12°

23°

Anniversario

Strage di Bologna, Mattarella e Grasso: "Reato di depistaggio sia priorità"

Ricordata la strage del 2 agosto 1980

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Paolo Schianchi a Tu si que vales

Tú sí que vales

Le mani e le 49 corde di Paolo Schianchi incantano su Canale 5 Video

La Coppa Cobram è arrivata anche a San Polo

COME FANTOZZI

La Coppa Cobram è arrivata anche a San Polo Foto

Andrea Spigaroli

Andrea Spigaroli

MUSICA

X Factor, il parmigiano Andrea Spigaroli va avanti (Con polemica)

4commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Multe impugnabili se la strada è senza banchina

AUTOVELOX

Multe impugnabili se la strada è senza banchina

Ricevi gratis le news
2

Trentacinque anni dopo, Bologna ricorda la strage della stazione, la più sanguinaria della storia d’Italia: 85 morti e 200 feriti il bilancio finale. Il presidente della Repubblica Sergio Mattarella, in un telegramma inviato al presidente dell’Associazione delle vittime del 2 agosto Paolo Bolognesi, scrive che "l'Italia ha il dovere di non dimenticare quella strage e quelle vittime innocenti che fanno ormai parte della memoria nazionale". Secondo il Capo dello stato, «dopo lunghi anni di indagini difficili, contrassegnate da reticenze e tentativi di depistaggio, la magistratura, sostenuta dall’impegno e la tenacia dell’Associazione dei familiari delle vittime, ha concluso il suo iter processuale, pronunciando una sentenza definitiva. Su quella tragica vicenda permangono però ancora angoli bui, specie per quanto riguarda mandanti ed eventuali complici. L’auspicio è che la verità possa emergere nella sua interezza: la vostra battaglia che riguarda anche l’introduzione del reato di depistaggio costituisce un’importante risorsa». 

Per il governo, il sottosegretario De Vincenti ha sottolineato che "il governo è al fianco di chi ancora soffre per quella tragedia e per dire che con Bologna non dimentica il paese intero". In particolare, "il governo sostiene l'approvazione senza modifiche del ddl che introduce il reato di depistaggio, in modo da evitare un ritorno alla Camera".

Soddisfatto il presidente dell’Associazione delle vittime, secondo il quale "le parole per quanto riguarda le carte e il reato di depistaggio sono state positive". 

La strage di Bologna, 35 anni dopo: le foto di quel giorno maledetto


La staffetta "Per non dimenticare" fa tappa a Parma


GRASSO: "IL REATO DI DEPISTAGGIO SIA UNA PRIORITA' ".
«Evidentemente ci sono state delle priorità, però questa doveva essere considerata una priorità. Adesso è partito con la relazione introduttiva, dopo le sollecitazioni anche dei familiari delle vittime e le mie. Speriamo che l’iter legislativo sia rapido e che non ci siano ulteriori divisioni». Lo ha ribadito il presidente del Senato Pietro Grasso, a margine della commemorazione del 2 agosto a Bologna, rispondendo a chi faceva notare il tempo passato prima dell’inizio dell’iter in commissione sull'istituzione del reato di depistaggio.
Interpellato sulla desecretazione dei documenti, Grasso ha spiegato poi che «per i documenti segreti l’unico problema è riuscire ad ottenere la declassificazione da parte di chi ha originato il documento, cioè dalle fonti. E questo è quello che bisogna cercare di accelerare».

DI BATTISTA: "RICORDEREMO AL GOVERNO GLI IMPEGNI". «Il Movimento 5 Stelle è qui perché è la principale forza di opposizione innanzitutto, perché è un dovere partecipare a manifestazioni così importanti in ricordo delle vittime. Il governo ha fatto delle promesse, le fa da tanti anni, questa volta c'ero anch’io quando le ha fatte e le ricorderò al sottosegretario De Vincenti per filo e per segno, fino alle virgole». Lo ha assicurato Alessandro Di Battista, deputato del Movimento 5 Stelle, che ha partecipato alla manifestazione a Bologna.
«Siamo qui per essere vicini a persone che hanno avuto una perdita incalcolabile - ha detto - persone che meritano risarcimenti e di capire chi sono i mandanti di questa strage. E meritano anche l’approvazione del reato di depistaggio: se non è stata approvata è perchè al governo interessano di più altre cose, come la legge bavaglio e altre indecenze».

BOLOGNESI: "IN UN PAESE NORMALE PENA NON SCONTATA"«Il caso di Mambro e Fioravanti è emblematico, da manuale dell’impunità: 7 ergastoli a testa, centinaia di anni di carcere per reati gravissimi e sono completamente liberi da anni, avendo scontato solo due mesi di carcere per ogni morte causata. In un Paese normale due stragisti non avrebbero già scontato la loro pena». Lo ha detto, nel suo intervento dal palco delle commemorazioni per la strage alla stazione di Bologna, il presidente dell’associazione dei familiari delle vittime, Paolo Bolognesi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Dario

    02 Agosto @ 17.40

    Una delle piste più accreditate (ma verità scomoda) è che siano stati dei terroristi palestinesi (perché esistono dei palestinesi non terroristi?) in transito a Bologna per il nord Europa. Ovviamente è più comodo (è fa meno paura) dare la colpa a qualcunaltro.

    Rispondi

  • Francesco

    02 Agosto @ 13.57

    brundofrancesco@libero.it

    Il depistaggio lo hanno fatto organi dello Stato ( se cosi si può chiamre ) e questi signori possono dirci la verità aprendo i file segretati dallo Stato, ma perché continuano a prenderci per i fondelli ? tanto fumo e poco arrosto. Morale la verità non si sa, se la fumano....

    Rispondi

Lealtrenotizie

Solomon lascia il carcere. Il consulente del pm: «Folle e socialmente pericoloso»

DUPLICE OMICIDIO

Solomon lascia il carcere. Il consulente del pm: «Folle e socialmente pericoloso»

Via Trento

La rivolta dei residenti contro l'open shop

Blitz

Controlli affitti: arrestato un 41enne

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

2commenti

La storia

«I miei 41 anni da medico tra i monti del Nevianese»

Trasporto pubblico

Autobus: accolto dal Tar il ricorso Tep

Inchiesta

I ragazzi a scuola da soli? tutti d'accordo

Lutto

Neviano piange il sarto Daniele Mazza: vestì tutto il paese

Fidenza

I ladri si ripresentano alla Pinko

Dramma

Tragica maratona, muore 49enne di Polignano Video

L'esperto: "Non sottovalutare i campanelli di allarme" (Video)

serie B

Sondaggio: momento "opaco" del Parma, dove migliorare?

5commenti

ANTEPRIMA GAZZETTA

Solomon incapace di intendere e di volere

1commento

Tg Parma

Via Langhirano: 16enne a piedi travolta da un'auto, è al Maggiore Video

Parco Bizzozero

Donna presa a pugni dai tifosi pescaresi

5commenti

sicurezza idrica

Ecco come funziona la "diga" sulla Parma

A "lezione" dai tecnici dell'Aipo

Regione

Chiusura centri vaccini di Colorno, Salso, Fidenza e Busseto, protesta FdI-An

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

NOSTRE INIZIATIVE

Con la Gazzetta lo speciale Salute e benessere

EDITORIALE

La stretta di mano che va oltre la retorica

di Patrizia Ginepri

1commento

ITALIA/MONDO

Catalogna

Due leader indipendentisti arrestati per sedizione

BUSTO ARSIZIO

La ventenne scomparsa si chiama Dafne Di Scipio. Aperto un fascicolo

SPORT

Indonesia

Portiere muore dopo scontro in campo Video choc

SERIE B

Parma, bisogna cambiare rotta

SOCIETA'

meteo

Ophelia (polveri del Sahara) colora di rosso Londra e l'Inghilterra

tg parma

Gattile: ecco il corso per volontari

MOTORI

LA NOVITA'

Kia Stonic, debutta il nuovo «urban crossover»

EMISSIONI

Slovenia, dal 2030 stop ad auto benzina o diesel