10°

22°

medesano

24h da profughi: quante emozioni in gioco Foto

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Weinstein: Lory del Santo, osceno denunciare dopo vent'anni

Hollywood

Lory del Santo: "Weinstein, osceno denunciarlo dopo vent'anni"

Paolo Schianchi a Tu si que vales

Tú sí que vales

Le mani e le 49 corde di Paolo Schianchi incantano su Canale 5 Video

La Coppa Cobram è arrivata anche a San Polo

COME FANTOZZI

La Coppa Cobram è arrivata anche a San Polo Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Lavoro all'estero e residenza in Italia? Ecco dove pagare le tasse

L'ESPERTO

Lavoro all'estero e residenza in Italia? Ecco dove pagare le tasse

Ricevi gratis le news
0

Medesano ha ospitato la prima volta in Emilia dello «Youth On The Run», il gioco di ruolo che per 24 ore cala i partecipanti nel ruolo di un migrante. Ideato nei primi anni ‘90 in Danimarca, per combattere i sentimenti di intolleranza e razzismo nei confronti di rifugiati e migranti, il gioco è stato portato in Italia dalla Croce Rossa pochi anni fa, e dopo una serie di simulazioni interne, da quest’anno è stato aperto a tutti.
L’obiettivo principale è quello di far vivere ai giovani le vicissitudini del percorso di vita di richiedenti asilo e rifugiati, per aiutarli a capire e rispettare le persone costrette a fuggire e vivere lontane dal loro paese di origine, a causa di persecuzioni o guerre. Quella tenuta a Medesano è stata una della quattro simulazioni in programma in Italia per il 2015 e ha visto coinvolti 17 ragazzi, dai 14 ai 26 anni, provenienti da tutta la nostra provincia.
A manovrare il gioco è stato un team di esperti provenienti da tutta la nazione e supportato dai militi della Croce Rossa di Medesano, organizzatrice dell’evento. Le colline medesanesi sono state il teatro della simulazione che ha portato i giovani ad attraversare un esempio delle molte difficoltà che i migranti possono incontrare nel proprio viaggio, prove fisiche e psicologiche che hanno portato una delle partecipanti ad abbandonare la simulazione verso metà percorso. Al termine delle 24 ore tutti i ragazzi hanno comunque giudicato l’esperienza positivamente.
«E’ stata davvero dura sia a livello fisico sia a livello mentale – spiega Sofia, la 17enne di Coltaro che ha abbandonato il gioco –. A un certo punto non ce l’ho fatta e ho lasciato. Sono comunque contenta di aver partecipato, perché questa esperienza mi ha fatto capire meglio quello che possono passare le migliaia di migranti che tutti i giorni lasciano la loro terra rischiando la vita per una speranza. Per me è stata durissima, ma per valutare meglio il mondo mi basta pensare che noi abbiamo provato queste sensazioni per 24 ore, sapendo comunque di essere in una simulazione, di essere super monitorati e di poter lasciare quando volevamo, mentre tante persone affrontano prove ben peggiori nella vita reale e in viaggi che possono durare anni».
Felice dell’esperienza anche Anastasio, 26 di Parma che al termine ha spiegato: «E’ stata un’esperienza molto formante. Sapevo che sarebbero state 24 ore pesanti, ma sono molto contento di averle provate. Credo sia un’attività molto educativa che da bene l’idea di quel che può succedere in un viaggio come quello affrontato dai migranti. Adesso il mio impegno sarà quello di diffondere questo sapere, spiegando ad amici e conoscenti quello che ho provato e, se ci riuscirò, diventando anche io istruttore per questo gioco».
I moderatori della simulazione sono infatti tutti ex partecipanti. La squadra di esperti giunta a Medesano per gestire il gioco è formata da alcuni dei giovani istruttori della Cri che hanno seguito lo sviluppo del gioco prima del suo esordio italiano. «Molti di noi hanno partecipato alla loro prima simulazione nel 2011 in Islanda - spiegano -. L’obbiettivo è trasmettere concetti ed emozioni lontano dai banchi di scuola, perché sentire delle parole e diverso da provare un’esperienza in prima persona».
Parlando delle polemiche ruotate attorno al gioco, gli istruttori precisano: «Anche la sensibilizzazione è parte dell’opera della Croce Rossa che, tra l’altro, è impegnata anche a Lampedusa e nei centri d’accoglienza. Qualcuno ha provato a strumentalizzare la cosa, ma qui non c’è nulla di politico, si tratta di far capire a dei giovani cosa affronta tutti i giorni una parte di mondo che viene percepita come distante. Ovviamente, con questo gioco non c’è la presunzione di fornire un’esperienza uguale a quella di un migrante, qui i ragazzi sanno di essere in un gioco e che non gli accadrà nulla di grave, ma la simulazione può comunque dare un senso della cosa, molto ridotto rispetto alla realtà, ma utile a smuovere le coscienze». Molto felici anche i militi della Cri di Medesano, orgogliosi di aver portato nel loro territorio un evento di livello nazionale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Lealtrenotizie

Via libera della Giunta al progetto esecutivo di valorizzazione e recupero del limite Nord-Est del Parco Ducale. Sarà demolito il muro su viale Piacenza. Stanziati 1.281.000 euro

Giardino

Parco Ducale: giù il muro su viale Piacenza

Stanziati 1.281.000 euro

4commenti

monchio

Cade da una balza rocciosa: grave un cercatore di funghi 88enne

Anteprima Gazzetta

Intervista all'avvocato parmigiano che sparò ai ladri

Gazzareporter

Oltretorrente, lezione di yoga in strada

Tra viale Vittoria e via Gulli

SONDAGGIO

Parma, "nebbia" in campionato, i tifosi: "Tattica da rivedere"

Nel mirino soprattutto lo staff tecnico (da rivedere per il 66% dei tifosi che hanno risposto al sondaggio)

1commento

trasporto pubblico

Il Tar annulla gara vinta da Busitalia. Rizzi: "Ricorso, investimenti bloccati" Video

E' al Maggiore

Montecchio: malore mentre fa ginnastica, grave 15enne Video

carabinieri

Colpo in villa sventato a Langhirano grazie ad un vicino: ladri in fuga

Regione

Bagarre sulla chiusura dei punti nascita

1commento

DUPLICE OMICIDIO

Solomon lascia il carcere. Il consulente del pm: «Folle e socialmente pericoloso»

6commenti

SALUTE

Dire addio ai malanni di stagione seguendo semplici suggerimenti

Blitz

Controlli affitti: arrestato un 41enne

1commento

La storia

«I miei 41 anni da medico tra i monti del Nevianese»

3commenti

Via Trento

La rivolta dei residenti contro l'open shop

10commenti

CONCORSO

Il gatto più bello di Parma: è Willy l'ottavo finalista

inquinamento

Bollino rosso al nord, 24 città "fuorilegge" per smog. Anche Parma

Legambiente, Torino maglia nera. E a Milano prime misure traffico

4commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Austria, il populismo alla prova del governo

di Paolo Ferrandi

SCUOLA

Aimi: «Non usare i voti come punizioni»

ITALIA/MONDO

LAMPEDUSA

Donna denuncia: tentata violenza da parte di 5 migranti

2commenti

giallo

Ritrovata Dafne Di Scipio, la ventenne scomparsa a Varese

SPORT

CHAMPIONS

Napoli battuto a Manchester: recrimina per un rigore sbagliato

serie b

Parma-Pescara: le pagelle dei crociati in dialetto

SOCIETA'

USA

California, cane-eroe resta col gregge, lo salva dal fuoco

1commento

Ateneo

Dall'Università di Parma arriva l'auto elettrica da competizione

MOTORI

ANTEPRIMA

Seat Arona: il nuovo Suv compatto in 5 mosse Fotogallery

LA NOVITA'

Kia Stonic, debutta il nuovo «urban crossover»