Mamma umana del micio Pepè, ha fondato il portare di petsitter, Petme

Alice guarda i gatti...

Alice guarda i gatti...
Ricevi gratis le news
0

Una gattara non è mai sola, il suo destino è quello di incontrare le sue simili. Quando ho conosciuto Alice ho capito che anche lei era una dei nostri… Alice e suo marito Carlo hanno fondato Petme, il portale che fa incontrare petsitter e proprietari di animali in cerca di una sistemazione temporanea per il proprio animale. Vai i  vacanza e non sai a chi lasciare il tuo cane, gatto o altro amico peloso? Petme trova una soluzione veloce e sicura.

Quando incontrai per la prima volta Alice e Carlo si parlò soprattutto di investimenti, business plan e costituzione di una società, ma ciò che mi colpì davvero fu l’origine della loro idea. Le vacanze, due gatti da affidare per forza di cose a persone sconosciute, uno di loro bisognoso di iniezioni quotidiane perché diabetico… che fare? Far nascere un’impresa, ovvio!


Alice, come hai conosciuto il tuo attuale pet?

“Pepè, l'ultimo dei tre gatti che vivevano con me, è stato il primo ad arrivare nella mia vita. Era un giorno di fine settembre del 2003, mi ero appena trasferita in una casa nuova iniziando l'esperienza di vivere da sola, era appena terminata una relazione durata 7 anni e avevo voglia di cambiare. Ritrovare me stessa. Per una che ha sempre amato gli animali, il primo passo per ritrovarsi è stato quello di prendere un animale, un gatto. L'animale che ho sempre amato e sentito affine alla mia personalità. Quel giorno camminavo per le vie di Milano e mi fermai a guardare la vetrina di un negozio di animali. Pensavo alla crudeltà di farli vivere in quelle teche e all'improvviso apparve un musetto piccolo piccolo, contornato da orecchie giganti. Occhi azzurri e curiosissimi. E' stato un attimo. Senza neanche accorgermene ero dentro il negozio, dicendo al commesso “Lui è mio”. Da quel giorno non ci siamo mai più separati.”


Da quanti anni è con te?

“12 anni e mezzo!”


Come si è inserito nella tua casa?

“Pepè aveva 40 giorni quando è arrivato in casa. Un disastro: rompeva tutto, piangeva quando andavo via, alla sera si arrampicava sulle mie gambe fino ad arrivare alle spalle e rimanervi incollato. Era l'unico gatto, per cui aveva la casa a disposizione!”


Hai altri animali?

“Avevo altri due gatti: Minù, la mia principessa nera, trovata in campagna con la sorellina a soli 15 giorni dalla nascita. La mamma era morta e le due piccole erano abbandonate a se stesse. Era la fine di marzo del 2004: andai a prenderla dalla famiglia che l'aveva trovata e, piccola come uno scriciolo (da qui il nome Minù), la portai a casa. L'inserimento con Pepè iniziò con soffi, scontri e poi... un grande amore! Minù è volata via lo scorso giugno, lasciandomi un vuoto incolmabile.

Nel 2007 arrivò Falcon, un meraviglioso gatto bianco di circa 10 anni, scampato alle torture della sua proprietaria che, a causa di un esaurimento nervoso, iniziò a picchiarlo. Lo presi con me e, dopo circa 5 giorni in cui rimase nascosto in un angolo della casa, capì che poteva fidarsi e ricominciare a vivere. Falcon è volato via nel dicembre del 2009.”

Come convivono?

 “Quando erano in tre la convivenza era pacifica.”


Quali sono le sue abitudini?

“Pepè è abitudinario come ogni bravo gatto: dorme, mangia e fa tante fusa. La notte corre per il salone come un matto e non accetta che si stia seduti sul divano senza lui nel mezzo.”


Cosa gli piace fare con te?

“Tutto. Diciamo che Pepè è morbosamente legato a me. Il weekend è il gatto più felice perchè può vivermi addosso (nel vero senso della parola). Soffre quando vado via.”


C’è un anedotto divertente che ami raccontare di lui?

 “Pepè è sempre stato molto vivace e maldestro. Quando era cucciolo era un continuo correre ai ripari. Su tutte c'è però l'aneddoto del grappolo d'uva. Era Natale e in azienda ci regalarono un panettone confezionato in maniera molto elegante e con un grappolo d'uva di plastica. La sera tornai a casa, lasciai la confezione sul tavolo e uscii con le mie amiche. Tornai molto tardi e andai a dormire. Nel mezzo della notte fui svegliata da rantolii molto strani e subito andai in cucina dove Pepè stava vomitando … palline di plastica! Ebbene sì, aveva pensato bene di mangiarsi quei chicchi di plastica quasi a morirne! Andai dal veterinario che immediatamente mi fece vedere le lastre dello stomaco pieno di palline: cercammo di farle espellere ma alla fine optammo per una endoscopia. Pepè era salvo, ma io un po' meno, dato il costo dell'intervento!”

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Pornostar ebbe relazione con Trump: lancia un tour osé

STATI UNITI

Pornostar ebbe relazione con Trump: lancia un tour osé Foto

La Royal Mail ha preparato i francobolli dedicati al Trono di spade

filatelia

Royal Mail, francobolli dedicati al Trono di spade

Rotonde, piste ciclabili ma non solo:

GAZZAFUN

Rotonde, piste ciclabili ma non solo: ecco i quiz per la patente

2commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Scopriamo le 9 donne dell'isola: Eva Henger

L'INDISCRETO

Scopriamo le 9 donne dell'isola

di Vanni Buttasi

Lealtrenotizie

Parma, quelle bande di ragazzini violenti

Emergenza

Maleducazione, inciviltà e bullismo: quei ragazzini che invadono il centro

10commenti

BOLOGNA

Grano duro, firmato l'accordo fra Barilla e i produttori: 120mila tonnellate in Emilia-Romagna

1commento

nel pomeriggio

Momenti di paura e tensione in via Duca Alessandro Video

anteprima gazzetta

Inchiesta sulle nomine al Maggiore, il punto della situazione Video

ragazzola

Più controlli sul ponte Verdi, ma c'è chi chiede l'intervento della magistratura Video

CARABINIERI

Furti a Monticelli e nel Reggiano: due arrestati, sequestrata una pistola

I due stranieri sono accusati di numerosi furti e di ricettazione 

LUTTO

San Secondo piange Paola, l'angelo dei disabili: aveva 59 anni

Paola Scaravonati è stata stroncata da un malore

GUIDA

Gambero Rosso dà i voti alle gelaterie: vince l'Emilia-Romagna, anche grazie a Parma

"Tre coni" anche a Ciacco e Sanelli di Salsomaggiore. A Treviso il cioccolato migliore

PARMA

Addio a Giacomo Azzali, una vita per l'anatomia: aveva 89 anni

gazzareporter

Piazzale Buonarroti, un salotto o una discarica?

Salsomaggiore

«Serhiy è scomparso: chi l'ha visto?»: l'appello degli amici

PEDONE SICURO

Nuove «Zone 30» in città nel 2018. La mappa

FONTEVIVO

Ubriaco alla guida crea scompiglio a Case Rosi

INTERVISTA

Il prefetto: "Migranti, a Parma numeri destinati a calare" Video

Municipale

Gli autovelox dal 22 al 26 gennaio Dove saranno

emilia romagna

Elezioni, i candidati del M5S nella nostra circoscrizione: c'è un parmense

Due parmigiani tra i candidati supplenti. Capofila in Toscana 2 un giovane universitario della Scuola europea di Parma

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Un anno di Trump, il presidente che divide

di Marco Magnani

CHICHIBIO

«Timocenko», soprattutto pizza per tutti i gusti

di Chichibio

1commento

ITALIA/MONDO

Abusivo caricava ragazze davanti alle disco e le violentava Il video che lo incastra

orrore a BANGKOK

Italiano ucciso e bruciato in Thailandia, caccia alla ex e all'amante

SPORT

Norvegia

Stella della pallamano: “Colleghi hanno diffuso mie foto intime”

lutto

Addio a Franco Costa, volto mitico di 90° minuto. Celebri le interviste all'avvocato Agnelli

SOCIETA'

hi tech

L'iPhone X vende poco, Apple potrebbe "pensionarlo"

hi tech

Amazon apre supermercato 4.0: è senza casse

MOTORI

la pagella

Nissan Qashqai DCI 130 CV: i nostri voti

RESTYLING

La Mini rifà il trucco a 3porte, 5porte e cabrio Video