-2°

tv

"Il trono di spade" trionfa agli Emmy awards: 12 statuette

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Raffaella Fico: "Sposerò Moggi"

Gossip Sportivo

Raffaella Fico: "Sposerò Moggi"

Malore alle prove del concerto: operato Al Bano

Roma

Malore alle prove del concerto: operato Al Bano

La viadanese Gaia in finale a X Factor

talento

La viadanese Gaia in finale a X Factor

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Ristoranti - La Zagara

CHICHIBIO

Ristoranti - La Zagara: cucina, pizza e dolci di qualità

di Chichibio

0


Veep migliore commedia e Il Trono di Spade migliore serie drammatica da guinness: vince per due anni consecutivi, raggiungendo così il record di serie di prima serata più premiata di sempre. A parte queste due vittorie molto scontate, per il resto sono state molte le sorprese alla 68ma edizione degli Emmy Award, gli Oscar della televisione che ogni anno a settembre decretano il meglio della stagione appena avviata confermando la loro vocazione di premi alla diversità che tanto scarseggia invece negli Oscar. Veep si riconferma dall’anno scorso migliore commedia e Il trono di spade riafferma la sua popolarità non solo fra il pubblico ma anche fra i membri dell’Academy of Television Arts and Sciences che ogni anno scelgono i vincitori.
Games of Thrones non ha vinto infatti molti dei premi per cui era stata nominata. Maggie Smith è la migliore attrice non protagonista di una serie drammatica per la sua straordinaria interpretazione della contessa di Violet di Grantham in Downton Abbey, battendo tre candidate per Games of Thrones: Lena Headey, Emilia Clarke e Maisie Williams, fra gli uomini Peter Dinklage e Kit Harrington di Trono di Spade sono stati battuti a sorpresa da Ben Mendelssohn per Bloodline.
Sorprese anche fra i protagonisti delle serie drammatiche. Ramey Malek per Mr Robot, nuovo serial che ipotizza una rivoluzione ad opera di hacker, ha battuto Kevin Spacey, candidato quattro volte per House of Cards e mai uscito vincitore. Fra le donne, a vincere è stata Tatiana Maslany per Orphan Black che ha battuto star come Viola Davis per Le regole del delitto perfetto, Robin Wright per House of Cards e Claire Danes per Homeland.
Il primo premio assegnato in serata è stato anch’esso una sorpresa. La statuetta per il migliore attore non protagonista è andato a Louie Anderson che interpretava una donna, la madre del protagonista Chip (Zach Galifianakis) nella serie commedy Baskets che aveva un’unica nomination ed è andata a segno. L'analogo premio al femminile è andato a Kate McKinnon per lo show Saturday night live. Mentre più scontate sono state le premiazioni agli attori protagonisti di una commedia. Julia Louis-Dreyfus per il quinto anno consecutivo ha vinto per Veep e Jeffrey Tambor ha portato a casa l’analoga statuetta al maschile per Transparent, serie che racconta il mondo transgender che ha vinto anche il premio alla regia (Jill Soloway).
Fra le miniserie a vincere a mani basse è stato il doc-drama Il caso OJ Simpson, prima stagione di American Crime Story, che ha vinto il premio più importante, per la migliore miniserie e altre 4 statuette: la migliore sceneggiatura, migliore attore e la migliore attrice non protagonisti (Sterling K. Brown e Sarah Paulson) e migliore attore protagonista, Courtney B. Vance.
Presentato da Jimmy Kimmel, la serata ha avuto una tono politico piuttosto acceso. Prima Jeb Bush ha fatto la sua apparizione nello sketch iniziale, poi il presentatore la tirato una stoccata a Donal Trump: Indicando Mark Burnett, il produttore inglese di di the Apprentice, il programma che ha dato la popolarità televisiva ai tycoon americano, Kimmel ha detto «Se vince Trump, prendetevela con lui». Anche Julia Louis-Dreyfus se l’è presa con Trump mentre Courtney B. Vance ha concluso il suo discorso di accettazione con la frase: «Obama out, Hilary in», chiaro appoggio alla candidata democratica alla Casa Bianca.(ANSA).

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Lealtrenotizie

Sedicenne terribile autore di due «spaccate»

Sorbolo

Sedicenne terribile autore di due «spaccate»

4commenti

Polemica

In via d'Azeglio scoppia il caso «supermarket»

7commenti

WEEKEND

Bancarelle, spongate, cioccolato: gli appuntamenti a Parma e provincia

viabilità

Ecco dove saranno gli autovelox la prossima settimana

1commento

Traffico

Pericolo nebbia questa mattina nel Parmense Traffico in tempo reale

Scontro fra due auto: statale 63 chiusa per due ore nel Reggiano, 4 feriti

Gazzareporter

Un sabato gelido con la nebbia

Fidenza

Ubriaco si schianta contro un albero. Poi la bugia: "Rapito e costretto a bere" 

4commenti

SANITA'

Allarme a Corcagnano: «Non toglieteci i medici»

IL CASO

Spray urticante, ennesimo caso in discoteca

E' accaduto mercoledì al Campus Industry

3commenti

Parma che vorrei

Mutti: «Bisogna smettere di essere egoisti»

Colorno

451 anolini mangiati: è record Ultimo piatto: il video

9commenti

Intervista

Rocco Hunt: «Sono un po' meno buono»

MECCANICA

Wegh Group, in Bolivia la ferrovia made in Parma

ALLARME

Ladri scatenati: raffica di furti in città nelle ultime ore Video

7commenti

Solidarietà

Il pranzo per i poveri raddoppia

cinema

Il DomAtoRe di RaNe al cinema Astra

La proiezione del documentario su Lorenzo Dondi

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Draghi, nessun favore ma due messaggi

di Aldo Tagliaferro

IL DIRETTORE RISPONDE

Quelli che «Io? Mai stato renziano»

ITALIA/MONDO

Terremoto

Appennino: scossa magnitudo 2.8 nel Bolognese

Gran Bretagna

I gioielli di famiglia (reale): e Kate indossa la tiara di Diana

WEEKEND

IL CINEFILO

Da "Captain Fantastic" a "Non c'è più religione": i film della settimana

45 ANNI DOPO

Tarkus, il capolavoro di Emerson Lake & Palmer

SPORT

IL RICORDO

Trent'anni senza Bruno Mora

reggiana-parma

Il derby...indossa la maglietta granata

MOTORI

AL VOLANTE

I consigli utili per guidare nella nebbia

3commenti

novità

Dal cilindro di Toyota esce C-HR, il Suv per tutti