-0°

12°

Francia

Nizza, fermata la moglie dell'attentatore. Beffata la polizia: "Consegno gelati"

Sono 84 le vittime della strage. Anche una donna fra le persone che hanno cercato di fermare il killer

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Vasco Rossi nel 2018 sarà a giugno negli stadi

musica

Vasco Rossi torna negli stadi: appuntamento a giugno 2018

1commento

"Obscured by clouds": i Pink Floyd nella valle del mistero

IL DISCO

"Obscured by clouds": i Pink Floyd nella valle del mistero Video

Lenny Kravitz a Verona e Lucca per tour estivo

musica

Lenny Kravitz a Verona e Lucca per il tour estivo

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Il Casale», buoni piatti di pesce e di terra

CHICHIBIO

«Il Casale», buoni piatti di pesce e di terra

di Chichibio

Ricevi gratis le news
11

E’ stata fermata la moglie di Mohamed Lahoujaiej Bouhlel, il killer di Nizza ucciso dalla polizia ieri sere dopo avere provocato una strage con almeno 84 morti sulla Promenade del Anglais. Lo afferma la tv M6, che aggiunge: Mohamed Lahouaiej Bouhlel ha beffato i servizi di sicurezza fingendosi un fornitore di gelati. 


Ultimi aggiornamenti:
Era depresso per il divorzio dalla moglie il killer che ieri sera si è lanciato con un camion falciando per due chilometri la folla della Promenade des Anglais in festa per il 14 luglio e sparando sui passanti. Mohamed Lahouaiej Bouhlel, francese di origini tunisine di 31 anni, era noto alla polizia per violenze e uso di armi, era stato in libertà vigilata, ma non risultano legami con il terrorismo. I suoi documenti erano nel tir con il quale ha ucciso 84 persone. I vicini lo descrivono come un uomo solitario, non molto religioso, non aveva neppure osservato Ramadan per intero quest’anno. E’ stato fermato nella sua folle corsa da un uomo e due poliziotti, uno degli agenti è una donna.
In queste ore l’aeroporto di Nizza è stato evacuato, i motivi non sono ancora chiari. Dopo la strage i turisti hanno lasciato gli alberghi. Tra le vittime ci sono tanti bambini, 54 sono ricoverati, mentre quelli ritrovati da soli tra la folla sono stati radunati nella sede principale della polizia. Una ventina i feriti in condizioni gravissime. Molti italiani risultano irrintracciabili, il console generale spiega che c'è il rischio alcuni siano rimasti coinvolti.
Il presidente francese Francois Hollande ha prolungato di altri tre mesi lo stato di emergenza che doveva concludersi il 26 luglio. E ha annunciato che saranno rafforzati i raid in Siria e Iraq: 'Siamo stati colpiti il 14 luglio, giorno di Festa Nazionale e simbolo della libertà, perchè i fondamentalisti negano i diritti. La Francia è inorridita da questa tragedia, questa mostruosità, ma siamo più forti dei fanaticì. 'Siamo in guerrà, ha detto il ministro dell’Interno Cazeneuve. La cancelliera tedesca Angela Merkel ha dichiarato che la 'Germania è a fianco della Francià, 'malgrado le difficoltà, vinceremo questa battaglià. Vicinanza di Theresa May: spalla a spalla con Hollandè. Il premier Matteo Renzi: 'I terroristi non l’avranno vinta, maì. I sostenitori dell’Isis, riporta il Site, hanno celebrato il massacro, ma al momento non c'è stata una rivendicazione ufficiale.
I cadaveri non possono essere spostati dalla Promenade des Anglais fino a che gli esperti della Scientifica non avranno concluso le analisi. Un corpo steso, coperto da un telo dorato e accanto una bambola con il suo vestitino rosa: è una delle immagini più drammatiche della strage.

Il punto alle 12.30 

Identificato il killer che ieri sera si è lanciato con un camion falciando per due chilometri la folla della Promenade des Anglais in festa per il 14 luglio e sparando sui passanti. Si chiamava Mohamed Lahouaiej Bouhlel, franco-tunisino di 31 anni, era noto alla polizia per violenze e uso di armi, ma non risultava alcun legame con il terrorismo. I suoi documenti erano dentro il tir con il quale ha ucciso 84 persone. Perquisizioni sono in corso nella sua abitazione. E' stato neutralizzato da un uomo e due poliziotti, uno degli agenti è una donna.
Tra le vittime ci sono tanti bambini, 54 sono ricoverati, mentre quelli ritrovati da soli tra la folla sono stati radunati nella caserma Auvare, sede principale della polizia in città. Una ventina i feriti in condizioni gravissime.
Molti italiani risultano irrintracciabili, il console generale d’Italia a Nizza invita alla calma perchè in molti nel caos di ieri sera hanno perso il cellulare o non sono riusciti a rientrare in casa. Tuttavia ammette che il rischio che cittadini italiani siano rimasti coinvolti 'effettivamente c'e».
Il presidente francese Francois Hollande ha prolungato di altri tre mesi lo stato di emergenza che doveva concludersi il 26 luglio. E ha annunciato che saranno rafforzati i raid in Siria e Iraq: 'Siamo stati colpiti il 14 luglio, giorno di Festa Nazionale e simbolo della libertà, perchè i fondamentalisti negano i diritti. La Francia è inorridita da questa tragedia, questa mostruosità, ma siamo più forti dei fanaticì. 'Siamo in guerrà, ha detto il ministro dell’Interno Cazeneuve.
La cancelliera tedesca Angela Merkel ha dichiarato che la 'Germania è a fianco della Francià, 'malgrado le difficoltà, vinceremo questa battaglia. Il premier Matteo Renzi ha ritwittato le dichiarazioni di Hollande. I sostenitori dell’Isis, riporta il Site, hanno celebrato il massacro, ma al momento non c'è stata una rivendicazione ufficiale.
I cadaveri non possono essere spostati dalla Promenade des Anglais fino a che gli esperti della Scientifica non avranno concluso le analisi. Un corpo steso, coperto da un telo dorato e accanto una bambola con il suo vestitino rosa: è una delle immagini più drammatiche della strage.

Il punto alle 9.30

Diversi corpi, ricoperti da un lenzuolo blu, si trovano ancora sul marciapiede della Promenade des Anglais, il lungomare di Nizza, dove ieri notte un uomo -  si chiamava Mohamed Lahouaiej Bouhlel - è piombato con un tir sulla folla sparando. A terra ha lasciato 84 morti - questo per ora il bilancio - e decine di feriti, alcuni gravi. Tra le vittime molti bambini. I sostenitori dell’Isis, come riporta su Twitter il Site, hanno «celebrato» il massacro, ma al momento non c'è stata una rivendicazione ufficiale.
Secondo il ministro dell’interno Bernard Cazeneuve circa 70 esperti della scientifica stanno lavorando e i corpi non potranno essere rimossi prima che abbiano finito le loro analisi. Le strade del centro della città sono praticamente deserte. Si teme ancora la presenza di complici del killer. L'accesso agli stabilimenti balneari, pubblici e privati, lungo la Promenade, è stato interdetto dalle autorità locali dopo l'attentato di ieri sera. Tutti i bambini ritrovati soli tra la folla ieri sera sono radunati nella caserma Auvare, sede principale della polizia in città.
Il presidente francese Francois Hollande, che oggi sarà a Nizza, ha prolungato di altri tre mesi lo stato di emergenza in Francia che doveva terminare il 26 luglio. «Rafforzeremo le operazioni contro i terroristi dell’Isis in Siria e in Iraq e contro chi ci attacca nel nostro territorio» - ha detto Hollande - «nulla ci farà cedere nella nostra volontà di lottare contro il terrorismo».
Sono stati ulteriormente rafforzati i controlli da parte italiana sul confine di Stato a Ventimiglia sia a Pont St.Ludovic che a Pont St. Louis dopo l’attentato. Il Presidente del Consiglio Matteo Renzi ha partecipato questa mattina alla riunione del sottosegretario Marco Minniti con i vertici delle agenzie di intelligence. La Farnesina «invita i connazionali presenti a Nizza ad evitare spostamenti ed a seguire le indicazioni delle Autorità locali». Ancora nessuna conferma dell’eventuale presenza fra le vittime e fra i feriti di italiani.
Il killer di Nizza, un franco tunisino di 31 anni, «è stato neutralizzato da un uomo e due poliziotti», uno dei quali è una donna, come ha raccontato a radio Europe 1 il presidente del Dipartimento delle Alpi Marittime Eric Ciotti. «Una persona è saltata sul camion per tentare di fermarlo - ha detto Ciotti -. E' a quel momento che la polizia è stata in grado di neutralizzare questo terrorista». 

«C'erano molti italiani sulla Promenade des Anglais, ieri sera, e il rischio che siano rimasti coinvolti nell’attentato c'è...». Lo afferma all’ANSA Serena Lippi, console generale d’Italia a Nizza. «Al momento però non abbiamo dati ufficiali - aggiunge - per cui serve la massima prudenza».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • la rivolta di atlante

    15 Luglio @ 18.36

    la rivolta di atlante

    IL MONDO DEVE DECIDERE DI IMPORRE IL LIBERO ARBITRIO COME DIRITTO INALIENABILE DELLA CIVILTÀ UMANA E PERSEGUIRE CON OGNI MEZZO CHI IMPEDISCE TALE DIRITTO NELLE PAROLE E NELLE AZIONI.IL MONDO HA BISOGNO DI UNA DITTATURA .. LA DITTATURA DELLA LIBERTÀ E DELLA SICUREZZA SOCIALE. FINE DELLE RELIGIONI INTOLLERANTI E DI POLITICHE ILLIBERALI E CHIUNQUE SI PONGA COME OPPOSITORE DELLA LIBERTÀ INDIVIDUALE VENGA SPAZZATO VIA DAL PIANETA INSIEME AI SUOI DEI E AI SUOI PRETI FANATICI . QUANTI SECOLI ANCORA DEVONO PASSARE E QUANTE VITTIME INNOCENTI...PRIMA DI VEDERE LA LUCE DELLA EVOLUZIONE DEL GENERE UMANO .

    Rispondi

  • Vercingetorige

    15 Luglio @ 16.42

    "LANCIO" ADNKRONOS 14/07/2016 , ore 12:34 . GIORGIA MELONI PRESENTA IL PROGETTO DI LEGGE PER IL REATO DI INTEGRALISMO ISLAMICO . 'Disinnesca l'odio, una legge per punire chi aiuta i terroristi', si legge in un volantino diffuso alla stampa con in primo piano alcuni candelotti di dinamite pronti a esplodere allo scadere del timer. Giorgia Meloni presenta alla Camera una proposta di legge "per l'introduzione del reato di integralismo islamico". "Non si tratta - spiega la leader di Fdi in una conferenza stampa a Montecitorio - di un reato di opinione, non è una norma che intende minare la libertà religiosa, ma una norma che ha come finalità unica il garantire la sicurezza di chi vive in Italia". Secondo Meloni "l'atroce massacro di Dacca ha rappresentato per tutti noi una brutta doccia fredda: ha sfatato alcuni miti cari al buonismo, cioè che l'integralismo islamico è legato alla povertà. I terroristi di Dacca sono persone colte, persone benestanti, come lo era Bin Laden". Il fenomeno del fondamentalismo islamico, avverte l'ex ministro, è "inserito nella cultura islamica. Alla base del problema c'è una specifica ideologia, mescolata a una base religiosa". E poi, "sentiamo spesso dire, quando ci sono episodi di terrorismo, che sono atti di qualche folle. Facciamo finta di non vedere che alla base del fondamentalismo islamico c'e' una cultura, ci sono cattivi maestri, che spesso sono nazioni e Stati con i quali l'Occidente ha a che fare, tratta ampiamente. Sono le nazioni che finanziano la stragrande maggioranza dei centri culturali islamici in Italia", spiega Meloni.

    Rispondi

  • fabiopaio

    15 Luglio @ 13.19

    Solite parole di circostanza dalla politica...solite frasi sui social...intanto la gente continua a morire...O SI USA IL PUGNO DURO O NON SI VA DA NEDSUNA PARTE..altro che integrazione e tolleranza

    Rispondi

  • filippo

    15 Luglio @ 13.11

    Parafrasando il premier...,avanti con l'accoglienza.,.,,

    Rispondi

  • eugenio

    15 Luglio @ 13.04

    Siamo sicuri che l'islam sia una religione?

    Rispondi

Mostra altri commenti

Lealtrenotizie

Incidente Corcagnano

Incidente

Pedone investito a Corcagnano sulla Massese: 15enne in gravi condizioni

protezione civile

L'Enza fa paura: il ponte di Sorbolo resterà chiuso fino a domani (Paura a Vignale: il video)

4commenti

autostrada

Auto si capovolge in A1 a Campegine: conducente illeso Foto

ordinanze

Ghiaccio, maltempo e zone in Appennino senza luce: ecco le scuole che resteranno chiuse

squadra mobile

Vicofertile, quattro kg di droga in casa del pusher "impenitente" Video

2commenti

legambiente

La Brescia-Parma tra le peggiori linee ferroviarie d'Italia con la Circumvesuviana e l'Agrigento-Palermo

1commento

ieri sera

Lupo investito da un'auto in via Emilio Lepido

26commenti

San Prospero

«La Vela» in stato di abbandono

4commenti

GAZZAFUN

Dagli ex alle coppe vinte: 10 quiz per sapere tutto del Parma

SENZATETTO

Il Natale lontano di chi vive sotto i ponti

1commento

tg parma

Guerra: "Per Fedez nessuna location bocciata. In settimana l'annuncio"

FORNOVO

Polemiche sull'albero di Natale

1commento

SALSO

Ancora furti: due case messe a soqquadro

1commento

sos animali

Sospetto avvelenamento di un cane in Cittadella

Fidenza

Elena Novaresi: una carriera partita da «Amici»

Rimpatriata

Caro, vecchio quartiere Marchi

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Berlusconi ritorna: non farà da spettatore

di Stefano Pileri

L'ESPERTO

Naspi cumulabile con altri redditi? Sì, ma solo in determinati casi

ITALIA/MONDO

sondrio

Passanti travolti al mercatino di Natale: "Ne dovevo uccidere di più"

birmania

Metodici stupri dell'esercito sulle donne Rohingya: l'indagine dell'Ap Le foto-simbolo

1commento

SPORT

Basket

Pugno all'avversaria: cestista squalificata per tre mesi

calcio

Ottavi Champions: Juve con il Tottenham, Roma con lo Shakhtar. L'Europa League

SOCIETA'

cultura

L’Arabia Saudita riaprirà i cinema dal prossimo anno, dopo oltre 35 anni

emendamenti

Manovra: salta la stretta sull'uso dei cellulari in auto

MOTORI

Auto-moto-pedoni

Guidare su neve e ghiaccio: le 10 regole

MOTO

Prova Kawasaki Z900RS