-1°

moviola

Ultimo fango...

Sede Parma calcio a Collecchio
Ricevi gratis le news
30

E', per restare in tema, lunga come la formazione di una squadra di calcio: con tanto di panchina.

E' la serie degli scandali e delle inchieste che in 12 anni e sempre più spesso hanno portato Parma sulle prime pagine nazionali. In negativo.

Una sequenza lunghissima, quasi incredibile a guardarla, di corruzioni, ruberie e marciume anche nei settori dove il "pubblico" e il bene comune dovrebbero essere il principio guida. Un elenco che abbiamo riprodotto senza nomi, perchè al di là delle persone sia ancora più evidente dove e quanto si sia insinuato il tarlo dell'illegalità:

1) Bancarotta Parmalat (2003, il "crac del secolo": tuttora in corso il complesso iter giudiziario con diverse ramificazioni)
2) Bustarelle e furti in tribunale (2005: patteggia impiegato che favoriva protestati; 2011: ufficiale giudiziario rubava i soldi dei pignoramenti)
3) Bancarotta Guru (2008 arresti, 2009 tre patteggiamenti)
4) Green Money/1 (2010: appalti per il verde pubblico e bustarelle, quattro arresti)
5) Green Money /2 (2011: undici arresti fra cui comandante della Polizia municipale e dirigenti comunali)
6) Bancarotta Gandalf (2011: due condanne, due patteggiamenti, nove rinvii a giudizio)
7) Easy Money (2011: quattro arresti fra cui assessore comunale)
8) Bordello Parma: night e prostituzione (2012: coinvolti poliziotti e avvocati)
9) Spot money (2013: due pubblici dipendenti arrestati per concussione)
10) Public Money (2014: 4 arrestati, anche ex sindaco e consigliere regionale)
11) Spip (2014: dichiarato fallimento, Procura indaga per bancarotta fraudolenta)
12) Bancarotta Consorzio agrario (2014: trentacinque indagati)
13) Assunzioni irregolari Spip, Stt, Alfa (2014: indagati i vertici, in totale otto persone)
14) Latte contaminato ( 2014: quattro arresti , ai domiciliari direttore Centro servizi agroalimentare)
15) Retata anti 'ndrangheta (2015: 6 arresti anche a Parma, sospette infiltrazioni in alcune elezioni politiche. Già in precedenza altre inchieste avevano riguardato il tema, in particolare nel 2007 sul rapporto con i Casalesi) 

Ed ora ecco il 16) Parma calcio​, con un crac che ha già assunto - almeno sul fascicolo della Procura per ora senza nomi di indagati - la veste di una nuova ipotizzata "bancarotta fraudolenta".  E giustamente un lettore ci ricorda anche 17) Arpa connection (2009, sei arresti).

Come è già stato scritto dalla Gazzetta, è vero che per fortuna non tutto a Parma è da retrocessione e non tutto è marcio: ci sono e restano tante eccellenze e tante positività da non dimenticare. Ma ovviamente, proprio per difendere quelle eccellenze e per riguadagnare l'immagine positiva che Parma ha sempre avuto, non si può non riflettere su una così lunga teoria di episodi. Nè ovviamente ci deve consolare che alla guida della società coinvolta nell'ultimo crac (appunto il Parma calcio) ci fossero persone con carta d'identità della serissima Brescia (Ghirardi) o della capitale (Leonardi): intorno a loro la città "non c'era o se c'era dormiva"... E ovviamente anche noi giornalisti non possiamo chiamarci fuori in questa distrazione o ingenuità collettiva.

Oggi a Parma serve, per dirla ancora calcisticamente, una vera ripartenza, che nasca da una riflessione autocritica. Solo così, nella "piccola Parigi" (altra etichetta autocelebrativa oggi ridicola) potremo sperare che quello del calcio sia un "Ultimo fango".

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Nicola

    02 Marzo @ 10.33

    Gentile dott. Balestrazzi, il pensiero che fosse tutto troppo bello per essere vero l'ha mai sfiorata? Nel senso che tutta la leggenda della piccola capitale con annessi e connessi fosse solo una scenografia o un'allucinazione collettiva mentre tutti bene o male erano a conoscenza e in qualche misura conniventi, speranzosi di ricavare vantaggi e benefici da un sistema evidentemente distonico. Mi ci metto anche io come cittadino pigro e poco interessato alla politica, perché tanto 'le cose vanno come vanno e tutti sono uguali' una volta al timone di un centro di comando, di potere politico, finanziario o della comunicazione. I media hanno la propria fetta di responsabilità ma come collettività non abbiamo fatto proprio un bel niente per rimediare e ci siamo trovati con una città piena di spazzatura prima che reale, etica e morale.

    Rispondi

    • 02 Marzo @ 10.46

      REDAZIONE GAZZETTADIPARMA.IT - Infatti è quello che ho detto, che abbiamo detto nei giorni scorsi e che sicuramente dovremo tornare a dire, ognuno con la sua parte di autocritica. Oggi, però, ho voluto staccarmi per un momento dalle considerazioni "parmigiane", perchè - senza che questo faccia passare in secondo piano le nostre colpe locali - è anche giusto sottolineare che la vicenda Parma calcio nasce anche (o comunque è stata favorita nel suo aggravarsi) dalla più generale malattia del calcio italiano. In una sinistra assonanza con ciò che fu la vicenda Parmalat (gravissime e primarie responsabilità in loco, ma attorno ad esse anche un sistema marcio o inefficace di banche-politica-organismi di controllo). Sarebbe ovviamente sbagliatissimo vedere solo questo aspetto, ma sarebbe altrettanto sbagliato (come qualcuno a Roma o a...Cesena ha già cercato di fare) confinare a Parma questo scandalo calcistico-economico.

      Rispondi

  • Asterix

    27 Febbraio @ 15.34

    "... ripartenza, che nasca da una riflessione autocritica." ... vi dedico questo che fa sempre bene guardatelo è vecchio ma sempre molto attuale ... https://www.youtube.com/watch?v=Mgr9uPj9aC0 ... Poi non incolpate altri se la città è piena di rifiuti (e non "rudo") se c'è la mafia se si accoltellano sugli autobus, ecc ... Come ho già scritto siamo figli del calcio, forse sarebbe meglio essere figli del rugby ...

    Rispondi

  • Nnnn

    27 Febbraio @ 14.46

    Questo dovrebbe farci capire ancora una volta che Parma ( così come ogni altra città) è inserita nel contesto nazionale in tutto e per tutto. I pregiudizi di una volta ( nord contro sud, Parma contro Reggio, noi siamo buoni voi siete cattivi) hanno dimostrato di essere fumo negli occhi. Iniziamo a capire questo e potrà esserci un nuovo inizio.

    Rispondi

  • RENZ

    27 Febbraio @ 12.59

    R E N Z

    povera Parma. Una cosa che non possiamo lamentare è che i "mali" siano venuti da fuori.

    Rispondi

  • legione

    27 Febbraio @ 11.54

    articolo che mi sa di dietrofront dopo le critiche subite da quello apparso qualche giorno fa sul giornale cartaceo, che prende spunto da tante di quelle stesse critiche, ma che è sicuramente più vicino alla realtà dei fatti

    Rispondi

    • 27 Febbraio @ 12.53

      REDAZIONE GAZZETTADIPARMA.IT - Ennesima dietrologia sbagliata da parte di chi vuol giudicare la Gazzetta senza conoscerla. Chi conosce la mia passione per gli archivi e il mio lavoro può confermarle che stavo preparando questo articolo/blog (titolo compreso) da almeno una decina di giorni, e per conto mio. (G.B.)

      Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Bufera nella moda, nel mirino pure fotografo Diana

washington

Molestie: bufera nella moda, nel mirino anche Demarchelier, il fotografo di Diana

Luca Tommassini nuovo direttore artistico di Amici

tv

Luca Tommassini nuovo direttore artistico di "Amici"

Finardi, una grande voce e un immenso cuore al Regio Foto

confartigianato

Finardi, una grande voce e un immenso cuore al Regio Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Chef Gino

LO STRAJE'

Chef Gino: "Così invoglio le famiglie a stare insieme in cucina" Video

2commenti

Lealtrenotizie

Parma,  confronto tra giocatori, staff e proprietà: al momento D'Aversa resta Video

serie b

Parma, confronto tra giocatori, staff e proprietà: al momento D'Aversa resta Video

6commenti

Ko a Empoli

Parma rosso di vergogna

fidenza

Con una borsa modificata ruba vestiti per 6mila euro all'outlet: arrestato

1commento

serie B

Il Frosinone vince e (con l'Empoli) vola in fuga La classifica

1commento

anteprima gazzetta

Parma capitale della cultura 2020, parlano le eccellenze della nostra città

BABY GANG

Poliziotti e vigili: ragazzi sotto stretta sorveglianza in via Cavour

15commenti

domenica

Carnevale, ultimo atto. E poi favole, ciaspole e mercatini: l'agenda

evento

Carnevale di Sorbolo rinviato a domenica prossima

INTERVISTA

Pizzarotti e Guerra: «Ora siamo un modello»

10commenti

ko ad empoli

La società: "Partita vergognosa, scusa ai tifosi". Lucarelli: "Servono più amore e più passione" Video

9commenti

Scuola

Troppi studenti maleducati: aumentano le insufficienze in condotta

2commenti

tg parma

Patrich Tognoni, il parmigiano che ha conquista la 150 Artic Winter Race Video

Colorno

Treno bloccato per un principio d'incendio

sport e cucina

Lo chef Oldani celebra (con pasta Barilla) Federer n.1 al mondo Video: la ricetta

maltempo

Allerta meteo, in arrivo pioggia e neve

il caso

Forza Nuova in una sala civica, l'Anpi: "A rischio la collaborazione col Comune"

La nota del Comune: "Avremmo violato la normativa"

18commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Riuscire a lamentarsi anche quando si vince

di Michele Brambilla

1commento

LA PEPPA

La ricetta - Ciambelline ricotta e arance

ITALIA/MONDO

reggio emilia

Gli propone sesso ma gli ruba il finto Rolex: denunciata 25enne

domenica nera

Valanghe: tre morti e tre feriti in Svizzera, Alto Adige e in Alta Savoia

SPORT

TENNIS

Federer demolisce anche Dimitrov. Il numero uno sbanca Rotterdam

olimpiadi

Giochi, nuova delusione Italia. Tonetti illude, Hirscher Gigante

SOCIETA'

youtube

Otto ore di volo col bimbo che urla «indemoniato»

1commento

social

Tenta di speronarlo in autostrada (come nei film) ma... Video

MOTORI

ANTEPRIMA

Kia Ceed, svelata la terza generazione Fotogallery

MOTORI

Skoda Kodiaq, ancora più completa in allestimento Sportline Foto