Parma

Graffiti su palestra, Pizzarotti: "La Municipale farà denuncia in Procura"

Dopo la polemica con CasaPound, il sindaco precisa: "Condanniamo il gesto a prescindere dalla provenienza politica"

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Belen (look sexy) e il battesimo delle polemiche

social

Belen (look sexy) e il battesimo delle polemiche

Rotonde, piste ciclabili ma non solo:

GAZZAFUN

Rotonde, piste ciclabili ma non solo: ecco i quiz per la patente

Scopriamo le 9 donne dell'isola: Eva Henger

L'INDISCRETO

Scopriamo le 9 donne dell'isola

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Timocenko», soprattutto pizza per tutti i gusti

CHICHIBIO

«Timocenko», soprattutto pizza per tutti i gusti

di Chichibio

1commento

Ricevi gratis le news
15

Federico Pizzarotti prosegue la sua lotta contro le scritte sui muri. Dopo la polemica su Facebook con CasaPound (che risponde minacciando querele), il sindaco fa sapere attraverso un comunicato che la polizia municipale "si sta muovendo per segnalare il reato alla Procura". Si parla delle scritte sul muro di una palestra "appena imbiancato". Scritte che hanno scatenato il duro botta e risposta con CasaPound, che sul suo profilo Facebook accusa il sindaco di mentire e pubblica le foto degli altri muri di quella palestra, che a loro volta appaiono imbrattati. 
Nel comunicato che annuncia l'azione legale per il reato di deturpazione e imbrattamento di edifici pubblici, Pizzarotti precisa che il Comune condanna "questo tipo di gesti a prescindere da quale provenienza politica essi abbiano". 

PIZZAROTTI: "LA MUNICIPALE SI STA MUOVENDO PER SEGNALARE IL REATO ALLA PROCURA". E' l'ennesimo caso, purtroppo, di inciviltà e di danneggiamento di bene pubblico: una scritta è apparsa sul muro appena imbiancato di una palestra. Ma non è una scritta come tante e non è l'unico caso che si è verificato di recente. I costi che l'Amministrazione si accolla per far fronte ad atti vandalici sono di migliaia di euro ogni anno; sono soldi pubblici che potrebbero essere usati per ben più nobili fini: scuola, sociale, lavori pubblici, solo per fare qualche esempio. Il primo cittadino non ci sta e dopo aver preso posizione sulla sua pagina Facebook si è incontrato con l'ispettore competente dalla polizia municipale per fornire le necessarie informazioni per il proseguo delle indagini. La Polizia Municipale, infatti, si sta muovendo per segnalare il reato alla Procura della Repubblica. Si tratta, infatti, di reato di deturpazione e imbrattamento di edifici pubblici, contemplato dal Codice Penale. Il primo cittadino, quindi, si è messo a disposizione dell'organo procedente, in questo caso la Polizia Muncipale, per fornire le necessarie informazioni per il proseguo delle indagini stesse. “Condanniamo questo tipo di gesti – ha ribadito il sindaco – a prescindere da quale provenienza politica essi abbiano”. 

LA POLEMICA SU FACEBOOK: CASAPOUND MINACCIA QUERELE E PUBBLICA ALTRE FOTO DI MURI IMBRATTATI

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Angelo

    10 Ottobre @ 13.24

    Eg sig. Sindaco; quale cittadino dell'Oltretorrente mi aspetto che Lei se non ha la coda di paglia si rechi in Procura per denunciare anche chi continua a imbrattare e scrivere, sui muri dell'Ospedale Vecchio, sui muri delle nuove aule dell'Università, in borgo Galaverna, Ple Inzani ecc.La sua azione dovrebbe esserediretta verso tutti gli incivili indipendentemente dal colore politico.Grazie

    Rispondi

  • filippo

    10 Ottobre @ 09.38

    io la chiamo "Sindrome Marino"....oramai è un continuo di gaffe, di errori, di tweet, insomma la città è sporca e a lui le scritte dei suoi compagni ( ricordo a tutti che il pizza viene dall'estrema sinistra) non danno fastidio, anzi fa fare pubblicità ai profughi per ripulirle, invece le scritte ( forse) provenienti da un'altra parte politica lo indignano...insomma qui siamo ai limiti dell'impeachment...qui siamo alla follia, la città in mano agli spacciatori e lui invita la gente a guardarli in faccia

    Rispondi

  • giuseppe

    10 Ottobre @ 09.15

    La stessa ferma condanna per gli imbecilli che continuano ad imbrattare i portici dell'Ospedale Vecchio e tutta la zona limitrofa, no vero? Quelli sono "conformi alla nostra storia e al nostro territorio"??? Vergognati!

    Rispondi

  • Fede

    10 Ottobre @ 09.15

    Tenetelo in procura per favore, e intanto chiedetegli come si fa a spendere 17 milioni di euro di illuminazione a Parma...

    Rispondi

    • 10 Ottobre @ 09.21

      REDAZIONE GAZZETTADIPARMA.IT - Ancora una volta devo invitare i lettori a calibrare meglio i toni: dire che un sindaco va tenuto in procura per i soldi dell'illuminazione è una frase da querela. Quindi, ok alle critiche anche dure, ma vediamo di non rischiare cause per diffamazione (che sarebbero per voi e per noi). Grazie

      Rispondi

  • liverpool

    10 Ottobre @ 08.56

    Ricapitoliamo:un reato è un reato indipendentemente da chi lo compie.Quindi visto che il genio del comune non ha mobilitato nessuno dopo l'ennesima occupazione di qualche settimana fa ma si è seduto a chiacchierare con gli autori del nobile gesto si può dire che quello si può fare.Io pensavo che la violazione di domicilio fosse reato indipendentemente da chi lo compie. Invito dunque Casa Pound a prendere immediato possesso di qualunque immobile vuoto vogliano per dare una mano a italiani in difficoltà. E mi aspetto che il sindaco stia buono e zitto

    Rispondi

Mostra altri commenti

Lealtrenotizie

In manette la banda delle spaccate: 2 giovani arrestati dai carabinieri

CARABINIERI

Furti a Monticelli e nel Reggiano: due arrestati, sequestrata una pistola

I due stranieri sono accusati di numerosi furti e di ricettazione 

Emergenza

Parma, quelle bande di ragazzini violenti

6commenti

BOLOGNA

Grano duro, firmato l'accordo fra Barilla e i produttori: 120mila tonnellate in Emilia-Romagna

LUTTO

San Secondo piange Paola, l'angelo dei disabili: aveva 59 anni

Paola Scaravonati è stata stroncata da un malore

PARMA

Addio a Giacomo Azzali, una vita per l'anatomia: aveva 89 anni

INTERVISTA

Il prefetto: "Migranti, a Parma numeri destinati a calare" Video

PEDONE SICURO

Nuove «Zone 30» in città nel 2018. La mappa

FONTEVIVO

Ubriaco alla guida crea scompiglio a Case Rosi

Salsomaggiore

«Serhiy è scomparso: chi l'ha visto?»: l'appello degli amici

Municipale

Gli autovelox dal 22 al 26 gennaio Dove saranno

DIPENDENZA

Droga: il racconto di chi ne è uscito 

Una sera con i Narcotici Anonimi

emilia romagna

Elezioni, i candidati del M5S nella nostra circoscrizione: c'è un parmense

Due parmigiani, invece, tra i candidati supplenti

INTERVISTA

La regista Emma Dante: così in scena la bruttezza diventa bellezza

inchiesta

Borseggi sull'autobus, è emergenza: "Bisogna essere ossessionati"

7commenti

3 febbraio

Il ministro a Parma: maestre e maestri diplomati contestano

1commento

BUROCRAZIA

Parma: strade pronte, ma chiuse da mesi (o anni)

Da via Pontasso a Ugozzolo: ci sono cavalcavia e strade asfaltate in città che inspiegabilmente resatano interdette al traffico

5commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Perché Mattarella ha ragione sul voto

di Michele Brambilla

INSERTO

Speciale Sposi: guida al giorno del «sì»

ITALIA/MONDO

VENEZIA

Conto da 1.100 euro: i turisti giapponesi denunciano alla Finanza

MILANO

Tassista abusivo violenta due giovani passeggere

SPORT

manifestazione

Bimbi e tifosi abbracciano il Felino (contro tutte le mafie) Gallery

posticipo

L'Avellino espugna Brescia tra mille emozioni La classifica di serie B

SOCIETA'

GIOCATTOLI

I mitici mattoncini Lego compiono 60 anni Video

AUTO

Revisione, tempi, costi e controlli: cosa c’è da sapere. Arriva il certificato

MOTORI

la pagella

Nissan Qashqai DCI 130 CV: i nostri voti

LA MOTO

Yamaha MT-09 SP: la prova