12°

lettori

Rifiuti: "E' questo il modello...?"

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Finale a sorpresa per X Factor:  Lorenzo batte i favoriti Maneskin Video

talent

Finale a sorpresa per X Factor: Lorenzo batte i favoriti Maneskin Video

'A Ciambra' escluso dalla corsa agli Oscar

cinema

"A Ciambra" escluso dalla corsa agli Oscar

Karma: la notte di J.L. David

FESTE PGN

Karma: la notte di J.L. David Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Imu e Tasi, lunedì si chiudono i conti

L'ESPERTO

Imu e Tasi, entro lunedì il saldo. Tutto quello che c'è da sapere

di Daniele Rubini*

Ricevi gratis le news
21

Ecco il modello di raccolta rifiuti che il sindaco vorrebbe estendere a tutt'Italia, scrive il lettore che ci invia questa foto da borgo Tanzi.

In effetti lo spettacolo non è decoroso: come sempre, si tratta di stabilire la proporzione fra le colpe dei troppi cittadini incivili e le accuse che altri rivolgono all'attuale sistema di raccolta differenziata. Il dibattito, ormai da tempo, è aperto: anche nello spazio commenti sotto questo articolo.

PARMA SENZA AMORE: l'album fotografico dell'inciviltà e del degrado

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • PEPOMAN

    02 Settembre @ 15.43

    MA è POSSIBILE CHE SE SI FA UN APPUNTO ...UNA CRITICA ...VOI DELLA REDAZIONE VE LA PRENDIATE SEMPRE ? VI ARRABBIATE CON NULLA.....NON VI SI PUO' DIRE NULLA....ACCIDENTI SIETE IL VERBO IN TERRA ? ACCETTATE UN PO 'DI CRITICHE E STATE SERENI AT SALUT

    Rispondi

    • 02 Settembre @ 16.55

      REDAZIONE GAZZETTADIPARMA.IT - Guardi che è tutto semplicissimo e serenissimo: da 8 anni diamo ai lettori la più ampia opportunità di criticarci, e da 8 anni ci prendiamo la medesima libertà di rispondere alla pari, nella sostanza e nei toni. At salut anca mì

      Rispondi

      • PEPOMAN

        02 Settembre @ 17.49

        NO....NO....NO SE VI SI CRITICA....GUAI...VE NE VIENE A VOI.. UN POCO DI MODESTIA NON GUASTEREBBE AT SALUT ANCORA

        Rispondi

  • atipofachiro

    01 Settembre @ 11.38

    come al solito la gazza mette in dubbio il sistema di raccolta differenziata senza avere ancora capito (o forse non lo vuole capire) che la colpa va attribuita al 100% ai coglioni che abbandonano i rifiuti sui marciapiedi La differenziata funzionerebbe se Parma fossero più i cittadini e meno le bestie (non ho scritto animali perché nemmeno il mio cane sporca dove vive)

    Rispondi

    • 01 Settembre @ 11.53

      REDAZIONE GAZZETTADIPARMA.IT - Pensi un po': a me invece è il lettore che sembra non capire. Proviamo allora a fare un ripasso come a scuola: 1) la raccolta differenziata è certamente la strada per il futuro e per il presente. Su questo principio, quindi, nulla da ridire sull'impostazione di chi governa la città oggi e di chi aveva avviato questo processo nei decenni passati (da "La carta vale un asilo" anni '70 a Pietro Vignali inteso soprattutto come assessore all'ambiente). 2) D'accordissimo con lei sulle colpe di chi abbandona i rifiuti: per non ripetere il termine che usa lei parlo di incivili e aggiungo che mi auguro per loro tante giustee salate contravvenzioni 3) Se però lei passasse un po' meno tempo ad unirsi alle tesi sul "complotto anti M5s della Gazzetta" e un po' più tempo a leggersi i post di tanti suoi colleghi commentatori (= cittadini di Parma, non giornalisti della Gazzetta.....), vedrebbe che ci sono tantissime riserve e critiche al sistema attuale. Alcune probabilmente sbagliate (o alibi per gente cui della differenziata non frega nulla), altre giuste. Non a caso proprio ieri si + dato vita al sistema delle "ecostation", che a parte l'etichetta anglosassone non è altro che il riconoscimento di una di quelle critiche 4) Le ecostation, perdipiù parzialmente a pagamento per utenti che credevano a Iren di avere dato già abbastanza, sono a loro volta da verificare (ciò che da cronisti stiamo facendo) e forse non bastano 5) Morale: se nel perseguire un principio giusto ci si mettesse di più a girare fra la gente, nelle strade e sul web, anzichè arroccarsi contro la stampa cattiva o anzichè dedicarsi a cose quanto meno premature (il "funerale del cassonetto", l'invito a Renzi a copiare il "modello Parma"), tutti noi avremmo meno litigi mediatici e forse in Piazza Garibaldi non dovrebbero preoccuparsi delle quasi quotidiane foto di degrado che ci arrivano dei lettori (= cittadini di Parma, non giornalisti della Gazzetta). Tutto ciò, come sempre, è la personale opinione di un non più giovane cronista cui hanno insegnato ad andare fra la gente ed ascoltare ciò che dice..... (g.b.)

      Rispondi

      • atipofachiro

        01 Settembre @ 13.23

        relativamente al suo punto 2, lei crede veramente che le sanzioni siano applicabili facilmente? Le bestie che lasciano i materassi in piazzale Borri lo fanno di notte (sono persone incivili mica stupide) Svegliamoci, l'unica soluzione è l'educazione non le sanzioni Mi chiedo veramente in che mondo vivete

        Rispondi

        • 01 Settembre @ 15.40

          REDAZIONE GAZZETTADIOPARMA.IT - In un mondo (e in una città) che non sono nati nel 2012: quindi queste frasette da cattedra (ovviamente con nickname anonimo, alla faccia della trasparenza) suggerirei di evitarle che si guadagna tempo in due. Premesso questo, è ovvio che occorrono sia educazione che eventuali sanzioni (lei conosce un paese evoluto che non preveda le leggi con le relative sanzioni per chi commette dal piccolo al grande reato?). Quindi sono d'accordissimo sull'importanza dell'educazione: ma per caso lei ha visto una sola riga in cui noi invitiamo a non seguire le regole (che si tratti di rifiuti o di altro)? E allora in che mondo vive lei? Ha letto anche una sola riga in cui diciamo che non va fatta la differenziata? Ha letto anche una sola riga di plauso agli incivili? Forse è lei che si è appisolato.... Ma al di là di questi scambi verbali che mi entusiasmano poco (però ad arroganza rispondo con arroganza) l'educazione tocca a tutti: ai giornalisti, prima di loro ai politici (anche non arroccandosi di fronte alle critiche giuste, tant'è vero che dopo mesi di rigidità ora spuntano le "ecostation") e agli stessi lettori: compresi quelli che, come lei, pensano che sia arrivato il Verbo della politica e quindi prendono ogni critica (peraltro più spesso firmate dai lettori che non da noi giornalisti) come un reato di lesa maestà o un complotto.

          Rispondi

        • atipofachiro

          01 Settembre @ 16.03

          Purtroppo troppe persone e troppi giornalisti sull'argomento rifiuti fanno molte chiacchiere da bar (con rispetto per i bar) e non si accorgono che il solo futuro è il riciclo responsabile. Voi dovreste urlare alla città che è ora di finirla con le parole ed è ora di iniziare ad essere veri citoyens. Chi abita un luogo dovrebbe saperlo amare e proteggere Il resto è retorica giornalistica riempi pagina Per l'anonimato non c'è problema Pietro Mora

          Rispondi

        • 01 Settembre @ 18.49

          REDAZIONE GAZZETTADIPARMA.IT - Caro Pietro (meglio tardi che mai...), un giornale che è qui dal 1735 non credo debba prendere lezioni di amore per Parma da quelli che credono che la città sia stata inventata nel 2012. Nè la retorica è solo giornalistica: ce n'è una anche fra i commentatori, e tu ne sei un ottimo esempio. La verità è che nessuno (noi compresi, ovviamente) ha titoli per salire in cattedra, e nessuno (partiti storici come movimenti più recenti) ha in mano la Verità assoluta credibile ed efficace al 100%. Quindi, come si dice a Parma, tolasudolsa: c'è tanto di buono nei principi di chi ha vinto le ultime elezioni, come c'è tanto di vero nelle critiche/lamentele di molti cittadini (comprese quelle sull'estetica della città: vedi sezione Parma senza amore per credere). Si perdesse meno tempo in queste chiacchiere da cattedra (che sono peggio ancora di quelle da bar), sarebbe un enorme passo avanti - te lo dice uno che un po' di esperienza in materia di comunicazione pensa di averla dopo 40 anni di mestiere - per chi governa e per chi lo appoggia. La retorica anti-stampa cattiva vi sta facendo perdere un sacco di tempo e di energie che potrebbero essere utilizzate in modo più produttivo. E te lo dico proprio perchè rispetto l'entusiasmo, che ritengo genuino, con cui questo movimento è arrivato fino al governo della città.

          Rispondi

      • atipofachiro

        01 Settembre @ 12.03

        Cara redazione a mio parere la stampa cittadina dovrebbe essere il primo mezzo per educare alla civiltà i cittadini incivili I vostri dubbi e le vostre continue critiche (tutti infondati) non fanno che giustificare l'abbandono dei rifiuti Io abito in centro dove la raccolta è più difficile e non ho mai abbandonato un sacchetto in vita mia Basta un po' di sbattimento ma lo sbattimento costa fatica...

        Rispondi

        • Daniela

          02 Settembre @ 09.50

          La differenziata io la facevo già da piccola grazie agli insegnamenti dei miei genitori nati in campagna dove tutto il poissibile si ricicla e insegno a mio figlio che è da maleducati buttare le cose sporche per terra, non raccogliere le cacche del proprio cane ecc. ecc. PERO', ed è un però grosso, voglio la possibilità di buttare la spazzatura quando fa comodo A ME! senza tenermi in casa rudo puzzolente, senza dovermi spaccare la schiena con il bidoncino del residuo che pieno di pannolini usati le assicuro è pesante! VISTO SOPRATTUTTO IL LIVELLO DI TASSE PER LA GESTIONE RIFIUTI!la validità del sistema della differenziata non è messa in dubbio dalla gazzetta ma dalle migliaia di cittadini che fanno critiche a questo sistema che non funziona così com'è!ci dovrebbero essere bidoni differenziati condominiali ed ecostazioni con badge (NON a pagamento) per gli utenti del centro!Non si tratta di propaganda ... quella la fanno Pizza & C. Ricordandomi MOLTO i trinariciuti di Guareschi!

          Rispondi

        • Nàno

          02 Settembre @ 09.21

          Io devo gia' sbattermi per le cose serie e importanti di tutti i giorni, beato Lei che non ha niente di meglio da fare.......comunque anch'io non ho mai abbandonato nulla per strada anche se mi piacerebbe molto farlo......

          Rispondi

        • atipofachiro

          02 Settembre @ 10.08

          con rammarico prendo atto del fatto che la gestione rifiuti viene considerata un argomento di secondaria importanza. Ecco dove sta il problema nella non consapevolezza Se così è l'educazione diventa ancora più importante Comunque sono un cittadino molto impegnato non per questo però non mi occupo anche della pulizia della MIA città

          Rispondi

        • Daniela

          02 Settembre @ 10.53

          Ma li legge i commenti o fa finta? Nessuno mette in dubbio la NECESSITA' di fare la raccolta differenziata per riciclare tutto il riciclabile. Viene in messo in dubbio il metodo che non sta funzionando così com'è organizzato.La spazzatura abbandonata frutto di incivili maleducati a mio modesto parere non è tutta da attribuire ai cittadini, buona parte arriva da chi in situazioni di illegalità NON PUO' AVERE UN'UTENZA E QUINDI DEI BIDONCINI appositi. L'intento è quello di arrivare a fare una corretta differenziata e quindi corretta gestione dei rifiuti AMICA DEI CITTADINI E CHE TENGA PRESENTE LE LORO ESIGENZE E CHE PERMETTA DI BUTTARE RIFIUTI ANCHE IN CASSONETTI DEDICATI ALLA DIFFERENZIATA IN GIRO PER LA CITTA'. Per una città PULITA! ADESSO PARMA FA SCHIFO! CI SONO PROBLEMI IGIENICI, vedasi segnalazioni di topi da tutte le parti che pasteggiano con i sacchi lasciati fuori in attesa della raccolta!! Ma insomma, è proprio vero che non c'è peggior sordo di chi non vuol sentire!

          Rispondi

        • 01 Settembre @ 15.42

          REDAZIONE GAZZETTADIPARMA.IT - Ci sono due parole ("tutti infondati") che da sole dicono tutto sulla sua obiettività. Quanto al resto, le ho rispondo già abbondantemente in altri suoi commenti di questo stesso forum.

          Rispondi

  • Daniela

    31 Agosto @ 12.05

    Sig. Oberto, secondo me i cittadini di Parma che si lamentano tanto della differenziata sono, a conti fatti, quelli che la differenziata comunque la fanno. Chi se ne frega lasciando in giro i sacchetti di rudo mi vien da dire che abbiano situazioni non proprio legali visto che con la differenziata puntuale COMUNQUE paghi un tot di ritiri. La vera questione è il sistema attuale che a mio parere è una vera e propria presa in giro per il cittadino onesto che paga le tasse nonchè uno spreco di soldi.Possibile che con tutti i soldi che si pagano per la gestione dei rifiuti dobbiamo essere schiavi di orari idioti, di bidoncini altrettanto idioti perchè non si considerano le persone anziane o disabili che possono oggettivamente avere problemi con questi bidoncini senza ruote.Non si capisce perchè si danno bidoni condominiali per la carta e l'organico mentre non si danno per la plastica e l'indifferenziato (troppo semplice avere bidoni condominiali per tutti i tipi di rifiuto?), costeranno pur di più in termini di personale, carburante e inquinamento ambientale i giri necessari per svuotare i bidoncini, o no?con il bidone condominiale si riduce il numero di passaggi e la necessità di personale dato che si agganciano al camion che li solleva e li svuota nel cassone.Soprattutto non si costringe la gente a tenersi in casa rudo puzzolente, checchè ne dica l'esimio assessore Folli, e a rispettare orari che non per tutti sono agevoli. Chi lavora su turni cosa fa? prende un permesso per mettere fuori la spazzatura o riportare dentro il bidoncino entro gli orari?

    Rispondi

  • gigiprimo

    29 Agosto @ 22.33

    vignolipierluigi@alice.it

    caro oberto, ma pensi proprio che siano 'parmigiani' coloro che hanno lasciato il ricordino per strada? ha visto una targa sui pacchetti? c'è gente che deve andar via e rimanere assente per giorni, come può fare se non ha una colf o un assessore che provveda?

    Rispondi

  • Oberto

    29 Agosto @ 20.44

    no questo non è il modello del sindaco, ma è il modello di cittadini rudloni, sporcaccioni, incivili.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Lealtrenotizie

bullismo

polizia

Giovanissimi e violenti: denunciati due bulli 19enni

Una delle vittime massacrata per aver raccolto un rifiuto a terra

tg parma

Fra la gente di Colorno, tutti al lavoro contro il fango Video

solidarietà

Lentigione, i volontari parmigiani al lavoro per liberare le case dal fango Foto

alluvione

Rischio nuova piena: evacuazione totale di Lentigione Foto

Due intossicati a causa di un generatore elettrico

LUTTO

Il Marconi piange Giulia

Vicino a Coenzo

«Noi, i dimenticati dell'alluvione»

Copermio

«Pensavamo di morire annegati. Mio figlio vivo grazie al maresciallo»

Montagna

Corniglio, «class action» contro Enel?

oltretorrente

Marcia antirazzista dopo il pestaggio. In corteo con Said

Abdul, il suo dipendente aggredito: non riesco ancora a capire perché ce l'avessero con me

1commento

sciopero

Froneri, la solidarietà ai lavoratori sfila nel cuore della città Foto

Il noto ex calciatore

Cosa manca a Beckham dell'Italia? La trattoria Cocchi di Parma

3commenti

Processo

«Spese pazze» in Regione, assolti Ferrari e Garbi

Tg Parma

Striscioni al Marconi per ricordare Giulia Video - Foto

Dopo piena

Lentigione, gli sfollati a casa per Natale

Colorno (e Lentigione), si lavora per tornare alla normalità. Il punto della situazione

A Lentigione un pensionato è morto mentre spalava il fango

ghiaccio

Montagna, dopo tre giorni ci sono ancora famiglie senza elettricità

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

1commento

ITALIA/MONDO

MILANO

Ex calciatore ucciso, fermati una donna e il figlio. Volevano sciogliere il cadavere nell'acido

grosseto

Abusa della figlia di 5 anni, arrestato

SPORT

Calciomercato

Parma, Faggiano rinnova: "Il progetto va avanti"

tg parma

Ospedale dei bambini: i giocatori del Parma diventano... Babbo Natale Video

SOCIETA'

dopo la piena

Ecco com'è oggi Colorno: il video dall'alto

social network

Il selfie della ragazza con cancro alla pelle: la campagna di prevenzione è virale

MOTORI

motori

Ford, che Fiesta: ST-Line o Vignale per pensare in grande

DUE RUOTE

La prova: Ducati Multistrada 1260