giubileo

Il Papa chiude la Porta Santa: "Avanti sulla strada della misericordia" Foto

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Vasco Rossi nel 2018 sarà a giugno negli stadi

musica

Vasco Rossi torna negli stadi: appuntamento a giugno 2018

1commento

"Obscured by clouds": i Pink Floyd nella valle del mistero

IL DISCO

"Obscured by clouds": i Pink Floyd nella valle del mistero Video

Lenny Kravitz a Verona e Lucca per tour estivo

musica

Lenny Kravitz a Verona e Lucca per il tour estivo

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Il Casale», buoni piatti di pesce e di terra

CHICHIBIO

«Il Casale», buoni piatti di pesce e di terra

di Chichibio

Ricevi gratis le news
0


Pochi minuti prima delle 10 il Papa, dopo aver pregato in silenzio, tira le ante, chiude i battenti, e si assicura che siano ben chiusi. E’ la porta santa di San Pietro, l’ultima ad essere chiusa di tutte le porte delle basiliche del mondo, mentre per la messa conclusiva dell’anno santo 70.000 persone aspettano sul sagrato che papa Francesco compia l’atto solenne, preceduto da processione e preghiere, nell’atrio della basilica, dove ci sono anche vescovi e cardinali, tra cui i 17 creati ieri.
La messa ha i colori, le voci, le lingue - dal latino al cinese, al sango, - che manifestano l’universalità della Chiesa, e alterna momenti di raccoglimento a momenti più festosi. Alla fine il Papa recita l’Angelus dal sagrato e ringrazia quanti hanno partecipato al giubileo, quanti lo hanno reso possibile dal punto di vista organizzativo, quanti, e tra loro anziani e suore di clausura, lo hanno sostenuto con la preghiera. Un grazie anche al governo dell’Italia, Paese presente con la delegazione guidata dal presidente Sergio Mattarella e dal premier Matteo Renzi.
Dopo l’Angelus viene portato un tavolino e papa Francesco, con il sostituto mons. Angelo Becciu alla sua destra e il coordinatore del giubileo, mons. Rino Fischella, alla sua sinistra, firma la lettera «Misericordia et misera», che spiega come continuare a vivere nella vita quotidiana lo spirito del giubileo. Papa Francesco la consegna quindi a cinque tipologie di rappresentanti del popolo, dal cardinale Tagle a tre generazioni di una stessa famiglia, a catechiste e diaconi. Poi si trattiene per una serie infinita di abbracci, prima con i cardinali «vecchi» - oggi ce ne sono circa 120 - poi con quelli che ha creato nel concistoro di ieri, poi con sacerdoti e popolo.
Il fulcro della messa, che si celebra nella solennità di Cristo Re, è la riflessione che papa Bergoglio fa sul regno di Dio, che non è come i regni e i poteri del mondo, e sulle conseguenze di questa regalità «paradossale», «senza potere e senza gloria», che fa sembrare Cristo «più un vinto che un vincitore». «Quante volte invece, - osserva il Papa - anche tra noi, si sono ricercate le appaganti sicurezze offerte dal mondo. Quante volte siamo stati tentati di scendere dalla croce: la forza di attrazione del potere e del successo è sembrata una via facile e rapida per diffondere il Vangelo, dimenticando in fretta come opera il regno di Dio. Quest’Anno della misericordia - sottolinea - ci ha invitato a riscoprire il centro, a ritornare all’essenziale». La meditazione sulla regalità di Cristo si gioca analizzando i comportamenti di tre gruppi di persone sotto la croce: «il popolo che guarda, il gruppo nei pressi della croce», che invita Cristo a scendere e dimostrare la sua potenza, e «un malfattore crocifisso accanto a Gesù». Sarà questi a amare fino alla fine, cioè a vivere la misericordia e l’atteggiamento che è di Dio.
«Tanti pellegrini - ha osservato inoltre il Papa - hanno varcato le Porte sante e fuori del fragore delle cronache hanno gustato la grande bontà del Signore. Ringraziamo per questo - ha esortato - e ricordiamoci che siamo stati investiti di misericordia per rivestirci di sentimenti di misericordia, per diventare noi pure strumenti di misericordia. E proseguiamo questo nostro cammino, insieme».
Dopo mezz'ora di abbracci in piazza, papa Francesco sale sulla jeep bianca scoperta e fa un giro tra il popolo del giubileo, che lo acclama a lungo e con affetto. Oggi si fa festa, domani, con la pubblicazione della «Misericordia et misera», potrà cominciare una riflessione sulla eredità del giubileo straordinario, che il Papa ha intitolato alla misericordia per riportare al centro della Chiesa il volto di Cristo povero, e dei poveri.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Lealtrenotizie

Arriva "Striscia la Notizia", fuggi fuggi di pusher in Pilotta e a San Leonardo Le foto

Brumotti

Arriva "Striscia la Notizia", fuggi fuggi di pusher in Pilotta e a San Leonardo Le foto

allarme maltempo

L'Enza e il Taro fanno paura: vertice notturno. Sorbolo, ponte chiuso fino a domani (Paura a Vignale: il video)

5commenti

Incidenti

Corcagnano e via Spezia: due pedoni investiti, sono in gravi condizioni Video

ordinanze

Ghiaccio, maltempo e zone in Appennino senza luce: ecco le scuole che resteranno chiuse

MALTEMPO

Ghiaccio (le foto) e black-out, Lucchi: "Berceto in ginocchio" Video: il Baganza fa paura

anteprima Gazzetta

Un altro grave incidente sulla Massese

San Prospero

«La Vela» in stato di abbandono

Ladri, rifiuti, droga: non c'è pace. Ma qualcuno "resiste". Parlano i commercianti

4commenti

autostrada

Auto si capovolge in A1 a Campegine: conducente illeso Foto

ieri sera

Lupo investito da un'auto in via Emilio Lepido

28commenti

squadra mobile

Vicofertile, quattro kg di droga in casa del pusher "impenitente" Video

3commenti

legambiente

La Brescia-Parma tra le peggiori linee ferroviarie d'Italia con la Circumvesuviana e l'Agrigento-Palermo

3commenti

GAZZAFUN

Dagli ex alle coppe vinte: 10 quiz per sapere tutto del Parma

SENZATETTO

Il Natale lontano di chi vive sotto i ponti

1commento

tg parma

Guerra: "Per Fedez nessuna location bocciata. In settimana l'annuncio"

FORNOVO

Polemiche sull'albero di Natale

1commento

SALSO

Ancora furti: due case messe a soqquadro

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Berlusconi ritorna: non farà da spettatore

di Stefano Pileri

UNIVERSITA'

Smart Production Lab 4.0 al servizio del futuro

di Katia Golini

ITALIA/MONDO

COREA DEL NORD

Pyongyang prepara la guerra batteriologica?

manhattan

Esplosione a New York: "Bombardano il mio Paese (Bangladesh) volevo vendetta" Mappa - Foto - Il momento dell'esplosione

SPORT

parma 1913

Giorgino e Coly, risoluzione consensuale del contratto Video: il gol nel derby

calcio

Ottavi Champions: Juve con il Tottenham, Roma con lo Shakhtar. L'Europa League

SOCIETA'

Ministero

Farmaci più cari di notte: raddoppia il supplemento

emendamenti

Manovra: salta la stretta sull'uso dei cellulari in auto

MOTORI

Auto-moto-pedoni

Guidare su neve e ghiaccio: le 10 regole

MOTO

Prova Kawasaki Z900RS