15°

cassano

Fantantonio: non era amore, ma quante perle....

6

Non è mai stato vero amore, forse da nessuna dalle due parti. Eppure.....

Troppo piccola Parma per le ambizioni e i sogni di un grande talento, seppure mai sbocciato completamente, e troppo complessa e burrascosa la sua storia perchè i tifosi potessero pensare a un matrimonio di lunga durata, o individuare in lui un simbolo e un capitano che sposasse a lungo la "crociata".

Eppure, adesso che Cassano se ne va (e ovviamente lasciamo ad ognuno la massima libertà di giudicare la scelta e le sue modalità) la sensazione è quella di veder partire l'ultimo campione vero, seppur incompleto, di una sequenza lunga 25 anni. E anche per chi giudicasse negativamente, o come l'ennesima fuga, la scelta di rescindere il contratto, non si possono dimenticare le tante perle regalate in questo anno e mezzo. 17 gol in 54 partite, senza contare quegli assist in cui rimane un maestro, sono numeri che parlano da soli: e dicono che a Parma abbiamo forse visto un Cassano in fase calante come fisico e dinamismo, ma non certo come rendimento.

Ma al di là delle cifre, ci sono immagini che dicono come tante volte Cassano, anche nel calcio crociato di provincia, abbia potuto esprimere quella genuina e quasi infantile (il calcio bambino degli oratori o della strada) voglia di pallone che è la sua vera molla. Certo, fa rabbia che quel talento non si sia mai davvero sposato ad una maturità o ad una carica da leader che lo avrebbero portato molto più lontano: ma forse non è un caso se con lui il Milan ha vinto l'ultimo scudetto, con lui la Nazionale ha sfiorato il titolo europeo e con lui il Parma è tornato (ahinoi solo per qualche ora) in Europa. L'immagine del'abbraccio del "matto" barese che riesce a far sciogliere anche il compassato Donadoni resterà il simbolo di una splendida alchimia sul campo, e di una straordinaria stagione che ora tutti temiamo di dover rimpiangere a lungo.

Poi, quando tutto ha iniziato a precipitare, non poteva essere Cassano a farsi parafulmine o argine di quel crollo come un Totti o un Rivera. Eppure, paradossalmente, proprio il suo ultimo momento crociato è stato da leader: quando proprio lui si è recato sotto la curva dopo la figuraccia peggiore ed ha raccolto lo sfogo di un tifoso deluso e tradito. Quella foto (di cui tanti in Italia hanno visto solo il lato "oscuro", senza capire che il Tardini non è l'Olimpico o altri stadi) accosta da pari a pari due mondi lontanissimi, eppure in quel momento forse davvero vicini nel sentirsi traditi in un sogno.

Non era, dicevamo, un vero amore: forse presto Cassano dimenticherà Parma e Parma dimenticherà Cassano. Ma nella storia del club crociato, e in quella dello stesso giocatore, questi 20 mesi di Fantantonio parmigiano resteranno una pagina di calcio di alto livello, anche se forse solo fra qualche tempo ne capiremo davvero il valore.

The best of Cassano: video

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • rosita

    29 Gennaio @ 15.40

    Ha girato più squadre lui di un "globetrotter".....e se da ogni squadra dove ha giocato, presto o tardi è stato mandato via, un motivo ci sarà....

    Rispondi

  • Cosbe

    29 Gennaio @ 00.23

    (Chiedo come mai c'è chi può accostare il nome di cassano all'ormai noto capitano del famoso naufragio, mentre il cognome del capitano in questione è stato censurato nel mio commento? Perché infallibile girl ha messo gli spazi a distanziare alcune lettere del cognome??)

    Rispondi

    • 29 Gennaio @ 06.58

      Intanto bisogna vedere il resto della frase. Ma anzichè queste domande da asilo, sarebbe bene che ognuno iniziasse a riflettere prima di scrivere: il calcio è un gioco, Schettino è al centro di una tragedia con dei morti. Se sbagliamo è quando lasciamo passare certi messaggi, non quando li cestiniamo: quindi, al massimo, meritava il cestino anche l'altro cui lei fa riferimento. Così come sicuramente lo merita il suo.

      Rispondi

  • INFALLIBILE GIRL

    28 Gennaio @ 11.43

    Caro Balestrazzi io Cassano non lo rimpiango.Ha sempre giocato e quindi anche con lui siamo ultimi.Non è riuscito a fare ls differenza ed anzi son certa che senza di lui svremmo forse più punti. Petito ROSSI venne e da solo ci salvo" onorsndo la maglia

    Rispondi

  • INFALLIBILE GIRL

    28 Gennaio @ 11.36

    Cassano IL NUOVO S CHE TTINO. Il simbolo di questo Parma, il nostro capitano è stato il primo ad abbandonare la nave in fiamme. I veri uomini si vedono nelle difficoltà. Lui ha dimostrato di essere un piccolissimo uomo.

    Rispondi

  • Luke

    27 Gennaio @ 21.14

    Complimenti per l'articolo sig. Balestrazzi ! Mi ha commosso !

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Nozze indiane, fascino e colori al castello di Tabiano Foto Il video

Salsomaggiore

Nozze indiane, fascino e colori al castello di Tabiano Foto Il video

3commenti

Sembra ieri 1/1: 1984 - In piazza della Pace l'ippopotamo Pippo

TV PARMA

Sembra ieri: 1985 - Il "nuovo" Ponte Italia

1commento

Le serate special al Cafè 47

Era qui la festa

Le serate special al Cafè 47

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Premio Gazzarock 2017: sono aperte le iscrizioni

musica

Premio Gazzarock 2017: sono aperte le iscrizioni

Lealtrenotizie

Cagnolina trova la marijuana al parco e la mangia: salva per miracolo

Falcone-Borsellino

Cagnolina trova la marijuana al parco e la mangia: salva per miracolo

Viale Barilla

Lite tra giovani, contuso un vigile

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

l'agenda

Domenica tra mercatini golosi, castelli e... la Coppa di Fantozzi

La storia

Madre e figlio si laureano lo stesso giorno

Spettacoli

Andrea Pucci: «La mia vita tutta da ridere»

Radioterapia

Novità in arrivo e testimonianze dei pazienti

Volontariato

Le cento donazioni di Cherubino

Langhirano

La torta delle paste rosse: la storia di un paese in una ricetta

Collecchio

Suona l'allarme, ladri messi in fuga dai vicini

LANGHIRANO

Frontale a Pilastro, nessun ferito grave

soccorso alpino

Pietra di Bismantova, il ferito è un 43enne di Carpi Il video del salvataggio

Cede un chiodo durante la ferrata: cade nel dirupo

musica

Inaugurato il Centro Toscanini: guarda chi c'era Fotogallery

1commento

CULTURA

Porte aperte all'Ospedale vecchio: tutti in coda con il FAI Fotogallery

Giornate di primavera: domenica si visita l'Università

Dopo l'assoluzione

Raffaele Sollecito: «La mia vita riparte da Parma»

"Vivo a Barriera Bixio, lavoro e ho buoni amici"

14commenti

Tg Parma

Tariffa rifiuti in aumento? Federconsumatori: "Una beffa" Video

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Chi ha interesse a volere la realtà percepita

EDITORIALE

Truffe, anziani e soldi sotto il materasso

di Carlo Brugnoli

1commento

ITALIA/MONDO

stanotte

Torna l'ora legale: ricordarsi di mandare avanti le lancette

TREVISO

Si rovescia il pedalò: annega 18enne. Salva la fidanzata

WEEKEND

FOODBLOGGER

Video-ricetta: la tartare di tonno e stracciatella secondo Eleonora Rubaltelli

cinema

Weekend ricco al cinema: i due consigli del CineFilo Video

SPORT

Motogp

Qualifiche annullate, griglia basata sulle libere: Vinales in pole, Rossi lontano

Rugby

Il Munster passa al "Lanfranchi", Zebre battute

MOTORI

NOVITA'

Non solo Suv: ecco le nuove berline e wagon del 2017

restyling

Mercedes, ora la GLA è più alta e più connessa