10°

22°

parma alla moviola

ParmaReggio, che lavòr...

ParmaReggio, che lavòr...
Ricevi gratis le news
7

“E’ la Gioconda della civiltà contadina” proclamava alcuni anni fa uno slogan pubblicitario (forse il più felice) del Parmigiano Reggiano. E parmigiana-reggiana (dovremmo saperlo tutti) è la firma del più emozionante fra i tesori artistici della nostra città: la Cupola del Duomo affrescata da Antonio Allegri da Correggio.
Con una storia simile alle spalle, per due città separate da appena 27 km sembrerebbe destino inevitabile e felice mettere insieme le forze e le inclinazioni (così vicini e così diversi, parmigiani e reggiani, da poter essere davvero complementari), per affrontare le sfide della crisi economica che morde tutti ma con un potenziale non da tutti. Lasciando magari al calcio le umane e inevitabili arlìe da campanile: limitandosi se possibile agli sfottò verbali e riponendo l’idiozia già vista del prendersi a botte.

E invece, a terzo millennio già abbondantemente avviato, eccoci ancora a registrare cronache “degne” degli anni ’70 con il replay del derby dell’alta velocità, condito dalle modalità social che tutto agevolano tranne che un utile dialogo politico.
Per decenni Parma e Reggio hanno giocato questa rivalità affidandosi alle rispettive qualità senza valutarne gli speculari difetti. Parma l’ambiziosa non si è limitata a rinnovare il meglio di una storia di ex capitale, ma capitale ha voluto esserlo di tutto: agroalimentare, musica, treni, aerei…. E i cugini d’oltrEnza sono stati ad attendere sornioni, consapevoli che la nostra ingordigia avrebbe avuto dei costi e pronti a dimostrarci (vedi Tav) che essere quadrati è ben diverso dal nostro dispregiativo “teste quadre”, specie se si sa essere uniti al momento giusto.
Si sono vinte battaglie dall’una e dall’altra parte dell’Enza, soprattutto nel settore dei trasporti. Ma ora si avverte il fiato corto delle singole "vittorie": a Parma l’aeroporto che non è mai realmente decollato rischia un brusco atterraggio, a Reggio la stazione Mediopadana è un indiscutibile trofeo, ma a volte appare come una Cattedrale nel deserto, che quantomeno non ha richiamato le folle previste. E fa rabbia pensare che cosa sarebbe di queste strutture se Parma e Reggio avessero messo insieme le forze e le risorse, e avessero individuato un punto a metà strada (dove c’è già anche un casello A1) che davvero sarebbe diventato un imprescindibile snodo mediopadano. Parma avrebbe dovuto sacrificare qualcosa della sua effettiva geocentricità, Reggio avrebbe dovuto rinunciare alla "goduria" di infilare in contropiede i cugini sulla Mediopadana (con assist di Prodi, si dice da sempre), ma l'Emilia occidentale avrebbe messo in piedi un polo alternativo a quello Bolognocentrico, con benefici anche per Piacenza e per almeno una parte del Modenese.

Qualcosa, fra le due amministrazioni, si era mosso a cavallo del Duemila nei contatti fra Ubaldi e la Spaggiari sul tema rifiuti (altro settore in cui il "fai da te" ha provocato e provoca qualche problema ad entrambe le realtà), ma poi i contrasti politici hanno avuto la meglio sulla razionalità politica. La cronaca di questi giorni sembra dirci che quella lezione non è stata compresa nè a Parma nè a Reggio. Il litigio sulle fermate Tav, amplificato dagli equivoci via web, sembra aver riportato gli orologi indietro di 30-40 anni.

Forse, invece, sarebbe l'ora di unire le due sponde dell'Enza almeno con un "tavolo": ma uno di quei tavoli concreti davvero, sopra il quale mettere strutture e risorse delle due città (Aeroporto Verdi, Mediopadana, interconnessione, Fiere, Campovolo per grandi concerti, Teatri...). E da qui, studiando i possibili reciproci benefici e i "do ut des", capire come sfruttare e far convivere l'esistente, senza prolungare una lotta che rischierebbe di non avere vincitori ma solo vinti, lasciando le potenzialità di ParmaReggio alla storia e a uno spot di petulanti topolini in un mondo di formaggio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • mario

    26 Febbraio @ 15.42

    Bravo Balestrazzi. Sono di Reggio e condivido pienamente l'articolo. Complimenti davvero !

