono nostri concittadini che hanno perso le case della loro vita e dei loro ricordi, non giriamo al largo, anche metaforicamente. Parma ha bisogno di spostarsi compatta "dedlà da l'acua". Parma deve sapersi infangare tutta insieme, perchè oggi siamo tutti del Montanara. Per poi specchiarsi in quel rigagnolo che stavolta si è gonfiato troppo e per progettare con più forza - partendo dalle cose importanti come avvenne per le casse del torrente Parma - un futuro già difficile e oggi reso ancor più problematico da una calamità che da una parte ci ha messo in ginocchio, ma dall'altra può aiutarci (come ci dicono proprio i volti inzaccherati dei ragazzi col badile) a ritrovarci più uniti.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Francesco

    18 Ottobre @ 07.45

    Vercingetorige ma vai a fare una passeggiata ogni tanto!!!! ;)

    Rispondi

    • Vercingetorige

      18 Ottobre @ 12.03

      Quando vieni ad accompagnarmi ci vado .

      Rispondi

  • Daniela

    17 Ottobre @ 15.08

    Questo e' quello che resta sulla strada delle case....ma il futuro di chi ha perso tutto !? C'e' chi non ha neppure ,le mutande da cambiarsi e una maglia .......chi non ha nessun parente !.... di costoro chi se ne occupa, ? Quali i supporti logistici, psicologici e civili sono stati messi a punto ? Gradirei avere notizie sui quotidiani locali perchè a TUTTI NOI riguarda LA SORTE DEI NOSTRI CONCITTADINI . Grazie

    Rispondi

  • Vercingetorige

    17 Ottobre @ 11.50

    AMMETTO CHE , soprattutto in questo momento , la mia è una pignoleria sciocca , ma "acqua" ha la " q " anche in dialetto.

    Rispondi

    • 17 Ottobre @ 11.59

      Non così su Wikipedia (e fin qui non mi fido neppure io...) nè sul blog di Maletti (e qui mi fido molto di più) nè su vari articoli usciti sulla Gazzetta di carta. Ma ovviamente mi rimetto a ulteriori verifiche. Grazie

      Rispondi

      • Vercingetorige

        17 Ottobre @ 12.28

        Vocabolario parmigiano - italiano di Carlo Malaspina . Tipografia Carmignani

        Rispondi

  • AleAle

    17 Ottobre @ 09.55

    Non sono né studente né abito in quartiere ma ho spalato quando avevo la giornata o qualche ora libera dal lavoro. Come me c'erano tanti altri che non fanno parte dei giovani. Di ragazzi dalle scuole e università c'erano in tanti non solo di pomeriggio. Quello che mi ha un po' schifato è che ho visto gente girare in bici o a piedi con le scarpe bianche o vestiti di tutto punto per dare un'occhiata, senza neanche fermarsi ad aiutare. Con quel che ho visto in questi giorni si fa fatica a rimanere indifferenti o almeno così pensavo invece vedo gente che se ne frega altamente. L'importante per loro è che la piazza e i loro posti di ritrovo sono aperti e sbuffano perché ancora ci sono problemi di viabilità.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Malore alle prove del concerto: operato Al Bano

Roma

Malore alle prove del concerto: operato Al Bano

Chiara Ferragni regina Instagram 2016, in top Papa e Fedez

2016

La Ferragni regina di Instagram. Secondo? Vacchi. C'è il Papa

Raffaella Fico: "Sposerò Moggi"

Gossip Sportivo

Raffaella Fico: "Sposerò Moggi"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Ristoranti - La Zagara

CHICHIBIO

Ristoranti - La Zagara: cucina, pizza e dolci di qualità

di Chichibio

Lealtrenotizie

Arrivano i carabinieri: ladri in fuga

TRAVERSETOLO

Ladri in azione a colpi di mazza nel negozio. Poi la fuga

Rugby

Zebre sconfitte dal Tolosa e... dalla nebbia. Partita sospesa dopo 63 minuti

Parma

Cachi in città: raccolte 180 cassette in un giorno Foto

Parma

Elvis e Raffaele hanno celebrato l'unione civile: "Ora siamo una famiglia"

Cerimonia nella Palazzina dei matrimoni con il vicesindaco

Poviglio

Fanno esplodere il bancomat: filiale semidistrutta, caccia all'uomo fra Parma e Reggio  Video

1commento

Polemica

In via d'Azeglio scoppia il caso «supermarket»

11commenti

Parma Calcio

D'Aversa: "Vinta una partita, non risolto i problemi". I convocati

Domani, al Tardini (14.30) il Teramo. Le altre partite del Girone B

"Veterani dello sport"

A Malori il premio Atleta dell'anno

Per il 2015: a febbraio non aveva potuto ritirarlo per l'incidente

WEEKEND

Bancarelle, spongate, cioccolato: gli appuntamenti a Parma e provincia

Parma

Il «Galà dell'anolino» diventa un reality show Video

Una giuria formata da grandi esperti sceglierà il miglior galleggiante

viabilità

Ecco dove saranno gli autovelox la prossima settimana

1commento

Tg Parma

Polveri sottili, bilancio positivo: metà sforamenti rispetto al 2015 Video

Sorbolo

Sedicenne terribile autore di due «spaccate»

13commenti

Scuola

Il Romagnosi compie 156 anni

1commento

Fidenza

Ubriaco si schianta contro un albero. Poi la bugia: "Rapito e costretto a bere" 

4commenti

IL CASO

Spray urticante, ennesimo caso in discoteca

E' accaduto mercoledì al Campus Industry

3commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Quando le notizie false diventano un'epidemia

di Paolo Ferrandi

IL DIRETTORE RISPONDE

Quelli che «Io? Mai stato renziano»

4commenti

ITALIA/MONDO

PIACENZA

Fanno la saltare cassa ma bruciano i soldi e rompono l'auto per la fuga

Brescia

Neonata abbandonata in strada

WEEKEND

IL CINEFILO

Da "Captain Fantastic" a "Non c'è più religione": i film della settimana

45 ANNI DOPO

Tarkus, il capolavoro di Emerson Lake & Palmer

SPORT

sci cdm

Goggia 2ª in gigante Sestriere, vince Worley

IL RICORDO

Trent'anni senza Bruno Mora

MOTORI

AL VOLANTE

I consigli utili per guidare nella nebbia

3commenti

novità

Dal cilindro di Toyota esce C-HR, il Suv per tutti