15°

29°

fiere

Il ministro della Salute: "Diete a scuola, indagine dei Nas"

Cibus, inaugurata l'edizione 2016. Il ministro delle Politiche agricole Martina: "Sulla sicurezza alimentare non si tratta"

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Telefono hackerato: on line la Vonn e Woods nudi

Il caso

Telefono hackerato: on line la Vonn e Woods nudi

Paura per Minghi: ricoverato per un'intossicazione. Tour sospeso

Lecce

Paura per Minghi: ricoverato per un'intossicazione. Tour sospeso

Hydro jet

estate

Fa il "figo" con l'hydrojet, ma finisce male

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Osteria dl’Andrea

CHICHIBIO

«Osteria dl’Andrea», cucina casalinga della tradizione

di Chichibio

Ricevi gratis le news
9

Lavorare insieme per poter lottare meglio contro i prodotti falsificati, per affrontare le sfide sul piano della sicurezza alimentare e dell'innovazione delle filiere, per rafforzare il sistema-Italia e le sue eccellenze. Il messaggio emerge dall'inaugurazione di Cibus, con i ministri Maurizio Martina (Politiche agricole) e Beatrice Lorenzin (Salute). 
Il presidente di Fiere di Parma Gian Domenico Auricchio, aprendo l'edizione 2016, sottolinea come Cibus abbia un ingresso nuovo: il padiglione costruito per Expo2015, smontato e portato a Parma, diventando l'ingresso Ovest. Questa edizione, sottolinea, supera quota 3mila aziende espositrici. 

Il presidente della Regione Emilia-Romagna Stefano Bonaccini rimarca i primati della Food Valley: "Serve una lotta dura alla contraffazione", sottolinea. Parlando alla platea di Cibus, Bonaccini annuncia una notizia di pochi minuti prima: per la prima volta, l'Europa ha prolungato a fine 2018 gli aiuti per gli agricoltori colpiti dal terremoto del 2012 in Emilia. Quanto al futuro di Cibus, Bonaccini dice: "Deve rimanere qui, ci mancherebbe altro che andasse in Lombardia". 

Il ministro Martina sottolinea l'importanza di lavorare insieme. Ad esempio, "io difendo l'industria - dice -. Una certa idea anti-industriale non fa bene nemmeno agli altri settori". Nei distretti ci sono cose da migliorare ma non tutto è da buttare. Sulla questione dei trattati Ttip, Martina dice che un accordo è necessario, anche se sulla sicurezza alimentare non si tratta. «Guai a leggere il trattato e i suoi potenziali strumenti come un problema», ha detto il ministro delle Politiche agricole riferendosi al Trattato transatlantico sul commercio e gli investimenti (Ttip). «Bisogna costruire un discorso pubblico - aggiunge il ministro - sui problemi, ma pure sulle opportunità dell’accordo, anche perché non si può combattere l’Italian sounding se non si lavora su un accordo commerciale dove possiamo alzare i livelli di tutela delle nostre qualità agroalimentari». Cibus - ha osservato ancora Martina rivolgendosi alla numerosa rappresentanza di Federalimentare in platea- è un’occasione per far avanzare l’esperienza agroalaimentare nella sua unitarietà. Per primo combatto una certa idea anti-industriale che vedo ahimè qua e là emergere e che non fa bene al settore. Maggiore collaborazione tra produttori e trasformatori è utile per tutti».

Beatrice Lorenzin raggiunge le Fiere di Parma con il figlio piccolo ed entra nella Sala Barilla durante l'intervento di Martina. Parla di cibo e salute: la prevenzione inizia a tavola e troppo spesso non c'è una buona cultura dell'alimentazione sana. 

"INDAGINE DEI NAS SULLE DIETE NELLE SCUOLE". Il ministro della Salute Beatrice Lorenzin ha detto, durante l'assemblea di Federalimentare nel pomeriggio: «L'alimentazione nelle scuole è importantissima, ho mandato i Nas per fare controlli a campione nelle scuole italiane per verificare se la qualità dei cibi richiamati nelle diete sia consono con la qualità garantita ai nostri bambini. L'indagine è partita su segnalazioni dei genitori che si lamentavano della qualità e quindi ho chiesto ai Nas di fare verifiche a campione». 
Il ministro osserva che «sarà trimestralmente fatto il punto della situazione sui risultati emersi dai controlli, come già fatto con la nostra task force nelle residenze per le persone anziane e sui disabili e anche in altre occasioni».
I controlli sono già partiti, ha spiegato la Lorenzin, e «del resto queste cose prima vengono fatte e poi annunciate», e non ha voluto precisare se i controlli si svolgono nelle scuole pubbliche o private o in entrambe.
«Ci interessa andare a fondo per capire se esiste veramente un problema - conclude Lorenzin - e che tipo di problema è». L'indagine riguarda la qualità del cibo offerto ai bambini nelle mense scolastiche ma anche le scelte dei tipi di cibo che vengono utilizzati nelle diete a seconda della fascia di età. In sostanza si tratta anche di un controllo sulla appropriatezza nutrizionale legate ai vari momenti della crescita.  

