-1°

foto dei lettori

Ponte di Gramignazzo: ecco come è ridotto

Un lettore: il risultato delle mancate manutenzioni

9
Egregio Direttore, A causa delle mancate manutenzioni delle rive del fiume Taro e del nostro Amatissimo "ponte del Diavolo" nei pressi di Gramignazzo di Sissa, quest'ultimo sta per crollare. Ai posteri l'ardua sentenza. La ringrazio per l'attenzione, sperando che questa lettera non sia scritta in vano. Distinti saluti la comunità di gramignazzo

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • MrBarnaby

    11 Febbraio @ 22.34

    Purtroppo ci ritroviamo con un ponte inutilizzabile, chissà per quanto, per una serie di concause dovute a mancanza di manutenzione programmata della struttura e mancanza di bonifica e pulizia fluviale. La problematica del fenomeno di scalzamento delle pile in alveo è ampiamente conosciuta e diffusa tanto che meriterebbe una monitorizzazione nonché adeguati interventi di prevenzione. Inoltre il deposito di tronchi e rami non fa altro che aumentare la pressione idraulica sul manufatto. Trovo in primis vergognoso che si lascino alvei di fiumi e torrenti in condizioni di pericolo. Basta vederlo il taro nel tratto della bassa: letto invaso da legname, deposito di sabbie e limiti che ne alzano il piano di scorrimento. Le responsabilità? La provincia avrà le sue ma anche gli altri enti (autorità di bacino ad esempio) non sono esenti da colpe. Fatto sta che su una cosa Bernazzoli a ragione: i trasferimenti agli enti locali in nome della spending revue sono ridotti a zero....

    Rispondi

  • Stefano

    11 Febbraio @ 17.54

    Invano o in vano ? Può non sembrare ma c'e' differenza.

    Rispondi

  • NTL

    11 Febbraio @ 16.07

    Il problema non è la manutenzione del ponte in sé ... è la manutenzione del letto del fiume!! Ovvero era pieno zeppo di tronchi scesi a valle che si sono fermati contro il pilone del ponte ... siccome se ci vado io a prendere la legna mi fanno la sanzione ... qualcuno dovrà pure andarci a toglierli!!!! (credo poi costi meno far pulire il fiume che rifare un ponte .....) Ad ogni modo questi tronchi fermi hanno dato modo all'acqua di formare un mulinello intorno al pilone che ha scavato a fondo e pertanto il pilone senza più il sottofondo ha cominciato a cedere!!!! Quindi io non so di chi sia la colpa, di certo non mia .. che i tronchi li vedevo fermi lì ormai da giorni (per non dire mesi) .. ed ora però il disagio è mio .. e di tutta la cittadinanza!!! GRAZIE!

    Rispondi

  • Modesta

    11 Febbraio @ 12.09

    che sport poco utile quello di dare addosso alla Provincia! Ci sono persone che da anni stanno lavorando in emergenza chi sulle strade chi a cercare soldi. La colpa di quello che sta accadendo è sempre degli altri se poi c'è un ente che si vuol abolire è comodissimo farne il capro espiatorio di tutto. Io non ci sto perché rispetto il lavoro delle persone e vedo cosa effettivamente produce

    Rispondi

  • Selene

    11 Febbraio @ 09.34

    Il ponte di Gramignazzo di Sissa è lasciato a se stesso da decenni.......... poi salta fuori l'emergenza. Sarebbe come se a casa mia non facessi per vent'anni alcun minimo lavoro di manutenzione e dopo mi svegliassi di colpo quando i muri di casa mia cominciano a perdere pezzi.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Le evoluzioni al palo di Maria Aguiar

Pole dance

Evoluzioni al palo: Maria Aguiar è campionessa sudamericana Video

Poligoni

Polygons

Il cucchiaio del futuro da 1milione di $. Non ancora in vendita

4commenti

Malore alle prove del concerto: operato Al Bano

Roma

Al Bano operato dopo un malore: "Paura passata, il cuore sta ballando"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Velluto rosso 6 dicembre

VELLUTO ROSSO

Da Shakespeare a Peter Pan: gli spettacoli da non perdere a teatro

di Mara Pedrabissi

Lealtrenotizie

La sfida degli anolini: ecco chi ha vinto

GASTRONOMIA

La sfida degli anolini: ecco chi ha vinto

OMICIDIO

Elisa accoltellata alle spalle

CRIMINALITA'

Via Torelli: scippata, cade e si rompe un femore

3commenti

WEEKEND

Una domenica già immersa nel... Natale

Via D'Azeglio

Il nuovo supermercato? No del Comune a causa dei camion

6commenti

Fidenza

Incendio nel negozio: proprietari salvati dai carabinieri

Parma

Elvis e Raffaele hanno celebrato l'unione civile: "Ora siamo una famiglia"

Cerimonia nella Palazzina dei matrimoni con il vicesindaco

2commenti

Traversetolo

Falso incaricato del Comune cerca di carpire dati ai residenti

Fuori Orario

Serata "I love Rock": ecco chi c'era Foto

A SALSO

Quella «Bisbetica» di Nancy Brilli

Salsomaggiore

Greta, promessa del karate

viabilità

Ecco dove saranno gli autovelox la prossima settimana

1commento

Parma

Cachi in città: raccolte 180 cassette in un giorno Foto

2commenti

Poviglio

Fanno esplodere il bancomat: filiale semidistrutta, caccia all'uomo fra Parma e Reggio  Video

2commenti

LETTERE

Bello FiGo e i luoghi comuni

2commenti

Gazzareporter

I "magnifici 13"

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Quando le notizie false diventano un'epidemia

di Paolo Ferrandi

IL DIRETTORE RISPONDE

A volte fa più male la gentilezza

ITALIA/MONDO

Crisi di governo

Mattarella convoca Gentiloni al Quirinale. Renzi: "Torno a casa davvero"

turchia

Autobomba nel centro di Istanbul: 13 morti e decine di feriti

WEEKEND

IL CINEFILO

Da "Captain Fantastic" a "Non c'è più religione": i film della settimana

45 ANNI DOPO

Tarkus, il capolavoro di Emerson Lake & Palmer

SPORT

Parma Calcio

D'Aversa: "Vinta una partita, non risolto i problemi". I convocati

sci cdm

Goggia 2ª in gigante Sestriere, vince Worley

MOTORI

AL VOLANTE

I consigli utili per guidare nella nebbia

5commenti

novità

Dal cilindro di Toyota esce C-HR, il Suv per tutti