claudia magnani

Quel saluto al GR che chiude una bella storia

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Aniston rifila un "due di picche" a Pitt

invito a cena

Aniston rifila un "due di picche" a Pitt

Marito e moglie si incontrano per caso in villa di scambisti: scoppia rissa

ARICCIA

Marito e moglie si incontrano per caso in villa di scambisti: scoppia rissa

Bertolucci, Maria sapeva tutto tranne uso del burro

giallo "Ultimo tango"

Bertolucci: "Maria sapeva tutto tranne del burro"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

autovelox

CONTROLLI

Autovelox e autodetector: la mappa della settimana

7

Un'ultima notizia di pochi secondi: letta con quella splendida voce e con la professionalità di sempre, capace anche di tenere a bada l'emozione che si avvertiva nelle ultimissime parole prima della sigla. Un semplice annuncio nel GR, in assonanza con il suo carattere schivo, ma che allo stesso tempo chiude un capitolo "storico" di un racconto che senz'altro durerà ancora a lungo e con nuovi successi, ma che non sarebbe mai iniziato senza la passione, il coraggio e la professionale semplicità di un gruppo di pionieri.

L'ultimo notiziario di Claudia Magnani priva gli ascoltatori di Radio Parma di una presenza ormai di famiglia. La voce del risveglio alle 7 con le prime notizie e uno sguardo ai titoli della Gazzetta, ma anche con due parole su clima e traffico, preziosissime per chi sta uscendo di casa o ascolta la radio cittadina già sull'auto. La voce e il volto di tanti tg e di tante trasmissioni; la voce che ha dato...voce alle band del rock parmigiano nella Vasca degli anni '90, e che ancora con la musica è approdata agli schermi di Raitre, dove avrebbe potuto proseguire se non fossero stati troppo forti le radici (e l'amore per i tanti 4 zampe da seguire e curare, vero?...).

E il saluto di Claudia che va in pensione porta al traguardo l'ultima staffettista della fantastica squadra capace, a metà degli anni '70, di inventare a Parma, nella città della Gazzetta riferimento per tutti i giornali di provincia, un'altra avventura giornalistica da primato. Nata nel segno del dilettantismo: ma nel senso più genuino ed efficace del termine, se ancora dopo 40 anni Radio Parma è qui, parte di un gruppo multimediale proiettato nelle sfide massmediatiche del terzo millennio ma ancora con quel marchio di fabbrica di genuinità e di calore che l'ha fatta sintonizzare in questi decenni con tantissimi parmigiani, poi imitata dalla sorella televisiva Tv Parma.

Claudia è stata dall'inizio in quel gruppo. E la carrellata delle foto ci fa ripercorrere quei 40 anni con almeno una parte dei volti che sono diventati le voci di Parma: dal bianconero del direttore Carlo Drapkind alla recente rimpatriata, proprio in radio, del fuoriclasse Mauro Coruzzi/Platinette. Sempre tutti insieme con lo spirito di una vera squadra: Annamaria, Betty, Graziella, Corrado, Pia...fino alle voci di oggi Simonetta e Andrea. Nella speranza e nella sfida di un futuro in cui la radio, pur nelle trasformazioni tecnologiche che stanno cambiando il mondo, sappia ancora parlare ai parmigiani come la Radio Parma di Claudia & C.: al cuore.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Filippo

    31 Agosto @ 11.37

    Grazie per averci tenuto compagnia in tanti a anni per la sua professionalita'. Filippo Greci Presidente Movimento Nuovi Consumatori

    Rispondi

  • RENZ

    01 Settembre @ 16.50

    R E N Z

    Dunque: la Magnani lavora dal '76 e va in pensione con l' "opzione donna" che permette di andare con "solamente" 36-37 anni di lavoro!! Pensate a uno che non ha le gratificazioni del lavoro in radio e non ha l'opzione donna... se ha cominciato nel '76... andrà in pensione forse nel 2020... è una cosa DISUMANA! Quante rivoluzioni produttive abbiamo visto e subìto? Quanti manager manigoldi abbiamo visto passare e arricchirsi? Quanti impiegati del Comune andare in pensione a 40 anni? Quanti politici dilapidare il denaro pubblico in privilegi e piaceri fatti alle mafie e poi dire a noi che mancano i soldi per la pensione? Sarebbe ora di dire BASTA.

    Rispondi

  • DAVIDE

    01 Settembre @ 13.43

    Da radio/tele ascoltatore è un giorno triste non poter più sentire la voce inconfondibile di Claudia che mi ha accompagnato in tutti questi anni, da bambino sino ad oggi. Non posso che ringraziarla ed augurarle di godersi beatamente la sua meritata pensione nella sua(nostra) città che l'ha tanto apprezzata ed amata. In bocca al lupo, Claudia !

    Rispondi

  • RENZ

    01 Settembre @ 13.42

    R E N Z

    Ma secondo me non ha senso "andare in pensione" per chi lavora in radio / TV... non è mica il Catasto che uno lavora sperando di raggiumgere la pensione, crudelmente negata dai vari "piazzisti" che si susseguono al governo. A TV Parma ci sono tanti spazi "vuoti" che sarebbe il caso di affidare a chi, come Claudia, ha imparato a conoscere la Città e i parmigiani, che potrebbe osservare con gli "occhi nuovi" della raggiunta pensone. la TV è ancora importante per i ragazzi degli anni '40 e '50, per chi è cresciuto insieme ad essa, per chi ha visto il papà aiutare il tecnico a mettere l'antenna e collocare il primo TV in bianco e nero... Oggi la TV non trova altri argomenti verso la fascia "senior" che non siano le tristissime e incongrue pubblicità di seggiole montascale e vasche da bagno con lo sportello.

    Rispondi

  • Pino Agnetti

    31 Agosto @ 21.24

    Saluto con stima e simpatia Claudia Magnani. In questi anni le uniche interviste a RadioParma le ho fatte con lei. Ed è stato sempre un piacere. In bocca al lupo, Claudia. La vita comincia adesso. Pino Agnetti

    Rispondi

Mostra altri commenti

Lealtrenotizie

Rianimato dall'amico dopo essere stato investito: è gravissimo

Dramma

Rianimato dall'amico dopo essere stato investito: è gravissimo

PARTITI

La resa dei conti nel Pd e le elezioni

Cassazione

Omicidio Guarino, le motivazioni dell'ergastolo

Psicologia

Bebè, il buon sonno incomincia dal lettone

ACCADEMIA

Maria Luigia e la fucina delle arti

Io parlo parmigiano

Un calendario tutto da ridere

Lutto

Borgotaro piange il maresciallo Bernardi

collecchio-noceto

Truffa-furto del finto soccorso stradale: nuove segnalazioni

parma calcio

Vagnati Ds: lo "accoglie" D'Aversa: "Felice di averlo al mio fianco"

AL REGIO

Virginia Raffaele «ladra di facce»

BASSA

Lutto a Sorbolo per la morte di Ilaria, uccisa da una malattia a 30 anni

il fatto del giorno

Referendum e dimissioni: "Non è la fine politica di Renzi"

traversetolo

Ucciso da forma di Parmigiano: condannato il produttore della "spazzolatrice"

Galà e premiazioni

Cus: parata di campioni e di sorrisi Fotogallery

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

Analogie

Il Parma sulle orme del "miracolo" Fiorentina 2002?

Cambio d'allenatore, innesti di mercato: da metà classifica alla B. Era il 2002. E c'era Evacuo

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Il panino? Non famolo strano

LA BACHECA

44 opportunità per trovare un lavoro

ITALIA/MONDO

Governo

Mattarella chiede a Renzi di congelare le dimissioni: "Bilancio da approvare"

cagliari

Uccise i genitori adottivi, 28enne si impicca in carcere

SOCIETA'

televisione

Belen e Cuccarini, il sexy tango infiamma la tv

musica

La canzone di Natale di Radio Dj. Torna Elio e...c'è Valentino Video

SPORT

16a giornata

Parma - Bassano 1-1 Gli highlights

secondo allenamento

D'Aversa, subito alle prese con le assenze in difesa Video

MOTORI

GRUGLIASCO

Prodotta la Maserati numero centomila

NOVITA'

Q2, l'Audi che farà strage di cuori (femminili)