    Rispondi

  • GuyFawkes

    25 Febbraio @ 17.18

    Sinceri complimenti per un articolo che propone un'idea lungimirante che, nonostante il riferimento nell'articolo, è antitetica a quella proposta da un sindaco che, a partire dal 1998, per sue manie di grandezza (e di potere) ha originato un vuoto politico imbarazzante di cui si vedono solo ora gli effetti, corroborati grazie anche ai suoi successori poco avvezzi alla trasparenza e/o incompetenti.

    Rispondi

  • xyz

    25 Febbraio @ 12.48

    consul.63@alice.it

    più che condivisibile : ma tra il dire ed il fare c'è sempre di mezzo ... l'Enza !

    Rispondi

  • Reggiova

    20 Febbraio @ 19.21

    Veramente un bell'articolo,stracondivisibile. Stefano giovanardi Una testa quadra

    Rispondi

  • gigiprimo

    20 Febbraio @ 12.56

    vignolipierluigi@alice.it

    E' vero! la politica ci rovina! gli 'amministratori dovrebbero pensare al bene dei cittadini, invece pensano al bene dei 'partiti' o meglio del 'partito'!

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Paolo Schianchi a Tu si que vales

Tú sí que vales

Le mani e le 49 corde di Paolo Schianchi incantano su Canale 5 Video

La Coppa Cobram è arrivata anche a San Polo

COME FANTOZZI

La Coppa Cobram è arrivata anche a San Polo Foto

Andrea Spigaroli

Andrea Spigaroli

MUSICA

X Factor, il parmigiano Andrea Spigaroli va avanti (Con polemica)

4commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

55 offerte di lavoro

OPPORTUNITA'

55 nuove offerte di lavoro

Lealtrenotizie

Furto in vialla a Langhirano

carabinieri

Colpo in villa sventato a Langhirano grazie ad un vicino: ladri in fuga

DUPLICE OMICIDIO

Solomon lascia il carcere. Il consulente del pm: «Folle e socialmente pericoloso»

5commenti

Giardino

Parco Ducale: giù il muro su viale Piacenza

Stanziati 1.281.000 euro

2commenti

trasporto pubblico

Il Tar annulla gara vinta da Busitalia. Rizzi: "Ricorso, investimenti bloccati" Video

ricoverato al Maggiore

Montecchio: malore mentre fa ginnastica, grave 15enne Video

tg parma

Cassa di espansione sul Baganza: il progetto Video

Blitz

Controlli affitti: arrestato un 41enne

1commento

Via Trento

La rivolta dei residenti contro l'open shop

9commenti

Monticelli

Obbligo di firma, ma scappa con scooter rubato

1commento

inquinamento

Bollino rosso al nord, 24 città "fuorilegge" per smog. Anche Parma

Legambiente, Torino maglia nera. E a Milano prime misure traffico

4commenti

La storia

«I miei 41 anni da medico tra i monti del Nevianese»

3commenti

Inchiesta

I ragazzi a scuola da soli? tutti d'accordo

CONCORSO

Il gatto più bello di Parma: è Willy l'ottavo finalista

serie B

Sondaggio: momento "opaco" del Parma, dove migliorare?

5commenti

Lutto

Neviano piange il sarto Daniele Mazza: vestì tutto il paese

Fidenza

I ladri si ripresentano alla Pinko

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Austria, il populismo alla prova del governo

di Paolo Ferrandi

SCUOLA

Aimi: «Non usare i voti come punizioni»

ITALIA/MONDO

LAMPEDUSA

Donna denuncia: tentata violenza da parte di 5 migranti

1commento

giallo

Ritrovata Dafne Di Scipio, la ventenne scomparsa a Varese

SPORT

serie b

Parma-Pescara: le pagelle dei crociati in dialetto

Calcio

Spareggi Mondiali: Italia con la Svezia

SOCIETA'

Ateneo

Dall'Università di Parma arriva l'auto elettrica da competizione

meteo

Ophelia (polveri del Sahara) colora di rosso Londra e l'Inghilterra

MOTORI

LA NOVITA'

Kia Stonic, debutta il nuovo «urban crossover»

EMISSIONI

Slovenia, dal 2030 stop ad auto benzina o diesel