"NO ALLA FUSIONE CON TUTTOFOOD". «Il brand Cibus è assolutamente unico sia livello nazionale che internazionale, è il modello stesso dell’agroalimentare italiano. Quindi è impossibile vedere un modello di coordinamento complessivo dell’agribusiness nazionale che non sia sotto il cappello del marchio Cibus, anche perché è marchio molto forte all’estero». Lo afferma, in merito all’ipotesi di fusione della fiera Cibus con Tuttofood di Milano, il presidente di Federalimentare, Luigi Scordamaglia, a margine dell’inaugurazione. «Credo - aggiunge Scordamaglia - che dal marchio Cibus non si potrà prescindere; con la regia del governo sono certo che invece riusciremo a fare un coordinamento unico magari differenziando leggermente il target verso cui ciascuna fiera si rivolge».

L'ASSEMBLEA DI FEDERALIMENTARE: IL MADE IN ITALY DEL FUTURO.
Dopo il taglio del nastro e una visita ai padiglioni, i ministri hanno partecipato all'assemblea di Federalimentare. Il tema è il Made in Italy del futuro. Fra i temi in discussione, l'eredità di Expo, raccolta in pratica da Cibus, e l'innovazione da portare avanti dopo la grande manifestazione del 2015. Il presidente di Federalimentare Luigi Scordamaglia sottolinea che, quanto all'export, oltre al Made in Italy si può puntare sul Made with Italy: non c'è parte del mondo che non richieda in qualche modo l'alimentare italiano. 

Scordamaglia critica una certa cultura anti-industriale che serpeggia anche in Italia, ma in realtà le nostre industrie alimentari hanno il più elevato grado di controlli e sicurezza. Il ministro Lorenzin concorda con questa posizione. All'assemblea, il ministro Martina ribadisce l'importanza di unire le forze, anche per intercettare il web: i nuovi modi di comunicare aprono ancor di più le frontiere al Made in Italy alimentare e alla sua qualità. 

Foto
Bellezze a Cibus

Curiosità fra i padiglioni

Cronaca a cura di Andrea Violi

Leggi tutte le Top News: 24 ore PARMA - ITALIA/MONDO - SPORT

24 ORE PARMA - Top news città e provincia

24 ORE ITALIA-MONDO - Tutte le flash news 

24 ORE SPORT - Top news

Video Mondo: ecco i filmati più interessanti e curiosi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Francesco

    09 Maggio @ 18.54

    brundofrancesco@libero.it

    Era il ministro della salute Pubblica ? Perchè non ci racconta della trattativa segreta tra Usa ed Europa sul commercio, si vergognano a raccontarla ? o ce la fanno bere a cose fatte ? Meglio uscire dall'Europa

    Rispondi

  • la rivolta di atlante

    09 Maggio @ 18.45

    la rivolta di atlante

    BUGIA INDUSTRIALE .... NEL PERIODO DI ESTREMA CRISI ECONOMICA GRECA I SUPERMERCATI ERANO AUTORIZZATI AD ESPORRE E VENDERE ANCHE PRODOTTI ALIMENTARI SCADUTI A PREZZI SCONTATI ED ERANO I PRIMI A SPARIRE DOPO L'APERTURA. LA FAME E LA POVERTA' ABBASSANO LA SICUREZZA.

    Rispondi

  • Vercingetorige

    09 Maggio @ 17.43

    DISPACCIO ANSA , 9 MAGGIO 2016 , ORE 16,46 CIBUS : LORENZIN , INDAGINE DEI NAS SULLA QUALITA' NELLE MENSE SCOLASTICHE AVVIATA DAL MINISTRO SU SEGNALAZIONE DEI GENITORI . "L'alimentazione nelle scuole è importantissima, ho mandato i Nas per fare controlli a campione nelle scuole italiane per verificare se la qualità dei cibi richiamati nelle diete sia consono con la qualità garantita ai nostri bambini". Lo afferma il ministro della Salute Beatrice Lorenzin intervenendo all'assemblea di Federalimentare a Cibus. "L'indagine è partita su segnalazioni dei genitori che si lamentavano della qualità e quindi ho chiesto ai Nas di fare verifiche a campione". Il ministro osserva che "sarà trimestralmente fatto il punto della situazione sui risultati emersi dai controlli, come già fatto con la nostra task force nelle residenze per le persone anziane e sui disabili e anche in altre occasioni". I controlli sono già partiti, ha spiegato Lorenzin, e "del resto queste cose prima vengono fatte e poi annunciate", e non ha voluto precisare se i controlli si svolgono nelle scuole pubbliche o private o in entrambe. "Ci interessa andare a fondo per capire se esiste veramente un problema - conclude Lorenzin - e che tipo di problema è". L'indagine riguarda la qualita' del cibo offerto ai bambini nelle mense scolastiche ma anche le scelte dei tipi di cibo che vengono utilizzati nelle diete a seconda della fascia di eta'. In sostanza si tratta anche di un controllo sulla appropriatezza nutrizionale legate ai vari momenti della crescita.

    Rispondi

  • Vercingetorige

    09 Maggio @ 17.11

    "SULLA SICUREZZA ALIMENTARE NON SI TRATTA" UN CAVOLO ( sempre per restare in tema di cibus) ! Si sta preparando l' accordo di libero scambio tra Italia e Stati uniti , quindi saremo invasi dai prodotti dell' agricoltura e degli allevamenti americani . Potremo mangiare carni bovine piene di estrogeni , che , da loro, sono permessi , nella speranza , prima di morire , di vederci crescere le tette. L' Unione Europea ha autorizzato la produzione di formaggi con latte in polvere , sicché potremo avere il Parmigiano Nestlè . La lavorazione delle conserve , invece di partire dal pomodoro dei nostri campi , parte da pastone di pomodoro in arrivo chi sa da dove. I microbi stanno diventando sempre più resistenti agli antibiotici , col rischio di un disastroso ritorno di malattie che sembravano sconfitte , non soltanto per le prescrizioni improprie da parte dei Medici , ma anche perché vengono usati nell' allevamento di animali da macello e passano nelle carni . Ma non dite queste cose , se no avete la cultura anti-industriale !

    Rispondi

  • Pramzan

    09 Maggio @ 16.02

    Ma è vero che costa 70 Euro il biglietto d'ingresso? Ma sono impazziti? Se è vero è un'assurdità! Non mi vedono di certo.

    Rispondi

    • federicot

      09 Maggio @ 19.04

      federicot

      infatti cibus non è per te. ci sono aziende che espongono per altre aziende o per operatori del settore, cosa ci vai a fare?

      Rispondi

      • Pramzan

        09 Maggio @ 21.15

        Ecco, se c'era una cosa di cui proprio non avevo bisogno era la risposta di questo federicot che evidentemente sa se CIBUS è per me o meno... E se m'interessasse contattare una ditta? E magari stare zitto qualche volta no, eh?

        Rispondi

        • lorenz

          10 Maggio @ 10.30

          lorenzg64@yahoo.it

          Il biglietto per un giorno costa 45 Euro (anche se pochi pagano perchè entrano con biglietti omaggio/invito). La manifestazione da qualche anno è rivolta esclusivamente agli operatori di settore e, proprio per questo motivo, sono stati cambiati i giorni di svolgimento da giovedì/lunedì a lunedì/giovedì per evitare l'assalto del pubblico nel weekend (da loro definiti "le cavallette") che per gli operatori ed espositori non era di nessun interesse commerciale oltre a togliere spazio ai clienti veramente interessati ad accordi per l'acquisto dei prodotti. Spero di essere stato utile.

          Rispondi

Mostra altri commenti

Lealtrenotizie

Rischio attentati: barriere e new jersey a feste e mercati

terrorismo

Rischio attentati, la Prefettura: barriere e new jersey a feste e mercati

1commento

furti

Ladri nel cortile della ditta: se ne vanno con un furgone "firmato"

INCHIESTA

Stu Pasubio, indagine chiusa. Ecco le accuse della Procura

11commenti

rapina

Piazza Garibaldi, ore 21: rapina con il coltello

3commenti

Tragedia

Cade in montagna, muore l'urologo Poletti

1commento

tg parma

Parma, Matri ad un passo: sì del giocatore, oggi nuovo incontro Video

calcio

Parma, oltre 7.200 abbonamenti. In attesa del colpaccio

corte godi

Furgone in fiamme: e l'incendio rischia di estendersi ai balloni

Furti

Due assalti in dieci giorni alla scuola Sanvitale

TRA FEDE E ARTE

Viaggio inedito nel Duomo «invisibile» Foto

tragedia

Barca prende fuoco e affonda nel Po, 65enne muore annegato Video

La vittima, Marco Padovani, era di Trecasali

Il racconto dagli Usa

I parmigiani cacciatori di eclissi

Fidenza

Basket, Azzoni: «Saremo la Fulgor per Fidenza»

Impresa

Greta, un bronzo che vale come un oro

Felegara

E' morta Gianna, la regina dei tortelli

gazzareporter

Via Langhirano, la razzia "chirurgica" degli specchietti retrovisori Foto

10commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I terroristi di ieri e quelli di oggi

di Michele Brambilla

EDITORIALE

La nuova mafia che occupa Parma

di Francesco Bandini

ITALIA/MONDO

Monterosso

Ventenne muore cadendo da un muraglione alle Cinque Terre

istruzione

Fedeli: "Favorevole a portare la scuola dell'obbligo a 18 anni"

SPORT

Ciclismo

Vuelta, ancora un italiano: Trentin

motori

La Ferrari rinnova il contratto con Raikkonen

SOCIETA'

usa

Tumore ovaie: risarcimento, J&J pagherà altri 417 milioni per "talco killer"

il caso

Anziano accusato di pedofilia. E il paese si spacca

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti