22°

Bruxelles

Gli attentatori erano quattro: uno è in fuga. Manifestazione per ricordare le vittime

Falso allarme a Charleroi - Manifestazione per ricordare le vittime a Place de la Bourse

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Elio e le Storie Tese, dopo 37 anni il valzer d'addio

musica

Elio e le Storie Tese: dopo 37 anni il "valzer" d'addio

Asia Argento lascia l'Italia dopo la bufera sul caso Weinstein

Spettacoli

Asia Argento lascia l'Italia dopo la bufera sul caso Weinstein Video

Ari Berlin volo radente

Düsseldorf

Ultimo volo: il pilota sfiora la torre di controllo

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Lavoro all'estero e residenza in Italia? Ecco dove pagare le tasse

L'ESPERTO

Lavoro all'estero e residenza in Italia? Ecco dove pagare le tasse

Ricevi gratis le news
0

A Bruxelles è dispersa una 45enne italiana, funzionaria Ue: Patricia Rizzo. La donna ha lavorato anche a Parma: video

Sono quattro i terroristi coinvolti negli attentati di ieri a Bruxelles: tre sono morti da kamikaze, il quarto - l’uomo con il cappello nella foto diffusa dalla polizia - è in fuga. Il procuratore federale belga Frederic Van Leuw oggi ha aggiunto altri tasselli per ricostruire gli attentati che hanno colpito Bruxelles.
Dei tre kamikaze, solo due sono stati identificati. Si tratta dei fratelli Bakraoui: Ibrahim, che si è fatto esplodere all’aeroporto Zaventem, e Khalid, che invece si è ucciso nella metropolitana a Maelbeek. Nè il secondo kamikaze dell’aeroporto (quello a sinistra nella foto), nè l’uomo in fuga sono stati identificati. Khalid, nato a Bruxelles e di nazionalità belga, si è fatto esplodere nel secondo vagone di un treno che proveniva dalla stazione di Schuman (che serve le sedi della Commissione e del Consiglio europei, nonchè di altre grandi istituzioni e media) in direzione della stazione di Arts-Loi.
Nella capitale belga intanto si mantiene lo stato di allerta massimo. All’aeroporto di Charleroi, il secondo scalo della città, c'è stato un falso allarme bomba, con le forze di sicurezza che hanno circondato un’auto sospetta. L’allarme è scattato quando un addetto al parcheggio aveva visto un cellulare vicino alla vettura. E’ stato appena verificato che l’auto appartiene a un impiegato dello scalo e che lì vicino c'era soltanto un telefonino abbandonato.  
Il bilancio delle vittime si aggiorna a 32 morti, con il ritrovamento di un altro cadavere all’aeroporto, e 270 feriti. 

BRUXELLES, I TERRORISTI SONO 4: UNO E' RICERCATO. Sono quattro i terroristi coinvolti negli attentati di ieri a Bruxelles: tre sono morti da kamikaze, il quarto - l’uomo con il cappello nella foto diffusa dalla polizia - è in fuga. Lo ha spiegato il procuratore federale belga Frederic Van Leuw. Dei tre kamikaze, solo due sono stati identificati: si tratta dei fratelli Bakraoui, Ibrahim che si è fatto esplodere all’aeroporto Zaventem e Khalid, che invece si è ucciso nella metropolitana. Né il secondo kamikaze dell’aeroporto né l’uomo in fuga sono stati identificati. 

"NON VOGLIO FINIRE IN CELLA CON SALAH". Il procuratore Van Leuw ha rivelato che il kamikaze dell’aeroporto, Ibrahim El Bakraoui, ha scritto nel suo "testamento" di non voler «ritrovarsi in una cella vicina a quella di Salah Abdeslam». Il computer di uno dei due fratelli kamikaze, Ibrahim el Bakraoui, è stato trovato in un cestino della spazzatura: dentro c'era un "testamento" in cui ha scritto di «doversi sbrigare, non so che fare, non sono più sicuro».

BRUXELLES PIANGE LE VITTIME MA CERCA DI RICOMINCIARE. E' stata organizzata questa mattina a Bruxelles, in Place de la Bourse, una manifestazione per ricordare le vittime degli attentati: un lungo minuto di silenzio che ha avvolto le centinaia di persone che si sono raccolte nella centralissima piazza della capitale belga, divenuta luogo per rendere omaggio a chi ha perso la vita mentre partiva per un viaggio o ne tornava e a chi è stato colpito mentre si recava al lavoro prendendo il mezzo pubblico come tutti i giorni.
A terra accese le candele dei tre colori della bandiera belga, nero giallo e rosso, vessillo a mezz'asta su tutti gli edifici principali e nel quale qualcuno dei presenti si avvolge, quasi a volersi proteggere dalla minaccia che ha colpito il suo Paese. Nastri tricolore anche per i fiori lasciati da qualcuno in ricordo delle vittime, con accanto l’immagine della colomba della pace.
Una città in lutto, ma che cerca di reagire subito, mentre ancora risuonano nell’aria le sirene dei mezzi della polizia nel quartiere che ospita le istituzioni di governo dell’Europa, la Commissione, colpita peraltro anche con il ferimento di tre suoi funzionari.
E mentre si cerca un ritorno alla normalità - le scuole hanno aperto regolarmente i battenti agli studenti, la maggior parte dei trasporti pubblici funziona regolarmente mentre l’aeroporto è ancora chiuso e lo resterà almeno fino a domani - sulla piazza che si è raccolta per i 31 morti e i 270 feriti delle bombe dell’Isis si piange abbracciati ai propri figli, e si scrivono per terra con gessetti colorati messaggi contro l’odio, dove fra tutti risalta la grande scritta «Io sono Bruxelles», che ricorda a ciascuno, nella città che ospita tutte le lingue d’Europa, la comune origine.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Lealtrenotizie

via repubblica

CRONACA NERA

Derubato un rappresentante di gioielli

Furto su un'auto in via Repubblica

Lutto

E' morto Marino Perani, allenò il Parma Video

In panchina negli anni Ottanta

1commento

Carabinieri

Tentato furto alle cantine Ceci: un arresto

Nello stabilimento di Torrile

PARMA

Via Muzzi, anziana scippata cade e si ferisce

PARMA

Furto alla ditta "Mef" di strada del Paullo: è il secondo in 8 giorni 

Bottino da quantificare

Regione

Punti nascita, bagarre in Aula: salta il numero legale

Le opposizioni: "Ripensare la decisione su Borgotaro"

LUTTO

Addio a Angelo Tedeschi, l'ingegnere gentiluomo

PARMA

Tagliati gli alberi sul Lungoparma, protestano i residenti

19commenti

Il caso

L'avvocato Mezzadri: «Quella volta che sparai a un ladro»

tg parma

Nessuna squalifica per d'Aversa. Closing societario il 3 novembre? Video

GAZZAFUN

Il gatto più bello della città: guarda le gallery dei finalisti

4commenti

Carabinieri

In manette la primula rossa dell'eroina

1commento

BORGOTARO

«Troppi ragazzi ubriachi, è emergenza»

BASSA

Dalla Regione Lombardia arrivano 3 milioni per il ponte sul Po Video

Primo stanziamento per il ponte fra Colorno e Casalmaggiore

TRASPORTI

Bus, il Tar invia la sentenza in procura e alla Corte dei conti 

«Aspetti singolari e conflitto d'interessi»

1commento

Giardino

Parco Ducale: giù il muro su viale Piacenza

Stanziati 1.281.000 euro

5commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Le scuse scomparse in un mondo incivile

di Roberto Longoni

VELLUTO ROSSO

Da Ezio Mauro a Massimo De Luca: grandi firme in scena

di Mara Pedrabissi

ITALIA/MONDO

FRANCIA

Vola con la tuta alare e si schianta: morta una donna

MILANO

Arrestato il geometra "re dei trans"

SPORT

IL SONDAGGIO

Parma, "nebbia" in campionato. Nel mirino dei tifosi lo staff tecnico

1commento

Moto

Marquez vuole tornare a vincere

SOCIETA'

fotografia

I meravigliosi colori dell'autunno sull'Appennino parmense: 10 foto di Giovanni Garani

Gazzareporter

Oltretorrente, lezione di yoga in strada

1commento

MOTORI

ANTEPRIMA

Seat Arona: il nuovo Suv compatto in 5 mosse Fotogallery

LA NOVITA'

Kia Stonic, debutta il nuovo «urban crossover»