11°

29°

paradigna

"Noi, tra cassonetti esplosi, bulli e minacce"

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Una parmigiana ai «Soliti ignoti», tra sorrisi e prosciutti

televisione

Una parmigiana ai «Soliti ignoti», tra enigmi e prosciutti!

Flavio  Insinna

Flavio Insinna

tv e polemiche

Insinna (e gli insulti): "Chiedo scusa a tutti, anche a chi mi ha tradito"

2commenti

Prometteva la vittoria a Miss Mondo in cambio di sesso: smascherato da "Striscia la notizia"

MISS MONDO

Chiedeva sesso in cambio della vittoria: smascherato da "Striscia la notizia" Foto

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Nasi rossi

PARMA

"Nasi Rossi" sabato in piazza Garibaldi fra gag e solidarietà Video

di Andrea Violi

13

"Vorrei cercare di far capire a questi squallidi “bulli” che esistono delle brave persone che ormai hanno le scatole piene delle loro misere bravate. E spero anche che qualche organo preposto, pressoché inesistente, inizi ad affrontare il problema attraverso misure opportune". Il foto-sfogo è di un lettore, Alberto, residente nel quartiere Paradigna, che mostra le ultime imprese dei bulli in questione e racconta la situazione.

Lo ha fatto anche in una email inviata a Comune Amico. Eccola:

"Ormai saturo di constatare giornalmente il continuo scempio di beni al servizio dei cittadini: panchine, lampioni, giochi per bambini, strutture sportive e quant'altro, questa mattina 1° gennaio 2016 in Stradello Matilde di Canossa in prossimità della chiesa "Cardinal Ferrari", si deve ahimè riscontrare l'ennesimo atto vandalico a cinque contenitori di rifiuti letteralmente disintegrati durante la notte del 31 dicembre, all'interno dei quali sono stati evidentemente inseriti alcuni "botti" di dubbia provenienza e sicuramente "proibiti" dalle normative vigenti, visto i notevoli danni palesemente provocati, nonché evidenti danni a una centralina elettrica  letteralmente divelta con tanto di eloquente foro alla base d'appoggio al terreno. Nel merito, è da tempo che in zona imperversa impunemente la solita banda di  bulli di età compresa fra i 14/16 anni, il cui divertimento è distruggere ciò che gli abitanti del quartiere hanno di fatto pagato attraverso le loro tasse, onde rendere più vivibile a loro stessi e soprattutto ai bambini nonché agli animali, la vita a tale folto nucleo abitativo. Tali "bulli", non contenti delle loro squallide bravate, si permettono di irridere pesantemente una signora che a spese proprie, nutre giornalmente una piccola colonia di gatti (3/4), riconosciuta e registrata nelle sedi competenti cittadine, blaterando altresì la seguente e ricorrente frase: "...quei gatti prima o poi te li mangiamo..." !..

A fronte di ciò si chiede cortesemente, se fosse possibile ottenere un incontro con qualche assessore Comunale oppure persona preposta, onde approfondire tali ricorrenti problematiche, poiché di fatto alcuni abitanti sono ormai stufi di vedere tali immotivate distruzioni, schiamazzi serali e notturni, maleducazione verbale dilagante, senza che nessuno minimamente intervenga."

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • victoria

    04 Gennaio @ 06.44

    ma i genitori di questi "bravi ragazzi", dove sono? io ci abito in questa zona, non so chi siano ma le loro malefatte le vedo.........

    Rispondi

    • wolf

      04 Gennaio @ 08.29

      Magari una parte di loro, abitano proprio nel suo palazzo Sig.a Victoria !...wolf

      Rispondi

  • wolf

    03 Gennaio @ 22.43

    Cari amici, dato che chi scrive è la stessa persona che ha inviato alla GdP la lettera di sfogo dei cassonetti esplosi, mi permetto di dire pure la mia su alcuni punti: Lo scrivente in tutta la sua vita e a tutt’oggi, non ha mai votato a SINISTRA. Per quanto mi riguarda Alfano è una persona inqualificabile, con la passione per la poltrona. La nazionalità dei “bulli” è multicolore. La responsabilità di quanto accade nella NOSTRA Parma e in tutta l’Italia, è da imputarsi solo alle leggi RIDICOLE di questo paese, che tutelano i delinquenti e condannano le brave persone. Sig.MAURIZIO, spiacente ma la SINISTRA ha delle colpe innegabili, basti sentire parlare la Presidenta della Camera Sig.a Boldrini e tutto s’intende…chi delinque va punito senza guardare il colore della pelle e la nazionalità !...vero si va sempre peggio grazie al TOLLERANTISMO assurdo delle SINISTRE !...In questo caso, ripristino dei RIFORMATORI per i minori !...altro che POVERINI !!!... Caro VERCINGETORIGE, capisco la sua osservazione, ma guarda caso gli Organi Preposti sono già intervenuti nella medesima zona in altre DUE occasioni similari, ma come al solito un gran chiacchiericcio, scritti, deposizioni, foto, testimoni invitati negli uffici preposti…fine: tarallucci e vino !...E con questo non voglio assolutamente incolpare chi ha effettuato le indagini passate, ma come ho già sopra accennato, sono le leggi di questo disgraziato paese che non funzionano più… siamo nel 2016 e la gente è cambiata notevolmente rispetto solo a 30/40 anni fa !...Le Forze dell’Ordine fanno quello che possono…vediamo come sono trattate dallo STATO, poi se per partito preso si vuole per forza essere ORBI e SORDI… Alberto

    Rispondi

    • Maurizio

      04 Gennaio @ 13.00

      Sicuro la sinistra? E le leggi fatte da bossi? da Maroni? Quello che voleva dare il permesso di soggiorno a tutti i profughi indistintamente? Le responsabilità le hanno tutti da destra a sinistra solo che loro se la ridono a leggere commenti come il suo dove da la colpa solo a sinistra o a leggere i commenti di quelli di sinistra che danno la colpa alla destra.... Nel 2016 siamo ancora a parlare di destra e sinistra? esistono ancora destra e sinistra?

      Rispondi

  • Pier Luigi

    03 Gennaio @ 21.30

    Le forze dell'ordine fanno ben poco. Ma quel poco che fanno glielo contestano giudici che osservano quanto le leggi prescrivono. Se poi aggiungiamo il mancato controllo da parte di ignavi genitori incompetenti, eccoci servite inciviltà e maleducazione. Non servono punizioni eclatanti, ma solo azioni di lavoro a riparazione di quanto guastato... da parte dei guastatori, con severità e giustizia. Una semplice legge, fatta di un solo articolo e tre parole: CHI ROMPE, PAGA. Inerosabilmente, inflessibilmente. Solo in questo modo i nostri giovani impoareranno la buona creanza.

    Rispondi

  • Vercingetorige

    03 Gennaio @ 19.09

    SCUSATE , ma , se , come sembra di capire dalla vostra "mail", sapete chi sono , perché , invece di scrivere lettere , non andate a far denuncia in Questura o ai Carabinieri ?

    Rispondi

  • Marzio

    03 Gennaio @ 14.38

    Come ho già commentato un'altro articolo, anche in Via Milano non ne hanno risparmiato uno. Che sia la stessa banda, oppure è una moda che si stà sviluppando tra i giovani?

    Rispondi

    • marirhugo

      03 Gennaio @ 23.43

      Ma a te chi ti ha detto che sono giovani?

      Rispondi

    • Maurizio

      03 Gennaio @ 20.47

      MC, probabilmente è una moda e i protagonistri possono essere stranieri, italiani meridionali o parmigiani del sasso, stiamo andando sempre peggio ma alla fine leggendo i commenti quì sotto si capisce come possono crescere i figli, nessuno che affronta il problema, uno che da la colpa all'assessore, uno che chiede la nazionalità, uno che da la colpa alla sinistra.....

      Rispondi

Mostra altri commenti

Lealtrenotizie

Furti all'Esselunga

polizia

Esselunga di via Traversetolo nel mirino, ladri in azione pomeriggio e sera

3commenti

Anteprima Gazzetta

Inchiesta Pasimafi: spariti due computer, giallo all'ospedale Video

PARMA

Due incidenti in un'ora: due donne in gravi condizioni Foto

Anziana investita in via Pellico. Scontro bici-scooter in via Abbeveratoia: ferita una 60enne

2commenti

GAZZAREPORTER

Parcheggio 2.0 in via Bergamo. Continua la serie di "creativi"

Lutto

«Camelot» se n'è andato a 59 anni

Giancarlo Ghiretti fu protagonista nel rugby e nel football

8commenti

PARMA

Veicolo in fiamme: traffico in tilt in tangenziale nord alla Crocetta

calcio

Gian Marco Ferrari, dalle giovanili del Parma alla Nazionale

sorbolo

A caccia di Igor? No, l'elicottero misterioso sulla Bassa è di Enel

7commenti

Roncole Verdi

Uno scandalo sessuale nel passato del nuovo prete

5commenti

gazzareporter

Boccone avvelenato? Allarme in Cittadella Le foto

L'INIZIATIVA

Parma città creativa dell'Unesco: nasce la Fondazione

L'organismo è aperto. Per ora ne fanno parte Comune, Fiere, Upi, Cciaa e Università

tardini

Al via la prevendita per Parma-Lucchese

sondaggio

Dall'anno prossimo torna la Serie C (addio Lega Pro): siete d'accordo?

4commenti

Elezioni 2017

Cattabiani denuncia un attacco hacker al suo sito e parla di atti intimidatori

polizia

Danneggia un'auto nel cuore della notte in via Emilio Casa: denunciato 48enne

1commento

WEEKEND

Cantine aperte, moto, maschere: 5 eventi da non perdere

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

La balla dei soldi pubblici ai giornali

di Michele Brambilla

3commenti

CINEFILO

Cannes: le lacrime di Lynch e la bellezza di Marine e Diane Video

ITALIA/MONDO

TAORMINA

G7, bozza finale: sì alla difesa dei confini Video

torino

Con la fionda riforniva di droga il figlio in carcere: condannata

WEEKEND

il disco 

Ha un'anima il Robot di Alan Parsons

CHICHIBIO

«Les Caves», qualità tra tradizione e innovazione

SPORT

GIRO D'ITALIA

Dumoulin in ritardo a Piancavallo: maglia rosa a Quintana

BOXE

Parma riscopre il pugilato Video

MOTORI

il test

Nuovo Discovery, in missione per conto di Land Rover

IL TEST

Tiguan, come prima più di prima