10°

17°

Serie A

Juventus battuta 3-1 dal Genoa

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa

FELINO

"Open bar al Castello": ecco chi c'era alla festa Foto

Vigili in bici e disco orario per 5 minuti: "cose strane" a Ravenna

VIABILITA'

Vigili in bici e disco orario per 5 minuti: "cose strane" a Ravenna Foto

1commento

14-0 e calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

torino

14-0 e il calcetto finisce in rissa, squadra denunciata

Notiziepiùlette

Ultime notizie

L'autunnale torta di riso e verze

LA PEPPA

La ricetta L'autunnale torta di riso e verze

Ricevi gratis le news
0

La Juve è rimasta a Siviglia. Arriva a Marassi la terza sconfitta stagionale dei bianconeri, travolti dall’uragano Genoa che in meno di mezz'ora rifila tre gol a Buffon con Simeone (doppietta) che non fa rimpiangere Pavoletti.
Reduce dall’impresa del Sanchez Pizjuan, la squadra di Allegri approccia come peggio non può la gara, prestando il fianco a un Grifone con l'argento vivo addosso, e se ne torna a casa con un doloroso 3-1 (inutile nel finale la rete di Pjanic) che riaccende le speranze delle inseguitrici: dopo il Milan, anche la Roma stasera avrà la possibilità di riportarsi a -4. Se, come ha detto ieri il tecnico livornese, il campionato può decidersi in questo mese, la Juve deve scuotersi in fretta fermi restando i meriti di un Genoa che può nutrire legittime aspirazioni europee. In campo di nuovo col 3-5-2, con Higuain in panchina e Cuadrado al fianco di Mandzukic, Dani Alves in difesa ed Hernanes in regia al posto di Marchisio, la Juve dopo meno di un quarto d’ora è sotto già di due reti. La prima nasce da una leggerezza di Bonucci, che perde palla nel tentativo di superare Rigoni con un colpo di tacco. Buffon si oppone allo stesso Rigoni, Alex Sandro salva sulla linea su Ocampos, poi tocca a Simeone provarci, Buffon respinge il primo tentativo ma non il secondo. Il Cholito si ripete al 13': Lazovic si beve Alex Sandro sulla destra e mette in mezzo, Benatia si perde l’argentino che di testa fa doppietta. Il 3-4-3 aggressivo del Genoa, con Cofie per lo squalificato Veloso e Lazovic e Laxalt a imperversare sulle fasce, mette alle corde una Juve incapace di reagire se si fa eccezione per un colpo di testa di Cuadrado che Perin blocca agevolmente. 

In campo c'è solo il Genoa, Rigoni sfiora il tris calciando alto a pochi passi dalla porta ma si riscatta al 29' propiziando il 3-0: angolo dalla destra e colpo di testa dell’ex Palermo che finisce sulla traversa ma ci pensa il goffo tentativo di rinvio di Alex Sandro a far sì che il pallone oltrepassi la linea di porta, 'togliendò la tripletta a Simeone. Piove poi sul bagnato in casa Juve, con Allegri che perde per infortunio Bonucci (al suo posto Rugani) mentre al 41' Mazzoleni non concede un rigore per fallo di Ocampos su Mandzukic. Nella ripresa la Juve prova a rialzare la testa e per due volte, Pjanic prima da fuori e poi Khedira da due passi, sfiora il gol. Entra Higuain per Lichtsteiner, ma è ancora il Genoa pericoloso con Buffon che nega il 4-0 a Simeone. I rossoblù, com'era logico aspettarsi, non possono tenere i ritmi indiavolati della prima frazione ma sono bravi a chiudere tutti gli spazi, costringendo la Juve a un possesso palla sterile. A spegnere ogni velleitaria speranza di rimonta l’infortunio di Dani Alves che, a sostituzioni esaurite, lascia in dieci la capolista per l’ultimo quarto d’ora. C'è spazio in realtà per il gol su punizione di Pjanic al 37' ma resta forse l’unica cosa da salvare in una domenica da incubo per i bianconeri. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Lealtrenotizie

Pd, Nicola Cesari è il nuovo segretario provinciale.

POLITICA

Pd, Nicola Cesari è il nuovo segretario provinciale.

Batte Moroni con il 59% dei voti. Michele Vanolli nuovo segretario cittadino. Le congratulazioni di Pagliari

2commenti

PARMA

Addio a Elisabetta Magnani, donna dolce e coraggiosa: aveva 48 anni

SALSOMAGGIORE

Ubriaco alla guida, si schianta e aggredisce i carabinieri: arrestato dominicano

L'uomo, pregiudicato, aveva un tasso alcolemico di 1,90 g/l

PARMA

"Solo italiani referenziati" per l'appartamento in affitto: l'annuncio che fa discutere

Polemica sui social network: "E' razzista"

24commenti

PARMA CALCIO

Insigne e un gol con dedica speciale Video

L'autore del terzo gol dei crociati nella partita con l'Entella dedica la sua rete alla figlia

weekend

Una domenica da vivere nel Parmense L'agenda

Lubiana

Polo sociosanitario, 12 anni di attesa

4commenti

FOTOGRAFIA

IgersParma compie 4 anni: ecco le novità e i consigli per usare Instagram Video

Busseto

Danneggia un'auto e fugge: preso

PARMENSE

Fornovo, rustico a fuoco. Fiamme anche a Basilicanova

Notte di lavoro per i vigili del fuoco

storia

Inaugurato il monumento ai Paracadutisti della Folgore

economia

Approvata all'unanimità la fusione di Banca di Parma in Emil Banca

CONTROLLI

Autovelox, la mappa della settimana

LANGHIRANO

Cascinapiano, auto fuori strada: un ferito

Ferite di media gravità per il conducente

Contributo

Scuole squattrinate? Pagano mamma e papà

PARMA

Minacciato nel suo palazzo da un uomo armato di coltello: serata di paura in centro

Il parmigiano ha chiamato la polizia ma lo sconosciuto è fuggito

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Il caso Asia Argento: le vittime e i colpevoli

di Filiberto Molossi

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria Ferrari da Cecchino», la tradizione continua

di Chichibio

ITALIA/MONDO

Autonomia

Referendum: il Veneto supera il quorum

REGGIO EMILIA

Quattro Castella: 26enne muore schiacciata dal suo trattore

SPORT

SERIE A

Bonucci espulso con lo "zampino" del Var: è il primo cartellino rosso con la videoassistenza

rugby

Italia in raduno a Parma. Iniziata la stagione 2017/18

SOCIETA'

CULTURA

«A scuola nei musei»: il viaggio sta per ricominciare

GAZZAREPORTER

Impariamo l'inglese...

MOTORI

IL FUTURO

Volvo, rivoluzione Polestar: si partirà da un coupé ibrido da 600 Cv

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro