15°

29°

parma com'era

Accadde oggi - Quando i "capelloni" facevano notizia

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Belen fuma in aereo privato, scalo emergenza a Lamezia

gossip

Belen fuma in aereo privato, scalo emergenza a Lamezia

Tutti al Begio day a Berceto

Era qui la festa

Tutti al Begio day a Berceto Foto

Ultimi giorni per votare la bella Anna Maria

MISS ITALIA

Ultimi giorni per votare la bella Anna Maria

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Programmazione dal 21/08/2017 al 25/08/2017 delle postazioni di accertamenti strumentali di velocità e irregolarità alla circolazione

VIABILITA'

Autovelox, speedcheck e autodetector: la mappa della settimana

Ricevi gratis le news
8

E' quasi impossibile spiegarlo ai giovani "millenial" di oggi. Eppure quel titolo di Gazzetta, esattamente di 50 anni fa, è uno specchio fedelissimo del clima e del dizionario di quel 1966: "Capelloni disturbano spettatori al cinema"

E la notizia c'è davvero, tanto che il fatto richiese l'intervento dei carabinieri al cinema Odeon che si trovava in viale Piacenza. E "capelloni" era una parola comunissima, dalle cronache agli scketch televisivi al linguaggio familiare: o meglio, nello "scontro" familiare che quotidianamente andava in scena fra la prima generazione giovane davvero ribelle (appunto i "capelloni", sulla scia dei Beatles e delle migliaia di gruppi musicali spuntati in tutto il mondo) e quella degli adulti, la cui etichetta era "matusa", ovvero l'abbreviazione del Matusalemme  personaggio biblico vissuto fin quasi a mille anni.  

Non a caso i Nomadi, nella loro canzone-manifesto, cantavano letteralmente "Come potete giudicare / come potete condannare? / Chi vi credete che noi siamo / per i capelli che noi portiamo?". Insomma, uno scontro generazionale a tutto campo, che passava anche attraverso episodi come quello dell'Odeon e attraverso titoli come quello della Gazzetta 4-4-1966, titolo probabilmente vergato da un redattore "matusa".

Nel resto del nostro album "Accadde oggi", abbiamo poi inserito un altro titolo di Gazzetta, questa volta del 1976, per ribadire ai governanti di oggi che le critiche politiche dei decenni scorsi erano ben più feroci verso gli inquilini del Comune. anche perchè, in quel caso di 40 anni fa, si era nel pieno degli arresti per il cosiddetto scandalo edilizio.

Nell'86, il 4 aprile celebra il successo del primo trapianto di reni all'Ospedale Maggiore e parla di Katharina, al centro del giallo del delitto Mazza ma anche al centro dell'attenzione del mondo del cinema, visto che si parla di una sua scrittura per un film di Sergio Corbucci (ma a "scritturarla" più concretamente saranno in seguito procura, tribunali e carcere).

Infine, la Gazzetta di 20 anni fa ha i volti di Gianfranco Zola (personaggio simbolo dell'ultimo Parma di Scala), degli Stryx (gruppo musicale borgotarese derubato di furgone e strumenti durante il Dinner and Dance a Londra) e di Giampaolo Lavagetto. Curiosamente, infatti, l'ex assessore che fa notizia oggi per un tentato furto mentre si trovava in casa con la famiglia campeggiava anche nella cronaca del 4 aprile 1996: in quel caso per essere intervenuto nel consiglio comunale di Felino senza il preventivo permesso del sindaco. Anche lì intervennero i carabinieri: forse perchè anche Lavagetto era un po' "capellone"...

Parma com'era - Fotostorie di 10-20-30 anni fa:

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Berta

    05 Aprile @ 09.51

    Il termine 'matusa' è successivo, non certo degli anni '60

    Rispondi

  • PaoloUno

    04 Aprile @ 17.55

    Credo che "l'istruttore sciatore" immortalato a sinistra nella foto sia il professore di ginnastica Gianni Melli di Sant'Ilario. Una volta, agli inizi degli anni '70, ci aveva accompagnato, noi giovani studenti delle medie superiori con ambizioni atletiche, a partecipare ai campionati studenteschi di sci che si svolgevano a Cervinia. La trasferta si è svolta in treno, i suv non erano ancora stati inventati, un viaggio avventuroso. A Torino, in attesa di una coincidenza, causa una semplice battuta detta dal Prof ad un agente Polfer, a momenti ci arrestano. Ci hanno portato negli uffici e ci hanno controllato i documenti, c'è mancato poco che perdessimo il treno. Bei ricordi e bei tempi.

    Rispondi

    • Vercingetorige

      04 Aprile @ 18.30

      Beh , insomma , la Ferrovia , a Cervinia , non ci arriva , ma bei ricordi e bei tempi lo stesso !

      Rispondi

  • RENZ

    04 Aprile @ 15.32

    R E N Z

    DA CUI, la celebre barzelletta parmigiana di epoca pre-Cantoni: .....

    Rispondi

    • RENZ

      04 Aprile @ 17.45

      R E N Z

      Ma dài Gazzetta... ma come si fa a censurare la barza "Dàl capló"? Forse neanche in COREA DEL NORD...

      Rispondi

      • 04 Aprile @ 18.01

        REDAZIONE - Caro Renz, lo sai che ormai sono anziano...

        Rispondi

        • RENZ

          04 Aprile @ 18.18

          R E N Z

          E poi era anche PERFETTAMENTE a tema "cappelloni a Parma nel tempo che fù" ... Noo, as' pol miga! Sarebbe come censurare ancora oggi il seno nudo della Calamai nella Cena delle Beffe del '42 ... secondo me non è l'anzianità... eri così anche da GIOVANE!

          Rispondi

  • Vercingetorige

    04 Aprile @ 12.41

    CHE BELLI i tempi in cui potevamo preoccuparci di qualche "capellone" , e se ne potevano occupare perfino i Carabinieri !

    Rispondi

Lealtrenotizie

Il caffè? Lo pago con la carta

Novità

Il caffè? Lo pago con la carta

IL CASO

Vaccini obbligatori e verifiche, la protesta dei presidi

CALCIO

D'Aversa si racconta

FIDENZA

Matteo e Caterina alla conquista del Canada in bicicletta

IL PERSONAGGIO

Lo Sceriffo, il pilota di drifting che si prepara a Varano

BERCETO

L'epopea degli Scout dal primo campo estivo

Felino

Chiusa fra le polemiche la fiera d'agosto

OSPEDALE

Il Maggiore: «Sostituiremo al più presto le sonde rubate»

Fidenza

Olio davanti ai negozi, lo sfogo dei commercianti: "Baby gang sempre in azione"

ONESTA'

Perde la borsa da fotografo nel parcheggio: immigrato la porta ai carabinieri

1commento

incendio

Doppio focolaio a Panocchia: notte di fiamme e lavoro

IN CORSIVO

Ghirardi, il crac Parma e il "negazionista" Cellino

Doppio intervento

Escursionisti in difficoltà in Appennino

varano

Così i vigili del fuoco hanno recuperato l'uomo scivolato nel calanco Video

Furto

Maternità, rubate le due preziose sonde di un ecografo

7commenti

Protesta

«Cittadella abbandonata»

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I terroristi di ieri e quelli di oggi

di Michele Brambilla

EDITORIALE

Colpito il simbolo della gioia di vivere

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

VIABILITA'

Domenica di controesodo. Code a tratti tra Parma e Fiorenzuola Tempo reale

appennino

Cade lungo un sentiero sul Ventasso, soccorsa 59enne

SPORT

SERIE A

Partenza sprint per Inter e Milan, la Roma vince a Bergamo

Moto

Paolo Simoncelli: "Marco sarebbe campione del mondo"

SOCIETA'

cinema

E' morto Jerry Lewis, aveva 91 anni

Marina di pietrasanta

Rapina all'alba al Twiga di Briatore, banditi armati

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti