-2°

la segnalazione

Strada Nuova, i residenti: "Traffico, sosta selvaggia e inciviltà: un incubo" Foto

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Biancanve

fiabe

Biancaneve, gli 80 anni della prima principessa Disney

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa

PGN

La laurea di Valentina: ecco chi c'era alla festa Foto

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

capodanno

Fedez in piazza Garibaldi. Ma per non più di 9mila

10commenti

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Corsie «flessibili» per i bus: si può fare di più?

VIABILITA'

Corsie «flessibili» per i bus: si può fare di più?

di David Vezzali

Ricevi gratis le news
1

Hanno raccolto le firme, e hanno messo nero su bianco il loro incubo quotidiano (anzi, feriale seguendo il calendario scolastico) i residenti di Strada Nuova. Traffico, sosta selvaggia, inciviltà, la richiesta di rispetto e un appello al Comune: "Vogliamo i vigili".

Ecco la lettera che hanno scritto:
"Siamo alcuni cittadini residenti in Strada Nuova che desiderano ringraziare l'Amministrazione comunale per l'attenzione che sta dimostrando in merito al problema del traffico nella nostra zona durante il periodo scolastico.
Da tempo infatti segnaliamo il forte disagio che viviamo quotidianamente, ogni mattina dalle ore 07:40 alle ore 08:15 circa e ogni pomeriggio in corrispondenza dei diversi orari di uscita degli studenti dai plessi scolastici "Collegio Maria Luigia" e Liceo "A. Sanvitale".
In questi lassi di tempo infatti Strada Nuova e Borgo Lalatta sono totalmente bloccati e intasati dal traffico automobilistico prodotto dai mezzi che accompagnano o ritirano i discenti; ci sono autovetture parcheggiate ovunque, in doppia fila, sui marciapiedi, sugli stalli zebrati; ci sono auto incolonnate al centro della carreggiata che, in prossimità degli incroci della nostra strada con borgo Lalatta e poi con via Repubblica, si fermano per far scendere i bambini e i ragazzi che, con tutta calma, escono dalle vetture, aprono il bagagliaio per prelevare gli zaini, li collocano sulle spalle, chiudono portiere e portelloni, salutano e scambiano le ultime parole non curanti dell'interminabile fila che si è creata alle loro spalle, e quindi di chi subisce la loro maleducazione. La cosa si ripete quotidianamente nelle differenti fasce di uscita dalle suddette scuole.
Capannelli di genitori inoltre si fermano per scambiare chiacchiere con le auto parcheggiate selvaggiamente sui marciapiedi, davanti ai passi carrabili, sugli stalli zebrati oppure ci sono altri che parcheggiano sulle linee blu, ma rimangono a bordo senza pagare la sosta.
Tale situazione impedisce ai residenti di uscire liberamente dai propri cancelli, di percorrere serenamente la strada a piedi, in bici o in auto; impedisce inoltre, al rientro a casa, di poter parcheggiare il proprio veicolo in meno di 20 - 40 minuti.
I disabili motori nella nostra zona non possono essere liberi di accedere e percorrere i marciapiedi con carrozzine. Non è nemmeno da escludere che, nell’eventualità in cui si renda necessario l'intervento di un mezzo di soccorso in questi orari, lo stesso non possa accedere e prestare aiuto a causa del traffico bloccato.
Per non dire del problema dell'inquinamento dovuto all'alta concentrazione di gas di scarico che rende l’aria irrespirabile essendo la via stretta e inadatta a sopportare una così rilevante mole di traffico concentrato in pochi minuti.
E’ sovente capitato che, quando si "riprende" chi ha parcheggiato in violazione delle regole di circolazione, si venga aggrediti verbalmente con toni offensivi anche se si è richiesto l'intervento dei vigili urbani. A parer loro, infatti, pagare l'accesso per accedere alla zona della scuola consentirebbe di poter parcheggiare in ogni dove e per il tempo necessario al ritiro di figli e nipoti di un'età compresa dai 6 ai 18 anni.
Ci chiediamo il motivo per cui, a differenza di quanto accade per altre numerose scuole (si vedano ad esempio la scuola Newton o la vicina scuola per l'Europa), non sia giornalmente presente un presidio di vigili urbani che controlli e regoli il traffico e il deflusso dei mezzi. Riteniamo che questo sarebbe un utile deterrente alle suddette condotte.
Siamo quindi qui a chiederVi la presenza quotidiana di agenti della Polizia Municipale anche all'incrocio di via strada Nuova con Borgo Lalatta.
Valuteremmo anche più funzionale la chiusura totale del traffico in Strada Nuova consentendo accesso e transito ai soli residenti negli orari di entrata e di uscita, come accade da diversi anni in via Saffi per la Scuola per l' Europa.

Abbiamo l'incubo di ciò che comporta la riapertura delle scuole! Riteniamo ammirevole il fatto che si sia presa in considerazione la situazione e che si sia cercata una soluzione ai problemi che essa comporta. Riteniamo tuttavia che le misure che si stanno per adottare non siano sufficienti a ridurre e a rendere più vivibile la situazione. Temiamo anzi che si intensifichi l'accesso a via Strada Nuova nonostante diventi Ztl, essendo sufficiente il pagamento di qualche decina di euro per ottenere il permesso di accedere e transitare nella via per i mesi di scuola.
Il problema più sconcertante e sconfortante è la maleducazione a cui si assiste, la prepotenza di chi dovrebbe essere il modello educativo delle nuove generazioni.
Il fatto che genitori e nonni portino o ritirino i figli da scuola parrebbe motivo valido e sufficiente per fare ciò che gli pare con la propria autovettura: andare in retromarcia sui sacchi dei rifiuti posti sugli stalli zebrati (una volta ne è stato rotto uno dal quale sono fuoriusciti pannoloni, cateteri e guanti in lattice), spostare a mano o con l'auto i due bidoni del vetro, parcheggiare sui marciapiedi a discapito dei pedoni, etc.
Premesso che non è sicuramente responsabilità dell'Amministrazione la maleducazione dei singoli individui, crediamo invece che esista una grave lacuna della stessa nel controllo della circolazione dei veicoli e della sicurezza in orario scolastico.
Alleghiamo foto (purtroppo non di tutte le situazioni esposte, perché non si è sempre nella possibilità di scattare), ma se ancora non fossero esaustive al fine di farVi comprendere questa reale situazione, Vi invitiamo a presenziare per una settimana negli orari di ingresso e di uscita. Ovviamente a un mese o due dalla ripresa della scuola...all'inizio tutti sono bravi!
Insegniamo ai bambini e ai ragazzi il rispetto del prossimo e del suolo pubblico.
Grazie."

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Andreaparma

    17 Settembre @ 13.50

    Condivido appieno. Non risiedo in zona, ma ho visto con i miei occhi una giovane signora in borgo Lalatta a bordo di un grosso suv parcheggiato sul marciapiedi e che bloccava il passaggio di una carrozzina con a bordo un disabile. Il poveretto non sapeva come fare ed io l’ho aiutato a scendere dal marciapiedi e a risalire, mentre questa, rimirando la scena, ha continuato bellamente a chiacchierare al telefono, disinteressandosi completamente di ciò che stava accadendo, una vera incivile. Ben vengano quindi le multe e i divieti.

    Rispondi

Lealtrenotizie

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

IL FIDANZATO

«Giulia, sei stata il mio cielo stellato»

salsomaggiore

Perseguita l'ex convivente e le incendia l'auto: arrestato 63enne

INCIDENTI

Frontale sulla provinciale per Medesano: due feriti, uno è grave

Il dopo alluvione

Colorno, in via Roma sarà un Natale al freddo

dopo l'alluvione

Don Evandro: "A Lentigione la luce ha vinto sulle tenebre: grazie volontari!"

Aveva 52 anni

Addio a Filippo Cavallina

WEEKEND

La domenica ha il sapore dei mercatini. Natalizi, ovviamente L'agenda

carabinieri

Altre 37 dosi fiutate dal cane antidroga nei cespugli di viale dei Mille

6commenti

San Polo d'Enza

Spaccate a tempo di record: altri 4 colpi "intestati" alla banda, uno a Montechiarugolo

Gara

La grande sfida degli anolini

2commenti

Centro storico

Giardini di San Paolo tra chiusure e rifiuti

2commenti

calcio

Il Parma s'accontenta

MAGGIORE

Ematologia, nuovi laboratori per la ricerca sulle staminali

FIDENZA

Città in lacrime per Andrea Amadè

LUTTO

Busseto ha perso il dolce sorriso di mamma Chiara: aveva 41 anni

tg parma

Furti in due abitazioni a Colorno Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le cose della vita (e quelle del palazzo)

di Michele Brambilla

CHICHIBIO

«Trattoria I Du Matt», cucina parmigiana di qualità

di Chichibio

2commenti

ITALIA/MONDO

PADOVA

Azienda non riusciva a trovare 70 operai: dopo l'appello 5mila domande

il caso

La salma di Vittorio Emanuele III ha lasciato l'Egitto. Direzione Piemonte Foto

SPORT

sci

Sofia Goggia e' tornata, Hirscher gigante in Badia

Sport Invernali

Kostner regina, Cappellini-Lanotte da brividi

SOCIETA'

LA PEPPA

La ricetta natalizia - Torta di stelline

TELEVISIONE

Nadia Toffa racconta i momenti del malore. Stasera in onda alle "Iene"

MOTORI

NOVITA'

Alpine A110 Premiere Edition, risorge un marchio storico

motori

Ford, che Fiesta: ST-Line o Vignale per pensare in grande