-3°

il direttore risponde

Lo Stato sanguisuga

Giuliano Molossi risponde a una lettera del sindaco di Berceto Luigi Lucchi

2

Signor direttore,mi dica una buona parola, mi serve qualche incoraggiamento; penso, infatti, di poter impazzire, come sindaco, visto che non sono un qualunquista e credo nel primato della politica. Non posso scaricare la mia rabbia dicendo, come può dire la gente, ormai esasperata: “Tutti ladri, tutti venduti!” riferendosi alla nostra classe politica, alla casta. Il Governo pur sapendo che da un Comune come Berceto, dai suoi contribuenti, dalle tasse e imposte comunali, prende, direi scippa, soldi dalle loro tasche: 30 centesimi a mq di ogni abitazione come sovrappiù della Tares; il 30,75% di quanto il Comune incassa dall’Imu seconda casa, quindi, per Berceto, circa 387.000; oltre a 108.000 per l’Imu riguardante i fabbricati, censiti in categoria D, produttivi; tutta l’Iva che per il Comune è un costo, circa 400.000 euro l’anno ci restituisce, come Stato, a fronte di un prelievo forzoso di circa 1.150.000 solo, come per l’anno in corso, 147.000 (centoquarantasettemilaeuro) come trasferimento, fondo di solidarietà, per il ridicolo federalismo fiscale. Nonostante tutto questo, continua, imperterrito a dettare norme burocratiche, fare leggi, decreti, circolari che dimostrano, senza un ragionevole dubbio, che il Governo e il Parlamento sono su Marte e comunque fuori dal pianeta Terra o più semplicemente fuori di testa. Inoltre usa il personale comunale, pagato unicamente e totalmente dai cittadini di Berceto, per oltre l’80% del loro tempo sottraendolo, quindi, a chi lo paga e legittimamente dovrebbe averlo a propria disposizione. Siamo arrivati, se dovessimo seguire le indicazioni del Governo, a fare il bilancio di previsione per l’anno 2013 nel novembre 2013 (un bilancio che di preventivo avrebbe non un anno ma trenta giorni) ma soprattutto saremmo indotti, come per la Tares, a prendere in giro i nostri cittadini, i nostri contribuenti generando una sfiducia ancora più grande e ormai ingestibile. Succede, infatti, che dopo averci fatto emettere a ruolo la Tares con tutti i nuovi criteri per far pagare la tassa raccolta e smaltimento rifiuti, dopo aver fatto spendere per nuovi programmi informatici il Comune e impazzire l’ufficio tributi e la Giunta Comunale per riuscire a far quadrare il cerchio e non far fallire le attività produttive, i ristoranti ed i negozi, dopo che i contribuenti, diligentemente, hanno pagato, pur imprecando, adesso, il 29 ottobre 2013 (Legge 28/10/2013 n. 124), il Governo e il Parlamento ci comunicano che i Comuni sono liberi di applicare la vecchia Tarsu dei precedenti anni. Non contento di tutto questo ha calcolato, con il patto di stabilità, che il Comune di Berceto deve far fronte a tutte le sue spese con 689.000 euro in meno, rispetto alle proprie disponibilità, conteggiando Lui questa cifra vincolata per farsi bello in Europa. In definitiva lo Stato impoverisce, ogni anno, i bercetesi, per 1.692.000 (1.150.00 + 689.000 – 147.000) che equivalgono a una tassa statale occulta, incassata attraverso i sindaci ridotti ad essere dei gabellieri, di Euro 769 per ogni cittadino residente a Berceto all’anno, oltre alle tasse e accise che il cittadino versa direttamente allo Stato. Quanti articoli della Costituzione si contravvengono per raggiungere questo risultato? Sarà possibile appellarci ai diritti dell’uomo? A chiedere la condanna di uno Stato tiranno e vergognoso? Che dire? Dica Lei, signor direttore, sono pazzo? Debbo farmi ricoverare?

