20°

33°

ambiente

Via Bondi e via Brescia: via i rifiuti, è caccia ai furbetti

Ricevi gratis le news
13

Anche stavolta è caccia ai "furbetti della differenziata", che rischiano una multa salata. Nel frattempo sono state rimosse le "prove": quei rifiuti abbandonati in via Bondi e via Brescia. 

"E’ costante l’attenzione dell’assessorato all’ambiente del Comune in merito alle segnalazioni relative ad abbandono rifiuti e conferimento improprio degli stessi - recita una nota del Comune -. E’ il caso di via Bondi dove un cumulo di rifiuti è stato lasciato in prossimità dei bidoni azzurri della carta e dove gli operatori del gestore, Iren, hanno provveduto a ripulire l’area. Dal momento che, in questo caso, si trattava di rifiuti lasciati al di fuori degli orari di conferimento sono stati allertate le guardie ambientali per indagare ed individuare gli eventuali responsabili".
"Gli operatori per conto Iren sono intervenuti anche in via Brescia - continua il comunicato - per rimuovere diversi sacchetti lasciati impropriamente su suolo pubblico, fra l’altro alcuni contenevano bottiglie di birra vuote, un tipo di rifiuto che andrebbe conferito nelle apposite campane di color verde per il vetro e non lascito in sacchetti lungo la strada.
Per rimuovere i rifiuti abbandonati il Comune deve sostenere un costo che ricade sull’intera collettività, per questo è consigliabile attenersi agli orari di corretta esposizione dei rifiuti come indicato nel calendario consegnato alle singole famiglie e cercare di smaltire le varie frazioni di rifiuto secondo le modalità previste dall’attuale regolamento di smaltimento: plastica e barattolame nel sacco giallo, l’organico nei sacchetti biodegradabili dei bidoncini marroni areati, la carta nei bidoni azzurri, l’indifferenziato nell’apposito bidoncino grigio con micro chip. Il vetro va nelle campane verdi o nei bidoni verdi stradali, mentre i residui del verde come sfalci e rami vanno messi nei cassonetti verdi o nei bidoni verdi stradali, mentre i residui del verde come sfalci e rami vanno messi nei cassonetti verdi".

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Bastet

    09 Ottobre @ 12.25

    Maurizio:ma non diciamo scemenze,per cortesie! chi vive in centro,quello che avete voi in provicina,se lo dimentica! Noi siamo in 3 in 60 mq ......senza balconi,cantine,garage,cortile,giardino,locale lavanderia.... Io il rudo devo tenermelo in casa!!!!! ed è umiliante sentirsi dire dal proprio figlio,che non ha nemmeno 6 anni "mamma perché viviamo con l'immondizia in casa?" Perché NON SEI TU LO SPORCACCIONE MA QUESTO COMUNE INFAME! i riti giornalieri? o.O io mi tengo la plastica in casa per 1 settimana!altro che giornalieri! ci scommetto quello che ne hai voglia...che o vivi in un condominio con tutto ciò che comporta (balconi,cortile condominiale,GARAGE ,CANTINA) O IN una soluzione semi-indipendente,....che comunque comporta quanto detto prima.... Io vivo con il rudo in casa...quin,abbi pazienza,ma non venirmi a dire che sei messo peggio di me....perché secondo me,tu un balcone ce l'hai...il cortile ce l'hai....e magari hai anche il giardino! In centro,le case,non hanno nulla di tutto questo!

