FOTO DEI LETTORI

La pista ciclabile che si ferma sotto il ponte

Fango e pozzanghere non permettono di arrivare o partire da Baganzola

Ricevi gratis le news
6

La pista ciclabile per Baganzola si ferma sotto il ponte della complanare per la Fiera. Fango e super pozzanghera non permettono di arrivare o partire da Baganzola. E' così a ogni acquazzone. Non sarebbe meglio creare una passerella per consentire il passaggio senza attendere la ruspa per ripristinare un percorso che di fatto è perennemente a rischio? 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Stefano

    01 Aprile @ 13.31

    reinard.alfa@gmail.com

    @filippo. diciamo anche caro filippo. Il comune è pieno di debiti, ha appena aumentato tutte le tasse che poteva e sparpagliato i vigili che anzichè fare gli urbani fanno gli agguati con le multe , perchè non ha soldi. é un dato di fatto. Io penso che principalmente sia perchè il comune ha 500 dipendenti e che a occhio e croce costano 2 milioni all'anno ma è un idea mia. Sta di fatto che ci sono altre priorità, tipo la delinquenza e le strade rese pericolose dall'incuria, etc etc. Riguardo all'eroismo so per certo di non esserlo, faccio del mio meglio senza avere mai detto se non tra amici a fine giornata che cosa avevo fatto. I sentieri in appennino visto che non lo sa sono spesso lunghi decine di chilometri. Certo che le piste devono essere in ordine, anche la sicurezza dei cittadini, l'incolumità dei viandanti, la pubblica decenza. Lei a che cosa da priorità? A un metro di ciclabile che con buona volontà e un buon badile avrebbe sistemato nel tempo che ha perso a scrivere? P.S. uso internet come dono della tecnologia e mi piace tanto, ma preferisco il classico dizionario, sul quale purtroppo continuo a non trovare eurovelo. ( su google si trova di tutto, e non tutto sta sul dizionario, e non tutto merita di essere menzionato )

    Rispondi

  • filippo

    01 Aprile @ 07.47

    @Stefano. Quella li NON E' un sentiero di montagna. E' una pista ciclabile. E' l'equivalente di una strada ma per biciclette. Fino ad ora ha trovato tutto sullo Zingarelli? Le dirò di più. A differenza del sentiero di montagna il codice della strada prevede che io, ciclista, se mi imbatto in una ciclabile, sono OBBLIGATO a percorrerla. Oltre a dovermi sentir dire dagli automobilisti "fanno le ciclabili e loro non le usano"..Non è uno svago bucolico per giovani ambientalisti....non so se ha capito la differenza con una carraia... O si modifica il cds...o si ripristina la ciclabile. Ma non un manipolo di volontari col badile!! Se c'è....quando (raramente) c'è una ciclabile. DEVE ESSERE IN ORDINE! Ha capito tutto? Per quanto riguarda Eurovelo: www.google.it poi digita progetto eurovelo. P.s. Non faccia Lei l'eroe perchè ha messo a posto 4 sentieri in appennino. P.P.S Molli il dizionario visto che usa internet. Filippo.

    Rispondi

  • Stefano

    31 Marzo @ 22.09

    reinard.alfa@gmail.com

    @filippo: non so che che cosa intende per benaltrismo in quanto in Italiano non esiste. Invece di offendere dando dell'egoista alle persone la invito a mettere in moto le sinapsi prima di rispondere. Io faccio parte di quelli che in termine di ore ne ha passate migliaia a fare in modo che i nostri sentieri di montagna rimanessero percorribili. Lei quante ore ha passato a beneficio della collettività? Io mi occupo della mia provincia e sono consapevole che nonostante il mio impegno non riesco a fare niente di niente ma persevero, tra l'altro mi documenterò sugli eurovelo che da quanto mi risulta in dizionario non esistono. Ma continuo sempre a consigliare ai soliti eroi da tastiera di fare in prima persona , altrimenti se non avete idea di che cosa vuole dire FARE non limitatevi a dire. Io stefano greci nel mio piccolo faccio e ci provo. Faccia una cosa bellissima, prenda una pala, ripristini il metro di fango ( in montagna ne ho ripristinati migliaia ) e poi riscriva, magari le danno una medaglia. Io lo faccio da bambino su consiglio dei miei e non ne ho mai chieste, ma se crede spargo la voce e glie ne facciamo avere una.

