-4°

calcio

Bayern-Juve: ironia social

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Sant'Ilario: allegria al Be Movie

FESTE PGN

Sant'Ilario: allegria al Be Movie Foto

Emma Chambers

Emma Chambers

Gran Bretagna

Morta Emma Chambers, sorella di Hugh Grant in "Notting Hill"

Rabbia Wanda: «Tante bugie e cattiverie su di me, pagherete!»

social

Rabbia Wanda: «Tante bugie e cattiverie su di me, pagherete!»

Notiziepiùlette

Gene Gnocchi, Pirandello e la danza

VELLUTO ROSSO

La settimana a teatro, da Pirandello alla danza Video

di Mara Pedrabissi

Ricevi gratis le news
14

Una sconfitta dopo la grande illusione. La Juve eliminata ai supplementari dal Bayern diventa la miccia per gli sfottò contro i bianconeri. Anche da parte di testate on line. Partendo però da chi ricorda a Gigi Buffon che l'unica coppa in Europa l'ha vinta proprio con il Parma. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • olderthanpilotta

    18 Marzo @ 19.55

    @Redazione. Ma nessuna intromissione, ci mancherebbe! Sono io che sono ospite in casa vostra. Il punto non è l'ironia o lo sfottò in sé: quelli andrebbero benissimo se esprimessero il godimento (perché di questo si tratta) per la sconfitta di una squadra all'interno di una pluralità di squadre italiane tutte più o meno competitive a livello europeo. Quando, nei meravigliosi anni 90, dominavamo in Europa (dal 1990 al 1999, su 30 coppe disputate credo che le squadre italiane ne abbiano vinte almeno un terzo!), ci stava tutto, perché erano tutte le squadre italiane, nel loro complesso, ad essere forti. E quando il Cagliari eliminava la Juventus volando alle semifinali di Coppa Uefa 1993/94, le prese per i fondelli andavano benissimo, non soltanto da parte dei cagliaritani, ma anche dei reggiani (per dire): fatta fuori la Juventus, c'erano altre due italiane che potevano trionfare. Ma oggi è completamente diverso: il calcio italiano è talmente in basso che godere dell'eliminazione dell'unica squadra che, in questo particolare momento storico, salva la bandiera della Serie A in Europa è assolutamente illogico. Mi si potrà rispondere che "mors tua, vita mea" è il motto della rivalità sportiva. Può essere, ma qui mi sembra di più che siamo arrivati a "muoia Sansone con tutti i filistei": quella squadra mi sta talmente sul gozzo che il godimento per la sua sconfitta travalica anche la condizione di totale insignificanza in cui si ritrova tutto il calcio italiano, che con questa eliminazione perde l'unica rappresentante di rango che può attualmente proporre. E quindi: chi se ne frega se il calcio italiano sprofonda sempre di più, io godo perché ha perso la Juventus. Le sembra sensato? Non mi fraintenda: non sto dicendo che tutta Italia debba rendere grazie alla Juventus e portare il lutto per 40 giorni, ma solo che in questo particolare momento chi vuol bene al calcio italiano, prima di deridere la Juventus, dovrebbe interrogarsi su quanto valgano le altre squadre italiane e su quanto queste possano apportare alla causa del calcio italiano in Europa. Dopodiché ognuno è artefice del proprio destino, per cui se vuol fare la figura del bue che dice cornuto all'asino... Quanto al calcio biologico, stimo troppo Scala per credere che ritenga sul serio che sia una formula esportabile in Serie A: ai massimi livelli, il calcio è business e deve essere trattato come tale. E adesso, fine delle trasmissioni. ;-)

    Rispondi

    • Caronte

      18 Marzo @ 23.43

      Carissimo juventino (ahimè) parmigiano. Vado allo stadio, quello giusto, il Tardini, da quando ho 8 anni . A quel tempo, lontani anni 70 prima della partita il megafono diceva che la formazione in campo era offerta dalla ditta ESTINTORI san Marco. Ecco qui c'è bisogno di un bell'estintore per spegnere il bruciore che hai accumulato l'altra sera. ps in tutta onestà, se il Napoli vincesse lo scudetto chiamerai il presidente De Laurentis per fargli i complimenti....at saluut

      Rispondi

  • olderthanpilotta

    18 Marzo @ 17.49

    @Caronte. Io credo di parlare in Italiano e di farlo con buona proprietà di linguaggio. Non ho mai detto di essere soddisfatto dell'eliminazione perché comunque ho giocato una partita perfetta per 70 minuti. Ho detto che il Bayern è una delle due squadre più forti d'Europa e che la partita di mercoledì ha ribadito (se mai ce ne fosse stato bisogno) che la Juventus, in questo momento (in questo momento, non nella storia del calcio) è l'unica squadra italiana di livello europeo, cioè l'unica squadra espressione del campionato italiano che in questo momento, pur perdendo, riesce a giocare la propria partita anche contro i tre top-team, senza rimediare figure grame (o vogliamo parlare delle imbarcate di gol della Roma?). Detto questo, se tutte le altre squadre italiane sono uno, due, tre o dieci gradini sotto la Juventus, fa specie che i tifosi di queste altre squadre deridano chi sta uno, due, tre o dieci gradini più in alto: se ridi di chi fa una figura migliore della tua, di te stesso che cosa dovresti fare? Concludo (e concludo veramente, perché la notizia ormai è vecchia e continuare a postare commenti finisce per risultare stucchevole) con una considerazione, prendendo spunto dalla tua riflessione sull'identità nazionale dei club. Io mi auguro che in Europa si arrivi rapidamente ad un sistema di leghe sul modello statunitense, che superi i campionati nazionali e le coppe europee, perché a mio parere il futuro del calcio professionistico è lì. Il "calcio biologico" è un bell'ideale romantico ed utopistico, buono solo dalla serie D in giù.

    Rispondi

    • 18 Marzo @ 18.40

      REDAZIONE - Scusi se ci intromettiamo, ma solo per due precisazioni. Ironia e sfottò (visto che siamo noi ad avere scelto questo tipo di articolo) sono il sale dello sport, ed è ovvio che sono la difesa proprio di chi vince meno e ogni tanto può prendersi una pur platonica rivincita. Lo stessa accadde, ad esempio, quando il Milan prese in clamorosa rimonta la finale di Istanbul: non è che tifosi juventini o interisti, per sfottere i milanisti, dovessero attendere che la loro squadra figurasse meglio del Milan. Quanto al calcio biologico, lei esprime una perplessità motivata, ma il calcio si salverà se diventerà un po' più biologico non solo in serie D, altrimenti la serie A sarà piena di altri casi Parma.

      Rispondi

  • olderthanpilotta

    18 Marzo @ 17.49

    @Caronte. Io credo di parlare in Italiano e di farlo con buona proprietà di linguaggio. Non ho mai detto di essere soddisfatto dell'eliminazione perché comunque ho giocato una partita perfetta per 70 minuti. Ho detto che il Bayern è una delle due squadre più forti d'Europa e che la partita di mercoledì ha ribadito (se mai ce ne fosse stato bisogno) che la Juventus, in questo momento (in questo momento, non nella storia del calcio) è l'unica squadra italiana di livello europeo, cioè l'unica squadra espressione del campionato italiano che in questo momento, pur perdendo, riesce a giocare la propria partita anche contro i tre top-team, senza rimediare figure grame (o vogliamo parlare delle imbarcate di gol della Roma?). Detto questo, se tutte le altre squadre italiane sono uno, due, tre o dieci gradini sotto la Juventus, fa specie che i tifosi di queste altre squadre deridano chi sta uno, due, tre o dieci gradini più in alto: se ridi di chi fa una figura migliore della tua, di te stesso che cosa dovresti fare? Concludo (e concludo veramente, perché la notizia ormai è vecchia e continuare a postare commenti finisce per risultare stucchevole) con una considerazione, prendendo spunto dalla tua riflessione sull'identità nazionale dei club. Io mi auguro che in Europa si arrivi rapidamente ad un sistema di leghe sul modello statunitense, che superi i campionati nazionali e le coppe europee, perché a mio parere il futuro del calcio professionistico è lì. Il "calcio biologico" è un bell'ideale romantico ed utopistico, buono solo dalla serie D in giù.

    Rispondi

  • Caronte

    18 Marzo @ 16.30

    Ma basta col pensiero "tifo la juve perchè squadra italiana". ma italiana dove? solo nella sede sociale. Pensa che fino a qulache anno fa una buona dose di azioni le aveva Gheddafi. Ma dai. Ormai in tutta europa le squadre sono infarcite di giocatori non nazionali, la proprietà è mezza cinese o araba o coreana....e stiamo qui a parlare di squadre italane...ma dove vivi. E poi cosa vuol dire partita perfetta per 70 minuti? E' come dire sono completamente d'accordo con te a metà. le partite sono perfette quando vinci. Punto! Anche se giochi male. Se viceversa ti accontenti di uscire dalla champions facendo una partita perfetta per 70 minuti allora sei tu che ti accontenti di poco

    Rispondi

  • leone

    18 Marzo @ 14.25

    Io ne ho un'altra: chi ben comincia..esce ai supplementari. Sempre forza Parma!

    Rispondi

Mostra altri commenti

Lealtrenotizie

Neve

MALTEMPO

Ancora neve: rischio gelate in Appennino, stasera stop ai mezzi pesanti in A1 e via Emilia

Disagi limitati in autostrada

APPENNINO

Rischio gelo: scuole chiuse a Bore, Bardi, Varsi e Berceto

CALCIO

Salernitana-Parma, non ci saranno Siligardi, Munari e Di Gaudio: parla D'Aversa Video

MONTICELLI

Si sentono male alla festa: 45 persone finiscono in ospedale a Parma

SALSO-BUSSETO

La neve non ferma la Sojasun Verdi Marathon: vincono Tariq Bamaarouf ed Elenora Gardelli Foto

WEEKEND

Tra sci, escursioni e tavole golose: l'agenda della domenica

Via Picasso

«Undici colpi nel mio bar: un incubo»

1commento

Attore

Addio a Poletti, recitò con Fellini

In treno

Violinista dimentica la valigia, «miracolo» della Polfer

SORBOLO

Il sindaco Cesari: "Bocconi avvelenati nel parco di via Bottego"

Il primo cittadino lancia l'allerta con un post su Facebook

GAZZAREPORTER

Domenica, ore 7: "Sta nevicando abbondantemente a Panocchia" Foto

VIADANA

Sequestrato un furgone carico di agnelli maltrattati

PARMA 2020

Capitale della cultura: svelati tutti i progetti

Ex Eridania

Rubata di nuovo la bacchetta di Toscanini

1commento

Traversetolo

I profughi spalano la neve: tregua tra Comune e Betania

PARMA

Autovelox e autodetector: il calendario dei controlli

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Confronti? No grazie. Meglio i monologhi

di Francesco Bandini

VADEMECUM

Elezioni del 4 marzo: come votare correttamente

5commenti

ITALIA/MONDO

BRESCIA

Incendio in discoteca a Desenzano: 17 intossicati

MISTERO

Italiani scomparsi in Messico: arrestati 4 agenti della polizia locale

SPORT

Serie B

Empoli in testa all'ultimo istante. Cade il Frosinone. Solo il Bari ne approfitta. La Cremonese non scappa

2commenti

SPORT

Le 10 medaglie italiane a Pyeongchang 2018 Foto

SOCIETA'

il disco

1973: Edoardo Bennato spicca il volo

MODA

Borsalino, la finanza sequestra il marchio: si può vendere Foto: star di Hollywood

MOTORI

PROVA SU STRADA

Il test: Mazda CX-5, feeling immediato

MOTO

I 115 anni di Harley-Davidson, si avvicina l'open day