 Luigi LucchiSindaco di Berceto 

Caro sindaco,effettivamente io credo che un pizzico di pazzia, per fare il sindaco nell'Italia del 2013 sia necessario. Tanti oneri e pochi onori, tante responsabilità e nemmeno un grazie, tante ore di lavoro e uno stipendio irrisorio. Lei ha sbagliato mestiere, caro Lucchi. Avrebbe dovuto fare il commesso alla Camera, ad esempio, o il portaborse di un parlamentare. Lo sa che guadagnano più di un primario? Quanto al suo sconfortante racconto, penso che molti altri suoi colleghi potrebbero sottoscriverlo. E' vero, siete, vostro malgrado, dei gabellieri. E i cittadini, non solo quelli di Berceto, sono spremuti come dei limoni. La pressione fiscale è arrivata a livelli intollerabili: per i primi sei mesi dell'anno si lavora per pagare le tasse. Arriverà un giorno che la gente non accetterà più di venir derubata da questo Stato sanguisuga e dirà basta. Come? C'è solo da augurarsi che i sudditi tartassati si limitino a disertare in massa le urne e che la protesta non sfoci in disordini di piazza o in violenze.Ma quel che è peggio, caro sindaco, è che il contribuente non è solo vessato ma è anche preso per i fondelli, offeso, umiliato. E così anche i Comuni, costretti a fare i salti mortali per districarsi nelle follie della giungla burocratica delle decisioni annunciate, poi modificate, poi rinviate, poi annullate, poi ripristinate. Un caos, nel quale sguazzano solo furbi e disonesti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Lanfranco

    16 Dicembre @ 12.16

    Lucida disamina, molto apprezzabile per la chiarezza dei dati esposti.Complimenti

    Rispondi

  • Francesco

    24 Novembre @ 08.24

    Non si può continuare a giustificare delle persone per nulla corrette come i nostri amministratori e governanti, il sindaco di Berceto ha pienamente ragione, per me lo Stato come si comporta mi sembra una potente associazione a delinquere, che quando deve dare, non ti da, quando chiede ti manda i "picciotti" a casa. Facciamola finita una volta per tutte, tanto tutto qui è finito, anche la pazienza !

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Belen, un altro bacio (con Iannone) nella bufera

gossip

Belen, un altro bacio (con Iannone) nella bufera

2commenti

concerti

musica

Caos biglietti U2: ira dei fan, seconda data e esposto Codacons

Isola dei Famosi: esclusa Wanna Marchi (e la figlia). C'è la pornostar

televisione

Isola dei Famosi: esclusa Wanna Marchi (e la figlia). C'è la pornostar

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Conchiglioni crescenza e mostarda

GUSTO

La ricetta della Peppa: Conchiglioni crescenza e mostarda

Lealtrenotizie

Auto travolge persone alla fermata dell'autobus fra Cascinapiano e Torrechiara

cascinapiano

Travolto mentre va alla fermata del bus: muore un 17enne

La vittima è Filippo Ricotti. Il ricordo della "sua" Langhiranese Calcio e del Liceo Bertolucci

8commenti

Epidemia

Legionella: domani la svolta

polizia

Mostrava un coltello ai passanti in via Mazzini: denunciato Alongi

furto

Via Dalmazia, i ladri se ne vanno con i coltelli

Il caso

Parrocchie in campo contro le povertà

3commenti

parma calcio

D'Aversa: "Manca un esterno mancino. Primo posto? Ci proviamo" Video

maltempo

Piano neve e ghiaccio, il Comune: "Ecco cosa devono fare i cittadini"

1commento

Fra Salimbene

Chi ha rotto la porta dei bagni dei maschi?

Basilicagoiano

Allarme droga tra i minorenni

via emilia

Scontro auto-camion a Parola: muore il 60enne Giancarlo Morini Video

tg parma

Famiglia sfrattata a Collecchio: accolta in parrocchia a Parma Video

BORGOTARO

Addio al partigiano Ollio, commerciante pluridecorato

Lutto

Addio ad Angelo Ferri, il «fontaner»

Raid

Boschi di Carrega, auto forzate nel parcheggio

GIOVEDI' AL REGIO

Brunori Sas: «A casa tutto bene»

i nuovi acquisti

Munari e Edera: "Parma, un buon progetto" Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Politicamente corretto: l'ipocrisia al potere

di Michele Brambilla

12commenti

EDITORIALE

L'orrore in diretta? E' la tv del Medioevo

di Francesco Monaco

ITALIA/MONDO

terrorirismo

Istanbul, preso il terrorista della strage di Capodanno: "Ha confessato"

1commento

salute

Influenza: oltre 3 milioni a letto, il picco la prossima settimana

SOCIETA'

roma

Colosseo nel mirino dei vandali: scritte con lo spray su un pilastro

Tendenza

Anche a Parma è vinilmania

SPORT

Calcio

I 10 giocatori piu' cari al mondo

auto

L'auto protagonista alla Dakar? La Panda 4x4

CURIOSITA'

Correggio

“Mai più”: le opere di Bruno Canova per il Giorno della Memoria Foto

animali

Il cervo curioso entra in chiesa Video