11°

corcagnano

Le pagine del "Ghiro" per i più piccoli: ed è subito festa - Le foto

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Karma: la notte di J.L. David

FESTE PGN

Karma: la notte di J.L. David Foto

Star Wars: i personaggi della saga... al Campus

parma

Star Wars: i personaggi della saga... al Campus Foto

Sei un esperto di... tutto! Rispondi ai nostri 10 quiz

GAZZAFUN

Pronto ad un nuovo ripasso di cultura generale? Provaci subito

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Imu e Tasi, lunedì si chiudono i conti

L'ESPERTO

Imu e Tasi, entro lunedì il saldo. Tutto quello che c'è da sapere

di Daniele Rubini*

Ricevi gratis le news
1

Alessandro 'Ghiro' Ghirarduzzi presenta il suo terzo libro per bambini alla Casa Azzurra Di Corcagnano. Guarda tutte le foto.

La storia del Ghiro


«Loro ci mettono le gambe ed io il cuore», dice lui, il «Ghiro». Questo è solo l’inizio di una storia in cui i personaggi si chiamano per nome, perché è una storia semplice. Marzia e Pietro sorridono, Ghira muove la sua coda talmente forte che quasi prende il volo. Corre spinto dai suoi zii Marzia e Pietro, dalla fedele cagnolina Ghira, e dai suo amici. Scrive storie per bambini. Vive la sua vita come qualsiasi persona di quarant’anni. Questo è Alessandro Ghirarduzzi, ma anche molto altro, perché nonostante alcuni anni fa un incidente lo abbia portato in una situazione che «mi costringe dal dipendere in ogni gesto dagli altri, questo non mi scoraggia, perché l’incidente non mi ha tolto la voglia di vita che ho. Marzia, mia zia, dice spesso una cosa a cui io sono molto legato: io sono disabile, non sono ammalato, quindi devo fare tutto quello che fanno i ragazzi della mia età». A quanto pare infatti di cose il Ghiro ne fa a decine, basti pensare alle corse podistiche a cui ha partecipato «la Cariparma è stata una emozione molto grande per me, ma anche essere stato a Colorno, al Campus, o alla Corsa per Tommy, e a molte altre a Parma. Siamo stati anche a Firenze, Lucca, anche se il mio sogno oggi sarebbe la maratona di Milano. Servirà però ancora pazienza, perché una maratona è lunga da correre per chi mi spinge, la carrozzina dovrà essere sicuramente migliorata, ma con il tempo sono sicuro che ci arriveremo». «Penso di essere prima di tutto – racconta - una persona semplice, a cui piace fare tante cose. Ad esempio adoro la montagna, li non penso a niente, e mi rilasso. Vado anche nei posti dove prima andavo con le mie gambe, anche nei sentieri sterrati: ovviamente la fatica è maggiore, ma piano piano si riesce a fare tutto. La più grande soddisfazione penso sia stata quella di salire sulla vetta del monte Caio grazie a degli amici: dominavo tutto dall’alto, mi sentivo un re. D’inverno poi vado a sciare a Folgaria. Con il mio maestro Luca mi diverto tantissimo: la velocità e i salti sono molto emozionanti. Stare in mezzo alla gente poi, non potrei mai farne a meno: concerti, cene con gli amici, cinema, sono cose che riempiono la mia quotidianità». «Giornate piene – spiega – che divido tra le attività alla Casa Azzurra di Corcagnano, che è un centro diurno per persone vittime di traumi simili al mio, la logopedista Susanna, gli esercizi con Carlotta e Vania che sono le mie fisioterapiste. Poi c’è il mio cane Ghira da portare a spasso tutti i pomeriggi, perché a lei le corse della domenica non bastano».Tra le tante passioni c’è quella di raccontare storie «lo faccio grazie anche a Maddalena, un’educatrice della Casa Azzurra, e Susanna, che mi aiutano a scrivere. Il primo libro l’ha disegnato mia sorella Manuela, il secondo i bambini di una scuola dell’infanzia, e il terzo che ho appena concluso la mia amica Rosita. Sono storie per i bambini, ma penso siano adatte davvero a tutti. Io ho iniziato pensando a mia nipote Chiara, e da li ho sentito l’esigenza di tornare a vivere raccontando storie. Dentro le storie ci sono io, e quello che sta alla base di tutto è il fatto che i bambini mi capiscono di più degli adulti, loro mi accettano come sono, mentre gli adulti mi guardano con compassione e questo mi provoca fastidio perché intuisco che pensano che io non capisca quello che c’è nei loro occhi».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • 30 Novembre @ 16.34

    Non servono parole, gli occhi , i sorrisi, il tocco delle mani scrivono la storia. La storia di ogni giorno, di ogni dolore, di ogni speranza. Grazie Ghiro.

    Rispondi

Lealtrenotizie

Striscioni per ricordare Giulia davanti al liceo Marconi: foto

PARMA

Striscioni per ricordare Giulia davanti al liceo Marconi Foto

LUTTO

Giulia, 15 anni e tanta voglia di vivere

3commenti

VIA GORIZIA

Apre la portiera dell'auto e un uomo lo minaccia con un coltello: un arresto per rapina

Il giovane minacciato è fuggito e ha chiamato i carabinieri. In manette un tossicodipendente

ENZA

Si lavora per il ripristino delle sponde di Enza e Parma Video

tg parma

Fango, acqua, lavoro e tanta amarezza: parlano gli sfollati di Colorno Video

REPORTAGE

A Lentigione, dove si lotta con il fango

Colorno

Il libraio Panciroli: «Mai vista tanta acqua in Reggia»

1commento

BANCAROTTA

Crac Spip: in 4 pronti a patteggiare, per altri 3 rito abbreviato

INFOMOBILITY

Sosta e transito nelle Ztl: ecco come rinnovare il permesso per il 2018 

AVEVA 52 ANNI

Langhirano piange Tarasconi, per anni gestore del bar Aurora

tg parma

Ospedale dei bambini: i giocatori del Parma diventano... Babbo Natale Video

Rispettata la tradizione dell'iniziativa benefica a favore dei più piccoli

SALSOMAGGIORE

Il rottweiler abbaia e scaccia i ladri

Colorno

Il maresciallo si getta nel torrente e salva un 35enne

La storia a lieto fine nella frazione di Copermio

6commenti

violenza sessuale

Arrestato insegnante di musica parmigiano: i due anni da incubo di un'allieva

2commenti

PARMA

I torrini del Battistero danneggiati: arrivano le impalcature Foto

PARMA

Accordo fra Tep e sindacati: oggi niente sciopero, autobus regolari

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

ITALIA/MONDO

BOLOGNA

Peculato: condannato l'ex capogruppo Pd in Regione Marco Monari

SPAZIO

E' atterrata la Soyuz: l'astronauta Paolo Nespoli è tornato sulla Terra

SPORT

COPPA ITALIA

Milan, tutto facile: ai quarti derby con l'Inter. Contestato Donnarumma

RUGBY

Carlo Orlandi (Zebre): "Cerchiamo di migliorare il possesso palla" Video

SOCIETA'

social network

Il selfie della ragazza con cancro alla pelle: la campagna di prevenzione è virale

CONSIGLI

Nozze rovinate: la sposa è allergica alla torta

MOTORI

NOVITA'

Nuova Audi RS4 2017, il ritorno del V6 biturbo

MOTO

La prova: Kawasaki Z900RS