12°

19°

moviola parma

Il nostro "Porta a porta"

Il nostro "Porta a porta"

Giovanni Falcone: 20 anni fa la strage di Capaci

Ricevi gratis le news
13

Senza aggiungere parole al dibattito che infuria da ieri, senza dare altri giudizi: solo, ci piaceva offrire ai giovani parmigiani di oggi (e non solo a loro) due testimoni un po' diversi dal Riina jr ospitato nel salotto della tv di Stato che è il "Porta a porta" di Bruno Vespa.

Due brevissimi video, con due testimonianze parmigiane: di chi, a prezzo di lutti e sofferenze, ha scelto di stare da un'altra parte, rispetto a Totò Riina e alla sua "famiglia"...

VIDEO ARCHIVIO TV PARMA:

Antonino Caponnetto

Maria Falcone

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Vercingetorige

    08 Aprile @ 19.15

    Credete che Vespa non lo sapesse che avrebbe suscitato un "vespaio" ? Ma ha le spalle abbastanza grosse

    Rispondi

  • Nicola Martini

    08 Aprile @ 18.40

    Personalmente non mi stupisco della deriva a cui si è giunti. Vespa ovviamente è andato dritto per la sua strada anche in questa circostanza, come peraltro aveva fatto in occasione della puntata con i Casamonica. Ha sicuramente le proprie ragioni, fossero solo anche quelle della c.d. odiens e nel rispetto della libertà di stampa non lo si è fermato, giustamente. Detto ciò, alla luce di quanto accaduto, non posso far altro che concordare con le parole della Presidente della Commissione Antimafia, Bindi, secondo la quale "Porta a Porta si presta a essere il salotto del negazionismo della mafia". L'inopportunità di quell'intervista era evidente in quanto se si è dotati di buonsenso non ci si fa spiegare cosa sia la mafia da un pregiudicato per associazione mafiosa e non ci si può stupire se alla domanda di cosa sia la mafia, Riina jr. risponda che non sa cosa è. Alla luce di una risposta simile, ma anche prima si poteva ben intuirlo, si può avere la certezza che interviste di questo tenore non servono a capire cosa sia il fenomeno mafioso. Se si vuol far capire cosa sia la mafia all'opinione pubblica prima di tutto è il caso di sentire cosa abbiano da dire i Magistrati Antimafia, quelli che quotidianamente rischiano la vita come i loro colleghi saltati per aria (Falcone, Borsellino, Chinnici e così via). Tra quelli che possono chiarire certi concetti vi sono pure le vittime dei comportamenti mafiosi e se si vuol avere una visione dall'interno allora basta ascoltare la voce dei pentiti, senza per forza andare a chiedere lumi ad una persona che sia per questioni familiari nonché giudiziarie è in evidente conflitto d'interessi. Capire la pervasività della mafia è cosa fondamentale per contrastarla, questo è vero ma non si pensi di fare un buon servizio con certe interviste in una realtà che ha creato il reato di Associazione mafiosa (Art. 416 Bis C.p.) solo nel 1982 e dove l'inerzia dello Stato appare alle volte inquietante. Nonostante si parli da più di quarant'anni di infiltrazioni al nord ad es. la sede D.i.a. di Bologna è stata aperta solamente nel 2012 (se non erro). Altro elemento inquietante è il tentativo che ciclicamente viene posto in essere di modificare lo strumento investigativo delle intercettazioni. Particolarmente grave a mio avviso quello della XVI Legislatura, fortunatamente fallito per merito del Bicameralismo perfetto. In una realtà come quella italiana non ci si può permettere il lusso di farsi spiegare la mafia da Riina & company.

    Rispondi

  • marco

    08 Aprile @ 09.48

    eh si....come no! mi viene in mente la famosa storia della volpe e l'uva cara redazione!

    Rispondi

    • 08 Aprile @ 09.50

      REDAZIONE - Questo commento ha un "pregio" in più dei tuoi soliti: non si capisce. Anzi, visto il tema ne ha due di "pregi": è proprio fuori luogo

      Rispondi

      • marco

        08 Aprile @ 10.20

        non conosce la storia della volpe e l'uva di Esopo? in sostanza la polemica nasce dall'invidia per la mancanza dello scoop da parte di altri giornalisti che trovano mille scuse per giustificarla e non ammetere la semplice verità.Psicopatici,assasini e criminali sono sempre stati intervistati con enorme successo a livello di ascolti e vendite ,non ci credo che se fosse venuto da voi il figlio di Totò Reina non l'avreste intervistato!! Le altre redazioni avrebbero venduto la madre per intervistarlo si fidi,anzi lo sa meglio di me visto che lavora nell'ambiente.suvvia un pò di onestà intelletuale da parte di voi tutti giornalisti!

        Rispondi

        • 08 Aprile @ 10.42

          REDAZIONE - Qualche precisazione, poi torno a fare cose più serie: 1) non ho bisogno di lei per conoscere Esopo: non era questo il motivo che rendeva il suo commento incomprensibile 2) men che meno ho bisogno di altri (e men che meno di lei) che mi richiamino all'onestà intellettuale, quindi veda di riservare questi inviti a persone con cui lei può avere più confidenza 3) Premesso questo, non è in discussione solo il fatto in sè dell'intervista (comunque opinabile di per sè, e tanto più se in abbinamento all'uscita di un libro) quanto le modalità 4) parlare di "tutti giornalisti" come se fossimo dei cloni ha lo stesso valore scientifico che se io dicessi "tutti i Marco". E infatti, ad esempio, nel mio piccolo io ho invece trasmesso due brevi video di Caponnetto e Maria Falcone. Buona giornata

          Rispondi

        • marco

          08 Aprile @ 12.08

          se fosse venuta da voi in redazione non l'avreste intervistato? dice che non è sbagliata l'intervista ma la modalità? Lei come giornalista avrebbe avuto in mente un altra modalità migliore di quella di Vespa?ovviamente tutti anzi molti (così è contento) giornalisti ora dicono di si...ma lo scoop l'ha fatto lui..scoop--->ascolti/vendite---->sponsor--->soldi--->invidia delle altre redazioni

          Rispondi

        • 08 Aprile @ 13.44

          REDAZIONE - Lei ha molto tempo a disposizione, io meno.

          Rispondi

        • federicot

          08 Aprile @ 14.04

          federicot

          io continuo a segnare....siamo a 8.

          Rispondi

        • 08 Aprile @ 14.16

          REDAZIONE - A giugno vado in pensione: se ti decidi a mettere su il tuo sito faccio io il lettore/commentatore. E diversamente da te mi firmerò per esteso. Non deludermi, professore

          Rispondi

        • federicot

          08 Aprile @ 14.28

          federicot

          Barilla mette l'olio di Palma nei biscotti, firmato federicoturilli, Perchè Balestrazzi non ha il coraggio di scriverlo. E si che non ci vuole molto coraggio lo scrive anche Barilla sulle confezioni!!!!! Buona ritirata Billy!!!

          Rispondi

        • 08 Aprile @ 14.53

          G.B. - Non solo. Ha anche un sito in cui spiega la propria posizione su questo e altri temi http://www.barillagroup.com/it/la-nostra-posizione , quindi non vedo proprio che cosa tu voglia dire o dimostrare. Te lo ripeto: le lezioni non le prendo da un saccente, arrogante e fino a due minuti fa anonimo professorino. Neppure a fare un sito ci vuole troppo coraggio: lo fanno in tanti, ma il nostro professore di giornalismo, etica e non so che cosa altro no. Buon proseguimento, mi mancherai quando sarò in pensione.

          Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Attaccano catena e lucchetto a una saracinesca: la bici resta a mezz'aria

PARMA

Attaccano catena e lucchetto a una saracinesca: la bici resta a mezz'aria

6commenti

Asterix e Obelix arrivano a Parma e gustano il prosciutto in una "taberna"

FUMETTI

Asterix e Obelix arrivano a Parma e gustano il prosciutto in una "taberna" Foto

Playboy:  arriva la prima coniglietta transgender

GOSSIP

Playboy: arriva la prima coniglietta transgender

2commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Criptovalute, il problemaè la mancanza di un governo

L'INCHIESTA

Bitcoin, il vero problema è la mancanza di un governo

di Giovanni Fracasso

Lealtrenotizie

Polo sociosanitario, 12 anni di attesa

Lubiana

Polo sociosanitario, 12 anni di attesa

AVEVA SOLO 48 ANNI

Addio a Elisabetta Magnani, donna dolce e coraggiosa

Calcio

Parma, tre punti d'oro

Appello

Pertusi: «Muti senatore a vita? Giusto e doveroso»

Salsomaggiore

«In via Petrarca ci sentiamo abbandonati»

Busseto

Danneggia un'auto e fugge: preso

CULTURA

«A scuola nei musei»: il viaggio sta per ricominciare

Contributo

Scuole squattrinate? Pagano mamma e papà

ambiente

Aumentano le polveri: restano i divieti. In attesa della pioggia Video

Ma Epson avverte: "Sarà l'ottobre più secco in sessant'anni"

STADIO TARDINI

Pazzo campionato: il Parma segna su azione, vince ed è a 3 punti dalla vetta

Guarda la classifica. Barillà:"Stiamo crescendo" (Video) - Scozzarella: "Iniezione di fiducia" (Video) - Grossi: "Tre punti pesanti" (Videocommento)

3commenti

polizia

Furgone in sosta in centro per la consegna, spariscono dei vestiti

1commento

il caso

Eramo: "Il conto dei servizi, il Comune lo fa pagare ai disabili?"

via carducci

Insulta i clienti di un bar e i poliziotti. Denunciato slovacco 46enne

2commenti

PARMA

Minacciato nel suo palazzo da un uomo armato di coltello: serata di paura in centro

Il parmigiano ha chiamato la polizia ma lo sconosciuto è fuggito

PARMA

Ruba 3mila euro: donna delle pulizie incastrata dalle telecamere Video

Lunedì

A1, chiusura casello di Parma in entrata per MI e uscita per BO 4 notti Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Brexit, nebbia fitta sulla Manica

di Aldo Tagliaferro

CHICHIBIO

«Trattoria Ferrari da Cecchino», la tradizione continua

di Chichibio

ITALIA/MONDO

DA GENNAIO

E la Ue "sdogana" gli insetti a tavola

LUCCA

E' morto il bimbo di un anno caduto dal trattore

1commento

SPORT

Formula 1

Hamilton, pole numero 72. Vettel è secondo

RUGBY

Zebre, crollo nella ripresa: avanti 30-7 perdono 38-33

SOCIETA'

IL DISCO

1st, il capolavoro dei Bee Gees

Narrativa

Roma, autopsia della borghesia

MOTORI

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro

IL TEST

Debutta la nuova Polo: ecco come va