22°

La vignetta della vergogna

#JenesuispasCharlie #IononsonoCharlie

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Elio e le Storie Tese, dopo 37 anni il valzer d'addio

musica

Elio e le Storie Tese: dopo 37 anni il "valzer" d'addio

Asia Argento lascia l'Italia dopo la bufera sul caso Weinstein

Spettacoli

Asia Argento lascia l'Italia dopo la bufera sul caso Weinstein Video

Ari Berlin volo radente

Düsseldorf

Ultimo volo: il pilota sfiora la torre di controllo

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Lavoro all'estero e residenza in Italia? Ecco dove pagare le tasse

L'ESPERTO

Lavoro all'estero e residenza in Italia? Ecco dove pagare le tasse

Ricevi gratis le news
1

Frequento la Francia da una vita, amo la Costa Azzurra: è semplicemente splendida. Tutti abbiamo pianto le vittime di Parigi, una di loro era anche un amico. Tutti abbiamo pianto le vittime di Nizza, per me è come se avessero colpito la mia, la nostra città. Tutti abbiamo pianto e siamo inorriditi per le vittime di Charlie Hebdo: da giornalista, poi, l'attacco ha assunto un doppio significato, un colpo sanguinoso alla libertà di stampa, di satira. In tanti abbiamo aderito ai vari hastag (nello specifico #JesuisCharlie) nati dopo questi vili colpi alla spensieratezza, al lavoro e alla nostra vita quotidiana. Ora, proprio il giornale satirico Charlie Hebdo è tornato a colpire con le sue matite colorate. Ma questa volta ha colpito le macerie, ancora fumanti, del terremoto del Centro Italia. Una vignetta che non mi piace, non ci piace.«Terremoto all'italiana: penne al sugo di pomodoro, penne gratinate, lasagne». Due uomini in canottiera (loro vedono così noi italiani) insanguinati (il richiamo al sugo di pomodoro è più che evidente) guardano le macerie disegnate come una mega lasagna, da dove spuntano braccia e piedi di diverse persone sepolte da strati di pasta/macerie. Da qui una mega ondata di indignazione con insulti di vario genere sui social. Immancabili i soliti interventi dal mondo politico. Dalla redazione, dopo il silenzio, è arrivata la precisazione, ça va sans dire, attraverso una vignetta: il primo disegno non voleva prendere di mira le vittime ma gli abusi edilizi che hanno portato alla tragedia. Ma anche la seconda vignetta non ci piace, anzi, rincara la dose di banalità e meschinità.
Si tratta, comunque, di un'indignazione fuori luogo, nella tempistica e non di certo nei contenuti. Sì, perché i vignettisti di Charlie Hebdo hanno sempre attaccato, ironizzato e preso di mira in modo scorretto, semplicistico, blasfemo e ruvido (Le loro vignette non mi hanno mai fatto ridere) il nostro Paese ma anche Dio, Gesù, morti di ogni tipo e latitudine. Lo hanno sempre fatto e sempre lo faranno. Va urlato e ripetuto che questo non giustifica un attacco sanguinoso, non giustifica la violenza, ma «semplicemente» non fa ridere. Noi.

Matteo Scipioni

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Michele

    03 Settembre @ 09.47

    mandra_sala@libero.it

    Ci sono stati quasi 300 morti. L'unica parola da dire a questi francesi ...è IDIOTI.

    Rispondi

Lealtrenotizie

via repubblica

CRONACA NERA

Derubato un rappresentante di gioielli

Furto su un'auto in via Repubblica

Lutto

E' morto Marino Perani, allenò il Parma Video

In panchina negli anni Ottanta

1commento

Carabinieri

Tentato furto alle cantine Ceci: un arresto

Nello stabilimento di Torrile

PARMA

Via Muzzi, anziana scippata cade e si ferisce

PARMA

Furto alla ditta "Mef" di strada del Paullo: è il secondo in 8 giorni 

Bottino da quantificare

Regione

Punti nascita, bagarre in Aula: salta il numero legale

Le opposizioni: "Ripensare la decisione su Borgotaro"

LUTTO

Addio a Angelo Tedeschi, l'ingegnere gentiluomo

PARMA

Tagliati gli alberi sul Lungoparma, protestano i residenti

19commenti

Il caso

L'avvocato Mezzadri: «Quella volta che sparai a un ladro»

tg parma

Nessuna squalifica per d'Aversa. Closing societario il 3 novembre? Video

GAZZAFUN

Il gatto più bello della città: guarda le gallery dei finalisti

4commenti

Carabinieri

In manette la primula rossa dell'eroina

1commento

BORGOTARO

«Troppi ragazzi ubriachi, è emergenza»

BASSA

Dalla Regione Lombardia arrivano 3 milioni per il ponte sul Po Video

Primo stanziamento per il ponte fra Colorno e Casalmaggiore

TRASPORTI

Bus, il Tar invia la sentenza in procura e alla Corte dei conti 

«Aspetti singolari e conflitto d'interessi»

1commento

Giardino

Parco Ducale: giù il muro su viale Piacenza

Stanziati 1.281.000 euro

5commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le scuse scomparse in un mondo incivile

di Roberto Longoni

VELLUTO ROSSO

Da Ezio Mauro a Massimo De Luca: grandi firme in scena

di Mara Pedrabissi

ITALIA/MONDO

FRANCIA

Vola con la tuta alare e si schianta: morta una donna

MILANO

Arrestato il geometra "re dei trans"

SPORT

IL SONDAGGIO

Parma, "nebbia" in campionato. Nel mirino dei tifosi lo staff tecnico

1commento

Moto

Marquez vuole tornare a vincere

SOCIETA'

fotografia

I meravigliosi colori dell'autunno sull'Appennino parmense: 10 foto di Giovanni Garani

Gazzareporter

Oltretorrente, lezione di yoga in strada

1commento

MOTORI

ANTEPRIMA

Seat Arona: il nuovo Suv compatto in 5 mosse Fotogallery

LA NOVITA'

Kia Stonic, debutta il nuovo «urban crossover»