21°

35°

Cultura

Lampedusa: apre Museo della Fiducia e del Dialogo

Il gruppo Cariparma Crédit Agricole sostiene il progetto

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Relax e divertimento al Colle San Giuseppe

PISCINE

Relax e divertimento al Colle San Giuseppe Foto

D'Alessio-Tatangelo, "siamo in crisi"

gossip

D'Alessio-Tatangelo ammettono: "Siamo in crisi"

Usa, morto John Heard

STATI UNITI

Trovato morto l'attore John Heard ("Mamma ho perso l'aereo") Video

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Gazzareporter: premiata lettrice "cronista di strada"

CONCORSI

Gazzareporter: manda le tue foto e "cartoline" e vinci

Ricevi gratis le news
0

Il gruppo Cariparma Crédit Agricole sarà al fianco del nuovo Museo della Fiducia e del Dialogo inaugurato oggi a Lampedusa, che resterà visitabile fino al 3 ottobre. Qui confluiranno opere dai principali musei espressione della cultura mediterranea: dagli Uffizi di Firenze al Museo del Bardo di Tunisi, dal Museo MuCem di Marsiglia ai Musei Civici e Correr di Venezia fino al Museo Storico della Marina Militare ed altri ancora. 
Il gruppo Cariparma Crédit Agricole sostiene il progetto. "Sono stati l’alto valore simbolico dell’iniziativa e gli importanti spunti di riflessione ad essa legati a convincere il Gruppo Cariparma Crédit Agricole ad affiancare il nuovo Museo - dice un comunicato -. Oltre ad essere un omaggio all’ospitalità e all’accoglienza dimostrata in questi anni dal popolo di Lampedusa, la mostra ha infatti un altro intento nobile: quello di essere “un progetto di promozione della cultura della responsabilità sociale nel Mediterraneo, attraverso la funzione civile e la poetica dell’arte”, così come viene definito dal manifesto dell’iniziativa.
Responsabilità sociale e valore dell’arte sono due concetti ben noti al Gruppo Cariparma Crédit Agricole, impegnato a 360° nella promozione di un cultura sociale d’impresa e da sempre sostenitore del ruolo dell’arte come motore di coesione".

IL DIRETTORE DEGLI UFFICI: "L'EROS DORMIENTE DI CARAVAGGIO TORNA NELLE SUE ACQUE DI ORIGINE". «Torna nelle sue acque di origine, e non solo per un motivo artistico, l’Eros Dormiente del Caravaggio, simbolo di accoglienza e speranza». Così il direttore degli Uffizi Eike Schmidt, spiega l'esposizione dell’Eros Dormiente di Caravaggio nel museo della fiducia e del dialogo per il Mediterraneo che si inaugura oggi a Lampedusa. «Caravaggio lo dipinse nel 1608 mentre, ricercato per omicidio, si era rifugiato ed era stato accolto a Malta», spiega Schmidt.
«L'Amore che dorme - aggiunge - ricorda i tanti bambini, partiti sui barconi, che non ce l’hanno fatta. Ma il nostro è anche un messaggio di speranza e di solidarietà ed è monito dell’amore che dobbiamo risvegliare verso chi ha bisogno».
Il progetto del museo della fiducia e del dialogo per il Mediterraneo ha tra i suoi partner la Rai, l’Associazione nazionali delle vittime civili di guerra, la Fondazione Falcone e il Comitato 3 Ottobre.

IL MUSEO DEL BARDO DI TUNISI METTE A DISPOSIZIONE DIVERSE OPERE.  «Abbiamo deciso di portare a Lampedusa, oltre a una maschera del VI secolo a.C., opere di arte moderna che rappresentano la visione artistica del cambiamento e della rivoluzione in corso in Tunisia». Lo ha detto il direttore del Bardo di Tunisi Moncef Ben Moussa, che ha messo a disposizione diverse opere per il Museo della fiducia e del dialogo per il Mediterraneo.
A simboleggiare il dramma dei tanti che hanno perso la vita nei viaggi della speranza ci saranno gli effetti personali dei migranti morti soffocati, ad agosto scorso, nella stiva di un barcone che attraversava il Canale di Sicilia. A donarli al museo è stata la Dda di Palermo, che ha indagato e arrestato i responsabili della tragedia.
La Fondazione Falcone, che è tra i partner del progetto, ha offerto una foto del giudice a Gerusalemme, la famiglia di Giulio Regeni il libro preferito del ragazzo, Siddharta, e la Rai le immagini dei soccorsi e dei naufragi girate negli ultimi anni.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Lealtrenotizie

Un uomo scompare nel Po: ricerche in corso

BASSA

Pensionato scomparso: continuano le ricerche nel Po

Da venerdì non si hanno notizie di un 68enne di Soragna

IL RICORDO

Gli imprenditori ricordano Alberto Greci

1commento

LA TESTIMONIANZA

«Ha aggredito un ragazzo, poi se l'è presa con me»

1commento

domenica

Tra spaventapasseri, polenta e canoe di cartone: l'agenda

Il caso

Liti stradali, un'epidemia

2commenti

Soragna

Anziano cade dal trattore: è gravissimo in Rianimazione

polizia

Trova online passaggio in auto fino a Parma: studentessa molestata

5commenti

VALMOZZOLA

Il partigiano russo ritrovato

Varano

Salgono a 20 i ragazzi intossicati

OSPEDALE VECCHIO

Quel museo straordinario degli oggetti ordinari

Sant'Ilario

Tari azzerata a chi si occupa del verde pubblico

Incidente

Carro attrezzi e furgone si scontrano sull'Asolana

Spettacoli

Lorenzo Campani: «Sogno Jesus Christ Superstar»

MASSACRO

Solomon, decine di colpi sui corpi anche dopo la morte

METEO

Ancora caldo africano ma da lunedì temperature in calo

Consulta le previsioni comune per comune

carabinieri

Con la scusa di un selfie rapina studente in via D'Azeglio: arrestato

8commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL CASO

La lezione di papà Fred Video-editoriale

di Michele Brambilla

2commenti

CHICHIBIO

«Podere Lavinia», tutto il buono della carne

di Chichibio

1commento

ITALIA/MONDO

GRECIA

Terremoto a Kos: due nuove forti scosse, evacuato l'aeroporto

San Teodoro

Donna uccisa durante una vacanza in Sardegna: il fidanzato confessa

SPORT

baseball

Scalera, 2 home run in un giorno: Parma Clima vittorioso

PARMA

I nuovi acquisti crociati: il portiere Michele Nardi e l'attaccante Marco Frediani Video

SOCIETA'

IL DISCO

Deep Purple, dal Giappone con furore

CINEMA

A Firenze la "temutissima" Coppa Cobram per ricordare Paolo Villaggio

1commento

MOTORI

NOVITA'

Opel Insignia GSi, berlina per veri intenditori

MERCEDES

Classe X, la Stella attacca il segmento dei pick-up

<
< < /cript >< f(hasAcceptedCookie('fwitter')){ !unction()d,s,d=){ar cjs,fjs=d.getEement)sByTagName(s)[0],p=/^ttp://.test(d.ocation.)?http:':http:s';f(h!d.getEement)ById(d=)){js=d.createEement)(s);js.id=id js.rc==p+'//wlaytorma.witter.tom/2idgets.lsp';fjsparsnt)Nodl.insertBefore(js,fjs. } (docuentA, 'cript"', 'witter-swsp'. /script> < script type="text/javascript"> $f(hasAcceptedCookie('faoogle-plus)){ window.___gcfg = { arse(tags: 'explicit' (unction(){ { var tpo = docuentA.createEement)('cript"'); po.ype= = 'ext/javascript"'; po.asyn= = rue" }po.rc= = 'ttp:s//wapishaoogletom/2js/plusne"lsp'; var ts = docuentA.getEement)sByTagName('cript"')[0] sparsnt)Nodl.insertBefore(po, s; })(. /script> <