22°

32°

viaggi

Le città e l'inverno. Idee per un viaggio diverso

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia

tg parma

Polvergeist, un "corto" parmigiano al Festival di Venezia Video

Nuda in giro per Bologna: individuata e super-multa

SOCIAL

Bologna, la ragazza che passeggiava nuda rivela: "E' un esperimento sociale" Video

2commenti

"Vietato annoiarsi" a Bedonia: foto dalla piscina

PISCINe 

"Vietato annoiarsi" a Bedonia Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Ferragosto di una volta: Parma deserta nel 1988

TG PARMA

Come eravamo: Parma deserta nel Ferragosto del 1988 Video

2commenti

Ricevi gratis le news
0

E' vero: spesso fa freddo, le giornate di sole mediterranee sono un sogno lontano che non si realizza e occorre attrezzarsi un minimo. E questi sono i contro: ma i pro? I vantaggi sono tanti: viaggiare per le città d'Europa durante l'inverno quasi sempre permette di tuffarsi in un'atmosfera fatta di suggestioni e deliziose scoperte, senza le solite code per vedere le attrazioni più celebri e strepiti di bambini intorno. In più, scegliendo questa stagione meno consueta, ci si può sentire almeno per un po' viaggiatori curiosi, più che banali turisti instradati tra i luoghi comuni. Ed allora via: prepariamo calzettoni e cuffie di lana e apprestiamoci a partire. Il nord dell'Europa ci attende. Andiamo a scoprire dove. E anche perché.
TALLINN, PRINCIPESSA BALTICA
Quale è il motivo per partire durante l'inverno per la capitale dell'Estonia? Perché la città è di solito coperta di neve e se già normalmente è splendida con questa atmosfera diventa realmente un piccolo tesoro. Estremamente romantico. Dopo avere passeggiato per le strade medievali è bello fermarsi per una calda sosta in uno dei tanti caffè rischiarati dalle candele, sostare nelle gallerie d'arte del quartiere Rotermann, un tempo zona di officine e fabbriche e ora completamente rinato come zona trendy e modaiola. Poi, dopo avere cenato in uno dei ristoranti ricavati nelle cantine medievali (uno per tutti: all'Olde Hansa dove sui tavoli di legno di assaggiano stravaganti salsicce di orso, alce e cinghiale), è bello lasciarsi andare nel reticolo di strade Patrimonio dell'Unesco e puntare verso la chiesa di San Olaf, che domina la città. E' stata costruita nel 1267, quando era più grande chiesa d'Europa e da quassù è un vero piacere ammirare l'antico labirinto di stradine acciottolate e mura fortificate che costituiscono uno dei centri più fascinosi d'Europa. Volete fare shopping? Buona idea: gli oggetti in vetro hanno prezzi ottimi e poi impagabili sono i maglioni di lana grezza. Il caldo non farà più paura.

AL FREDDO TRA I CANALI

Perché puntare verso Amsterdam sotto la neve? Proprio per questo: perché la città olandese «in bianco» è ancora più bella. Il merito è anche delle luci che avvolgono strade e canali. Per tutto dicembre e fino al 22 gennaio qui si svolge l'Amsterdam Light Festival durante il quale le installazioni luminose quasi magiche riempiono canali, strade e monumenti. Un modo splendido per goderlo è salire su una barca e fare un giro sulle vie d'acqua che, con un po' di fortuna e di gelo si possono vivere anche in un altro modo: non succede spesso, ma se le condizioni sono giuste ( la temperatura deve scendere sotto 4 gradi per quattro notti consecutive) si può pattinare sui canali gelati. E ditemi quando mai avrete una pista gelata così bella. Poi dopo una visita al Rijksmuseum e al Museo van Gogh (godetevi ii «Girasoli» e i «Mangiatori di patate») puntate sui banchetti degli ambulanti per fare il pieno di «Oliebollen». Sono frittelle dolci che si mangiano appunto durante l'inverno spolverate di zucchero a velo. Godetevi il freddo e la dolcezza e sentitevi un po' come uno del posto. E se poi avete voglia di spendere non c'è che l'imbarazzo della scelta: se avete il pollice verde ci sono i bulbi di tulipani. Se avete il portafoglio gonfio i diamanti. Decidete voi.
BERLINO SOTTO ZERO
Già, perchè andare a Berlino d'inverno? Semplice, perchè la città tedesca è ricca di musei eccellenti, gallerie d'arte stimolanti, bar e caffetterie dove attardarsi quando il sole non si vede e le temperature scendono. Non solo: durante l'estate si devono fare lunghe code la fila per un lungo periodo di tempo prima di arrivare nel Museo di Pergamo mentre durante la stagione fredda spesso si entra senza attendere. E le sale che ospitano l'altare omonimo, la porta della città di Mileto o La Porta di Ishtar viste senza folle sono ancora più belle. Poi, dopo il giusto omaggio alla cultura, un po' di natura: puntate verso il parco Tiergarten che con il gelo si trasforma in un bosco incantato.Succede perché la nebbia gelata crea bianchi arabeschi ma anche perchè si può camminare senza incontrare nessuno: Ed è facile sentirsi come in una storia dei fratelli Grimm. Poi dopo una sosta con una fetta di torta di mele nel vicino e romantico Café am Neuen See potrete dedicarvi allo shopping vintage frugando nel mercatino di Bahnhof Friedrichstrasse: si svolge il lunedì, il mercoledì e la domenica e chi ama lo stile retrò sarà felice.

ALTRE IDEE
BRUXELLES - FUMETTI E CIOCCOLATO
Cosa c'è di meglio da fare quando tutto intorno appare buio, freddo e persino un po' triste? Mangiare, fare shopping e divertirsi. E a Bruxelles tutto questo è possibile visto che questa città offre la possibilità di coccolarsi con i migliori negozi di cioccolato e scoprire negozi di stilisti e designer di tendenza. Il tutto senza dimenticare le attrazioni di questa capitale (del Belgio e d'Europa) che offre le meraviglie barocche della Grand Place, Patrimonio dell'Unesco, una delle più belle piazze d'Europa. Poi, dopo avere reso omaggio al paffuto e sfacciato Manneken-Pis (esistono poche icone così sbarazzine) concedetevi un piatto di cozze e patate fritte nei locali intorno alla Gallerie Louise. Poi se siete appassionati di fumetti tuffatevi nel Museum of Comic strip Art dove scoprirete tutto sugli idoli locali come Tintin o i Puffi e alla fine inchinatevi davanti alla grandezza dei pittori fiamminghi dell'epoca classica nelle sale del Museo Reale delle Belle Arti.


COPENAGHEN - PETRONAS TOWER
Perché inserire Copenaghen nella lista di città da visitare d'inverno? Perché questa città è assolutamente bella e anche senza la carezza del sole la capitale danese non perde il suo fascino. Anzi, gli edifici del vecchio porto forse sanno ancora apparire più veri quando le ore di luce sono poche e ovunque brillano timide le candele. Non solo: pure se il tempo potrà apparirvi uggioso in questa stagione è possibile godere la visita di tutti i migliori luoghi turistici tranquillamente e senza l'assillo di code. e la facilità. In ogni stagione poi a Copenaghen il nuovo e il vecchio si fondono e si può vivere una piacevole quotidianità fatta di relax e soste al caldo di locali con il camino prima di dedicarsi alla visita ad alcuni musei straordinari come la Ny Carlsberg Glyptotek, la collezione d'arte costruita intorno alla collezione personale di Carl Jacobsen, figlio del fondatore della famosa fabbrica di birra Carlsberg. Dopo la visita, che offre esperienze divertenti anche per i bambini, è bello fermarsi per uno spuntino spuntino o per gustare una ricca esperienza culinaria con vista sul bellissimo giardino d'inverno. La Glyptoteket si trova a cinque minuti a piedi dal parco di divertimenti di Tivoli e dal palazzo di Christiansborg, un altro dei luoghi che è piacevole scopire quando fuori il capriccioso cielo del nord si mostra corrucciato. Voi unitevi alle visite guidate nelle sale dove la regina, ancora oggi, ospita visite di stato e cene di gala e sentitevi un po' sovrani. Tanto poi potrete tornare a vivere la normalità assaggiando uno dei classici smørrebrød i panini tipici della tradizione danese. Con il freddo e il vento, quelli con le aringhe e il salmone sono perfetti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

Lealtrenotizie

«Eravamo lì 40 minuti prima dell'inferno»

PARMIGIANI A BARCELLONA

«Eravamo lì 40 minuti prima dell'inferno»

Testimonianze

Parmigiani a Barcellona: «Abbiamo visto tanta solidarietà tra la gente»

La testimonianza

«Io, molestata da un maniaco al Campus»

2commenti

weekend

Tra sagre e... castelli di sabbia: l'agenda. Rimandata la festa degli amor

CRONACA NERA

Rapina alla farmacia di via Volturno, due banditi in fuga

I dipendenti minacciati con i cutter

1commento

Escursionismo

Rifugi, quelle case dove abita la natura

Amichevole

Parma e Empoli non si fanno male

Teatro

Addio a Tania Rocchetta, 50 anni di palcoscenico. E di impegno civile

Varano Melegari

La Polisportiva Varanese si tinge di Milan

Lutto

E' morto Maurizio Carra, un'istituzione dell'automobilismo

via bixio

Entra di notte al bar e fa bottino: arrestato grazie a un passante

1commento

COLLECCHIO

Talignano invasa da cinghiali e nutrie: la protesta dei residenti

Lamentele anche a Pontescodogna: «Troppe strade sconnesse»

METEO

Temporali, vento e caldo oggi in Emilia-Romagna

Le previsioni per il Parmense

carabinieri

Arrestate tre rom: così fecero bottino al Famila di Salso Il video

13commenti

Elisoccorso

Ora gli «angeli» dell'emergenza volano anche di notte

PASIMAFI

Scandalo sanità, no alla libertà per Fanelli

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Che cosa resta dei nostri amori

di Michele Brambilla

2commenti

CHICHIBIO

«Osteria dl’Andrea», cucina casalinga della tradizione

di Chichibio

ITALIA/MONDO

TERRORISMO

Barcellona: per la polizia sono tutti morti i quattro ricercati. Forse in Francia l'autista-killer

terrorismo

Barcellona, terza vittima italiana: Carmela, residente in Argentina

SPORT

Incidenti stradali

Ritirata patente al calciatore Kabashi

Calciomercato

Telenovela Kalinic, l'ultima puntata è incredibile

SOCIETA'

gazzareporter

Limiti di velocità... al Parco Ducale Foto

MINISTERO

Niente nido e scuola dell'infanzia per i bimbi non vaccinati

2commenti

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti