Podismo

Calcaterra padrino d'eccezione alla Montanara Running

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Moreno Morello

Moreno Morello

TELEVISIONE

Aggredito Moreno Morello di Striscia la Notizia in un hotel di Roma

Intervista a Simonetti dei Goblin stasera al Campus Industry

INTERVISTA

Goblin, Simonetti : "I giovani ci riscoprono grazie a internet"

Finale a sorpresa per X Factor:  Lorenzo batte i favoriti Maneskin Video

talent

Finale a sorpresa per X Factor: Lorenzo batte i favoriti Maneskin Video

2commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Parma tra passato e presente: riscopri la tua parmigianità

GAZZAFUN

Parma tra passato e presente: riscopri la tua parmigianità

Ricevi gratis le news
0

Per tutti ormai è «Re Giorgio» Calcaterra. Lui, modesto e riservato nonostante i suoi tre titoli mondiali sulla distanza di 100 km e dieci vittorie al Passatore (suo il record della gara, 6h25’, con una media di 3’51/km), si definisce prima di tutto «un corridore libero»: libero di correre per divertirsi, per stare bene e superare i propri limiti, piuttosto che per inseguire il risultato e superare gli avversari a tutti i costi. Libero dal doping che, dice, «è una presa in giro per tutti noi che corriamo lealmente».
Calcaterra è stato ospite di quest’anno dell’anticipo della Montanara Running (la gara di campionato Fidal organizzata dalla squadra podistica del Circolo Minerva.

Ieri Giorgio Calcaterra è arrivato al Centro Giovani Montanara: starter delle corse dei bambini della Montanara Kids e protagonista della la consueta chiacchierata con i campioni del podismo che ogni anno anticipa la gara. Intervistato da Davide Menarini, condirettore della rivista Correre, si è raccontato ai podisti parmensi, che lo hanno accolto con grande entusiasmo.
«Ho avuto la fortuna – ha detto – di avere un grande papà (Antonio Calcaterra, ndr), che mi ha insegnato a correre, come faceva lui, per divertirsi, per tagliare il traguardo con il sorriso. Da quando, a 10 anni, ho fatto la mia prima gara ho cercato di tenerlo presente, pur impegnandomi per dare sempre il massimo».
E’ questo uno dei pilastri del «decalogo Calcaterra», «Insieme alla lealtà, che è il valore più importante per me. Quando si corre non si possono usare scorciatoie. Solo così si può durare nel tempo». E proprio per rendere omaggio a chi corre lealmente, alla Maratona di Roma della scorsa primavera «Re Giorgio» ha deciso di corre due volte la 42 km: dopo aver tagliato il traguardo (e aver ottemperato alla burocrazia dei controlli anti doping) è ripartito per raggiungere Ligio, l’ultimo runner in gara, e completare con lui gli ultimi chilometri.
«Volevo festeggiare, con lui, gli ultimi e tutti quelli che non sono arrivati primi, che sono molto importanti anche se troppo spesso non vengono applauditi. Ci tenevo che passasse questo messaggio, e correre due volte la 42 km mi è servito a farlo arrivare».
«Al primo posto deve esserci sempre la voglia di migliorarsi e di stare insieme, non quella di fare il risultato, anche se poi uno in gara dà sempre il massimo. E’ il mio metodo e non credo che avrei avuto risultati migliori se ne avessi seguito uno diverso, anche se negli ultimi anni ho iniziato a stare più attento ad alcuni dettagli dell’alimentazione e della preparazione. Corro contro me stesso, anche quando cambiano gli obiettivi personali. E’ l’unico modo per fare questo sport».
Il prossimo 12 settembre Giorgio Calcaterra sarà a Winschoten in Olanda, per difendere il titolo di campione mondiale della 100 km, e nonostante non sia previsto dalla sua preparazione, questa mattina sarà al via della 10 km della Monatanara Runnig. «Sarà un onore per noi – dice Fabrizio Mattioli del Forrest Group – averlo sulla linea di partenza».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Lealtrenotizie

Colorno, l'accusa dei cittadini: «Non siamo stati avvertiti»

DOPO-ALLUVIONE

Colorno, l'accusa dei cittadini: «Non siamo stati avvertiti»

SOLIGNANO

Allerta meteo via mail, ma non c'è la corrente

cosa fare oggi

Tra assaggi di Natale, Kataklò e "ristoranti" per animali: l'agenda del sabato

Aveva 41 anni

Busseto ha perso il dolce sorriso di mamma Chiara

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma! x

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

4commenti

SALSO

«L'alveo dello Stirone è abbandonato a se stesso»

TURISMO

Appennino, arriva la via Longobarda

TRAVERSETOLO

«Senza gas in inverno. E le bollette pagate»

Inchiesta

Disturbi dell'apprendimento, la situazione a Parma

SALA BAGANZA

"E nel mio bar metto i libri al posto delle slot"

capodanno

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

L'assessore Guerra: "Spenderemo 100mila euro in meno"

2commenti

CORCAGNANO

L'addio a Giulia, folla commossa al rosario

Il funerale domani alle 14,30

PARMA

Incidente con auto ribaltata: disagi al traffico in zona Petitot Foto

Regione

Alluvione, la prima stima dei danni: 105 milioni fra Parma, Reggio e Modena

Il presidente della Regione ha firmato la richiesta di stato di emergenza, subito girata al governo

ANTEPRIMA GAZZETTA

L'ultimo saluto a Giulia

Fedez in piazza per Capodanno. Ancora casi di bullismo. Inchiesta sulla dislessia

la storia

Colorno, i richiedenti asilo al lavoro a fianco dei volontari

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

KILLER

Catturato Igor: niente estradizione in Italia. E' arrivato in Spagna in auto? Foto

MANTOVA

Uccide i figli: indagato il marito di Antonella Barbieri

SPORT

CALCIO

La vigilia di Parma-Cesena, D'Aversa: "Loro in gran forma, non sarà facile" Video

VIDEO

Rugby Noceto: Leone Larini spiega come è cresciuta le squadra

SOCIETA'

FESTE PGN

Karma: la notte di J.L. David Foto

social network

Il selfie della ragazza con cancro alla pelle: la campagna di prevenzione è virale

MOTORI

motori

Ford, che Fiesta: ST-Line o Vignale per pensare in grande

DUE RUOTE

La prova: Ducati Multistrada 1260