11°

22°

il caso

Offese in chat tra alunni, Eramo: "Genitori, ci siete?"

Il dirigente scolastico ha pubblicato le foto. E lanciato l'allarme

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Della Noce: da Zelig al dormire in auto

Il caso

Della Noce: da Zelig al dormire in auto

I meravigliosi colori dell'autunno sull'Appennino parmense: 10 foto di Giovanni Garani

fotografia

I meravigliosi colori dell'autunno sull'Appennino parmense: 10 foto di Giovanni Garani

Tieni sempre allenata la tua parmigianità con i nostri nuovi quiz

GAZZAFUN

Tieni sempre allenata la tua parmigianità con i nostri nuovi quiz

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Da Ezio Mauro a Massimo De Luca: grandi firme in scena

VELLUTO ROSSO

Da Ezio Mauro a Massimo De Luca: grandi firme in scena

di Mara Pedrabissi

Ricevi gratis le news
28

"Dopo molte esitazioni scelgo di pubblicare alcuni messaggi che due nostri alunni si sono scambiati su un gruppo Whatsapp di una delle nostre classi delle medie. 

Lo faccio perché siamo stufi. Siamo stufi di questo assurdo mondo parallelo che ci inquina; siamo stufi dell’uso sconsiderato e irresponsabile delle parole; siamo stufi dell'assenza degli adulti.
E non vogliamo più sentire che era solo uno scherzo, un gioco, che non immaginavamo, che non sapevamo".

Inizia così il post del preside dell'Istituto comprensivo Sanvitale/Salimbene, che dopo aver visto cosa accade via telefonino tra alcuni alunni, dice basta e chiama in causa gli adulti, lanciando un allarme accorato.
"E’ ora di chiedersi se questo è quello che vogliamo dai nostri ragazzi e agire di conseguenza - scrive Eramo -. E’ ora di prendere in mano il cellulare dei nostri figli, di guardarci dentro (perché la privacy nell’educazione non esiste), di reagire, di svolgere in pieno il nostro ruolo di adulti, senza alcuna compiacenza, tolleranza bonaria o, peggio, sorniona complicità.
Non serve andare dal preside e chiedere cosa fa la scuola quando la vittima di turno non ha più il coraggio di uscire di casa. E’ troppo tardi.
Cominciamo a fare qualcosa tutti. Ora."

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • marirhugo

    02 Dicembre @ 21.44

    genitori devono dare l'esempio. possibilemente buono,,ma e'soggettivo, Che significa in soldoni razzolare come si e' predicato,cioe non insegnare ai figli a non dire parolacce, e che fumare fa male, mentre si stanno mandando elenchi di animali,parenti e/o divinità perche' ci e' caduta un po di cenere accesa sul pantaloni. Niente colloqui col figlio, lezioni di vita esperienze e pippe del genere. I genitori devono allevare i figli come fanno gli animali. e inoltre gli over anta di oggi, quelli, magari, che qui sopra ci raccontano orgogliosi di esssere stati presi a sberle e cinghiate, da papa' quando erano ragazzi, a diciotto anni non erano certo meglio dei diciottenni di oggi, Non avevano lo smartphone ma per il resto,... e io non ho piu' diciottanni da un po'

    Rispondi

  • Filippo Bertozzi

    02 Dicembre @ 09.47

    Ha ragionissima il preside, ma non confido molto sui genitori. Io sono intervenuto in una chat a cui partecipava anche mio figlio, dicendo al ragazzo che scriveva cose irripetibili ad una compagna, che se avesse ancora avvicinato mio figlio, a lui avrei pensato io. Poi ho telefonato al padre per avvisarlo di leggere cosa scriveva suo figlio e lui, dopo averlo fatto, se l'e' presa con me perché secondo lui non mi dovevo permettere di minacciare il suo pargolo, che adesso era spaventato...

    Rispondi

    • Filippo Bertozzi

      02 Dicembre @ 14.04

      Tutte le volte che riapro la pagina, mi parte lo stesso commento postato ieri sera: visto che evidentemente è un problema tecnico, e non avevo nessuna volontà di duplicarlo, potreste cancellare tutti i cloni? Grazie.

      Rispondi

  • marirhugo

    01 Dicembre @ 23.16

    macchè genitori, sono gli insegnanti che ci devono essere. E poi, sarebbe impossibile e/o troppo costoso installare nelle scuole dispositivi che schermino i cellulari? e magari non solo a scuola ma anche da altre parti.Per esempio sugli autobus. Il fumo fa male, il gioco da dipendenza, e il cellulare niente?

    Rispondi

    • Michele E

      05 Dicembre @ 12.06

      Che dire, non perdi tempo per dar sfoggio della tua bassezza e ignoranza: dare agli insegnanti tutte le colpe è parassitismo educativo, e se schermi i cellulari a scuola le offese non arrivano anche da casa? mah...

      Rispondi

    • legione

      02 Dicembre @ 09.37

      e certo. molto facile scaricare le proprie inadempienze da genitore sugli insegnanti..poi magari se provano ad "educarli" tutti pronti a schierarsi dalla parte del povero figliolo minacciando avvocati...prendetevi le vostre responsabilità di genitori piuttosto. le scuole a mala pena hanno la carta igienica ed ora ci mettiamo a "schermarle" perchè fare i genitori ci annoia...senza meraviglia..

      Rispondi

  • marirhugo

    01 Dicembre @ 22.42

    se i genitori vedono i messaggi gli regalano il tablet.

    Rispondi

  • Federico

    01 Dicembre @ 20.57

    Se penso alla mia adolescenza, dico che questi sono i soliti ragazzini c..., e che sono cambiati solo gli strumenti. Il preside ha fatto molto bene a porre il tema, e ha fatto bene anche a sottolineare che siamo noi genitori che abbiamo la responsabilità di insegnare ai nostri figli a rispettare gli altri. Forse è questo che manca più di tutto oggi, siamo diventati come genitori troppo disposti a tollerare e perdonare certi comportamenti, invece che gestirli punirli come sarebbe necessario. Se mi capiterà con i miei figli, spero di essere capace di fare come hanno fatto i miei genitori con me.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Lealtrenotizie

Due telecamere per controllare il terminal dei bus

STAZIONE

Due telecamere per controllare il terminal dei bus

Furto

Via Calatafimi: spaccata «diurna» all'ortofrutta

Fidenza

Addio a Gino Minardi, storico bottegaio

Personaggi

Varriale, voce parmigiana delle World Series

Calcio

Parma, cambia il modulo?

BEDONIA

Telecamera a caccia di meteoriti

Scurano

Il paese fa festa, i ladri anche

SCUOLA

Più di 1.100 supplenti in cattedra

Smog

Stop ai diesel euro 4 da domani e fino a lunedì Il servizio del Tg Parma

Polveri sottili alle stelle, si corre ai rimedi. Escluse dalla limitazioni le auto con almeno tre persone a bordo

23commenti

PARMA

Operata una bimba del peso di 700 grammi

Nata pretermine. Coinvolti chirurghi, cardiologici e neonatologi di tre ospedali

FIDENZA

Muore a 51 anni, 11 giorni dopo l'incidente in bici

Giovanni Rapacioli era molto conosciuto: era il pizzaiolo-dj di via Berenini

ANTEPRIMA GAZZETTA

Busseto, un altro odioso caso di stalking

Le anticipazioni sulla Gazzetta di domani dal direttore Michele Brambilla

tg parma

Via Lagoscuro: arrestato in Romania la mente del racket della prostituzione Video

BUSSETO

Tenta di investire l'ex moglie in un parcheggio: arrestato 65enne Video

L'uomo, un operaio residente a Polesine, è accusato di resistenza e stalking

2commenti

Lutto

Folla al funerale di Luca Moroni

Nel Duomo di Fidenza l'addio all'ingegnere morto in un incidente stradale

UNIVERSITA'

Bici legate al montascale, ancora bloccata la ragazza disabile

7commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Referendum e regionali, la sfida nel centrodestra

di Luca Tentoni

L'INCHIESTA

Bitcoin, il vero problema è la mancanza di un governo

di Giovanni Fracasso

ITALIA/MONDO

Firenze

Cade un capitello della basilica di Santa Croce: turista ucciso

RIMINI

Vigile si uccide: era indagato per assenteismo

SPORT

EUROPA LEAGUE

Vincono Lazio e Atalanta, Milan bloccato a San Siro dall'Aek

Calcio

L'exploit di Federico: esordio in Azzurro con gol

SOCIETA'

MUSICA

ParmaJazz Frontiere 2017: grandi nomi al Festival

musica

Elio e le Storie Tese: dopo 37 anni il "valzer" d'addio

MOTORI

L'ANTEPRIMA

Ecco T-Roc: in 5 punti il nuovo Suv di Volkswagen Foto

ANTEPRIMA

Arona: il nuovo Suv compatto di Seat in 5 mosse Foto