18°

32°

rifiuti

Differenziata: Folli in visita alla Furlotti di San Polo

Ricevi gratis le news
15

L'assessore all'Ambiente del Comune Folli è stato in visita allo stabilimento Furlotti di San Polo per la selezione della differenziata. Qui, in particolare, arrivano i rifiuti contenuti  nei sacchi gialli con plastica e barattolame oltre - a parte - il vetro. Con lui in visita  anche Luigi Zoni (Iren Ambiente), Alessandro Angella e Georgia Conoci (settore Ambiente del Comune).

Pochi giorni fa, lo stesso Folli aveva effettuato una visita analoga a San Leonardo (guarda la gallery) (con il camion che trasporta il residuo)

E il Comune stesso, in una nota, spiega come il 93 % dei rifiuti contenuti nei sacchi gialli (plastica, barattolame e tetrapak) e nelle campane di vetro, torna a nuova vita. In tal senso va anche visto il focus di Folli sulla filiera dei rifiuti, con un occhio particolare alla selezione degli stessi.

Dove finiscono i sacchi gialli e il vetro dopo che sono stati raccolti dagli appositi camion? 

L’azienda – come ha spiegato uno dei contitolari, Aldo Furlotti – tratta mensilmente 391 tonnellate di multi-materiale leggero, cioè il contenuto dei sacchi gialli: plastica e barattolame. Per il vetro, ogni mese i dati sono di 849 tonnellate di vetro raccolto dalle campane a cui si aggiungono 115 tonnellate derivanti dai bidoni carrellati presenti in centro storico ed Oltretorrente. Altre 71 tonnellate di vetro provengono dai Centri di raccolta.

I camion che trasportano i sacchi gialli arrivano nell’azienda, li scaricano e subito vengono sottoposti ad un procedimento di selezione per separare la plastica dal barattolame.

“Con il nuovo sistema di raccolta porta a porta, i sacchi gialli che sono definiti multi-materiale leggero – spiega Aldo Furlotti – vengono sottoposti ad un trattamento che permette di dividere rapidamente la plastica dall’alluminio e dal tetrapak, stesso discorso vale per il vetro, in modo da ottenere materiale estremamente “pulito”, che rientra nella prima fascia qualitativa prevista dai vari consorzi che si occupano del ritiro di plastica e vetro”.

I due consorzi sono il CoReVe – Consorzio recupero vetro ed il Corepla – Consorzio Nazionale per la raccolta, il riciclaggio e il recupero degli imballaggi in plastica. In sostanza il 93 % dei rifiuti che vengono portati alla ditta Furlotti sono avviati al recupero. La ditta opera per conto di Iren per cui ha vinto un appalto per la raccolta del vetro e per la selezione del multi materiale leggero per Parma e per molti Comuni della sua provincia. Si estende su un’area di 5 mila metri quadrati coperti e 11 mila scoperti, con 35 dipendenti.

Un dato che colpisce riguarda proprio il sistema di selezione. Quello attuale, con il multi-materiale leggero (plastica, barattolame e tetrapak) è molto più rapido rispetto a quello che veniva effettuato fino a qualche tempo fa con il multi-materiale pesante: vetro, plastica e barattolame. A fronte di due passaggi per la selezione richiesti dalla prima tipologia di materiale, il secondo ne richiede almeno tre, se non quattro con una qualità del prodotto riciclato molto inferiore rispetto al sistema attuale di raccolta. 

L'assessore Folli

“La raccolta porta a porta – ha sottolineato l’assessore all’ambiente Gabriele Folli – ha permesso un miglioramento qualitativo nella separazione dei vari materiali con una riduzione notevole dello scarto rispetto al passato e con contestuali vantaggi da un punto di vista ambientale, ma anche economico e finanziario in quanto i Consorzi per il recupero sia del vetro che della plastica premiano, anche attraverso contributi e agevolazioni, i Comuni virtuosi e indirettamente i loro cittadini. Con il nuovo sistema i contributi sono passati dai 20 Euro/tonnellata per il multi-materiale pesante a 105 Euro/ton per il multi-materiale leggero e 30 Euro/ton per il vetro”

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Ανδρεας

    23 Settembre @ 19.35

    l'assessore folli va nel sacco giallo o nel bidoncino grigio ?

