19°

proposte

Capitale della Cultura: il dossier Parma

Ecco tutti i progetti per la candidatura 2017

Video

4commenti

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Sembra ieri 1/1: 1984 - In piazza della Pace l'ippopotamo Pippo

TV PARMA

Sembra ieri: 1985 - La centrale del latte di via Torelli Video

MILTO 5

Fotografia

Un alieno a Parma: ecco chi è Milto5, "campione di selfie"  Video

3commenti

La Perego contro i dirigenti di Rai1: "Sapevano tutto"

TV

La Perego contro i dirigenti di Rai1: "Sapevano tutto"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Mastroianni's»: piatti moderni, curati e fantasiosi

Foto tratta dal sito ufficiale del ristorante

CHICHIBIO

«Mastroianni's»: piatti moderni, curati e fantasiosi

2

Nel 2017 si celebreranno i 2200 anni dalla fondazione di Parma e in questo anno la nostra città si candida a Capitale Italiana della Cultura: “una strana congiuntura” - la definisce il sindaco Federico Pizzarotti, nel dossier che viene presentato oggi alla Città - quasi un destino - spiega il comunicato stampa del Comune - che riaffiora quello che lega la nostra città ai momenti di evoluzione strutturale della storia nazionale”.

Proprio di “ponti”, tra le strade materiali e simboliche che hanno intrecciato la vicenda di Parma, parla il dossier nell'introdurre le motivazioni per la candidatura: congiunture che possano consentire alla Cultura di esprimersi appieno per quello che è, ovvero sorgente di energia rinnovabile, derivante dalla collaborazione tra le diverse forze che costituiscono il tessuto cittadino, a volte ancora troppo distanti, come il patrimonio artistico e monumentale, l’innovazione tecnologica, i centri di alta formazione, il sistema produttivo, la società civile e le nuove generazioni.

Basilare è il significato della funzione della Cultura nella pianificazione territoriale, fondato sul concetto di bellezza sostenibile che pervade le scelte di politica ambientale ed urbanistica e guida i processi di rigenerazione, ma che ha anche un ruolo chiave in un sistema di welfare realmente orientato al benessere della comunità e che è inoltre fattore determinante per l’attrattività turistica.

Gli obiettivi legati alla candidatura sono sinteticamente legati a quattro tematiche: “una nuova relazione tra cittadini e patrimonio culturale”, “un’economia della conoscenza. industrie creative e rigenerazione urbana”, “una bellezza sostenibile. geografie culturali e paesaggio”, “una comunità diffusa. coesione sociale, territorio e accoglienza turistica”, basati sulla partecipazione attiva della comunità cittadina, privilegiando investimenti a lungo termine affrontati con coraggiose scelte strutturali nella convinzione della Cultura come leva strategica primaria nello sviluppo pluriennale della città e del territorio, impulso fondamentale alla coesione sociale, benessere collettivo, rilancio economico ed alla sua attrattività e identità.

Le proposte si fondano sul principio dell’ascolto e racchiudono le linee guida scelte fin dall’inizio.

I progetti

“Ascolto al Centro”: riguarda la rigenerazione e riqualificazione del centro storico, e comprende il progetto Aemilia 187 a. C. che prevede il recupero degli spazi archeologici del Ponte Romano, con la predisposizione di un percorso che valorizzi i reperti rinvenuti durante le recenti operazioni di scavo della “nuova Ghiaia”, inserito in un hub universitario e la “rigenerazione” dell'Ospedale Vecchio e del complesso monumentale del San Paolo, che si affiancano ad altri sei progetti speciali.
“Giardini ritrovati”: progetto di rigenerazione e riqualificazione culturale dei parchi storici cittadini, i tre principali giardini storici con funzione pubblica della città, Parco Ducale, Giardino di San Paolo, Parco della Cittadella, che costituiscono vertice ideale di un triangolo che racchiude la zona più densa di emblemi artistici e monumentali.
“Note Urbane”, dalla tradizione alla contemporaneità la città si rigenera nel segno della musica. Un progetto strategico di sviluppo attraverso la creazione di un nuovo polo musicale cittadino dalle spiccate caratteristiche produttive, culturali ed educative e la messa a sistema degli aspetti formativi e di ricerca, documentari e del patrimonio artistico, di produzione e di conoscenza tecnica come fattore stabile di attrattività e sviluppo.
“Ciak si rigenera!”, un nuovo distretto diffuso per la cinematografia documentaria e sperimentale: l'obiettivo è Individuare un polo di catalizzazione per i lavoratori del settore e per un centro di alta formazione; un luogo in cui le risorse materiali ed immateriali, le conoscenze ed il capitale sociale siano più concentrati e dai quali potenzialmente possa scaturire un vantaggio competitivo per la città in quest’ambito, favorendo la creazione di nuove reti e incentivando nuove produzioni.

A questi si aggiungono molti progetti speciali strutturati: “La Divina Commedia. Inferno \ Purgatorio \ Paradiso”, a cura di Lenz Fondazione, “Galleria San Ludovico. Il processo creativo al centro”, “PARMA360. Festival delle Arti Creative Contemporanee”, “ARtGlass® per PARMA 2017. Realtà aumentata verso i prossimi 2200 anni”.

Ampio spazio viene inoltre dato al ruolo del Centro Studi e Archivio della Comunicazione (CSAC) e al poliedrico luogo di cultura nato dallo stile e dalla straordinaria capacità di visione di Franco Maria Ricci, il Labirinto della Masone, che per Parma 2017 sarà promotore di iniziative espositive, seminariali e di incontro, per la valorizzazione degli elementi di unicità dello stile che connotano la storia e l’identità di Parma.

Per il progetto Parma 2017 Capitale Italiana della Cultura è stata inoltre elaborata ed implementata una mappa fisica e virtuale di connessioni che ha messo in luce un grande numero di ponti con realtà diffuse a livello nazionale ed internazionale:

Parma e Fidenza. Innovazione e tradizione lungo la Via Francigena
Parma e Colorno. Di reggia in reggia
Parma e Museo Guatelli. Cultura del Rifiuto con un ponte sul Mediterraneo
Parma città d’Emilia. Crocevia di strade e culture
Parma città europea. Un destino che si rinnova

E' legata al territorio e alla sua promozione la progettualità “Identità in Ascolto. Il viaggio è un sentimento”: il viaggio deve essere un’esperienza autentica emozionante e conoscitiva, una scoperta in cui la relazione è il primo fattore di soddisfazione. Parma può diventare una destinazione turistica cioè un luogo di cui il mercato acquisisce consapevolezza e per il quale si genera domanda effettiva.

Parma può declinare la propria identità culturale (può essere ascoltata) in vari modi: Cultura come Arte, Musica, Architettura, ma anche come Cultura del Cibo, Cultura della Persona, del Benessere e dell’Ambiente, tutte queste componenti potrebbero essere circoscritte in quello che si potrebbe definire Patrimonio culturale territoriale.
La diversità della città di Parma risiede proprio in questa ricchezza di vocazioni.

Il riconoscimento a Parma di Città creativa per la gastronomia Unesco la inserisce in una rete di città che possano condividere esperienze formative e professionalizzanti, come base essenziale per la competitività ed il mantenimento degli standard della propria radice di eccellenza: cultura tecnica, tecnologica, industria saranno oggetto di approfondimento attraverso la moltiplicazione delle occasioni di incrociare le istanze della formazione e delle imprese e il talento soprattutto delle giovani risorse. Le iniziative si concentreranno intorno allo spazio Workout Pasubio, il grande progetto partecipato per la definizione del futuro dello stabilimento Ex Manzini,

Parma 2017. Capitale Italiana della Cultura diventa un marchio di Città di Innovazione Culturale, assicurando agli shareholders un’immagine rinnovata e coerente dalle forti basi storiche, che possa contribuire alla creazione di un universo di valore unico e riconoscibile, e pronta per un mercato nazionale ed internazionale, anche attraverso l’utilizzo di strumenti di comunicazione innovativi.

Sostenibilità economica e finanziaria

Il progetto Parma 2017 Capitale Italiana della Cultura è stato ideato e costruito con una particolare attenzione alla sostenibilità economica e finanziaria.
La Cultura non è un costo, un lusso da concedersi in tempi di spensieratezza, ma è evidente che la finalità dell’investimento assume un carattere ancor più decisivo in tempi di sostanziale riduzione dei capitali disponibili.

Intervento
Importo complessivo
Aemilia 187 a.C.
1.680.000
Copertura totale Comune di
Parma
Ospedale Vecchio - Distretto della memoria sociale, civile e popolare
3.100.000
Copertura totale Comune di
Parma
Chiostri del Correggio - Monastero di San Paolo
5.250.000
2.400.000 Comune di Parma
2.600.000 Regione Emilia-Romagna
250.000 Fondazione Monte Parma
Parco della Musica - Cuore verde della produzione musicale
6.303.000
1.100.000 Comune di Parma
700.000 Comune di Parma
(manutenzione ordinaria)
1.833.000 Fondazione Toscanini
(parziale conto affitto)
170.000 Consorzio Paganini
2.500.000 Regione Emilia-Romagna
Cinema DOC - Periferie al centro dell’industria creativa
300.000
Copertura totale da sponsorizzazione
Intervento
Importo complessivo
Giardino Ducale /
Serre Novecento
100.000
Copertura totale da sponsorizzazione
Giardino Ducale /
Palazzetto Eucherio Sanvitale
50.000
Copertura totale Comune di Parma
Cittadella - Nuovo polo per la creatività infantile
1.400.000
900.000 Comune di Parma
500.000 Ministero Economia e Finanze
Workout Pasubio
4.300.000
2.250.000 Comune di Parma
2.050.000 Regione Emilia-Romagna
TOTALE INVESTIMENTI
22.483.000

Il Comune di Parma, da settembre 2013, ha introdotto la tassa di soggiorno decidendo di impegnare le risorse al 100% per iniziative a sostegno di attività mirate e miglioramento dei servizi di accoglienza e promozione turistica.

Su una previsione di entrata nel 2016 di euro 1.300.000 circa 500.000 saranno destinati ad azioni a sostegno diretto del progetto Parma 2017.
Nel 2017 si prevede, in via prudenziale, un incremento delle entrate del 15% che garantiranno euro 800.000 in spesa operativa.

L’impegno produttivo per la realizzazione del programma è stato quantificato dai diversi soggetti per una cifra complessiva di circa euro 4.500.000 che secondo i criteri stabiliti in fase di confronto iniziale sulla sostenibilità risultano per euro 2.500.000 rientranti nella capacità di autofinanziamento dei promotori.

Il resto delle entrate risulta così suddiviso:

Ente erogatore
Contributo erogato
Mibact
1.000.000
Comune di Parma
500.000
Regione Emilia-Romagna
200.000
Partner
250.000
Altro *
50.000

I contributi straordinari risultano così suddivisi:

Tipologia di spesa
Contributo erogato
Sostegno alla produzione
1.500.000
Promozione e marketing
600.000
Organizzazione
400.000

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Rodolfo

    15 Gennaio @ 21.35

    Un'altra sbruffonata parmigiana costruita per far arrivare dei soldi all'insegna del nulla. Tante belle parole che sono il vuoto assoluto. Ma capitale di cosa, dello spaccio della delinquenza del Regio che fa pena delle risse tra stranieri mantenuti a fare un ...

    Rispondi

Lealtrenotizie

Incidente mortale a San Secondo: muore un automobilista

parmense

Incidente a San Secondo: muore un automobilista

Montechiarugolo

«Mio nipote sequestrato in Tunisia»

Gazzareporter

Vetri in frantumi: auto prese di mira nel parcheggio di via Palermo Foto

Droga

San Leonardo, stavolta niente «rito»

5commenti

Viabilità

Il Comune: corsie per bus, traffico ridotto fra Lungoparma e ponte di Mezzo

Annunciati controlli della Municipale in via Farnese

Tragedia

«Giovanni adesso è insieme a Dio»

borgotaro

Oggi i funerali di Danilo Savani

Imprenditori

Morto Primo Ferrari, una vita per il latte

CALCIO

Buffon a quota 1000

Fidenza

Sottopasso, i residenti propongono un progetto alternativo

CONCERTO

Mario Biondi al Regio, voce e ricordi

PROGETTO

Sala, c'è una badante per te: apre uno sportello

LEGA PRO

Parma, Ferrari: "Crediamo nei play-off, servono nuovi stimoli" Video

lettera aperta

Studentessa del Melloni ai coetanei: "Fate della vostra vita un capolavoro"

2commenti

EMERGENZA CRIMINALITA'

La 48 ore dei ladri: quattro case svaligiate, razzie sulle auto e spaccate Video

8commenti

Via Cavagnari

Ragazzino morsicato da un cane: scoppia una lite violenta

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Il pianeta delle scimmie e quello dei robot

IL CASO

I vitalizi e le pensioni d'oro che fanno indignare

di Stefano Pileri

14commenti

ITALIA/MONDO

Regno Unito

Attacco al Parlamento di Londra: 7 arresti in tutto il Paese

Protesta

Oggi sciopero nazionale dei taxi. Uber: "Decreto deludente"

SOCIETA'

COLORNO

Con il Fai a scoprire l'appartamento del duca don Ferdinando Fotogallery

PGN

In campo con la Polisportiva gioco

SPORT

F1: SI PARTE

Il calendario 2017 e le dirette tv

LA POLEMICA

Cipollini disintegra il ciclismo italiano

MOTORI

anteprima

Nuova Ferrari GTC4Lusso, il test drive Fotogallery

LA PROVA

Fiat 500L Living a metano