18°

33°

il caso

Offese in chat tra alunni, Eramo: "Genitori, ci siete?"

Il dirigente scolastico ha pubblicato le foto. E lanciato l'allarme

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Telefono hackerato: on line la Vonn e Woods nudi

Il caso

Telefono hackerato: on line la Vonn e Woods nudi

Paura per Minghi: ricoverato per un'intossicazione. Tour sospeso

Lecce

Paura per Minghi: ricoverato per un'intossicazione. Tour sospeso

Hydro jet

estate

Fa il "figo" con l'hydrojet, ma finisce male

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Osteria dl’Andrea

CHICHIBIO

«Osteria dl’Andrea», cucina casalinga della tradizione

di Chichibio

Ricevi gratis le news
28

"Dopo molte esitazioni scelgo di pubblicare alcuni messaggi che due nostri alunni si sono scambiati su un gruppo Whatsapp di una delle nostre classi delle medie. 

Lo faccio perché siamo stufi. Siamo stufi di questo assurdo mondo parallelo che ci inquina; siamo stufi dell’uso sconsiderato e irresponsabile delle parole; siamo stufi dell'assenza degli adulti.
E non vogliamo più sentire che era solo uno scherzo, un gioco, che non immaginavamo, che non sapevamo".

Inizia così il post del preside dell'Istituto comprensivo Sanvitale/Salimbene, che dopo aver visto cosa accade via telefonino tra alcuni alunni, dice basta e chiama in causa gli adulti, lanciando un allarme accorato.
"E’ ora di chiedersi se questo è quello che vogliamo dai nostri ragazzi e agire di conseguenza - scrive Eramo -. E’ ora di prendere in mano il cellulare dei nostri figli, di guardarci dentro (perché la privacy nell’educazione non esiste), di reagire, di svolgere in pieno il nostro ruolo di adulti, senza alcuna compiacenza, tolleranza bonaria o, peggio, sorniona complicità.
Non serve andare dal preside e chiedere cosa fa la scuola quando la vittima di turno non ha più il coraggio di uscire di casa. E’ troppo tardi.
Cominciamo a fare qualcosa tutti. Ora."

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • marirhugo

    02 Dicembre @ 21.44

    genitori devono dare l'esempio. possibilemente buono,,ma e'soggettivo, Che significa in soldoni razzolare come si e' predicato,cioe non insegnare ai figli a non dire parolacce, e che fumare fa male, mentre si stanno mandando elenchi di animali,parenti e/o divinità perche' ci e' caduta un po di cenere accesa sul pantaloni. Niente colloqui col figlio, lezioni di vita esperienze e pippe del genere. I genitori devono allevare i figli come fanno gli animali. e inoltre gli over anta di oggi, quelli, magari, che qui sopra ci raccontano orgogliosi di esssere stati presi a sberle e cinghiate, da papa' quando erano ragazzi, a diciotto anni non erano certo meglio dei diciottenni di oggi, Non avevano lo smartphone ma per il resto,... e io non ho piu' diciottanni da un po'

    Rispondi

  • Filippo Bertozzi

    02 Dicembre @ 09.47

    Ha ragionissima il preside, ma non confido molto sui genitori. Io sono intervenuto in una chat a cui partecipava anche mio figlio, dicendo al ragazzo che scriveva cose irripetibili ad una compagna, che se avesse ancora avvicinato mio figlio, a lui avrei pensato io. Poi ho telefonato al padre per avvisarlo di leggere cosa scriveva suo figlio e lui, dopo averlo fatto, se l'e' presa con me perché secondo lui non mi dovevo permettere di minacciare il suo pargolo, che adesso era spaventato...

    Rispondi

    • Filippo Bertozzi

      02 Dicembre @ 14.04

      Tutte le volte che riapro la pagina, mi parte lo stesso commento postato ieri sera: visto che evidentemente è un problema tecnico, e non avevo nessuna volontà di duplicarlo, potreste cancellare tutti i cloni? Grazie.

      Rispondi

  • marirhugo

    01 Dicembre @ 23.16

    macchè genitori, sono gli insegnanti che ci devono essere. E poi, sarebbe impossibile e/o troppo costoso installare nelle scuole dispositivi che schermino i cellulari? e magari non solo a scuola ma anche da altre parti.Per esempio sugli autobus. Il fumo fa male, il gioco da dipendenza, e il cellulare niente?