    Rispondi

  • Maurizio

    25 Agosto @ 22.14

    Rinuncio è inutile perchè lei è in evidente malafede e lo possono provare tutti i 170 mila circa cittadini parmigiani dove prima del porta a porta avevano i vari bidoni sparsi per le vie della città per fare la raccolta differenziata facoltativa. Andando sui siti dell'arpa potrà ben vedere i vari rapporti rifiuti degli ultimi anni, dati veritieri perchè basati sui rifiuti differenziati effettivamente dopo le varie divisioni dove si vede che parma è il comune della provincia che ha le percentuali tra le più basse... #HECKS, hai perfettamente ragione ed è per quel motivo che una differenziazione totale dell'indifferenziato è inapplicabile in tutto il mondo, a vedelago poi servono una minima parte della popolazione

    Rispondi

  • Vercingetorige

    24 Agosto @ 19.09

    MAURIZIO ; QUANTO A COERENZA MI PARE PROPRIO CHE LEI STIA PERDENDO LA CALMA . Non ho bisogno di "fotografie di Ghiretti" , che sono comunque veritiere , per giudicare la maggiore efficienza delle isole ecologiche rispetto al "porta a porta" dei sacchettini infami , perchè ne ho esperienza diretta , proprio in questi giorni , così come ho avuto esperienza diretta , una trentina d' anni fa , del fallimento del "porta a porta" , del quale , evidentemente , lei non ha la minima idea. Credo , addirittura che, a quei tempi , ci fosse ancora l' AMNU . Sicuramente non c' era la "Giunta Ubaldi" ( per la quale io non ho mai avuto particolare simpatia ) , ma si parla di tempi precedenti . Non c' erano i "cassonetti dell' indifferenziato, dello "sfalcio" , della plastica , campane per il vetro e la carta " che si inventa lei . Ogni famiglia esponeva , tre volte alla settimana , i suoi sacchettini infami , il cui contenuto era indifferenziato , e c' era di tutto. Il risultato era di RIDURRE AD UN LETAMAIO I MARCIAPIEDI E LE STRADE DELLA CITTA' , COME AVVIENE OGGI . Che lei mi venga a dire che ,in tempi di raccolta indifferenziata , la percentuale di differenziazione era scarsa è la barzelletta del giorno e dimostra come certi dati che vengono sbrodolati sono fasulli . ISOLE ECOLOGICHE CON CONTENITORI DIFFERENZIATI , COME QUI IN TRENTINO-ALTO ADIGE , A PARMA , PURTROPPO , FINORA NON CI SONO MAI STATE , ED E' QUEL CHE , INVECE , BISOGNEREBBE FARE . In alternativa bidoni differenziati collettivi condominiali . L' ESSENZIALE E' DARE LA POSSIBILITA' AGLI UTENTI DI VUOTARE LA PROPRIA PATTUMIERA IN QUALUNQUE MOMENTO NE ABBIANO BISOGNO ! Difficile eh ? Il "referendum senza quorum", indetto dalla "Gazzetta" su questo "forum" come "sondaggio" , ha detto che la schiacciante maggioranza dei Cittadini Parmigiani la pensa in questo modo . Tutti visionari , suppongo!

    Rispondi

  • Hecks

    24 Agosto @ 10.30

    Al Centro di "Riciclo" di Vedelago non differenziano a posteriori e fanno quasi esclusivamente selezione e cernita del rifiuto differenziato (e sono anche abbastanza pignoli in merito) che viene poi spedito nei centri di riciclo veri e propri. La confusione e disinformazione di GCR e "grilleria" varia hanno creato le leggende metropolitane sul suddetto Centro.

