21°

rifiuti

Differenziata: Folli in visita alla Furlotti di San Polo

Ricevi gratis le news
15

L'assessore all'Ambiente del Comune Folli è stato in visita allo stabilimento Furlotti di San Polo per la selezione della differenziata. Qui, in particolare, arrivano i rifiuti contenuti  nei sacchi gialli con plastica e barattolame oltre - a parte - il vetro. Con lui in visita  anche Luigi Zoni (Iren Ambiente), Alessandro Angella e Georgia Conoci (settore Ambiente del Comune).

Pochi giorni fa, lo stesso Folli aveva effettuato una visita analoga a San Leonardo (guarda la gallery) (con il camion che trasporta il residuo)

E il Comune stesso, in una nota, spiega come il 93 % dei rifiuti contenuti nei sacchi gialli (plastica, barattolame e tetrapak) e nelle campane di vetro, torna a nuova vita. In tal senso va anche visto il focus di Folli sulla filiera dei rifiuti, con un occhio particolare alla selezione degli stessi.

Dove finiscono i sacchi gialli e il vetro dopo che sono stati raccolti dagli appositi camion? 

L’azienda – come ha spiegato uno dei contitolari, Aldo Furlotti – tratta mensilmente 391 tonnellate di multi-materiale leggero, cioè il contenuto dei sacchi gialli: plastica e barattolame. Per il vetro, ogni mese i dati sono di 849 tonnellate di vetro raccolto dalle campane a cui si aggiungono 115 tonnellate derivanti dai bidoni carrellati presenti in centro storico ed Oltretorrente. Altre 71 tonnellate di vetro provengono dai Centri di raccolta.

I camion che trasportano i sacchi gialli arrivano nell’azienda, li scaricano e subito vengono sottoposti ad un procedimento di selezione per separare la plastica dal barattolame.

“Con il nuovo sistema di raccolta porta a porta, i sacchi gialli che sono definiti multi-materiale leggero – spiega Aldo Furlotti – vengono sottoposti ad un trattamento che permette di dividere rapidamente la plastica dall’alluminio e dal tetrapak, stesso discorso vale per il vetro, in modo da ottenere materiale estremamente “pulito”, che rientra nella prima fascia qualitativa prevista dai vari consorzi che si occupano del ritiro di plastica e vetro”.

I due consorzi sono il CoReVe – Consorzio recupero vetro ed il Corepla – Consorzio Nazionale per la raccolta, il riciclaggio e il recupero degli imballaggi in plastica. In sostanza il 93 % dei rifiuti che vengono portati alla ditta Furlotti sono avviati al recupero. La ditta opera per conto di Iren per cui ha vinto un appalto per la raccolta del vetro e per la selezione del multi materiale leggero per Parma e per molti Comuni della sua provincia. Si estende su un’area di 5 mila metri quadrati coperti e 11 mila scoperti, con 35 dipendenti.

Un dato che colpisce riguarda proprio il sistema di selezione. Quello attuale, con il multi-materiale leggero (plastica, barattolame e tetrapak) è molto più rapido rispetto a quello che veniva effettuato fino a qualche tempo fa con il multi-materiale pesante: vetro, plastica e barattolame. A fronte di due passaggi per la selezione richiesti dalla prima tipologia di materiale, il secondo ne richiede almeno tre, se non quattro con una qualità del prodotto riciclato molto inferiore rispetto al sistema attuale di raccolta. 

L'assessore Folli

“La raccolta porta a porta – ha sottolineato l’assessore all’ambiente Gabriele Folli – ha permesso un miglioramento qualitativo nella separazione dei vari materiali con una riduzione notevole dello scarto rispetto al passato e con contestuali vantaggi da un punto di vista ambientale, ma anche economico e finanziario in quanto i Consorzi per il recupero sia del vetro che della plastica premiano, anche attraverso contributi e agevolazioni, i Comuni virtuosi e indirettamente i loro cittadini. Con il nuovo sistema i contributi sono passati dai 20 Euro/tonnellata per il multi-materiale pesante a 105 Euro/ton per il multi-materiale leggero e 30 Euro/ton per il vetro”

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Ανδρεας

    23 Settembre @ 19.35

    l'assessore folli va nel sacco giallo o nel bidoncino grigio ?

    Rispondi

  • Vercingetorige

    24 Agosto @ 19.09

    MAURIZIO ; QUANTO A COERENZA MI PARE PROPRIO CHE LEI STIA PERDENDO LA CALMA . Non ho bisogno di "fotografie di Ghiretti" , che sono comunque veritiere , per giudicare la maggiore efficienza delle isole ecologiche rispetto al "porta a porta" dei sacchettini infami , perchè ne ho esperienza diretta , proprio in questi giorni , così come ho avuto esperienza diretta , una trentina d' anni fa , del fallimento del "porta a porta" , del quale , evidentemente , lei non ha la minima idea. Credo , addirittura che, a quei tempi , ci fosse ancora l' AMNU . Sicuramente non c' era la "Giunta Ubaldi" ( per la quale io non ho mai avuto particolare simpatia ) , ma si parla di tempi precedenti . Non c' erano i "cassonetti dell' indifferenziato, dello "sfalcio" , della plastica , campane per il vetro e la carta " che si inventa lei . Ogni famiglia esponeva , tre volte alla settimana , i suoi sacchettini infami , il cui contenuto era indifferenziato , e c' era di tutto. Il risultato era di RIDURRE AD UN LETAMAIO I MARCIAPIEDI E LE STRADE DELLA CITTA' , COME AVVIENE OGGI . Che lei mi venga a dire che ,in tempi di raccolta indifferenziata , la percentuale di differenziazione era scarsa è la barzelletta del giorno e dimostra come certi dati che vengono sbrodolati sono fasulli . ISOLE ECOLOGICHE CON CONTENITORI DIFFERENZIATI , COME QUI IN TRENTINO-ALTO ADIGE , A PARMA , PURTROPPO , FINORA NON CI SONO MAI STATE , ED E' QUEL CHE , INVECE , BISOGNEREBBE FARE . In alternativa bidoni differenziati collettivi condominiali . L' ESSENZIALE E' DARE LA POSSIBILITA' AGLI UTENTI DI VUOTARE LA PROPRIA PATTUMIERA IN QUALUNQUE MOMENTO NE ABBIANO BISOGNO ! Difficile eh ? Il "referendum senza quorum", indetto dalla "Gazzetta" su questo "forum" come "sondaggio" , ha detto che la schiacciante maggioranza dei Cittadini Parmigiani la pensa in questo modo . Tutti visionari , suppongo!

    Rispondi

  • Hecks

    24 Agosto @ 10.30

    Al Centro di "Riciclo" di Vedelago non differenziano a posteriori e fanno quasi esclusivamente selezione e cernita del rifiuto differenziato (e sono anche abbastanza pignoli in merito) che viene poi spedito nei centri di riciclo veri e propri. La confusione e disinformazione di GCR e "grilleria" varia hanno creato le leggende metropolitane sul suddetto Centro.

    Rispondi

  • Vercingetorige

    23 Agosto @ 12.21

    MAURIZIO , A PARMA "ISOLE ECOLOGICHE" CON "CASSONETTI PER DIFFERENZIARE" NON CI SONO MAI STATE , mentre si dovrebbero fare ! C' erano cassonetti indifferenziati . Il "porta a porta" ( indifferenziato ) l' abbiamo provato trent' anni fa ed ha dato gli stessi pessimi risultati di oggi.

    Rispondi

  • Vercingetorige

    22 Agosto @ 18.16

    PENSO CHE L' IDEA MIGLIORE PER SPENDERE MENO SOLDI sia trasformare le strade , le piazze e i marciapiedi di Parma in letamai .

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

14-0 e calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

torino

14-0 e il calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa

FELINO

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa Foto

Il CineFilo per domenica 22 ottobre - La battaglia dei sessi - Nico 1988 - It - Blade runner 2049 -

IL CINEFILO

It, il nuovo Blade Runner, La battaglia dei sessi: i film della settimana

Notiziepiùlette

Ultime notizie

L'autunnale torta di riso e verze

LA PEPPA

La ricetta L'autunnale torta di riso e verze

Lealtrenotizie

incidente mortale

sorbolo

Pedone investito nella notte in via Mantova: muore un 60enne

La vittima è Asani Memedali, macedone, da anni residente in paese

POLIZIA

"Spaccata" alla concessionaria 'Philosophy': rubate tre moto

Bottino di circa 40mila euro

parma

D’Aversa: "Foggia campo difficile. Cambierò qualcosa" Video

CARABINIERI

Preso il pusher dei ragazzini delle medie: è già libero

12commenti

Parma

Evade dai domiciliari per lavorare nel negozio dei genitori: 50enne arrestato

L'uomo è stato arrestato dai carabinieri per evasione

Via D'Azeglio

Offre droga ai carabinieri in borghese e ne colpisce uno durante la fuga

Arrestato uno studente marocchino 23enne nei guai dopo un controllo dei carabinieri

CALCIO

Domani si gioca Foggia-Parma, oggi le visite per Ceravolo Video

E' già tempo di nuove sfide per i crociati

Chiesa cittadina

Fra' Pineda e don Pezzani, i due nuovi parroci

PARMA

"Solo italiani referenziati" per l'appartamento in affitto: l'annuncio che fa discutere

Polemica sui social network: "E' razzista"

36commenti

REPORTAGE

I sentieri del nostro Appennino: 400 km di infinito

IL CASO

«La scuola di San Paolo esclusa dagli Studenteschi»

NOVITA'

D'inverno al cinema: ora a Fidenza si può

TUTTAPARMA

«Al sóri caplón'ni», angeli in corsia

Lubiana

Il nuovo polo sociosanitario? Dopo 12 anni resta un miraggio

Se ne parla dal 2005, ma l'unica traccia è una recinzione malmessa. Storia di una struttura mai nata

AUTOSTRADA

Incidente in A1: coda tra Parma e Fidenza questa mattina

Progetto

La biblioteca a San Leonardo? Tutti la vogliono

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Renzi contro tutti. Pd lacerato verso il voto

di Stefano Pileri

CHICHIBIO

«Trattoria Ferrari da Cecchino», la tradizione continua

di Chichibio

ITALIA/MONDO

INCIDENTE

Tragedia nel Savonese: vuole sparare a un cinghiale ma uccide un fungaiolo

RICCIONE

La vittima dell'incidente è a terra, 29enne filma l'agonia in diretta Facebook

SPORT

Moto

Guido Meda svela un aneddoto su Simoncelli

FORMULA 1

Hamilton, le mani sul Mondiale. Vettel 2°. Colpo di scena, Raikkonen 3°

SOCIETA'

CULTURA

«A scuola nei musei»: il viaggio sta per ricominciare

GAZZAREPORTER

"Parcheggio inadeguato in via Jacchia"

MOTORI

IL FUTURO

Volvo, rivoluzione Polestar: si partirà da un coupé ibrido da 600 Cv

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro