11°

17°

Scontro treni

Andria, l'addio alle vittime sotto il nubifragio. Le foto. E le loro storie

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Best: tutti i compleanni

FESTE PGN

Best: tutti i compleanni Foto

Attaccano catena e lucchetto a una saracinesca: la bici resta a mezz'aria

PARMA

Attaccano catena e lucchetto a una saracinesca: la bici resta a mezz'aria

6commenti

Asterix e Obelix arrivano a Parma e gustano il prosciutto in una "taberna"

FUMETTI

Asterix e Obelix arrivano a Parma e gustano il prosciutto in una "taberna" Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Criptovalute, il problemaè la mancanza di un governo

L'INCHIESTA

Bitcoin, il vero problema è la mancanza di un governo

di Giovanni Fracasso

Ricevi gratis le news
0

E’ il giorno dell’estremo saluto ad Andria a 13 delle 23 vittime del disastro ferroviario del 12 luglio scorso in Puglia. I parenti delle altre 10 persone morte nello scontro hanno preferito celebrare i funerali nella loro città di residenza.

La cronaca

Centinaia di persone sono in coda da questa mattina sotto la pioggia battente per entrare nel Palazzetto dello sport dove alle 11 saranno celebrati i funerali di 13 delle 23 vittime del disastro ferroviario del 12 luglio scorso in Puglia. Il Palazzetto dello sport, che può contenere all’incirca 5 mila persone, è quasi già del tutto pieno.
All’interno è stato allestito un semplicissimo altare e le bare sono allineate una a fianco all’altra. E’ già giunta la presidente della Camera, Laura Boldrini, che si è avvicinata ai parenti delle vittime per esprimere il suo cordoglio.

Il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, è giunto nel Palazzetto dello sport di Andria dove dinanzi all’altare si è fermato per qualche minuto in raccoglimento dinanzi alle bare delle vittime del disastro ferroviario. Mattarella ha poi raggiunto i parenti che sono seduti nelle prime file per stringere le mani e rivolgere una parola di conforto a ciascuno di loro.

«Ho tanti ricordi belli con lui e voglio ricordarlo così. Non in quella bara». A parlare è un amico di Francesco Tedone, di 17 anni, morto con altre 22 persone nell’incidente ferroviario avvenuto il 12 luglio in Puglia. L’amico di Francesco sta partecipando ai funerali di 13 delle 23 vittime che si tengono al palasport di Andria, anche se le esequie del suo amico si celebreranno nel pomeriggio a Corato.(ANSA)

Ecco in breve le storie delle 23 vittime. 


Pasquale Abbasciano, di Andria, 61 anni, era il macchinista di uno dei due treni coinvolti nello scontro. A settembre sarebbe andato in pensione.


Giuseppe Acquaviva, di Andria, 59 anni, viaggiava con sua sorella Serafina, di 62 anni. Lui l’aveva accompagnata a Bari per degli esami medici: entrambi non sposati, vivevano insieme e sono morti insieme.


Maria Aloysi, di Bari, 50 anni. Sposata e con due figli, andava quasi ogni giorno ad Andria per fare visita al padre. Quella mattina ha preso il treno all’ultimo minuto.


Alessandra Bianchino, 29 anni, di Trani. Faceva volontariato ed era prossima alla laurea.


Rossella Bruni, 22 anni, studentessa di Lettere amava scrivere racconti sul suo blog.


Pasqua Carnimeo, di Modugno di 30 anni. Patty lascia una figlia di due anni e mezzo. Faceva l’estetista e andava tutti i giorni a Bari al lavoro in treno.


Enrico Castellano, di Ostuni, 74 anni, dirigente bancario in pensione, viveva tra Torino e Cuba. Era tornato lunedì in Puglia per festeggiare l’onomastico in famiglia.


Luciano Caterino, di Ruvo di Puglia, di 37 anni, è l’altro macchinista morto nello scontro. Guidava il convoglio giallo, quello proveniente da Bari.


Michele Corsini, di Milano, di 61 anni. Aveva un bar nel centro di Barletta.


Albino De Nicolo, 57 anni, di Terlizzi, una vita da ferroviere, era il capotreno di uno dei due convogli.


Salvatore Di Costanzo, di Bergamo, 56 anni, agente di commercio, andava ad Andria per un appuntamento di lavoro: volato di prima mattina da Orio al Serio, era atterrato all’aeroporto di Bari.


Giulia Favale, nata in Francia, di 51 anni, insegnante di lingue al liceo, viaggiava con la figlia che è ferita, ma si è salvata.


Nicola Gaeta, di Bari, 57 anni. Anche lui ferroviere, capostazione, quel giorno era stato richiamato in servizio per sostituire un collega malato. Aveva preso il treno a Bari per prendere servizio a Barletta.


Jolanda Inchingolo, di Andria, di 25 anni, laureanda, si sarebbe dovuta sposare a settembre.


Benedetta Merra, di Andria, di 53 anni. Era andata Bari per un controllo medico. Poco prima dello schianto aveva chiamato casa per avvertire che stava tornando.


Donata Pepe, di Cerignola, di 63 anni. Viaggiava con il nipotino di 7 anni che si è salvato grazie all’abbraccio della nonna.


Maurizio Pisani, di Pavia, di 51 anni. Giudice di uno dei talent show "La ricetta perfetta". Era in vacanza con la famiglia.


Giovanni Porro, di Andria, 60 anni. Impiegato pubblico, faceva il pendolare per lavoro.


Fulvio Schinzari, di Galatina, 59 anni, vicequestore aggiunto della polizia, stava tornando al lavoro dopo le ferie. Da Andria, dove viveva con la moglie e due figlie, era diretto a Bari dove era dirigente l’ufficio del Personale della Questura.


Antonio Summo, di Terlizzi, solo 15 anni, è il più giovane delle vittime. Tornava a Ruvo di Puglia da Andria, dove aveva sostenuto gli esami per superare due debiti all’istituto industriale.


Francesco Ludovico Tedone, di Terlizzi, 17 anni, era da poco rientrato dal Giappone dove aveva trascorso un anno di studio con Intercultura.


Gabriele Zingaro, di Andria, aveva 23 anni e da poco aveva trovato lavoro in una fabbrica di Modugno (Bari). Era andato al Policlinico per farsi controllare una ferita che si era procurato in un infortunio sul lavoro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Lealtrenotizie

Danneggia un'auto e fugge: preso

Busseto

Danneggia un'auto e fugge: preso

PARMENSE

Fornovo, rustico a fuoco. Fiamme anche a Basilicanova

Notte di lavoro per i vigili del fuoco

PARMA

Addio a Elisabetta Magnani, donna dolce e coraggiosa: aveva 48 anni

weekend

Una domenica da vivere nel Parmense L'agenda

LIRICA

Festival Verdi: incassi oltre il milione, stranieri 7 spettatori su 10

LANGHIRANO

Cascinapiano, auto fuori strada: un ferito

Ferite di media gravità per il conducente

Lubiana

Polo sociosanitario, 12 anni di attesa

3commenti

Calcio

Parma, tre punti d'oro

ambiente

Aumentano le polveri: restano i divieti. In attesa della pioggia Video

Ma Epson avverte: "Sarà l'ottobre più secco in sessant'anni"

Appello

Pertusi: «Muti senatore a vita? Giusto e doveroso»

1commento

Salsomaggiore

«In via Petrarca ci sentiamo abbandonati»

CULTURA

«A scuola nei musei»: il viaggio sta per ricominciare

Contributo

Scuole squattrinate? Pagano mamma e papà

PARMA

Minacciato nel suo palazzo da un uomo armato di coltello: serata di paura in centro

Il parmigiano ha chiamato la polizia ma lo sconosciuto è fuggito

GAZZAFUN

Il gatto più bello di Parma: sospesa la votazione finale

il caso

Eramo: "Il conto dei servizi, il Comune lo fa pagare ai disabili?"

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Brexit, nebbia fitta sulla Manica

di Aldo Tagliaferro

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria Ferrari da Cecchino», la tradizione continua

di Chichibio

ITALIA/MONDO

VENEZIA

Stuprava la figlia minorenne e la "prestava": niente carcere, reato prescritto

3commenti

DA GENNAIO

E la Ue "sdogana" gli insetti a tavola

SPORT

Moto

Marquez a un passo dal Mondiale, Rossi secondo

Formula 1

Hamilton, pole numero 72. Vettel è secondo

SOCIETA'

IL DISCO

1st, il capolavoro dei Bee Gees

Narrativa

Roma, autopsia della borghesia

MOTORI

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro

IL TEST

Debutta la nuova Polo: ecco come va