    Rispondi

  • Maurizio

    06 Ottobre @ 19.17

    Bastet, quello che dici succede a noi parmensi non a voi parmigiani perchè, non si sa il motivo, voi se avete figli neonati facendo richiesta avete più ritiri, gli esercizi commerciali del centro storico hanno ritiri giornalieri..... Ci sta meno peggio è quello che più si lamenta

    Rispondi

  • Bastet

    06 Ottobre @ 11.19

    dovevano rimanere i cassonetti per strada ,solo differenziati! isole ecologiche?sacchi con microchip? ma la la vogliamo piantare? ma vi rendete conto.....ma non tutti hanno la macchina per recarsi nelle isole ecologiche! ma vi pare che per gettare due assorbenti e un sacchetto con la lettiera del micio,uno debba prendere la macchina e farsi ....2,4,5 o magari 15 km? sempre avendone la possibilità! c'è gente che,in certi orari è a lavoro! che si fa...usiamo i permessi per gettare l'immondizia????sinceramente io,non posso permettermelo.....figuratevi! con un bimbo alla materna,i miei permessi vanno tutti li! ma scherziamo?siamo nel 2014 ,parliamo in tempo reale con chi vive in nuova zelanda....e poi non riusciamo a trovare una soluzione semplice per il rudo? oggi si corre tutti! i genitori lavorano tutti!....e gli anziani ,avendo i figli che lavorano,devono arrangiarsi! e smettiamola di dire "entriamo nell'ottica che"...NELL'OTTICA CI DEVONO ENTRARE GLI STOLTI! entrate nell'ottica che,il cittadino va aiutato....e non messo in difficoltà! nel 2014 non è normale che per buttare via un sacchetino con la lettiera di micio,uno debba prendere su la macchina per andare in un'isola ecologica! ma scherziamo!?!? I CASSONETTI DEVONO TORNARE PER STRADA! quando un neonato sporca il pannolotto....bisogna poterlo buttare subito....e non tenerlo in casa UNA SETTIMANA!

    Rispondi

  • Maurizio

    05 Ottobre @ 19.54

    Nessuno spaccia per valido questo sistema di raccolta e infatti io lo critico ma ho l'onestà intelletuale, che evidentemente lei non ha, di dire chi sono i colpevoli e cioè iren, su pressione magari di chi ha in subappalto da iren il servizio poichè il problema vi è in tutti i comuni gestiti da iren e folli o pizzarotti non sono amministratori di tutto, pizzarotti non può nemmeno rescindere il contratto (probabilmente potrebbe farlo per la manutenzione stradale affidata a iren perchè quì spesso c'è inadempienza) perchè non vi è inapenzienza visto che il servizio viene svolto ma al contrario sono i cittadini (chi per disinforazione, chi per ignoranza, chi per non curanza e chi apposta) che espongono in modo sbagliato. Per il tentino alto adige si vada a vedere o ci faccia un salto a bolzano come viene fatta la raccolta. Per la tariffazione puntuale poi è una cosa applicabile in trentino perchè c'è senso civico, aspetti di vedere cosa succederà a parma dove anche chi adesso si comporta bene inizierà ad abbandonare i rifiuti per pagare meno. L'isola ecologica interrata in una città come parma secondo lei è fattibile? Il buon renzi ha iniziato a farla a Firenze e il costo di ogni singolo raccoglitore di rifiuti è di 15 mila euro, ne occorrono almeno 4 per stazione, mettiamo lo sconto e arriviamo a 50 mila euro a stazione, moltiplichiamolo per le vie di parma (parma è vasta, abbiamo 150 mila abitanti) e aggiungiamo i costi di adeguamento dei mezzi, quanto spedereste? I cassonetti differenziati lo so che lei a parma non li ha mai visti ma sono esistiti fino a quando vignali o credo ubaldi inziarono a fare la raccolta porta a porta, i risultati della differenziata con isola ecologica scoperta erano pessimi, percentuale inferiore al 25%

