10°

17°

moviola

Ultimo fango...

Sede Parma calcio a Collecchio
Ricevi gratis le news
30

E', per restare in tema, lunga come la formazione di una squadra di calcio: con tanto di panchina.

E' la serie degli scandali e delle inchieste che in 12 anni e sempre più spesso hanno portato Parma sulle prime pagine nazionali. In negativo.

Una sequenza lunghissima, quasi incredibile a guardarla, di corruzioni, ruberie e marciume anche nei settori dove il "pubblico" e il bene comune dovrebbero essere il principio guida. Un elenco che abbiamo riprodotto senza nomi, perchè al di là delle persone sia ancora più evidente dove e quanto si sia insinuato il tarlo dell'illegalità:

1) Bancarotta Parmalat (2003, il "crac del secolo": tuttora in corso il complesso iter giudiziario con diverse ramificazioni)
2) Bustarelle e furti in tribunale (2005: patteggia impiegato che favoriva protestati; 2011: ufficiale giudiziario rubava i soldi dei pignoramenti)
3) Bancarotta Guru (2008 arresti, 2009 tre patteggiamenti)
4) Green Money/1 (2010: appalti per il verde pubblico e bustarelle, quattro arresti)
5) Green Money /2 (2011: undici arresti fra cui comandante della Polizia municipale e dirigenti comunali)
6) Bancarotta Gandalf (2011: due condanne, due patteggiamenti, nove rinvii a giudizio)
7) Easy Money (2011: quattro arresti fra cui assessore comunale)
8) Bordello Parma: night e prostituzione (2012: coinvolti poliziotti e avvocati)
9) Spot money (2013: due pubblici dipendenti arrestati per concussione)
10) Public Money (2014: 4 arrestati, anche ex sindaco e consigliere regionale)
11) Spip (2014: dichiarato fallimento, Procura indaga per bancarotta fraudolenta)
12) Bancarotta Consorzio agrario (2014: trentacinque indagati)
13) Assunzioni irregolari Spip, Stt, Alfa (2014: indagati i vertici, in totale otto persone)
14) Latte contaminato ( 2014: quattro arresti , ai domiciliari direttore Centro servizi agroalimentare)
15) Retata anti 'ndrangheta (2015: 6 arresti anche a Parma, sospette infiltrazioni in alcune elezioni politiche. Già in precedenza altre inchieste avevano riguardato il tema, in particolare nel 2007 sul rapporto con i Casalesi) 

Ed ora ecco il 16) Parma calcio​, con un crac che ha già assunto - almeno sul fascicolo della Procura per ora senza nomi di indagati - la veste di una nuova ipotizzata "bancarotta fraudolenta".  E giustamente un lettore ci ricorda anche 17) Arpa connection (2009, sei arresti).

Come è già stato scritto dalla Gazzetta, è vero che per fortuna non tutto a Parma è da retrocessione e non tutto è marcio: ci sono e restano tante eccellenze e tante positività da non dimenticare. Ma ovviamente, proprio per difendere quelle eccellenze e per riguadagnare l'immagine positiva che Parma ha sempre avuto, non si può non riflettere su una così lunga teoria di episodi. Nè ovviamente ci deve consolare che alla guida della società coinvolta nell'ultimo crac (appunto il Parma calcio) ci fossero persone con carta d'identità della serissima Brescia (Ghirardi) o della capitale (Leonardi): intorno a loro la città "non c'era o se c'era dormiva"... E ovviamente anche noi giornalisti non possiamo chiamarci fuori in questa distrazione o ingenuità collettiva.

Oggi a Parma serve, per dirla ancora calcisticamente, una vera ripartenza, che nasca da una riflessione autocritica. Solo così, nella "piccola Parigi" (altra etichetta autocelebrativa oggi ridicola) potremo sperare che quello del calcio sia un "Ultimo fango".

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Nicola

    02 Marzo @ 10.33

    Gentile dott. Balestrazzi, il pensiero che fosse tutto troppo bello per essere vero l'ha mai sfiorata? Nel senso che tutta la leggenda della piccola capitale con annessi e connessi fosse solo una scenografia o un'allucinazione collettiva mentre tutti bene o male erano a conoscenza e in qualche misura conniventi, speranzosi di ricavare vantaggi e benefici da un sistema evidentemente distonico. Mi ci metto anche io come cittadino pigro e poco interessato alla politica, perché tanto 'le cose vanno come vanno e tutti sono uguali' una volta al timone di un centro di comando, di potere politico, finanziario o della comunicazione. I media hanno la propria fetta di responsabilità ma come collettività non abbiamo fatto proprio un bel niente per rimediare e ci siamo trovati con una città piena di spazzatura prima che reale, etica e morale.

    Rispondi

    • 02 Marzo @ 10.46

      REDAZIONE GAZZETTADIPARMA.IT - Infatti è quello che ho detto, che abbiamo detto nei giorni scorsi e che sicuramente dovremo tornare a dire, ognuno con la sua parte di autocritica. Oggi, però, ho voluto staccarmi per un momento dalle considerazioni "parmigiane", perchè - senza che questo faccia passare in secondo piano le nostre colpe locali - è anche giusto sottolineare che la vicenda Parma calcio nasce anche (o comunque è stata favorita nel suo aggravarsi) dalla più generale malattia del calcio italiano. In una sinistra assonanza con ciò che fu la vicenda Parmalat (gravissime e primarie responsabilità in loco, ma attorno ad esse anche un sistema marcio o inefficace di banche-politica-organismi di controllo). Sarebbe ovviamente sbagliatissimo vedere solo questo aspetto, ma sarebbe altrettanto sbagliato (come qualcuno a Roma o a...Cesena ha già cercato di fare) confinare a Parma questo scandalo calcistico-economico.

      Rispondi

  • Asterix

    27 Febbraio @ 15.34

    "... ripartenza, che nasca da una riflessione autocritica." ... vi dedico questo che fa sempre bene guardatelo è vecchio ma sempre molto attuale ... https://www.youtube.com/watch?v=Mgr9uPj9aC0 ... Poi non incolpate altri se la città è piena di rifiuti (e non "rudo") se c'è la mafia se si accoltellano sugli autobus, ecc ... Come ho già scritto siamo figli del calcio, forse sarebbe meglio essere figli del rugby ...

    Rispondi

  • Nnnn

    27 Febbraio @ 14.46

    Questo dovrebbe farci capire ancora una volta che Parma ( così come ogni altra città) è inserita nel contesto nazionale in tutto e per tutto. I pregiudizi di una volta ( nord contro sud, Parma contro Reggio, noi siamo buoni voi siete cattivi) hanno dimostrato di essere fumo negli occhi. Iniziamo a capire questo e potrà esserci un nuovo inizio.

    Rispondi

  • RENZ

    27 Febbraio @ 12.59

    R E N Z

    povera Parma. Una cosa che non possiamo lamentare è che i "mali" siano venuti da fuori.

    Rispondi

  • legione

    27 Febbraio @ 11.54

    articolo che mi sa di dietrofront dopo le critiche subite da quello apparso qualche giorno fa sul giornale cartaceo, che prende spunto da tante di quelle stesse critiche, ma che è sicuramente più vicino alla realtà dei fatti

    Rispondi

    • 27 Febbraio @ 12.53

      REDAZIONE GAZZETTADIPARMA.IT - Ennesima dietrologia sbagliata da parte di chi vuol giudicare la Gazzetta senza conoscerla. Chi conosce la mia passione per gli archivi e il mio lavoro può confermarle che stavo preparando questo articolo/blog (titolo compreso) da almeno una decina di giorni, e per conto mio. (G.B.)

      Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa

FELINO

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa Foto

Vigili in bici e disco orario per 5 minuti: "cose strane" a Ravenna

VIABILITA'

Vigili in bici e disco orario per 5 minuti: "cose strane" a Ravenna Foto

1commento

14-0 e calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

torino

14-0 e il calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

Notiziepiùlette

Ultime notizie

L'autunnale torta di riso e verze

LA PEPPA

La ricetta L'autunnale torta di riso e verze

Lealtrenotizie

Pd, Nicola Cesari è il nuovo segretario provinciale.

POLITICA

Pd, Nicola Cesari è il nuovo segretario provinciale.

Batte Moroni con il 59% dei voti. Michele Vanolli nuovo segretario cittadino. Le congratulazioni di Pagliari

2commenti

PARMA

Addio a Elisabetta Magnani, donna dolce e coraggiosa: aveva 48 anni

SALSOMAGGIORE

Ubriaco alla guida, si schianta e aggredisce i carabinieri: arrestato dominicano

L'uomo, pregiudicato, aveva un tasso alcolemico di 1,90 g/l

PARMA

"Solo italiani referenziati" per l'appartamento in affitto: l'annuncio che fa discutere

Polemica sui social network: "E' razzista"

24commenti

PARMA CALCIO

Insigne e un gol con dedica speciale Video

L'autore del terzo gol dei crociati nella partita con l'Entella dedica la sua rete alla figlia

weekend

Una domenica da vivere nel Parmense L'agenda

Lubiana

Polo sociosanitario, 12 anni di attesa

4commenti

FOTOGRAFIA

IgersParma compie 4 anni: ecco le novità e i consigli per usare Instagram Video

Busseto

Danneggia un'auto e fugge: preso

PARMENSE

Fornovo, rustico a fuoco. Fiamme anche a Basilicanova

Notte di lavoro per i vigili del fuoco

storia

Inaugurato il monumento ai Paracadutisti della Folgore

economia

Approvata all'unanimità la fusione di Banca di Parma in Emil Banca

CONTROLLI

Autovelox, la mappa della settimana

LANGHIRANO

Cascinapiano, auto fuori strada: un ferito

Ferite di media gravità per il conducente

Contributo

Scuole squattrinate? Pagano mamma e papà

PARMA

Minacciato nel suo palazzo da un uomo armato di coltello: serata di paura in centro

Il parmigiano ha chiamato la polizia ma lo sconosciuto è fuggito

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il caso Asia Argento: le vittime e i colpevoli

di Filiberto Molossi

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria Ferrari da Cecchino», la tradizione continua

di Chichibio

ITALIA/MONDO

Autonomia

Referendum: il Veneto supera il quorum

REGGIO EMILIA

Quattro Castella: 26enne muore schiacciata dal suo trattore

SPORT

SERIE A

Bonucci espulso con lo "zampino" del Var: è il primo cartellino rosso con la videoassistenza

rugby

Italia in raduno a Parma. Iniziata la stagione 2017/18

SOCIETA'

CULTURA

«A scuola nei musei»: il viaggio sta per ricominciare

GAZZAREPORTER

Impariamo l'inglese...

MOTORI

IL FUTURO

Volvo, rivoluzione Polestar: si partirà da un coupé ibrido da 600 Cv

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro