rifiuti

Differenziata: Folli in visita alla Furlotti di San Polo

Ricevi gratis le news
15

L'assessore all'Ambiente del Comune Folli è stato in visita allo stabilimento Furlotti di San Polo per la selezione della differenziata. Qui, in particolare, arrivano i rifiuti contenuti  nei sacchi gialli con plastica e barattolame oltre - a parte - il vetro. Con lui in visita  anche Luigi Zoni (Iren Ambiente), Alessandro Angella e Georgia Conoci (settore Ambiente del Comune).

Pochi giorni fa, lo stesso Folli aveva effettuato una visita analoga a San Leonardo (guarda la gallery) (con il camion che trasporta il residuo)

E il Comune stesso, in una nota, spiega come il 93 % dei rifiuti contenuti nei sacchi gialli (plastica, barattolame e tetrapak) e nelle campane di vetro, torna a nuova vita. In tal senso va anche visto il focus di Folli sulla filiera dei rifiuti, con un occhio particolare alla selezione degli stessi.

Dove finiscono i sacchi gialli e il vetro dopo che sono stati raccolti dagli appositi camion? 

L’azienda – come ha spiegato uno dei contitolari, Aldo Furlotti – tratta mensilmente 391 tonnellate di multi-materiale leggero, cioè il contenuto dei sacchi gialli: plastica e barattolame. Per il vetro, ogni mese i dati sono di 849 tonnellate di vetro raccolto dalle campane a cui si aggiungono 115 tonnellate derivanti dai bidoni carrellati presenti in centro storico ed Oltretorrente. Altre 71 tonnellate di vetro provengono dai Centri di raccolta.

I camion che trasportano i sacchi gialli arrivano nell’azienda, li scaricano e subito vengono sottoposti ad un procedimento di selezione per separare la plastica dal barattolame.

“Con il nuovo sistema di raccolta porta a porta, i sacchi gialli che sono definiti multi-materiale leggero – spiega Aldo Furlotti – vengono sottoposti ad un trattamento che permette di dividere rapidamente la plastica dall’alluminio e dal tetrapak, stesso discorso vale per il vetro, in modo da ottenere materiale estremamente “pulito”, che rientra nella prima fascia qualitativa prevista dai vari consorzi che si occupano del ritiro di plastica e vetro”.

I due consorzi sono il CoReVe – Consorzio recupero vetro ed il Corepla – Consorzio Nazionale per la raccolta, il riciclaggio e il recupero degli imballaggi in plastica. In sostanza il 93 % dei rifiuti che vengono portati alla ditta Furlotti sono avviati al recupero. La ditta opera per conto di Iren per cui ha vinto un appalto per la raccolta del vetro e per la selezione del multi materiale leggero per Parma e per molti Comuni della sua provincia. Si estende su un’area di 5 mila metri quadrati coperti e 11 mila scoperti, con 35 dipendenti.

Un dato che colpisce riguarda proprio il sistema di selezione. Quello attuale, con il multi-materiale leggero (plastica, barattolame e tetrapak) è molto più rapido rispetto a quello che veniva effettuato fino a qualche tempo fa con il multi-materiale pesante: vetro, plastica e barattolame. A fronte di due passaggi per la selezione richiesti dalla prima tipologia di materiale, il secondo ne richiede almeno tre, se non quattro con una qualità del prodotto riciclato molto inferiore rispetto al sistema attuale di raccolta. 

L'assessore Folli

“La raccolta porta a porta – ha sottolineato l’assessore all’ambiente Gabriele Folli – ha permesso un miglioramento qualitativo nella separazione dei vari materiali con una riduzione notevole dello scarto rispetto al passato e con contestuali vantaggi da un punto di vista ambientale, ma anche economico e finanziario in quanto i Consorzi per il recupero sia del vetro che della plastica premiano, anche attraverso contributi e agevolazioni, i Comuni virtuosi e indirettamente i loro cittadini. Con il nuovo sistema i contributi sono passati dai 20 Euro/tonnellata per il multi-materiale pesante a 105 Euro/ton per il multi-materiale leggero e 30 Euro/ton per il vetro”

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Ανδρεας

    23 Settembre @ 19.35

    l'assessore folli va nel sacco giallo o nel bidoncino grigio ?

    Rispondi

  • Vercingetorige

    24 Agosto @ 19.09

    MAURIZIO ; QUANTO A COERENZA MI PARE PROPRIO CHE LEI STIA PERDENDO LA CALMA . Non ho bisogno di "fotografie di Ghiretti" , che sono comunque veritiere , per giudicare la maggiore efficienza delle isole ecologiche rispetto al "porta a porta" dei sacchettini infami , perchè ne ho esperienza diretta , proprio in questi giorni , così come ho avuto esperienza diretta , una trentina d' anni fa , del fallimento del "porta a porta" , del quale , evidentemente , lei non ha la minima idea. Credo , addirittura che, a quei tempi , ci fosse ancora l' AMNU . Sicuramente non c' era la "Giunta Ubaldi" ( per la quale io non ho mai avuto particolare simpatia ) , ma si parla di tempi precedenti . Non c' erano i "cassonetti dell' indifferenziato, dello "sfalcio" , della plastica , campane per il vetro e la carta " che si inventa lei . Ogni famiglia esponeva , tre volte alla settimana , i suoi sacchettini infami , il cui contenuto era indifferenziato , e c' era di tutto. Il risultato era di RIDURRE AD UN LETAMAIO I MARCIAPIEDI E LE STRADE DELLA CITTA' , COME AVVIENE OGGI . Che lei mi venga a dire che ,in tempi di raccolta indifferenziata , la percentuale di differenziazione era scarsa è la barzelletta del giorno e dimostra come certi dati che vengono sbrodolati sono fasulli . ISOLE ECOLOGICHE CON CONTENITORI DIFFERENZIATI , COME QUI IN TRENTINO-ALTO ADIGE , A PARMA , PURTROPPO , FINORA NON CI SONO MAI STATE , ED E' QUEL CHE , INVECE , BISOGNEREBBE FARE . In alternativa bidoni differenziati collettivi condominiali . L' ESSENZIALE E' DARE LA POSSIBILITA' AGLI UTENTI DI VUOTARE LA PROPRIA PATTUMIERA IN QUALUNQUE MOMENTO NE ABBIANO BISOGNO ! Difficile eh ? Il "referendum senza quorum", indetto dalla "Gazzetta" su questo "forum" come "sondaggio" , ha detto che la schiacciante maggioranza dei Cittadini Parmigiani la pensa in questo modo . Tutti visionari , suppongo!

    Rispondi

  • Hecks

    24 Agosto @ 10.30

    Al Centro di "Riciclo" di Vedelago non differenziano a posteriori e fanno quasi esclusivamente selezione e cernita del rifiuto differenziato (e sono anche abbastanza pignoli in merito) che viene poi spedito nei centri di riciclo veri e propri. La confusione e disinformazione di GCR e "grilleria" varia hanno creato le leggende metropolitane sul suddetto Centro.

    Rispondi

  • Vercingetorige

    23 Agosto @ 12.21

    MAURIZIO , A PARMA "ISOLE ECOLOGICHE" CON "CASSONETTI PER DIFFERENZIARE" NON CI SONO MAI STATE , mentre si dovrebbero fare ! C' erano cassonetti indifferenziati . Il "porta a porta" ( indifferenziato ) l' abbiamo provato trent' anni fa ed ha dato gli stessi pessimi risultati di oggi.

    Rispondi

  • Vercingetorige

    22 Agosto @ 18.16

    PENSO CHE L' IDEA MIGLIORE PER SPENDERE MENO SOLDI sia trasformare le strade , le piazze e i marciapiedi di Parma in letamai .

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Orietta Berti "assolta" dall'AgCom

Orietta Berti in una foto d'archivio

Par condicio

Orietta Berti "assolta" dall'AgCom

La dj Jessie Diamond: «Vi presento CR 10, il mio nuovo singolo»

Intervista

La dj Jessie Diamond: «Vi presento CR 10, il mio nuovo singolo»

Festa al "Caseificio della musica": ecco chi c'era

PGN

Festa al "Caseificio della musica": ecco chi c'era Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Domani lo speciale "Amico dentista"

INSERTO

In edicola lo speciale "Amico dentista"

Lealtrenotizie

Arrestato un altro spacciatore di viale dei Mille

Foto d'archivio

carbinieri

Viale dei Mille, si mette in bocca le dosi di cocaina e inforca la bici: arrestato

polizia

Insegue e molesta la ex in Cittadella: la fuga finisce contro un'auto. E poi in cella

1commento

'NDRANGHETA

Sarcone, il nuovo re della cosca che tentava di intimidire i testimoni dell'affare Sorbolo

2commenti

POSTALLUVIONE

Ponte della Navetta, appalto all'impresa Buia

3commenti

Lutto

L'ultimo viaggio di Cavatorta

Colorno

Rubata l'auto a servizio di un malato di Sla

Avis

Izzi: «Pochi disposti a tenere gli stili di vita sani necessari per donare»

ODONTOIATRI

Falsi dentisti, c'è l'app per stanarli

NOCETO

Addio a Mario Reverberi, colonna del volontariato

Appello

Il sindaco di Collecchio: «Cerchiamo padroni per 15 cani»

1commento

san leonardo

Commerciante straniero permette di fermare il ladro d’auto italiano

2commenti

Palacassa

Concorso per un posto da infermiere: 3mila al Palacassa, candidati anche da Agrigento Foto

L'obiettivo di molti partecipanti è entrare in graduatoria, sperando in una chiamata entro i prossimi tre anni

8commenti

OSPEDALE

Day hospital oncologico al Cattani: lavori verso la conclusione. Ecco come sarà: foto

Intervento da 1,3 milioni di euro. Parcheggi riservati ai pazienti in cura

VOLANTI

Si arrampicano lungo tubi e grondaie e svaligiano le case: 6 furti in un giorno a Parma

15commenti

FATTO DEL GIORNO

Giovanni Reverberi, parmigiano prigioniero a Dachau: la sua storia in un libro toccante Video

La nipote di Reverberi, Natalia Conti, è fra coloro che tengono viva la memoria di quanto accadde in quegli anni

TG PARMA

Le elezioni 2018 costeranno 584mila euro al Comune di Parma Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

L'indispensabile ruolo di Silvio l'ineleggibile

di Vittorio Testa

2commenti

L'ESPERTO

Un immobile in successione? Si può vendere. Ecco come

ITALIA/MONDO

guardia di finanza

'Ndrangheta: estorsione ai familiari di un pentito, 3 arresti tra Emilia, Lazio e Calabria

PIACENZA

Tenta di gettarsi dal ponte, i carabinieri lo salvano

1commento

SPORT

GAZZAFUN

Vota i grandi dello sport di Parma (e non)

TENNIS

Australian Open, l'eterno Federer in semifinale. Contro la sorpresa Chung

SOCIETA'

GUSTO

Carbonara: ecco la vera ricetta romana  Video

hi tech

L'iPhone X vende poco, Apple potrebbe "pensionarlo"

3commenti

MOTORI

novita'

Honda Civic, finalmente il diesel. Il 1.6 spiegato in tre mosse

RESTYLING

La Mini rifà il trucco a 3porte, 5porte e cabrio Video