21°

31°

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia

tg parma

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia Video

Nuda in giro per Bologna: individuata e super-multa

SOCIAL

Bologna, la ragazza che passeggiava nuda rivela: "E' un esperimento sociale" Video

2commenti

"Vietato annoiarsi" a Bedonia: foto dalla piscina

PISCINe 

"Vietato annoiarsi" a Bedonia Foto

Notiziepiùlette

Ferragosto di una volta: Parma deserta nel 1988

TG PARMA

Come eravamo: Parma deserta nel Ferragosto del 1988 Video

2commenti

foto dei lettori

Una qualunque via di Parma a una qualunque ora...

9

Una qualunque via di Parma in un qualunque momento della giornata.... La foto è inviata dal nostro lettore Petardo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

commenti 9
  • Labandieraitaliana

    12 Maggio @ 10.19

    Cari miei è proprio il concetto della raccoltà che è sbagliato! È giusto differenziare ma al cassonetto ci devi andare quando ti serve non quando fa comodo a Folli o Iren o chi volete voi! Cassonetti vecchia maniera di vari colori con accesso a card è così complicato da capire?!

    Rispondi

    • Michele E

      12 Maggio @ 11.17

      E pensi che con l'accesso a card ne potresti mettere molti? sono isole grandi, mica cestini del rudo. Pensi che chi ce l'ha sotto casa non si lamenterebbe? pensi che chi non ha voglia di metter fuori il sacchetto il mercoledì ne porti 4 diversi a 500m/1km da casa tutti i giorni?

      Rispondi

      • Immanuel

        12 Maggio @ 13.00

        Perché a un km? Perché non dovrebbero farlo? Io non riesco a capire ... Ma piace davvero questo sistema?

        Rispondi

      • Vercingetorige

        12 Maggio @ 12.19

        BASTA METTERE UN' ISOLA ECOLOGICA OGNI 300 - 500 METRI come in Trentino - Alto Adige. Il problema del "sotto casa" si era già presentato coi precedenti cassonetti , ed era stato superato . Peraltro , cassonetti sotto casa possono non far piacere , ma non fa piacere neanche scavalcare sacchi di immondizia per entrare e per uscire , e non poter camminare sui marciapiedi , perchè sono letamai .

        Rispondi

  • Maurizio

    11 Maggio @ 21.48

    Folli causa di tutti i mali, ma se tutti i comuni parmensi sono nelle medesime condizioni di parma colpa di folli? Da voi va anche meglio, da me i miei vicini mettono fuori i sacchi quando l'iren è già passata perchè si dimenticano e i sacchi rimangono fuori una settimana intera.... così è in provincia

    Rispondi

    • Vercingetorige

      12 Maggio @ 10.47

      COSA CHE NON SUCCEDEREBBE se aveste le isole ecologiche come in Trentino - Alto Adige, dove , infatti , non succede .

      Rispondi

      • Maurizio

        13 Maggio @ 08.18

        Giusto ma i soldi non ci sono, magari non so visto che il mio comune è piccolo e di debiti non ne abbiamo forse si anche se trovare i soldi è dura ma a parma non credo che uno se lo possa permettere, l’unica cosa da fare è tornare ai bidoni condominiali come qualche anno fa (si dice sia stato vignali ad introdurla, balla colossale, il comune di parma è stato tra gli ultimi ad introdurre questo tipo di raccolta, il primo fu mezzani), su questo io e lei siamo d’accordo, ma evidentemente interessa a nessuno, si preferisce lasciare che la polemica si infuochi sul comune di parma (magari facendo passare le lamentele di mari e folli sull’aumento della tariffa rifiuti nonostante il calo del costo di smaltimento, come aumento del costo di smaltimento a causa delle ideologie grilline). Sarebbe interessante sapere chi in iren ha modificato tutto, non ultimo la modifica dei sacchi di plastica simili a quelli dell’umido… magari sapere anche come mai ci sono sacchetti marchiati enia quando con enia

        Rispondi

  • Vercingetorige

    11 Maggio @ 16.39

    E CI TOCCA STAR QUA a sentire gli spropositi giornalistico-televisivi di Folli , sostenuto da quattro allucinati !

    Rispondi