    Rispondi

    • Michele E

      05 Dicembre @ 12.06

      Che dire, non perdi tempo per dar sfoggio della tua bassezza e ignoranza: dare agli insegnanti tutte le colpe è parassitismo educativo, e se schermi i cellulari a scuola le offese non arrivano anche da casa? mah...

      Rispondi

    • legione

      02 Dicembre @ 09.37

      e certo. molto facile scaricare le proprie inadempienze da genitore sugli insegnanti..poi magari se provano ad "educarli" tutti pronti a schierarsi dalla parte del povero figliolo minacciando avvocati...prendetevi le vostre responsabilità di genitori piuttosto. le scuole a mala pena hanno la carta igienica ed ora ci mettiamo a "schermarle" perchè fare i genitori ci annoia...senza meraviglia..

      Rispondi

  • marirhugo

    01 Dicembre @ 22.42

    se i genitori vedono i messaggi gli regalano il tablet.

    Rispondi

  • Federico

    01 Dicembre @ 20.57

    Se penso alla mia adolescenza, dico che questi sono i soliti ragazzini c..., e che sono cambiati solo gli strumenti. Il preside ha fatto molto bene a porre il tema, e ha fatto bene anche a sottolineare che siamo noi genitori che abbiamo la responsabilità di insegnare ai nostri figli a rispettare gli altri. Forse è questo che manca più di tutto oggi, siamo diventati come genitori troppo disposti a tollerare e perdonare certi comportamenti, invece che gestirli punirli come sarebbe necessario. Se mi capiterà con i miei figli, spero di essere capace di fare come hanno fatto i miei genitori con me.

    Rispondi

Mostra altri commenti

Lealtrenotizie

Ladri ancora in azione all'ospedale

ospedale

Ladri ancora in azione: rubati dei computer al Rasori Video

Il furto è stato compiuto nella notte al Day hospital pneumologico

1commento

polizia

Blitz nella notte nelle zone calde a Parma: 82 grammi di droga sequestrati, 5 espulsioni

7commenti

COLORNO

"E' morto assiderato", il piranha del canale Galasso diventa un caso giudiziario

14commenti

Anteprima Gazzetta

Emergenza terrorismo a Parma: il punto con l'assessore Casa

calcio

Antiterrorismo e viabilità, cambia la zona-Tardini (venerdì il "debutto") - La mappa

Posizionate le fioriere anti intrusione in centro - Video

mercato

Matri, è il giorno della firma? Ma il Parma non molla per Ceravolo Video

opening day

Sport, italianità e lealtà: venerdì taglio del nastro della B al Tardini

Prima del match Parma-Cremonese cerimonia con giuramento dei capitani e inno nazionale

1commento

serie B

Sondaggio: vi piace il tris di maglie del Parma?

6commenti

IL CASO

Il laghetto di Scurano potrebbe sparire

Vignali: "I boschi dell'Appennino stanno seccando" Video

Governo

Politiche sull’acqua: Berselli nominato alla guida del nuovo distretto padano

Accorpate le vecchie autorità di bacino, la sede del nuovo distretto resterà a Parma

LA STORIA

Traversetolese salva un uomo che sta annegando e lo rianima

2commenti

Fontevivo

Tre rottweiler liberi: paura in paese

1commento

via Spezia

Scoppia la gomma del bus: paura e...ritardo

4commenti

Fontevivo

Arrivano i nomadi: sgombero lampo

11commenti

tardini

Il Parma si presenta: sotto la Nord cori e festa per la squadra e le nuove maglie

Faggiano: "Matri, abbiamo il sì del giocatore ma il Sassuolo se lo vuole tenere"

stadio tardini

Una "passione" lunga 40 anni: i Boys e i ricordi in mostra Gallery

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I terroristi di ieri e quelli di oggi

di Michele Brambilla

EDITORIALE

La nuova mafia che occupa Parma

di Francesco Bandini

13commenti

ITALIA/MONDO

SVIZZERA

Maxi frana al confine con Valchiavenna, 100 evacuati

TRAGEDIA

Avvistati tre alpinisti morti sul Monte Bianco

SPORT

basket nba

Clamoroso scambio: Irving a Boston, Isaiah Thomas a Cleveland

Ciclismo

Vuelta, ancora un italiano: Trentin

SOCIETA'

Usa

Lo squalo attacca, panico in spiaggia

hi-tech

Twitter: l'hashtag ha 10 anni, se ne usano 125 mln al giorno

MOTORI

AUTO

Ferrari: ecco la nuova Gran Turismo V8, un omaggio a Portofino

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente