-2°

moviola parma

Una città in due cortei

Profughi e inceneritore: in due foto com'è "cambiata" l'agenda dei parmigiani

Una città in due cortei
Ricevi gratis le news
3

500-500, abbiamo scritto sulla Gazzetta. Ma il problema non è nel quantificare esattamente i partecipanti (cosa sempre difficile in queste occasioni): al di là dei 500 o 800 o altro, l'immagine del doppio corteo è quasi emblematica di come in tre anni è cambiato, a Parma ma non solo, il modo di pensare e di manifestare di tanti cittadini.

L'inceneritore è stato un simbolo fra i principali, anche se non il solo, di quella parte di cittadinanza che - dopo aver suonato le pentole sotto il Municipio nelle settimane degli arresti e delle inchieste, prima delle dimissioni della giunta Vignali - ha poi "suonato" l'inatteso spartito a 5 stelle, prima eliminando i tre candidati del civismo/centrodestra e poi ribaltando nel ballottaggio i pronostici che erano tutti per il Pd Bernazzoli. Un'onda che poi si era protratta nel "Dies Iren" che vedeva ancora unitissimi il neo-sindaco Pizzarotti e quel Beppe Grillo che invece, nei giorni scorsi, non ha praticamente raccolto l'appello di un "Nessun dorma" che suonava anche come "Parma chiama Italia". 

Dall'altra parte, la questione profughi a Baganzola è stata presentata in vari modi: da alcuni come un ripiegamento egoista di una società sempre più diffidente, dall'altra come la sottolineatura di un problema vero e concreto che troppi (i cosiddetti "buonisti") non vedono o fingono di non vedere.

Sono le due facce della Parma in piazza 2015: facce per certi versi contrapposte e numericamente quasi equivalenti, almeno in corteo. 

Le analisi politiche spettano appunto ai politici, e a loro le lasciamo: quello che di sicuro le due foto sembrano dire è che oggi i parmigiani si muovono fra preoccupazioni diverse. Forse la battaglia sull'inceneritore appare meno "calda" del 2012, ma il tema rifiuti resta ovviamente ancora attualissimo. E nel frattempo, però, c'è un tema immigrazione/accoglienza/ordine pubblico che nel dibattito politico ha trovato meno posto, ma che i cittadini parmigiani (ricordando anche la fiaccolata del San Leonardo e le iniziative nelle strade del Pablo) sembrano voler ricordare sempre più frequentemente alla politica: maggioranza e opposizione. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • filippo

    13 Luglio @ 11.56

    Il Pizzarotti che taglia i soldi ai disabili e li destina ai rom...quest è il sindaco di rifondazione traghettato al 5stelle da cui oramai sta per essere cacciato

    Rispondi

  • Goldwords

    13 Luglio @ 09.10

    Noi tutti ci eravamo fatti ammaliare dalla possibile onestà del nuovo che stava arrivando, ci siamo solo dimenticati di un piccolo passaggio di Socrate, l'onestà non è solo non rubare o non rispettare le leggi ma è anche mantenere le promesse. Il Pizza, faccia pulita, ha dimostrato di non aver mantenuto le promesse e le tanto attese partecipazioni dei cittadini, si sono rilevate delle "partecipate" fatte da loro solamente e una gestione della cosa pubblica, al limite del dittatoriale. Le esigenze della gente e di chi lo aveva votato, sono diventate cose in secondo piano. Dove sta la sua onestà a questo punto? Per caso ha dimenticato di non sapere ma ha voluto fare il ducetto di periferia? Dove sta il seguire cosa dice l'uno che vale uno? Insomma una delusione dell'onesto e dell'onestà.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Biancanve

fiabe

Biancaneve, gli 80 anni della prima principessa Disney

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa

PGN

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa Foto

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

capodanno

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

10commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Corsie «flessibili» per i bus: si può fare di più?

VIABILITA'

Corsie «flessibili» per i bus: si può fare di più?

di David Vezzali

Lealtrenotizie

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

IL FIDANZATO

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

INCIDENTI

Frontale sulla provinciale per Medesano: due feriti, uno è grave

Il dopo alluvione

Colorno, in via Roma sarà un Natale al freddo

dopo l'alluvione

Don Evandro: "A Lentigione la luce ha vinto sulle tenebre: grazie volontari!"

Aveva 52 anni

Addio a Filippo Cavallina

WEEKEND

La domenica ha il sapore dei mercatini. Natalizi, ovviamente L'agenda

carabinieri

Altre 37 dosi fiutate dal cane antidroga nei cespugli di viale dei Mille

6commenti

San Polo d'Enza

Spaccate a tempo di record: altri 4 colpi "intestati" alla banda, uno a Montechiarugolo

Gara

La grande sfida degli anolini

2commenti

Centro storico

Giardini di San Paolo tra chiusure e rifiuti

2commenti

calcio

Il Parma s'accontenta

MAGGIORE

Ematologia, nuovi laboratori per la ricerca sulle staminali

FIDENZA

Città in lacrime per Andrea Amadè

LUTTO

Busseto ha perso il dolce sorriso di mamma Chiara: aveva 41 anni

tg parma

Furti in due abitazioni a Colorno Video

STADIO TARDINI

I crociati non riescono a trovare il gol: Parma-Cesena 0-0 Foto

Baraye: "Abbiamo provato e fatto di tutto per vincere" (Video) - Scavone: "Dispiace non avere vinto ma in B è importante non perdere (Video) - Grossi: "Ha pesato l'assenza di un vero attaccante" Videocommento

5commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le cose della vita (e quelle del palazzo)

di Michele Brambilla

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

spagna

Igor era in Spagna da settembre. "Accetto l'estradizione in Italia"

il caso

La salma di Vittorio Emanuele III ha lasciato l'Egitto. Direzione Piemonte Foto

SPORT

sci

Sofia Goggia e' tornata, Hirscher gigante in Badia

Sport Invernali

Kostner regina, Cappellini-Lanotte da brividi

SOCIETA'

LA PEPPA

La ricetta natalizia - Torta di stelline

TELEVISIONE

Nadia Toffa racconta i momenti del malore. Stasera in onda alle "Iene"

MOTORI

NOVITA'

Alpine A110 Premiere Edition, risorge un marchio storico

motori

Ford, che Fiesta: ST-Line o Vignale per pensare in grande