13°

31°

Il direttore risponde

Multe date, multe mancate

3

 

Signor direttore, 
ormai da tempo si parla delle multe per divieto di sosta e autovelox da alcuni viste come esclusivo mezzo per «fare cassa» e non prettamente mirate a tutelare la viabilità e la sicurezza stradale. 
Purtroppo sembra davvero così, vista l’innumerevole mole di multe inflitte al venerdì sera e la parziale cecità in situazioni ben più eclatanti. 
Prendiamo per esempio il Viale dello Stradone, nel tratto da barriera Farini al Ponte Italia; una moltitudine di giovani per bere un semplice aperitivo posteggia la propria auto all’interno del viale ciclo-pedonale, non intralciando realmente né passi carrabili né la viabilità stradale, per poi ritrovarsi con 40-50 euro di multa. Giuste o sbagliate? 
Non è certo un normale cittadino come me a deciderlo, se c’è un cartello che lo vieta è giusto che vengano presi provvedimenti in tal senso. Tuttavia ad essere colpiti sono sempre e solo le stesse persone, per lo più giovani che neanche lavorano, nella stessa zona e alla stessa ora. 
Credo che il compito della Polizia Municipale sia di garantire la regolare viabilità durante tutti i giorni della settimana e specialmente nelle ore di punta, e non solo tra le 23 e l’1 di notte del venerdì sera. Dico questo perché da oltre due anni, a due passi da casa mia, si creano situazioni di disagio durante tutta la mattina, e non solo, con una moltitudine di auto che parcheggiano liberamente in mezzo alla strada, ma soprattutto occupano interamente l’area di fermata dell’autobus. Mi riferisco a Via XXIV Maggio in prossimità dell’incrocio con Via Sidoli dove c’è una nota pasticceria. 
Sono stato tentato più volte a chiamare i vigili urbani, non per odio verso le persone che fanno allegramente colazione, sia chiaro, ma per tutelare tutti quei ragazzini e quegli anziani che per poter prendere l’autobus devono prodigarsi in pericolose sbracciate “buttandosi” in strada (ammesso che l’autobus riesca a passare!). Perché ho desistito? Per ben due volte me li sono trovati a “portata di mano”, una volta che facevano anch’essi colazione e un’altra mattina che nonostante la difficoltà di passaggio della loro camionetta hanno proseguito dritto senza porsi nemmeno il problema. 
Mi rivolgo a lei affinché si possa dare una minima voce a situazioni come queste, non per colpire i cittadini con altre multe ma affinché vi sia più riguardo da parte degli organi competenti nel tutelare la sicurezza stradale, intervenendo in quelle circostanze che lo richiedono veramente. 
Stefano Terzi
Parma, 29 novembre
Signor direttore, 
ormai da tempo si parla delle multe per divieto di sosta e autovelox da alcuni viste come esclusivo mezzo per «fare cassa» e non prettamente mirate a tutelare la viabilità e la sicurezza stradale. Purtroppo sembra davvero così, vista l’innumerevole mole di multe inflitte al venerdì sera e la parziale cecità in situazioni ben più eclatanti. Prendiamo per esempio il Viale dello Stradone, nel tratto da barriera Farini al Ponte Italia; una moltitudine di giovani per bere un semplice aperitivo posteggia la propria auto all’interno del viale ciclo-pedonale, non intralciando realmente né passi carrabili né la viabilità stradale, per poi ritrovarsi con 40-50 euro di multa. Giuste o sbagliate? Non è certo un normale cittadino come me a deciderlo, se c’è un cartello che lo vieta è giusto che vengano presi provvedimenti in tal senso. Tuttavia ad essere colpiti sono sempre e solo le stesse persone, per lo più giovani che neanche lavorano, nella stessa zona e alla stessa ora. Credo che il compito della Polizia Municipale sia di garantire la regolare viabilità durante tutti i giorni della settimana e specialmente nelle ore di punta, e non solo tra le 23 e l’1 di notte del venerdì sera. Dico questo perché da oltre due anni, a due passi da casa mia, si creano situazioni di disagio durante tutta la mattina, e non solo, con una moltitudine di auto che parcheggiano liberamente in mezzo alla strada, ma soprattutto occupano interamente l’area di fermata dell’autobus. Mi riferisco a Via XXIV Maggio in prossimità dell’incrocio con Via Sidoli dove c’è una nota pasticceria. Sono stato tentato più volte a chiamare i vigili urbani, non per odio verso le persone che fanno allegramente colazione, sia chiaro, ma per tutelare tutti quei ragazzini e quegli anziani che per poter prendere l’autobus devono prodigarsi in pericolose sbracciate “buttandosi” in strada (ammesso che l’autobus riesca a passare!). Perché ho desistito? Per ben due volte me li sono trovati a “portata di mano”, una volta che facevano anch’essi colazione e un’altra mattina che nonostante la difficoltà di passaggio della loro camionetta hanno proseguito dritto senza porsi nemmeno il problema. Mi rivolgo a lei affinché si possa dare una minima voce a situazioni come queste, non per colpire i cittadini con altre multe ma affinché vi sia più riguardo da parte degli organi competenti nel tutelare la sicurezza stradale, intervenendo in quelle circostanze che lo richiedono veramente. 
Stefano Terzi
Parma, 29 novembre

 

Gentile signor Terzi,
sarà forse vero che i Comuni fanno cassa con le multe ma è altrettanto vero che le stesse multe sanzionano un comportamento a volte pericoloso per la sicurezza altrui, come può essere quello della velocità eccessiva nei centri abitati, a volte più semplicemente vietato, come nel caso delle soste. Se c'è un cartello di divieto di sosta con l'indicazione 0-24, significa che lì non si può mai parcheggiare, nemmeno a notte fonda. Anche se non si intralciano passi carrai. Anche se è la sera della movida. Se uno parcheggia lì sa di rischiare la multa. Non credo che si colpiscano sempre le stesse persone nelle stesse ore negli stessi posti. Io personalmente ho preso multe in varie zone della città. Lei cita lo Stradone: ma tutti sanno che lì è sempre vietato parcheggiare. C'è il parcheggio Goito, poco distante, in cui si trova sempre posto. Molti ragazzi non ci vanno perché si paga. Ma non è meglio pagare 5 euro che pagarne 50? Quanto alle multe «non date», non
conosco la situazione che lei
segnala ma se è così come dice, e non ho motivo per dubitarne, i vigili fanno malissimo a ignorarla. Certi parcheggi selvaggi (se
ne vedono parecchi, sono d'accordo con lei) andrebbero puniti non con una semplice multa
ma con il carro attrezzi. La tolleranza zero della polizia municipale deve valere non
solo nelle sere della movida ma tutti i giorni della settimana, a qualunque ora. Se uno parcheggia l'auto in piazzale Boito dalle 7.30 alle 14.30 negli spazi riservati al Tribunale gli portano via la macchina. Se parcheggia l'auto col muso sul marciapiede, impedendo il passaggio alle carrozzine degli invalidi e ai passeggini dei bambini, è molto probabile che non gli capiti nulla, nemmeno il foglietto sotto il parabrezza.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • MATTEO

    03 Dicembre @ 17.06

    Io in tal proposito vorrei segnalare una situazione al limite del grottesco che si ripete ogni mattina in via Emilio Casa e Barriera Saffi: dato che in tutto il resto del centro storico sono state installate le telecamere per ZTL, TUTTE le auto che vogliono arrivare fino in Piazza Duomo o aree pedonali passano sotto le mie finestre...rifletteteci...non è assurdo che venga delimitato il centro con le telecamere ma venga lasciata libera un entrata che tutti hanno scoperto? Infatti poi si organizzano i blocchi del traffico perchè in centro ci sono troppe PM10..che strano...

    Rispondi

  • Nocciolina

    03 Dicembre @ 11.07

    La situazione in via XXIV Maggio è scandalosa! Cosa costa parcheggiare bene in via Sidoli e fare 2 passi (così si smaltisce un po' di brioche)? Già in tale via i marciapiedi non esistono (da un lato ce n'è uno così stretto che non si passa nemmeno con un passeggino e dall'altro....beh c'è praticamente una carraia spesso impraticabile), ma questa cosa delle auto parcheggiate quasi una sull'altra è intollerabile! Che poi, visto che c'è crisi, fatevela a casa la colazione! E cmq il comportamento dei vigili è in linea con la loro politica: non fare un tubo! E prendere lo stipendio il 27 del mese.

    Rispondi

  • Biffo

    02 Dicembre @ 16.16

    Per quanto riguarda gli autovelox, posso testimoniare che, almeno per il caso che cito, servono a qualche cosa. Nel tratto tra Fidenza e Salsomagiore, all'altezza di Ponteghiara, dove esiste un rettilineo molto lungo, si verificavano incidenti mortali di continuo. Dopo che sono stati installati autovelox da 90 km\h. tutto, o quasi, fila liscio, da pareccchi anni. A volte, io vedo i vigili appostarsi in zone assolutamente quiete, solo per beccare chi va a 56 km\h o per perdere tempo a controllare poveracci che devono andare al lavoro.

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Insinna social network

tv e polemiche

Insinna si vendica: «Il Tapiro censurato da Striscia»

1commento

Il rock piange anche Gregg Allman

Gregg Allman

musica

Il rock piange anche Gregg Allman

Superbike: bellezze a bordo pista a Donington

Sport

Superbike: bellezze a bordo pista a Donington Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Les Caves

CHICHIBIO

«Les Caves», qualità tra tradizione e innovazione

Lealtrenotizie

Auto fuori strada a Porporano: un ferito grave

Parma

Auto fuori strada a Porporano: un ferito grave Foto

CASALTONE

Auto esce di strada e si ribalta: ferita una ragazza

San Leonardo

Al matrimonio arrivano i carabinieri

3commenti

Parma

Una lettrice: "Un uomo nudo nel piazzale della stazione"

Sorbolo

Cassaforte smurata, ladri a colpo sicuro

Furti

Vicofertile, gli abitanti vogliono i vigilantes

Criminalità

Salso, anziana rapinata: le rubano catenina e orologio d'oro

Lega Pro

Lucca? Parla Longobardi

Personaggio

Il pilota Leonardi: «Il rally mi ha salvato dal tumore»

INCIDENTE

Scooter contro auto nel Piacentino: morto 29enne portato al Maggiore

L'EVENTO

Cantine aperte: il vino di Parma protagonista

Satira

Elezioni: i candidati nel mirino

3commenti

COLLECCHIO

Furti e auto forzate nel parcheggio dell'EgoVillage: abitanti esasperati

PIETRA DI BISMANTOVA

Scivola sulla ferrata e resta appeso al cavo di sicurezza: ferito 25enne di Parma

MILANO

Assemblea di Parmalat su azione di responsabilità: Amber e Lactalis ai ferri corti

PARMA

A fuoco deposito di carta e campana del vetro: due incendi in viale Fratti e via Trieste

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

La balla dei soldi pubblici ai giornali

di Michele Brambilla

5commenti

EDITORIALE

Miss Italia, Salso saprà ricominciare?

di Leonardo Sozzi

ITALIA/MONDO

ROMA

L'addio di Totti, il capitano in lacrime abbraccia i figli: "Starei qui altri 25 anni" Foto

URBINO

Bimbo morto di otite: indagati il medico e i genitori, donati gli organi

SOCIETA'

LA PEPPA

La ricetta - Verdure farcite per l’estate

il disco 

Ha un'anima il Robot di Alan Parsons

SPORT

FORMULA UNO

Doppietta Ferrari dopo 16 anni a Montecarlo. Gelo tra Vettel e Raikkonen

1commento

Montecarlo

La doppietta Ferrari è di quelle pesanti. Hamilton è il vero sconfitto (ma anche Raikkonen...)

MOTORI

motori

BMW Serie 8, a Villa d'Este il concept della futura generazione

il test

Nuovo Discovery, in missione per conto di Land Rover