    Rispondi

  • Maurizio

    23 Agosto @ 17.31

    Dunque quando lei scrive dovrebbe tenere una linea coerente, lei chiama isole ecologiche per differenziare (esempio i suoi ragionamenti su verona con tanto di foto di ghiretti...) i cassonetti dove i rifiuti vengono divisi per tipologia di rifiuto nelle strade di parma e a parma prima dell'introduzione porta a porta fatta dalla giunta ubaldi e la vecchia enia vi erano i cassonetti dell'indifferenziato, della plastica, campane per il vetro e la carta oltre al cassonetto per gli sfalci presente in periferia. Questo a parma c'è sempre stato e la % di raccolta è sempre stata la più bassa in provincia, questa non è una mia invenzione ma qualunque persona di parma non in malafede può affermarlo

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Telefono hackerato: on line la Vonn e Woods nudi

Il caso

Telefono hackerato: on line la Vonn e Woods nudi

Paura per Minghi: ricoverato per un'intossicazione. Tour sospeso

Lecce

Paura per Minghi: ricoverato per un'intossicazione. Tour sospeso

Hydro jet

estate

Fa il "figo" con l'hydrojet, ma finisce male

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Osteria dl’Andrea

CHICHIBIO

«Osteria dl’Andrea», cucina casalinga della tradizione

di Chichibio

Lealtrenotizie

Terrorismo: ecco come si blinda Parma

Prevenzione

Terrorismo: ecco come si blinda Parma

TRAVERSETOLO

Quattro profughi in un appartamento: è polemica

OSPEDALE

Pronto soccorso, Brescia «corteggia» Cervellin

Fidenza

Morto a 51 anni Giorgino Ribaldi

Universiadi

Folorunso e Fantini: «Vogliamo la finale»

PERSONAGGI

102 anni, addio alla ricamatrice Lina Zanichelli

Sissa Trecasali

La barca affondata nel Po non si trova

pedoni penalizzati

Marciapiedi dissestati: problemi di sicurezza

ospedale

Ladri ancora in azione: rubati dei computer al Rasori Video

Il furto è stato compiuto nella notte al Day hospital pneumologico

1commento

polizia

Blitz nella notte nelle zone calde a Parma: 82 grammi di droga sequestrati, 5 espulsioni

7commenti

COLORNO

"E' morto assiderato", il piranha del canale Galasso diventa un caso giudiziario

14commenti

Anteprima Gazzetta

Emergenza terrorismo a Parma: il punto con l'assessore Casa

calcio

Antiterrorismo e viabilità, cambia la zona-Tardini (venerdì il "debutto") - La mappa

Posizionate le fioriere anti intrusione in centro - Video

mercato

Matri, è il giorno della firma? Ma il Parma non molla per Ceravolo Video

opening day

Sport, italianità e lealtà: venerdì taglio del nastro della B al Tardini

Prima del match Parma-Cremonese cerimonia con giuramento dei capitani e inno nazionale

1commento

serie B

Sondaggio: vi piace il tris di maglie del Parma?

6commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I terroristi di ieri e quelli di oggi

di Michele Brambilla

EDITORIALE

La nuova mafia che occupa Parma

di Francesco Bandini

13commenti

ITALIA/MONDO

cina

Tifone Hato il peggiore in Cina da 50 anni: almeno 12 morti

SVIZZERA

Maxi frana al confine con Valchiavenna, 100 evacuati

SPORT

basket nba

Clamoroso scambio: Irving a Boston, Isaiah Thomas a Cleveland

Ciclismo

Vuelta, ancora un italiano: Trentin

SOCIETA'

Usa

Lo squalo attacca, panico in spiaggia

hi-tech

Twitter: l'hashtag ha 10 anni, se ne usano 125 mln al giorno

MOTORI

AUTO

Ferrari: ecco la nuova Gran Turismo V8, un omaggio a Portofino

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente