11°

29°

Lettere al direttore

Natura impazzita? No, violentata

1

 

Egregio direttore,
povera Sardegna, che catastrofe! Sedici morti, dolore e distruzione in uno dei posti più belli d'Italia. Ma mi fa rabbia leggere cose come «la natura impazzita», «il ciclone killer» «il destino infame». Possibile che non si capisca che questi disastri sono provocati in gran parte dalla stupidità umana? Possibile che non si capisca che sono in gran parte evitabili? Come? Ad esempio, non costruendo case (come è stato fatto) sul letto di un torrente, in secca 364 giorni all'anno ma che il 365esimo, con la pioggia di sei mesi caduta in poche ore, si è trasformato in una valanga d'acqua.
Elena Malpeli
Parma, 22 novembre
Egregio direttore,povera Sardegna, che catastrofe! Sedici morti, dolore e distruzione in uno dei posti più belli d'Italia. Ma mi fa rabbia leggere cose come «la natura impazzita», «il ciclone killer» «il destino infame». Possibile che non si capisca che questi disastri sono provocati in gran parte dalla stupidità umana? Possibile che non si capisca che sono in gran parte evitabili? Come? Ad esempio, non costruendo case (come è stato fatto) sul letto di un torrente, in secca 364 giorni all'anno ma che il 365esimo, con la pioggia di sei mesi caduta in poche ore, si è trasformato in una valanga d'acqua.
Elena Malpeli
Parma, 22 novembre

 

Gentile lettrice,
può darsi che qualche giornalista sia caduto nella trappola dei luoghi comuni e delle frasi fatte, ma in questi giorni tutti i quotidiani hanno evidenziato che in Sardegna (come, peraltro, in molti altri luoghi) la natura è stata violentata. Nella sua omelia, ai funerali delle vittime, il vescovo di Nuoro lo ha detto chiaramente: «Nella tragedia c'è anche il segno dell'uomo, che ha abusato della natura o l'ha abbandonata invece di difenderla». Pensi ad altre sciagure accadute in passato: l'uomo ha responsabilità enormi. Vogliamo ricordare il Vajont? In Sardegna la bomba d'acqua sarà stata anche imprevedibile, ma hanno lasciato costruire in modo osceno e selvaggio (solo a Olbia un condono edilizio ogni due anni), hanno approvato una legge che ha reso abitabili scantinati e piani interrati, i corsi d'acqua non hanno un argine degno di questo nome.
Approfitto della sua lettera anche per mettere in evidenza un altro aspetto di questo disastro, quello dell'allerta meteo. L'allarme di una importante perturbazione in arrivo è stato dato, ma lo sa come? Con un fax, giunto alla domenica pomeriggio, negli uffici comunali chiusi. Replica della Protezione Civile: «E' vero, ma il fax era stato anticipato da un sms inviato ai sindaci il giorno prima». Controreplica dei sindaci: «Di sms così ne riceviamo in continuazione, allo stesso modo pochi giorni prima ci avevano informato della possibile caduta di un satellite».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • 25 Novembre @ 06.23

    Da trent'anni si discute del rischio idrogeologico nel nostro paese, ma le istituzioni non fanno niente per prevenirlo. Le risorse economiche ci sarebbero ma non vengono spese. La prevenzione richiede interventi capillari sul territorio, opere di ingegneria e piccole e medie imprese specializzate, operai idraulico-forestali che finalmente verrebbero utilizzati per la funzione per cui sono stati assunti. Un meccanismo molto complesso e poco conveniente per chi gestisce i fondi pubblici per il territorio, a cominciare dalle Regioni. Invece, l'intervento post-catastrofe, per la sua natura straordinaria e urgente, è un affare dal punto di vista economico e politico, fa girare molti più soldi, più tangenti, più extraprofitti, allarga le reti clientelari della classe politica locale e nazionale. La dichiarazione dello «stato di emergenza» è il mantra migliore per aggirare le regole di trasparenza e arricchire la politica con le sue pastoie e le sue clientele.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Una parmigiana ai «Soliti ignoti», tra sorrisi e prosciutti

televisione

Una parmigiana ai «Soliti ignoti», tra enigmi e prosciutti!

Flavio  Insinna

Flavio Insinna

tv e polemiche

Insinna (e gli insulti): "Chiedo scusa a tutti, anche a chi mi ha tradito"

3commenti

Con la lingua e il chewing gum fa una tazzina di caffè Video

incredibile

Con la lingua e il chewing gum fa una tazzina di caffè 

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Nasi rossi

PARMA

"Nasi Rossi" sabato in piazza Garibaldi fra gag e solidarietà Video

di Andrea Violi

Lealtrenotizie

Il vescovo a don Gregorio: «Lasci Roncole»

Busseto

Il vescovo a don Gregorio: «Lasci Roncole»

indagini

Pasimafi, il giallo dei pc rubati

FESTE

La serata di Bob Sinclar alla Villa degli Angeli Foto

WEEKEND

Maschere in piazza, clown e... Cantine aperte: l'agenda

DOPO SEI ANNI

Miss Italia torna a Salso

POLITICA

E adesso nasce anche «Effetto Langhirano»

Lutto

Addio a Erminio Sassi, anima della Fontanellatese

Elezioni 2017

Parlamentare M5S derubato non verrà a Parma: agorà su sicurezza e immigrazione con Ghirarduzzi

A Vittorio Ferraresi sono stati rubati i documenti prima di partire per Parma

Polemica

«Climatizzatori nei bagni Tep ma bus roventi»

Lega Pro

La Lucchese ai raggi X

SAN GIOVANNI

Il piccolo falco «Sandro» è caduto dal nido

Lutto

«Camelot» se n'è andato a 59 anni

Giancarlo Ghiretti fu protagonista nel rugby e nel football

9commenti

PARMA

Due incidenti in un'ora: due donne in gravi condizioni Foto

Anziana investita in via Pellico. Scontro bici-scooter in via Abbeveratoia: ferita una 60enne

3commenti

polizia

Esselunga di via Traversetolo nel mirino, ladri in azione pomeriggio e sera

4commenti

PARMA

Veicolo in fiamme: traffico in tilt in tangenziale nord alla Crocetta

GAZZAREPORTER

Parcheggio 2.0 in via Bergamo. Continua la serie di "creativi"

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

La balla dei soldi pubblici ai giornali

di Michele Brambilla

5commenti

CINEFILO

Cannes: le lacrime di Lynch e la bellezza di Marine e Diane Video

ITALIA/MONDO

FERRARA

L'agente ferito da Igor racconta e si commuove: "Mi sono finto morto"

STATI UNITI

E' morto Brezinski, esperto di comunismo alla Casa Bianca

WEEKEND

il disco 

Ha un'anima il Robot di Alan Parsons

CHICHIBIO

«Les Caves», qualità tra tradizione e innovazione

SPORT

GIRO D'ITALIA

Dumoulin in ritardo a Piancavallo: maglia rosa a Quintana

BOXE

Parma riscopre il pugilato Video

MOTORI

il test

Nuovo Discovery, in missione per conto di Land Rover

IL TEST

Tiguan, come prima più di prima