12°

Ucraina

Chernobyl, la desolazione 30 anni dopo: le foto di Capatti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

CONCORSO

GAZZAREPORTER

Racconta l'inverno e vinci: le foto dei lettori Video

Canale 5, Ceccherini abbandona l'Isola dei Famosi

Foto Ansa

isola dei famosi

Ceccherini litiga con Raz Degan e se ne va. Televoto: sms risarciti

1commento

«Leone di Lernia, non mollare»

E' grave

«Leone di Lernia, non mollare»

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Tutto quello che c'è da sapere sui nuovi antifurto per auto

consigli

Antifurti: come mettere al sicuro la proprio auto

1

Sono passati trent'anni dal disastro di Chernobyl. Nella centrale nucleare della località ucraina (allora una cittadina qualunque dell'Unione Sovietica) esplose un reattore. Le notizie filtrarono oltre-cortina; poi i timori per la nube radioattiva che si spostava verso ovest. 
Il fotografo di Parma Sandro Capatti ha visitato quei luoghi nel 2011, andando in Ucraina con l'associazione Help for Children. Riuscito a entrare nella zona ancora oggi off limits a causa degli effetti delle radiazioni, è tornato con un reportage di cui pubblichiamo alcune foto. "Sono uno dei pochissimi che sono entrati nella zona 30 - spiega Capatti a Gazzettadiparma.it -. Nei primi 30 chilometri di raggio attorno a Chernobyl, verso la Bielorussia, non si può entrare. E' un'area assolutamente interdetta, con check-point come in guerra e un controllo militarizzato". Capatti aveva ottenuto quindi il permesso di arrivare fino alla città di Chernobyl. 


Scrive Capatti sul suo profilo Facebook: 

Erano le ore 1:23:45 (ora locale) del 26 aprile 1986, di 30 anni fa, quando il reattore numero 4 della centrale nucleare V.I Lenin di Chernobyl esplose. Il disastro ambientale più vasto della storia, primo incidente nucleare ad essere classificato come livello 7, seguito nella stessa scala di valori, da quello occorso nella centrale nucleare di Fukushima in Giappone del 11 marzo 2011.
Sono trascorsi trenta anni e resta da chiedersi quale eredità ha lasciato questa immane tragedia, per tanti aspetti dimenticata. Non si parla quasi più di Chernobyl se non alle scadenze ormai rituali, come la celebrazione di ogni anniversario o in occasione dei viaggi umanitari che a distanza di tanti anni, tra necessità e business locali, ancora continuano, soprattutto nella vicina Bielorussia. Oppure quando arrivano i pullman carichi di bambini ospitati dalle famiglie italiane, tutti nati oramai dopo anni dalla grande catastrofe mentre quelli dell’epoca hanno superato da tempo i trent’anni. Ancora oggi gli abitanti di quella zona dell’Europa Orientale vivono nel terrore di quel che è stato. Molte le aree contaminate e le persone che le abitano. Sono quasi 5 milioni le persone che, con il benestare tacito delle istituzioni locali, continuano a vivere in Bielorussia, Ucraina e Russia in aree con livelli di radioattività pericolosi per la salute. E se anche sono passati 30 anni dall’incidente la situazione continua ad essere preoccupante. Per questo non occorre abbassare la guardia, essendo necessaria una costante presa di coscienza della situazione che è opportuno che si manifesti, non solo attraverso i supporti umanitari, ma anche sollecitando i doverosi interventi soprattutto presso le istituzioni di quei paesi più colpiti, per ridurre i rischi e gli effetti della contaminazioni, e l’insopportabile pericolo dell’oblio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Vercingetorige

    24 Aprile @ 19.48

    IL REATTORE ELETTRONUCLEARE DI CHERNOBYL NON E' "ESPLOSO" . UN REATTORE ELETTRONUCLEARE NON E' UNA BOMBA ATOMICA E NON PUO' ESPLODERE , perché non è a "massa critica" e non ha innesco. A Chernobyl c' è stata un' esplosione nel circuito dell' acqua di raffreddamento del nocciolo , seguita da un vasto incendio , i cui fumi , altamente radioattivi , hanno provocato il disastro circostante. Considerati i lunghissimi tempi di decadenza degli elementi radioattivi , la zona resterà contaminata per diversi secoli-

    Rispondi

Lealtrenotizie

Duc

viale fratti

Duc, cinque piani allagati: uffici chiusi per due giorni Video 1-2 Foto

Attivati due sportelli per le emergenze. Ed è corsa a salvare più documenti possibili

2commenti

CRIMINALITA'

Via Venezia, pensionata scippata

2commenti

Vandalismi

Si sveglia e trova l'auto devastata

Ospedale Maggiore

La nuova vita di Denis inizia a Parma

Finto tecnico

Truffa del termosifone: un'altra anziana raggirata

1commento

CARABINIERI

Sid, il cane antidroga a caccia di dosi nel greto della Parma

1commento

Salsomaggiore

Gli ambulanti protestano: «Troppo sacrificati»

Traversetolo

Cazzola, i ladri tornano per la terza volta

Parma

La Corte dei Conti contesta a Pizzarotti la nomina del Dg del Comune

Lo ha annunciato il sindaco su Facebook: "Esposto di un esponente dei Pd. Sono tranquillo"

6commenti

Associazioni

Arci Golese, la casa comune di Baganzola

Inchiesta

Multe, Parma fra le città che incassano di più: è terza in Italia Dati 

Quattroruote pubblica la top ten 2016 delle città dove gli automobilisti sono più "tartassati"

18commenti

Estorsione

Chiede soldi all'ex amante per non pubblicare foto "compromettenti": 28enne parmigiana patteggia

1commento

Marche

Due parmigiane fra le macerie per salvare le opere d'arte: "Situazione inimmaginabile"

Allarme

Quei 40 bambini «scomparsi» dalle classi

7commenti

Giustizia

Tar in via di estinzione? I ricorsi calano del 20% all'anno Video

Intervista: Sergio Conti, presidente del Tar di Parma, fa il punto nel giorno dell'apertura dell'anno giudiziario

4commenti

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Le deprimenti liti dei politici

11commenti

EDITORIALE

L'avventura di un giorno senza telefonino

di Patrizia Ginepri

1commento

ITALIA/MONDO

napoli

Furbetti del cartellino: blitz all'ospedale di Napoli, 55 arresti

1commento

india

La donna più pesante del mondo ha perso 50 kg in 12 giorni

SOCIETA'

CHICHIBIO

«Trattoria al Teatro», tutto il buono della tradizione

Fotografia

Scatti al bar per impersonare... la quotidianità

SPORT

Calcio

Il Leicester ha esonerato Ranieri

Europa League

Harakiri Fiorentina: il Borussia vince 4-2 e passa il turno

MOTORI

ALFA ROMEO

Stelvio, il Suv del Biscione. Da 50.800 euro Video

SALONE

A Ginevra 126 novità La guida