19°

Sport

Street Workout : i "Bizzo Boys"

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

MILTO 5

Fotografia

Un alieno a Parma: ecco chi è Milto5, "campione di selfie"  Video

3commenti

Sembra ieri 1/1: 1984 - In piazza della Pace l'ippopotamo Pippo

TV PARMA

Sembra ieri 1988 - Taglio del nastro al Centro Torri Video

La Perego contro i dirigenti di Rai1: "Sapevano tutto"

TV

La Perego contro i dirigenti di Rai1: "Sapevano tutto"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Mastroianni's»: piatti moderni, curati e fantasiosi

Foto tratta dal sito ufficiale del ristorante

CHICHIBIO

«Mastroianni's»: piatti moderni, curati e fantasiosi

0

Street Workout: letteralmente «allenamento di strada». Disciplina che fa parte del calisthenics, cioè esercizio a corpo libero. È proprio questa la peculiarità: non ci sono pesi, perché l’unica zavorra è il proprio corpo. Chi non hai mai provato a far la bandiera su un palo? Corpo perfettamente orizzontale, perpendicolare a un cartello stradale o a un lampione, a formare una «T» ruotata di 90°.
«Bene, quello è un elemento di Street Workout: la differenza sta nel fare una bandiera da 0-0 o da 10-0». Usa termini calcistici Rocco Boschi, 25 anni, per introdurci in questo mondo; lui, da semplice frequentatore del Parco Bizzozero, è diventato ispiratore e fondatore dei «Bizzo Boys»: nessun organigramma, ma un gruppo di oltre una decina di giovani, nato in maniera spontanea, che si ritrova nell’area verde di via Montebello a inseguire figure, posizioni, abilità (skill, in gergo) a corpo libero. Tutto nasce per caso: prima Rocco, poi un altro ragazzo e un altro ancora. E così via, fino a formare una squadra di oltre dieci elementi. Vanno al parco per fare esercizio fisico, tutti accomunati dall’idea che il benessere psicofisico non si può conquistare in palestra, tra specchi e macchinari, ma solo su un prato, dove bastano due parallele, una spalliera, una sbarra per le trazioni e poco più. Tre, quattro volte a settimana, il parco, a partire dal tardo pomeriggio, comincia ad animarsi di giovani a torso nudo che compongono figure col proprio corpo in un esplosione di muscoli, equilibrio e concentrazione. «Credo sia inutile fare pesi se non si è in grado di fare una trazione col peso del proprio corpo - spiega Rocco -. Ho visto che continuava ad aggiungersi della gente accomunata dalla stessa passione, quella di avere cura di sé, di inseguire un obiettivo e di farlo all’aria aperta, lontano dagli specchi vanitosi della palestra e dal continuo confronto con gli altri. Anche da un punto di vista fisico non c’è partita: col corpo libero lavora contemporaneamente tutta la catena muscolare, in palestra si ragiona solo per compartimenti stagni». Ne è nato un gruppo Whatsapp per mettersi d’accordo, poi sono arrivate le birre fuori in compagnia, indipendenti dallo Street Workout. Durante l’allenamento, non manca mai la musica, portata da casa: si ricrea l’ambiente di strada, che richiama quei sobborghi dell’ex Unione Sovietica dove lo Street Workout si è sviluppato. Si sentono note hip hop, rap, qualcosa di elettronica e motivazionale: accompagnano i ragazzi nella loro sfida, quella con se stessi e con i limiti del proprio corpo. Lo dicono tutti, in coro: «La soddisfazione più grande è chiudere una skill che sembrava impossibile». Il doping? «Sai qual è il doping del nostro sport? Le donne», puntualizza Rocco. Bene, allora c’è garanzia di pulizia, perché di fanciulle nemmeno l’ombra. O meglio, una ragazza, in mezzo a tanto testosterone, si è recentemente inserita nei «Bizzo Boys», ma la sua timidezza non ci permette di scucirle né nome, né due parole. Diverso per Vasile, ragazzino di 12 anni originario della Moldavia, mani bianche di polvere di magnesio, alle prese con le prime skill: piccoli «Bizzo Boys» crescono.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Lealtrenotizie

San Leonardo, stavolta niente «rito»

Droga

San Leonardo, stavolta niente «rito»

Tragedia

«Giovanni adesso è insieme a Dio»

Montechiarugolo

«Mio nipote sequestrato in Tunisia»

CALCIO

Buffon a quota 1000

CONCERTO

Mario Biondi, voce e ricordi

Imprenditori

Morto Primo Ferrari, una vita per il latte

Fidenza

Sottopasso, i residenti propongono un progetto alternativo

PROGETTO

Sala, c'è una badante per te: apre uno sportello

lettera aperta

Studentessa del Melloni ai coetanei: "Fate della vostra vita un capolavoro"

1commento

dopo l'attacco

Il terrore e la città bloccata: il video del nostro Matteo Scipioni a Londra

EMERGENZA CRIMINALITA'

La 48 ore dei ladri: quattro case svaligiate, razzie sulle auto e spaccate Video

8commenti

il fatto del giorno

"Bisogna salvare il quartiere San Leonardo" Video

1commento

foto dei lettori

"Scene di ordinaria... stazione: la sosta che blocca decine di bus" Foto

20commenti

Via Cavagnari

Ragazzino morsicato da un cane: scoppia una lite violenta

2commenti

Parma

Nel Piano mobilità il pezzo mancante della tangenziale

Opera da 12 milioni a est della città

5commenti

collecchio

Lo strazio dell'addio a "Gio", sempre a fianco degli ultimi

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Il pianeta delle scimmie e quello dei robot

IL CASO

I vitalizi e le pensioni d'oro che fanno indignare

di Stefano Pileri

11commenti

ITALIA/MONDO

LONDRA

Attacco a Westminster: 4 morti. Smentita l'identità dell'assalitore Video

LONDRA

Ventottenne bolognese ferita ma già dimessa

SOCIETA'

Concorso

La Grande Bellezza dell'Oltretorrente: i video dei ragazzi e le interviste

COLORNO

Con il Fai a scoprire l'appartamento del duca don Ferdinando Fotogallery

SPORT

SONDAGGIO

Il Parma andrà in serie B? Avete fiducia? Votate

2commenti

LA POLEMICA

Cipollini disintegra il ciclismo italiano

MOTORI

anteprima

Nuova Ferrari GTC4Lusso, il test drive Fotogallery

LA PROVA

Fiat 500L Living a metano