progetto

L'Ospedale Vecchio distretto della memoria sociale

Come sarà: le foto

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Moreno Morello

Moreno Morello

TELEVISIONE

Aggredito Moreno Morello di Striscia la Notizia in un hotel di Roma

Intervista a Simonetti dei Goblin stasera al Campus Industry

INTERVISTA

Goblin, Simonetti : "I giovani ci riscoprono grazie a internet"

Finale a sorpresa per X Factor:  Lorenzo batte i favoriti Maneskin Video

talent

Finale a sorpresa per X Factor: Lorenzo batte i favoriti Maneskin Video

2commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Parma tra passato e presente: riscopri la tua parmigianità

GAZZAFUN

Parma tra passato e presente: riscopri la tua parmigianità

Ricevi gratis le news
5

All'Oratorio Novo, nel cuore dell'antico Ospedale della Misericordia, oggi Ospedale Vecchio, è stato delineato il futuro di quello che diventerà uno dei più importanti contenitori culturali della città.
Come vivrà in futuro il cuore pulsante dell'Oltretorrente lo hanno spiegato il sindaco Federico Pizzarotti e gli assessori Michele Alinovi e Laura Maria Ferraris, con l'ausilio dei tecnici progettisti, alla presenza di autorità, cittadini e futuri fruitori della struttura,convenuti per conoscere un progetto articolato e ambizioso che l'amministrazione comunale vuole condividere con la città.
"Abbiamo voluto immaginare prima il contenuto del contenitore - ha chiarito il sindaco Federico Pizzarotti - perchè riteniamo che l'Ospedale Vecchio sia un patrimonio della città, quindi vogliamo decidere chi lo andrà ad abitare e per fare cosa, insieme con i cittadini. Dal progetto culturale, che ormai appare delineato, dipende l'evoluzione dell'intervento architettonico. Alcune scelte, peraltro, sono già state condivise e valutate, nella logica di far sì che questo sia un luogo vissuto e fruibile, non un monumento fine a sé stesso".
Prima del sindaco sono intervenuti gli assessori: "Abbiamo fatto una scelta strategica ribaltando le previsioni del passato che non erano cero state ben accolte dalla città - ha esordito l'assessore Michele Alinovi - l'Ospedale Vecchio resterà interamente ad uso pubblico, sarà il cuore della memoria e della cultura della città. In questo comparto prevediamo per ora un investimento di circa 3 milioni e mezzo di euro, due milioni già previsti nei bilanci precedenti, destinati prevalentemente alla riqualificazione della biblioteca Civica e del chiostro a quale si affaccia, e 1.650.000 che verranno stanziati nel 2016. Gli interventi interesseranno in parte anche il fronte su via D'Azeglio. Non si tratta di lavori estemporanei, ma del primo stralcio di un progetto complessivo per il recupero di un monumento da troppo tempo abbandonato e per il rilancio culturale dell'Oltretorrente, riportando in questo luogo alcune funzioni che gli sono particolarmente congegnali".
L'assessore si è riferito all'Archivio di Stato che tornerà in buona parte ad occupare la sua antica casa, al sistema bibliotecario, che sarà oggetto del primo intervento di revisione radicale fin dai prossimi mesi, del Museo dei Burattini, che trova nell'Oltretorrente la sua naturale collocazione, così come l'Istituto Storico della Resistenza e le attività di associazionismo già presenti, come il circolo Aquila Longhi che continuerà a vivere dove è da decenni. Inoltre è previsto anche la collocazione dell'Informagiovani nelle antiche botteghe sul fronte di via D'Azeglio, a due passi dall'Università.
"Dunque - ha detto ancora Alinovi - l'Ospedale Vecchio manterrà la sua vocazione di grande contenitore culturale e custodirà la memoria sociale, civile e popolare della città".
Particolarmente interessante sarà la restituzione della grande Crociera al primo piano all'uso pubblico, prevalentemente come sede espositiva. Il sottocrociera, al piano terreno, diventerà uno spazio molto suggestivo ad uso misto, forse prevalentemente come sede di attività mercatali.
Del futuro della biblioteca ha parlato l'assessore alla cultura Laura Maria Ferraris: "La corte del sapere, che nascerà nel comparto della Civica - ha detto l'assessore - non sarà una Disneyland ad alta attrattività turistica, ma un polo di cultura e di confronto costruito con il contributo degli stessi operatori, un luogo di circolazione delle informazioni, con un cortile accogliente e accessibile e unacaffetteria al servizio degli utenti. Inoltre verranno recuperati nuovi spazi, l'Oratorio Novo avrà un ingresso indipendente e ci sarà un collegamento diretto con la Crociera, centro del comparto".
Le novità del quadrante dedicato ai libri non finiscono qui: la biblioteca sarà riorganizzata sul modello tedesco, presto arriveranno i nuovi arredi (già oggetto di gara per la fornitura), al primo piano ci sarà una zona dedicata all'età zero - quattordici, mentre la secondo piano troveranno posto alcuni uffici e il materiale di deposito.
Il progetto ha trovato il convinto consenso delle istituzioni culturali presenti, e delle associazioni che si erano battute per mantenere l'antico ospedale ad uso pubblico.
L'inizio del primo stralcio di lavori è previsto per il mese di febbraio 2016.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • BETTA

    20 Dicembre @ 10.53

    Nessuno protesta stavolta? Se non ricordo male (anzi, ricordo benissimo), quando Ubaldi prima e Vignali dopo avevano ipotizzato un 'makeover' dell'ospedale vecchio molti avevano gridato allo scandalo....

    Rispondi

    • salamandra

      20 Dicembre @ 12.32

      No, Ubadli e Vignali volevano regalarli a privati come hanno fatto per la Ghiaia. Qui li rimettono a posto e saranno fruibili alla cittadinanza. Mi sembra una differenza non da poco!

      Rispondi

      • BETTA

        20 Dicembre @ 13.25

        Perchè scusi.....se ora il Movimento 5 stelle non avesse 'tirato di nuovo in ballo' l'ospedale vecchio, sarebbe stato meglio lasciarlo marcire e cadere a pezzi nel totale degrado e 'immobilismo', piuttosto che darlo in mano a dei privati che lo avrebbero restaurato?? Ah beh, proprio un bel modo di risolvere le cose.....e soprattutto celere come modo. E se poi, vogliamo dirla tutta, non mi pare che l'ospedale vecchio sarebbe stato restaurato per essere interamente accessibile solo a privati.....

        Rispondi

        • Roberto

          20 Dicembre @ 17.14

          Betta il progetto di Ubaldi e Vignali era ben diverso...project financing e destinazione ad uso privato di parte dell'Ospedale vecchio con appartamenti e un hotel!...

          Rispondi

        • salamandra

          20 Dicembre @ 17.11

          Piuttosto che vederlo distrutto ovvio che anche i privati andavano bene, ma evidentemente non era necessario. Le precedenti amministrazioni hanno speso fiumi di denaro (nostro) per opere a volte discutibili. Questo mentre il complesso dell'ospedale vecchio andava in malora. O erano incompetenti o erano in malafede e io non credo fossero incompetenti. E sì, sarebbe stato sottratto alla cittadinanza visto che in buona parte del complesso volevano realizzare dei miniappartamenti mentre ora rimarrà INTERAMENTE a disposizione dei cittadini.

          Rispondi

Lealtrenotizie

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

capodanno

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

L'assessore Guerra: "Spenderemo 100mila euro in meno"

2commenti

CORCAGNANO

L'addio a Giulia, folla commossa al rosario

Il funerale domani alle 14,30

PARMA

Incidente con auto ribaltata: disagi al traffico in zona Petitot Foto

Regione

Alluvione, la prima stima dei danni: 105 milioni fra Parma, Reggio e Modena

Il presidente della Regione ha firmato la richiesta di stato di emergenza, subito girata al governo

ANTEPRIMA GAZZETTA

L'ultimo saluto a Giulia

Fedez in piazza per Capodanno. Ancora casi di bullismo. Inchiesta sulla dislessia

la storia

Colorno, i richiedenti asilo al lavoro a fianco dei volontari

1commento

Vicino a Coenzo

«Noi, i dimenticati dell'alluvione»

La rabbia degli abitanti oltre il confine con Brescello. «Nessuno ci ha avvertiti e così abbiamo perso tutto»

LUTTO

Il Marconi piange Giulia

polizia

Giovanissimi e violenti: denunciati due bulli 19enni

Una delle vittime massacrata per aver raccolto un rifiuto a terra

6commenti

POLIZIA

Rubavano gomme ai camion: 10 arresti, anche la Stradale di Parma nell'operazione

I malviventi viaggiavano fra la Puglia, l'Emilia-Romagna e il Piemonte

calcio

Fumogeni prima della partita con la Ternana: denunciati due tifosi del Parma

Multati altri 3 tifosi che hanno esposto una "coreografia non autorizzata" fra il primo e il secondo tempo

1commento

TRASPORTI

Ferrovia interrotta per alluvione: bus sostitutivi e nuovi orari fra Parma e Brescello

Ecco cosa cambia sulla parte di linea Parma-Suzzara interrotta a causa dell'esondazione dell'Enza

Copermio

«Pensavamo di morire annegati. Mio figlio vivo grazie al maresciallo»

ECONOMIA

Il ministro Martina ha incontrato i produttori di Parmigiano. Alluvione: "Siamo attenti a fare le cose bene"

Il presidente del Consorzio Bertinelli: "Cresce la produzione, prevediamo una crescita dell'export"

oltretorrente

Marcia antirazzista dopo il pestaggio. In corteo con Said

Abdul, il suo dipendente aggredito: non riesco ancora a capire perché ce l'avessero con me

9commenti

AMARCORD

Cosa manca a Beckham dell'Italia? La trattoria Cocchi di Parma

3commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I bitcoin spiegati a tutti. Ecco perché sono da maneggiare con cura

di Aldo Tagliaferro

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

KILLER

Catturato Igor: niente estradizione in Italia. E' arrivato in Spagna in auto? Foto

MANTOVA

Uccide i figli: indagato il marito di Antonella Barbieri

SPORT

CALCIO

La vigilia di Parma-Cesena, D'Aversa: "Loro in gran forma, non sarà facile" Video

VIDEO

Rugby Noceto: Leone Larini spiega come è cresciuta le squadra

SOCIETA'

FESTE PGN

Karma: la notte di J.L. David Foto

social network

Il selfie della ragazza con cancro alla pelle: la campagna di prevenzione è virale

MOTORI

motori

Ford, che Fiesta: ST-Line o Vignale per pensare in grande

DUE RUOTE

La prova: Ducati Multistrada 1260