23°

Foto natura

"I ragazzi del '15": ritratti selvaggi di Gianluca Ubaldi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Gomorra 3 la serie debutta in anteprima in sala

serie tv

Gomorra 3: la serie debutta in anteprima in sala

Cane veglia per ore "amico" morto in strada. La foto commuove il web

ANIMALI

Un cane veglia per ore il suo "amico" morto in strada: commozione a Roma (e sul web)

Angelina Jolie, perdono Brad se ha imparato lezione

cinema

Angelina Jolie: "Perdono Brad se ha imparato la lezione"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

52 offerte di lavor

LA BACHECA

79 offerte per chi cerca lavoro

Ricevi gratis le news
6

Gianluca Ubaldi sa cogliere l'essenza degli animali, in questo caso dei piccoli volatili, che popolano le campagne e i monti del Parmense. Il suo "segreto"? Saper aspettare, con grande pazienza, e rispettare le esigenze e la natura stessa degli animali da ritrarre. In questa gallery, "I ragazzi del '15", il fotografo naturalista - che tra l'altro collabora con la Forestale e ogni anno realizza un calendario a tema venduto all'estero - propone una serie di scatti all'avifauna del Parmense.

Scrive Ubaldi: 

Anche quest'anno, con successo, la nostra provincia è stata il luogo di nascita di chi non conosce confini o barriere: l'avifauna. Ed ancora una volta e nonostante la frenetica attività dell'uomo su tutto il territorio, questi formidabili esserini hanno trovato il loro spazio, hanno procreato e quindi allevato con cura e protezione la propria prole, non senza averci deliziato col loro canto e gli stupefacenti colori.
In questa particolare galleria di ritratti selvaggi, dal momento che sono tutti giovani di pochi mesi, ed intitolata "I ragazzi del '15", possiamo riconoscere alcune delle specie che abitano le nostre feconde colline, e che nei prossimi giorni raggiungeranno, senza alcun documento o lasciapassare, i luoghi ove sverneranno: dalle più piccole distanze, i nostri cortili o siepi, alle remote ed infuocate regioni sub sahariane. E' per noi una grande soddisfazione veder crescere sane e felici queste nuove generazioni, ma alla fine dell'estate assistiamo mesti alla loro ineluttabile partenza. Non si tratta di un addio, torneranno da noi per annunciarci anelate primavere e metteranno al mondo i loro piccoli negli stessi luoghi a noi cari, ancora ed ancora, nell'infinito ciclo della vita. 


Dalle foto forse non emerge un aspetto: l'impegnativo lavoro "dietro le quinte" che serve per realizzare gli scatti nel pieno rispetto degli animali. "Anche se appare tutto facile - dice Ubaldi a Gazzettadiparma.it - in effetti ho profuso molto impegno per fotografare da vicino soggetti tanto elusivi e liberi in natura, al pari di persone in uno studio". C'è chi, per scattare questo genere di foto, si avvicina ai nidi "dove giocoforza il soggetto deve tornare, ma io preferisco di no: verrebbero disturbati e potrebbero anche abbandonare la covata".

Lo scorso autunno Ubaldi ha partecipato a una mostra al Photokina di Colonia, una fiera molto importante nel settore. E in questo periodo sta preparando una nuova edizione del suo calendario con le foto di animali. 


Dal "San Valentino di sangue" ai "suoni dell'amore nel bosco": foto e video di Gianluca Ubaldi su Gazzettadiparma.it


Scopri tutte le novità della sezione Fotografia

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Gianluca

    03 Settembre @ 11.19

    Signor Franco, compri qualche libro sull'Avifauna, poi, quando sarà sicuro, si dia al contraddittorio, anche perché per essere maggiormente credibili sarebbe giusto dire quali sono esattamente le specie in questione. In quanto al ravvicinato, la sfida è proprio quella: da lontano sono tutti capaci.

    Rispondi

    • Giuly

      06 Settembre @ 16.27

      Egregio Sig. Gianluca Le consiglio la Guida agli uccelli d'Europa, Nord Africa e Vicino Oriente (Ricca editore). Troverà conferma delle identificazioni che ha indicato il Sig. Franco. PS: visto che Lei parla di foto fatte in "natura" sarebbe stato bello vedere gli uccelli nel loro habitat naturale anziché dei "ritagli" fatti chissà come.

      Rispondi

    • Franco

      03 Settembre @ 12.38

      Egregio sig. Gianluca, mi spiace ma sull'argomento sono piuttosto credibile e allora le specifico che: la didascalia del luì bianco in realtà è una sterpazzola. La didascalia della sterpazzola è molto probabilmente una sterpazzolina (ma le concedo il dubbio); quello indicato come beccafico non lo è assolutamente ma è un canapino (qui la foto ravvicinata non mostra altri particolari utili al riconoscimento). In quanto alla qualità delle foto ho solo espresso il mio gusto personale, non voglio dare giudizi assoluti che non mi competono.

      Rispondi

    • Franco

      03 Settembre @ 12.38

      Egregio sig. Gianluca, mi spiace ma sull'argomento sono piuttosto credibile e allora le specifico che: la didascalia del luì bianco in realtà è una sterpazzola. La didascalia della sterpazzola è molto probabilmente una sterpazzolina (ma le concedo il dubbio); quello indicato come beccafico non lo è assolutamente ma è un canapino (qui la foto ravvicinata non mostra altri particolari utili al riconoscimento). In quanto alla qualità delle foto ho solo espresso il mio gusto personale, non voglio dare giudizi assoluti che non mi competono.

      Rispondi

  • Franco

    03 Settembre @ 08.23

    Dimenticavo, anche quello segnalato come beccafico in realtà non lo è.

    Rispondi

  • Franco

    03 Settembre @ 04.41

    Personalmente trovo le foto dei soggetti un pò troppo ravvicinate, a me non piacciono ma soprattutto sono sbagliate diverse specie !! Nella fattispecie non corrispondono le foto di: luì bianco, sterpazzola e sterpazzolina. Se si fotografano uccelli almeno bisognerebbe sapere cosa sono...

    Rispondi

Lealtrenotizie

Madregolo, schianto tra un'auto e una moto: un ferito grave

incidente

Madregolo, schianto tra un furgone e una moto: un ferito grave

ladri in azione

Sorbolo, foto-cronaca da un tentato furto in abitazione

carabinieri

Lite con coltello in via Lazio: e così viene incastrato per furto

3commenti

basilicagoiano

Spaccata al bar: videopoker svuotati in un casolare

Calcio

Per il Parma un altro ko

13commenti

Criminalità

Via Traversetolo, porta di un bar sfondata con un tombino

1commento

Via Paradigna

Dipendenti Iren minacciati con la pistola

6commenti

OPERAZIONE

Patrimoni nascosti all'estero, domani gli interrogatori

san leonardo

Vivono coi figli tra topi e rifiuti

16commenti

IREN

Acquedotto: ancora una notte di disagi a Sorbolo e Mezzani

Interruzioni o cali di pressione possibili anche in via Beneceto a Parma

Lutto

Addio a Giordana Pagliari, un'istituzione del teatro dialettale

1commento

Scuola

Al Rasori inaugurate le aule dei ragazzi del Bocchialini

Il caso

Neviano, guerra ai «furbetti» dei rifiuti

Fidenza

Addio a Orlandelli, il «Mariner»

via carducci

Tre dipendenti della pizzeria Orfeo minacciati col coltello e rapinati Il video

42commenti

TRAVERSETOLO

Alla scoperta dell'India con le foto di Natale De Risi

Mostra dal 22 settembre al 30 novembre

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Migranti e tensioni, i fronti parmigiani

di Francesco Bandini

5commenti

EDITORIALE

Il telefonino in classe e il cervello a casa

di Patrizia Ginepri

9commenti

ITALIA/MONDO

spagna

Blitz della Guardia Civil contro il governo catalano: 14 arresti. Tensione altissima a Barcellona

1commento

terremoto

Città del Messico, un edificio si sbriciola in diretta Video

SPORT

STATI UNITI

E' morto il pugile Jake La Motta

Moto

Valentino Rossi annuncia: "Ad Aragon ci sarò"

SOCIETA'

MUSICA

"Wise - Lettere di scuse": canzone parmigiana della band "The Opposite" Video

lite a seattle

Svastica al braccio: steso con un pugno da un afroamericano

MOTORI

IL DEBUTTO

Nuova Suzuki Swift, nel weekend il porte aperte

PNEUMATICI

Michelin ha una "Vision". Ed è in 3D