-4°

Lastriconi in via Bixio

Ricevi gratis le news
1
Egregio direttore, in via Nino Bixio i Lastrìconi hanno colpito ancora. Rinnovando la gloriosa impresa compiuta alcuni anni fa quando - tanto per non sprecar pietre - lastricarono da ambo i lati quella vitale arteria con l’edificarvi colossali marciapiedi per un lungo tratto nei pressi di piazzale Barbieri (scambiato evidentemente, dato l'intensissimo traffico pedonale che giorno e notte vi regna, per la Fifth Avenue), hanno riproposto analoga operazione nei pressi del monumento a Filippo Corridoni. Avendo trasformato in piazza d’armi ad uso pedoni l’area compresa fra il monumento e via D’Azeglio, obbligano gli autobus a “farsi il pelo” incrociandosi nell’unico spazio che fiancheggia il monumento dal lato opposto. Il risultato l’ho sperimentato ieri. Provenendo in bicicletta dal Ponte di Mezzo stavo per immettermi in via Bixio, quando mi sono trovato la via sbarrata da due autobus fra loro incrociantisi. Non essendovi spazio alcuno per proseguire, ho aggirato il monumento, in questo modo invadendo la piazza d’armi riservata al traffico pedonale “nuovayorkese”. Ma non finisce qui. A partire da piazzale Corridoni si è lastricata via Bixio, da ambo i lati e per più tratti, con cubi di porfido (autentica passione romana dei Lastrìconi) per presunte piste ciclabili. Ovviamente i ciclisti - per non subire disagi ai glutei e ai polsi, messi a dura prova dalle vibrazioni provocate dal “pavé” - sono costretti a percorrere l’asfalto dove gli autobus si “bessiano” e le auto sfrecciano. L’operazione realizzata dai “riqualificatori” è, a dir poco, grottesca. Eppure, la soluzione c’era, semplice e di poco costo: mesi or sono invitai l’amministrazione comunale a tenere in maggior considerazione l’incolumità dei ciclisti riducendo le ciclopiche dimensioni di tantissimi marciapiedi, che sono peraltro assai costosi in termini di pietre e di lavori. “I fan col ch’i n’an voja” è il rassegnato mugugno che ho più volte sentito fuoriuscire dalla chiostra dei denti di parmigiani dialoganti in crocchi di non più di quattro persone. Ma, si sa, l’Italia è il Paese di don Abbondio, che ai soprusi reagiva con la frase: “Ma lor signori son troppo giusti, troppo ragionevoli!”

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • pier luigi

    16 Settembre @ 11.03

    Ha ragione Guareschia (Giovannino) quando scrive: la troppa cultura uccide la cultura, lei ne è un tipico esempio! carissimo 'lesotutte'

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Tom Petty

Tom Petty

MUSICA

Tom Petty è morto per overdose accidentale

Cracco si è sposato (Lapo Elkann testimone) Gallery

milano

Cracco si è sposato (Lapo Elkann testimone) Gallery

Addio ad Anna Campori, Giovanna nel 'Corsaro Nero'

TELEVISIONE

Addio ad Anna Campori, Giovanna nel "Corsaro Nero" Video

1commento

Notiziepiùlette

Ultime notizie

“Pat Garrett & Billy the Kid”, il mito secondo Dylan

IL DISCO

“Pat Garrett & Billy the Kid”, il mito western secondo Dylan

di Michele Ceparano

Lealtrenotizie

Danneggiamento in via D'Azeglio

via d'azeglio

Prima minaccia i clienti, poi lancia bottiglie contro le vetrine: inseguito e bloccato

Testimonianza

«Un truffatore mi ha rubato l'identità: insultato e minacciato da mezza Italia»

CARIGNANO

Raccolte 500 firme per non chiudere l'asilo

incidente

Frontale nella notte al Botteghino: due feriti

WEEKEND

Teatro, escursioni e lo spettacolo dei fuoristrada: l'agenda 

GAZZAREPORTER

"Il Cortile del Guazzatoio è ancora un parcheggio"

mobilità

Maxi zone a velocità limitata nel Cittadella e nel Montanara Video

1commento

SQUADRA MOBILE

Nella borsa aveva un chilo di marijuana: 34enne arrestata

1commento

politica

Pizzarotti: "Nel M5s restano solo gli yes man. Con me usata la linea sovietica"

3commenti

Turandot a Torino

La danzatrice Cabassi: «Strage sfiorata, io c'ero»

FURTI

In "gita" per rubare giubbotti: fermati in due, uno è minorenne

Chiesa

Enrico, il chimico che ha scelto la tonaca

TECNOLOGIA

Alla Stazione sperimentale gli alimenti si stampano in 3D

Poste Italiane

Quella raccomandata in viaggio da oltre 40 giorni e mai recapitata

Dopo l'alluvione

Argini dell'Enza: lavori per 330mila euro tra Sorbolo e Coenzo

il caso

Episodio di omo-transfobia in via Cavour: insultato un 37enne Video

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Smartphone al volante? L'auto progredisce. L'uomo regredisce

di Aldo Tagliaferro

CHICHIBIO

«Timocenko», soprattutto pizza per tutti i gusti

di Chichibio

1commento

ITALIA/MONDO

politica

Nessun accordo, è shutdown in Usa: bloccate le attività federali

Francia

La Vedova nera delle Costa azzurra condannata a 22 anni

SPORT

STORIE DI EX

Prandelli ancora un flop, via anche dall'Al Nasr

tennis

Griglia di partenza rovente: al via i regionali a squadre indoor

SOCIETA'

PARMA

Luigine, proseguono le trattative: ne parla anche "Striscia la notizia" Video

BASSA REGGIANA

Due "super siluri" pescati a Boretto

MOTORI

LA NOVITA'

Nuova Dacia Duster: il low cost diventa un eroe borghese

NOVITA'

Gamma Fiat 500 Mirror, infotainment "allo specchio"