giubileo

Il Papa chiude la Porta Santa: "Avanti sulla strada della misericordia" Foto

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Ferragni e Fedez: gravidanza a rischio. L'affetto social dei follower

INSTAGRAM

Ferragni e Fedez: gravidanza a rischio. L'affetto social dei follower

Thomas: «Sono un anti-social, mi esprimo nei live»

Intervista

Thomas: «Sono un anti-social, mi esprimo nei live»

Festa al Dragoon pub di Salso

pgn

Festa al Dragoon pub di Salso Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Gene Gnocchi, Pirandello e la danza

VELLUTO ROSSO

La settimana a teatro, da Pirandello alla danza Video

di Mara Pedrabissi

Ricevi gratis le news
0


Pochi minuti prima delle 10 il Papa, dopo aver pregato in silenzio, tira le ante, chiude i battenti, e si assicura che siano ben chiusi. E’ la porta santa di San Pietro, l’ultima ad essere chiusa di tutte le porte delle basiliche del mondo, mentre per la messa conclusiva dell’anno santo 70.000 persone aspettano sul sagrato che papa Francesco compia l’atto solenne, preceduto da processione e preghiere, nell’atrio della basilica, dove ci sono anche vescovi e cardinali, tra cui i 17 creati ieri.
La messa ha i colori, le voci, le lingue - dal latino al cinese, al sango, - che manifestano l’universalità della Chiesa, e alterna momenti di raccoglimento a momenti più festosi. Alla fine il Papa recita l’Angelus dal sagrato e ringrazia quanti hanno partecipato al giubileo, quanti lo hanno reso possibile dal punto di vista organizzativo, quanti, e tra loro anziani e suore di clausura, lo hanno sostenuto con la preghiera. Un grazie anche al governo dell’Italia, Paese presente con la delegazione guidata dal presidente Sergio Mattarella e dal premier Matteo Renzi.
Dopo l’Angelus viene portato un tavolino e papa Francesco, con il sostituto mons. Angelo Becciu alla sua destra e il coordinatore del giubileo, mons. Rino Fischella, alla sua sinistra, firma la lettera «Misericordia et misera», che spiega come continuare a vivere nella vita quotidiana lo spirito del giubileo. Papa Francesco la consegna quindi a cinque tipologie di rappresentanti del popolo, dal cardinale Tagle a tre generazioni di una stessa famiglia, a catechiste e diaconi. Poi si trattiene per una serie infinita di abbracci, prima con i cardinali «vecchi» - oggi ce ne sono circa 120 - poi con quelli che ha creato nel concistoro di ieri, poi con sacerdoti e popolo.
Il fulcro della messa, che si celebra nella solennità di Cristo Re, è la riflessione che papa Bergoglio fa sul regno di Dio, che non è come i regni e i poteri del mondo, e sulle conseguenze di questa regalità «paradossale», «senza potere e senza gloria», che fa sembrare Cristo «più un vinto che un vincitore». «Quante volte invece, - osserva il Papa - anche tra noi, si sono ricercate le appaganti sicurezze offerte dal mondo. Quante volte siamo stati tentati di scendere dalla croce: la forza di attrazione del potere e del successo è sembrata una via facile e rapida per diffondere il Vangelo, dimenticando in fretta come opera il regno di Dio. Quest’Anno della misericordia - sottolinea - ci ha invitato a riscoprire il centro, a ritornare all’essenziale». La meditazione sulla regalità di Cristo si gioca analizzando i comportamenti di tre gruppi di persone sotto la croce: «il popolo che guarda, il gruppo nei pressi della croce», che invita Cristo a scendere e dimostrare la sua potenza, e «un malfattore crocifisso accanto a Gesù». Sarà questi a amare fino alla fine, cioè a vivere la misericordia e l’atteggiamento che è di Dio.
«Tanti pellegrini - ha osservato inoltre il Papa - hanno varcato le Porte sante e fuori del fragore delle cronache hanno gustato la grande bontà del Signore. Ringraziamo per questo - ha esortato - e ricordiamoci che siamo stati investiti di misericordia per rivestirci di sentimenti di misericordia, per diventare noi pure strumenti di misericordia. E proseguiamo questo nostro cammino, insieme».
Dopo mezz'ora di abbracci in piazza, papa Francesco sale sulla jeep bianca scoperta e fa un giro tra il popolo del giubileo, che lo acclama a lungo e con affetto. Oggi si fa festa, domani, con la pubblicazione della «Misericordia et misera», potrà cominciare una riflessione sulla eredità del giubileo straordinario, che il Papa ha intitolato alla misericordia per riportare al centro della Chiesa il volto di Cristo povero, e dei poveri.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Lealtrenotizie

La neve potrebbe tornare anche in città con il ciclone artico Burian

METEO

La neve potrebbe tornare anche in città con il ciclone artico Buran Video

Enel e energia ellettrica: una task force per fronteggiare i disagi (leggi)

2commenti

APPENNINO

Il sindaco Lucchi: "Gelo e neve in arrivo, lunedì scuole chiuse a Berceto e Ghiare"

APPENNINO

Frana sulla strada fra Varsi e Ponte Lamberti: operai al lavoro Video

VIABILITA'

Buche in A1: problemi anche nel tratto parmense dell'autostrada

PARMA

Scontro fra due auto in via Sidoli: due feriti Foto

Incidente all'incrocio con via XXIV Maggio

weekend

Neve "pigliatutto". E poi teatro, fumetti e ballo: l'agenda del sabato

GAZZAREPORTER

Caprioli vicino a ponte Caprazucca Foto

Foto di Federica Romanazzi

ALLARME MAFIE

'Ndrangheta, le infiltrazioni mettono ko le aziende sane

7commenti

RICERCA

Cuore, da Parma parte la rivoluzione farmacologica

SERIE B

Il Parma lotta e strappa un punto

2commenti

Via Mameli

Tenta di rubare una bici: "placcato" dal barista

VIA PICASSO

Furto al bar: la banda strappa il cambiamonete dal muro 

E' intervenuta la polizia. Il bottino resta da quantificare

ATLETICA

Fidenza rinnova il centro sportivo Ballotta: ecco come sarà Video

Recidivo

Ai domiciliari, continuava a spacciare cocaina

2commenti

BORGOTARO

Laminam, nuove denunce e nuove smentite

AMARCORD

Le «innominabili case» (chiuse) che popolavano Parma: la mappa Foto

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Confronti? No grazie. Meglio i monologhi

di Francesco Bandini

VADEMECUM

Elezioni del 4 marzo: come votare correttamente

5commenti

ITALIA/MONDO

ORVIETO

E' morto Folco Quilici: il grande documentarista aveva 87 anni

POVIGLIO

Il veterinario fa domande, l'allevatore gli punta il forcone alla gola

2commenti

SPORT

olimpiadi invernali

Ester Ledecka oro anche nello snowboard, male gli azzurri

parma calcio

D'Aversa su Parma-Venezia: "I ragazzi hanno spinto dall'inizio alla fine" Video

SOCIETA'

il disco

1973: Edoardo Bennato spicca il volo

METEO

Buran o Burian? Ecco qual è la versione giusta del nome della perturbazione artica

1commento

MOTORI

PROVA SU STRADA

Il test: Mazda CX-5, feeling immediato

MOTO

I 115 anni di Harley-Davidson, si avvicina l'open day