    Rispondi

  • Vercingetorige

    05 Ottobre @ 11.07

    MAURIZIO , EVITI DI SPACCIARE PER VALIDO IL SISTEMA INFAME IMPOSTO A PARMA , che tale si dimostra quotidianamente , che vien ritenuto inadeguato dalla maggioranza dei Parmigiani , come ha dimostrato il "referendum senza quorum" promosso come "sondaggio" dalla "Gazzetta" su questo "forum" . e nel quale si insiste per ottusa ripicca ideologica e per la disonestà intellettuale di non voler ammettere d' avere sbagliato . Di quanto sia "vasto" il Trentino - Alto Adige ho un' idea , fors' anche un pò più precisa della sua . I risultati migliori nella raccolta dei rifiuti è quella della Comunità delle Giudicarie , dove , con le isole ecologiche , si ha una percentuale di "differenziata" dell' 81% , e dove si applica una tariffazione "puntuale" , grazie al conteggio dei conferimenti tramite il "badge" . E' del tutto improbabile che ci siano Valli del Trentino - Alto Adige in cui si applica un infame "porta a porta" come quello di Parma , non foss' altro per la difficoltà logistica di far girare un camion casa per casa su strade con pendenze a volte superiori al 10 % in mezzo a due metri di neve.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Salvador Dalì, a 28 anni dalla morte i celebri baffi intatti

Spagna

A 28 anni dalla morte i baffi di Salvador Dalì sono intatti

Vinicio Capossela insieme alla Filarmonica Toscanini: le foto della serata a Parma

Parma

Vinicio Capossela insieme alla Filarmonica Toscanini: le foto della serata 

Barbara Weldens

Barbara Weldens

FRANCIA

La cantante Barbara Weldens muore folgorata durante un concerto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Ecco la Summer Promo: la Gazzatta a soli 45cent al giorno!

ABBONAMENTO DIGITALE

Ecco la Summer Promo: la Gazzetta a soli 45 cent al giorno!

Lealtrenotizie

Mangiano pollo avariato, studenti intossicati

VARANO

Mangiano pollo avariato, studenti intossicati

Inchiesta sulle bollette

Luce, acqua e gas: storie di ordinaria vessazione

MASSACRO

Solomon, decine di colpi sui corpi anche dopo la morte: la sorella ferita con la mannaia

Noceto

Quella croce che protegge la valle di Cella

Testimonianze

Notte di paura per i parmigiani a Kos

Auguri capitano

Parma, il Parma, la famiglia: i 40 di Lucarelli

Fortuna

Fidentino gratta e vince 100 mila euro

Soragna

I residenti contrari all'arrivo dei profughi

PARMA

Lite al parco di via Milano: magrebino ferisce italiano con le forbici Video

1commento

ANTEPRIMA GAZZETTA

Bollette anomale e strani anticipi da pagare: le storie sulla Gazzetta di Parma

weekend

Feste campestri, cavalli e silent party: l'agenda del sabato

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

IL CASO

Ramiola, taglia i cavi per far tacere le campane

4commenti

carabinieri

Pusher in viale Vittoria: un lettore fotografa il blitz La sequenza

3commenti

incidente

Scontro fra una moto, due auto e un camion in via Traversetolo: un ferito grave

COMUNE

Un caso di dengue a Parma: disinfestazione in via Imbriani e al Barilla Center

Tecnici in azione per tre notti

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL CASO

La lezione di papà Fred Video-editoriale

1commento

EDITORIALE

Borsellino e la giustizia che dobbiamo ai giovani

di Filiberto Molossi

1commento

ITALIA/MONDO

TORINO

Figlio muore sul Cervino, la madre discute la  tesi Video

grecia

Scossa di 6,7: due turisti morti e 200 feriti a Kos Foto Video

SPORT

parma calcio

I 40 anni di capitan Lucarelli: speciale Gazzetta Video

parma calcio

Qui Pinzolo: la foto-cronaca del primo giorno di allenamenti

SOCIETA'

MANTOVA

Amiche muoiono per un incidente in scooter. Quell'ultimo video su Fb

Era qui la festa

Sorbolo: facce da... girone dei golosi Foto

MOTORI

MERCEDES

Classe X, la Stella attacca il segmento dei pick-up

EMISSIONI

Anche Audi gioca d'anticipo: interventi su 850mila diesel