21°

31°

Stadio Tardini

Parma-Palermo 1-0: decide un rigore di Nocerino

Ricevi gratis le news
6

Un Parma ordinato e con la testa sgombra mette sotto un Palermo che, sceso in campo con l’obiettivo dichiarato dei 50 punti, gioca a sprazzi e senza la giusta fame. I ducali la spuntano grazie a un rigore, giusto, di Nocerino per fallo di Rispoli su Gobbi. Non esattamente brillante, oggi, la squadra di Iachini, che nella ripresa, quando doveva concentrare al massimo gli sforzi per agguantare almeno il pareggio, ha prodotto soltanto un piattone di Belotti.

Sorpresa nello schieramento ospite con Ujakani in porta al posto di Sorrentino. Si rivedono Bolzoni e Maresca dal primo minuto. Nei ducali c'è Coda a far coppia con Ghezzal in attacco. Nella prima porzione di match sono i padroni di casa a fare la partita. Jorquera e Josè Mauri sono ispirati e a sinistra Gobbi mette spesso in difficoltà Rispoli. A cavallo tra il 22' e il 23' i ducali capitalizzano la loro superiorità: prima Coda trova un bel destro a giro dalla distanza, con Ujkani bravo a toccare la sfera quel tanto che basta a mandarla sulla traversa. Un minuto dopo sterzata di Gobbi in area, Rispoli interviene in scivolata ma trova solo la gamba dell’avversario. Per Di Bello è rigore che l'ex Nocerino realizza con freddezza. La squadra di Iachini sbanda, al 24' Jorquera penetra in area e cerca il secondo palo, Ujkani si distende e para a terra. Poi, alla mezzora, i rosanero si svegliano e iniziano a fare sul serio. Al 36' prima Chochev, poi Lazaar si vedono strozzare in gola l’urlo di gioia da due interventi miracolosi di Pedro Mendes e Mirante. Ancora il bulgaro, scatenato in fase offensiva, si presenta a tu per tu con Mirante su filtrante di Vazquez ma pasticcia in malo modo e manda fuori. 
Iachini, imbufalito con i suoi al rientro negli spogliatoi, dopo dieci minuti della ripresa prova a dare una scossa mandando in campo un attaccante, Belotti, per un incontrista, Bolzoni. Proprio l'Under 21 ha subito una buona chance su imbeccata di Vazquez ma l'attaccante sceglie il piattone e il tiro risulta troppo centrale. La truppa di Donadoni, però, non cede di un metro. Anzi, va vicino al raddoppio prima con un cross insidioso di Gobbi che scavalca Ujkani (libera Lazaar), poi con il neoentrato Belfodil che impegna severamente il portiere albanese al termine di un’azione personale. Col passare dei minuti la spinta dei crociati si affievolisce e il Palermo torna a spingere alla ricerca del pareggio ma non riesce ad andare al di là di una collezione di angoli e punizioni. Ancora Belfodil a un giro di lancette dal 90' va via in contropiede e sfiora l’angolino destro con un bel diagonale. Il Parma regge l’urto e porta a casa una vittoria d’orgoglio, che conferma l’impressione che questa squadra poteva salvarsi. Il Palermo si ferma dopo due vittorie consecutive e resta a 41 punti. (ITALPRESS)

La partita minuto per minuto

NOCERINO DEDICA IL GOL AL NEPAL. La rete che Antonio Nocerino ha messo a segno oggi su rigore, e che ha permesso al Parma di battere in casa il Palermo, è la seconda in maglia crociata: "Ogni gol che faccio - ha detto il centrocampista in mixed zone - è ovviamente per i miei genitori, ma anche per mia moglie che me lo aveva pronosticato, e a tutte le persone del Nepal. Ci tengo. Il rigore è una questione di coraggio". Poteva essere il giorno della matematica retrocessione: "Ogni vittoria la dedichiamo, oltre che alla gente di Parma, a noi stessi e a chi lavora con noi. Dividiamoci le gioie, queste gioie. La penalizzazione non è colpa nostra, lo sappiamo. Noi ci vogliamo divertire. Dopo la tempesta, vediamo un pò di sole. E’ l’umore che fa la differenza. Non è facile, noi ci stiamo riuscendo". "Sono veramente onorato di far parte di questo gruppo - ha continuato -, cui do il merito di avermi aiutato in un inserimento molto veloce. Non pensavo ci fossero uomini con questa dignità e con questa voglia. Sono orgoglioso di farne parte. E’ un gruppo di lavoro impressionante, di cui fanno parte tutti, anche i dipendenti. Arrivano con il sorriso, c'è sempre da imparare, non si piangono addosso. Meglio star bene da un punto di vista umano, anche se non prendo lo stipendio, che avere la certezza dei pagamenti ma stare male". "Ho fatto una promessa a mio padre - ha continuato Nocerino -: tornare in Nazionale. Sono venuto qui conoscendo la situazione societaria, per giocare, credendo in ogni caso di trovare aiuto e l’ho trovato". "Il futuro non dipende da me, ma da tanti fattori, da quello che succederà. Vediamo. Tutto dipende dal Milan. Vediamo cosa succede. Spero vivamente che questa situazione del Parma si possa risolvere nel migliore dei modi, poi si vedrà. Se c'è un progetto serio, ne possiamo anche parlare. Devo parlare con il Milan, che è casa mia e ha priorità. Se a casa mia non mi vogliono, vedremo". 