    Rispondi

  • filippo

    31 Marzo @ 18.29

    @Stefano: certo le priorità sono altre.....il famigerato "benaltrismo". Se dovesse percorrerla Lei in bici diventerebbe una priorità vero? A posto io, a posto tutti. Intanto nel reggiano e nel mantovano fanno a gara per fare ciclabili collegate fra loro e far passare i corridoi Eurovelo dai loro territori perché si sono accorti che, oltre ai cittadini, interessano anche ai turisti. (la Mantova-Peschiera del garda) ecc... Noi immobili memori del tempo che fu. Negli anni 80 parma era la città delle biciclette, adesso? Delle tangenziali. Bel progresso

    Rispondi

  • Stefano

    31 Marzo @ 15.06

    reinard.alfa@gmail.com

    Considerato come vanno le cose direi che le priorità al momento sono altre. Il fango poi tra qualche giorno non ci sarà più. Alternativa sarebbe quella di fare in montagna quando si vuole ripristinare i sentieri, maraccio, pala, olio di gomito... Crede che fuori dalla " cinta muraria " provveda sempre la regione o la provincia o i vari comuni? Ci sono volontari che si muniscono di pazienza e che si danno da fare.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Un'onda che sembra arrivare dal film Point break

Portogallo

Onde gigantesche come nel film Point break

Belen (look sexy) e il battesimo delle polemiche

social

Belen (look sexy) e il battesimo delle polemiche

Scopriamo le 9 donne dell'isola: Eva Henger

L'INDISCRETO

Scopriamo le 9 donne dell'isola

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Timocenko», soprattutto pizza per tutti i gusti

CHICHIBIO

«Timocenko», soprattutto pizza per tutti i gusti

di Chichibio

1commento

Lealtrenotizie

San Secondo piange Paola, l'angelo dei disabili: aveva 59 anni

LUTTO

San Secondo piange Paola, l'angelo dei disabili: aveva 59 anni

Paola Scaravonati è stata stroncata da un malore

Emergenza

Parma, quelle bande di ragazzini violenti

2commenti

PARMA

Addio a Giacomo Azzali, una vita per l'anatomia: aveva 89 anni

FONTEVIVO

Ubriaco alla guida crea scompiglio a Case Rosi

Salsomaggiore

«Serhiy è scomparso: chi l'ha visto?»: l'appello degli amici

Municipale

Gli autovelox dal 22 al 26 gennaio Dove saranno

PEDONE SICURO

Nuove «Zone 30» in città nel 2018. La mappa

DIPENDENZA

Droga: il racconto di chi ne è uscito 

Una sera con i Narcotici Anonimi

INTERVISTA

La regista Emma Dante: così in scena la bruttezza diventa bellezza

emilia romagna

Elezioni, i candidati del M5S nella nostra circoscrizione: c'è un parmense

Due parmigiani, invece, tra i candidati supplenti

inchiesta

Borseggi sull'autobus, è emergenza: "Bisogna essere ossessionati"

7commenti

incidente

Schianto tra due auto nel pomeriggio a Fontevivo: due donne ferite

posticipo

L'Avellino espugna Brescia tra mille emozioni La classifica di serie B

carabinieri

Video pedopornografico sul cellulare: arrestato lui, denunciato l'amico che l'ha inoltrato

3commenti

BUROCRAZIA

Parma: strade pronte, ma chiuse da mesi (o anni)

Da via Pontasso a Ugozzolo: ci sono cavalcavia e strade asfaltate in città che inspiegabilmente resatano interdette al traffico

4commenti

3 febbraio

Il ministro a Parma: maestre e maestri diplomati contestano

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Perché Mattarella ha ragione sul voto

di Michele Brambilla

INSERTO

Speciale Sposi: guida al giorno del «sì»

ITALIA/MONDO

MILANO

Tassista abusivo violenta due giovani passeggere

MALTEMPO

Neve: centinaia di turisti bloccati in Val Senales, situazione critica in Alto Adige

SPORT

tennis

Australian Open: Berdych travolge Fognini, azzurri tutti fuori. Federer ai quarti

GAZZAFUN

Cremonese - Parma 1-0: fate le vostre pagelle

SOCIETA'

AUTO

Revisione, tempi, costi e controlli: cosa c’è da sapere. Arriva il certificato

SOCIAL NETWORK

"A voj propia ti!": IgersParma cerca un 'amministratore'

MOTORI

la pagella

Nissan Qashqai DCI 130 CV: i nostri voti

LA MOTO

Yamaha MT-09 SP: la prova