GOBBI: "VOGLIAMO GODERCELA FINO ALLA FINE". "Abbiamo detto più volte che in condizioni normali saremmo qui a giocarci la salvezza ma non abbiamo mai nascosto i nostri errori e le nostre responsabilità. Oltre a dignità ed orgoglio sapevamo di avere anche qualità tecniche. I valori morali di questa squadra sono sotto gli occhi di tutti e il gruppo si è ancora più compattato nella difficoltà". Intervistato da Sky subito dopo il fischio finale, il difensore del Parma Massimo Gobbi ha commentato così la vittoria sul Palermo. "Da qui alla fine - ha continuato - vogliamo toglierci ancora soddisfazioni come quella di oggi. A parte il risultato c'è stata anche una prestazione confortante. Noi lotteremo fino alla fine a testa alta. Mancano ormai poche partite, vogliamo godercele, poi si vedrà. Mercoledì c'è la Lazio, sappiamo che sarà difficile, ma come detto è un’altra gara che vogliamo goderci". 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Vercingetorige

    26 Aprile @ 20.00

    HO PAURA CHE , a questo punto , le partite del Parma si giocheranno più in Tribunale e in Banca che in campo , anche se vedere l' orgoglio in campo fa piacere ,ma ci avrebbe fatto piacere vederlo anche prima.

    Rispondi

  • Michela

    26 Aprile @ 19.29

    Grazie ragazzi per la vittoria di oggi. Anche se Retrocediamo lo facciamo con onore. FORZA PARMA TUTTA LA VITA.

    Rispondi

  • Vercingetorige

    26 Aprile @ 18.32

    SE NON AVESSIMO 7 PUNTI ( SETTE ! ) di penalizzazione per le inadempienze amministrative di Ghirardi (quello che tutti dovevamo ringraziare per averci salvato ) e Leonardi ( quello che tutti ci invidiavano ) , potremmo ancora batterci per la salvezza , a condizione , naturalmente , di trovare qualcuno disposto ad accollarsi il gigantesco debito , ma , quel " - 7 " , ci affossa definitivamente. Sono d' accordo con Donadoni che la Squadra , nonostante il tracollo societario , stia dando una bella prova d' orgoglio , ma non potevano cominciare a darla prima ?

    Rispondi

  • danila

    26 Aprile @ 17.41

    caro navolta,credo sia improprio parlare di salvezza anche con 8o punti non giocheremmo più in serie A. a questopuntoè solo dignità e professionalità di un team

    Rispondi

    • navolta

      26 Aprile @ 23.12

      La salvezza di cui parlavo era il traguardo cui poteva puntare il Parma all'inizio di campionato.

      Rispondi

  • navolta

    26 Aprile @ 17.25

    Questo Parma sta dimostrando che, quando si gioca per la salvezza, più della classe valgono l'impegno e la volontà.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia

tg parma

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia Video

Nuda in giro per Bologna: individuata e super-multa

SOCIAL

Bologna, la ragazza che passeggiava nuda rivela: "E' un esperimento sociale" Video

2commenti

"Vietato annoiarsi" a Bedonia: foto dalla piscina

PISCINe 

"Vietato annoiarsi" a Bedonia Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Ferragosto di una volta: Parma deserta nel 1988

TG PARMA

Come eravamo: Parma deserta nel Ferragosto del 1988 Video

2commenti

Lealtrenotizie

Barcellona colpita dall'Isis, la testimonianza di una parmigiana

tg parma

Barcellona colpita dall'Isis, la testimonianza di una parmigiana Video

amichevole

Finisce uno a uno la sfida fra Parma e Empoli

Al Tardini segna Evacuo su rigore. Risponde Donnarumma

METEO

Temporali, vento e caldo domani in Emilia-Romagna

Le previsioni per il Parmense

carabinieri

Arrestate tre rom: così fecero bottino al Famila di Salso Il video

10commenti

ANTEPRIMA GAZZETTA

Barcellona, i testimoni parmigiani raccontano l'orrore

Il vicecaporedattore Stefano Pileri anticipa i servizi della Gazzetta di domani

via bixio

Entra di notte al bar e fa bottino: arrestato grazie a un passante

PASIMAFI

Scandalo sanità, no alla libertà per Fanelli

1commento

fontevivo

Nuovo guasto e allagamenti, il sindaco Fiazza: "Chiederemo risarcimento" Video

bassa reggiana

Violenza sessuale su un minorenne disabile: revocati i domiciliari al 21enne

Elisoccorso

Ora gli «angeli» dell'emergenza volano anche di notte

tg parma

Ricordato il sacrificio di Charlie Alfa Video

BORGOTARO

Diawara forse ucciso da un malore?

MONCHIO

«Mi vuoi sposare»? Sorpresa alla sagra

Università

Preso lo scassinatore seriale dell'ateneo

1commento

Sissa

Moto, i centauri disabili tornano in sella grazie a Pattini

viabilità

Tangenziale sud: partono i lavori (e i possibili disagi)

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Che cosa resta dei nostri amori

di Michele Brambilla

2commenti

CHICHIBIO

«Osteria dl’Andrea», cucina casalinga della tradizione

di Chichibio

ITALIA/MONDO

barcellona

Due italiani tra le vittime. Bruno ucciso per proteggere i figli. Caccia a Moussa

Turku

Attacco in Finlandia: un morto e 8 feriti

SPORT

Incidenti stradali

Ritirata patente al calciatore Kabashi

Calciomercato

Telenovela Kalinic, l'ultima puntata è incredibile

SOCIETA'

gazzareporter

Limiti di velocità... al Parco Ducale Foto

MINISTERO

Niente nido e scuola dell'infanzia per i bimbi non vaccinati

2commenti

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti