15°

Lettere al direttore

La stazione mediopadana

Giuliano Molossi risponde ai lettori della Gazzetta di Parma

9

 

Signor direttore,
vado spesso a Roma in treno per lavoro. Prendo il Frecciarossa delle 7.01 e torno, quando non ho altri appuntamenti il giorno dopo che mi costringano a pernottare, con il Frecciarossa delle 19.35 da Roma Termini. Treni comodi, veloci, diretti: niente da dire. Però non ho scelte: quello è l'unico treno diretto che collega Parma con la Capitale. Ben diversa la situazione di Reggio, che ha avuto la fortuna di avere la stazione mediopadana. Reggio ha già 8 collegamenti con Roma. Ho saputo da un'amica di Sant'Ilario che a metà dicembre, da quando, cioè, entrerà in vigore l’orario invernale di Trenitalia, i collegamenti Reggio-Roma saliranno a 18, fra i quali uno diretto, senza fermate intermedie, che impiegherà appena 2 ore e un quarto. Ci sarà poi un nuovo collegamento veloce tutte le sere da Reggio per Parigi. E noi, poveri parmigiani?
Lorenzo Savi
Parma, 5 dicembre

 

Gentile lettore,
lei mette il coltello nella piaga, perché quella della stazione mediopadana è per noi parmigiani una ferita aperta. La stazione toccava a Parma, che è a metà strada fra Milano e Bologna. E' finita a Reggio per varie ragioni, non ultima la miopia dei nostri amministratori dell'epoca che non credevano nell'Alta Velocità. C'è chi dice che poi ci abbia messo lo zampino anche Romano Prodi, ma lui ha sempre negato di aver voluto favorire Reggio.
Tutte le volte che passo in autostrada e vedo la bellissima stazione di Santiago Calatrava, mi deprimo. Però non sono mai partito da Reggio per andare a Roma. Come lei, approfitto dell'unico collegamento diretto delle sette del mattino. Ci si alza presto, ma si parte da Parma. E continuerei a fare così anche se da Reggio ci fosse un treno ogni ora. Quindi i mega programmi della nuova stazione dei cugini d'Oltrenza, non mi toccano proprio. A Parigi, poi, mi piacerebbe andarci da Parma. In aereo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Antonio

    25 Maggio @ 17.46

    Giorgio Pighi, sindaco di Modena, la città più popolosa dell'Emilia dopo BO e forse la prima a livello industriale dice :Nessuno problema di "campanile" Per necessità di cose doveva essere realzzata in una dimensione intermedia fra Bologna e Piacenza. Reggio è la giusta via di mezzo,se fosse stata a Parma il ruolo dell'economia modenese sarebbe stato trascurabile. Modena sarà sicuramente un bacino d'utenza importante. sic Quindi diamoci una calmata che la stazione farla Reggio non è stato un errore, perchè a Reggio e intorno a Reggio non cè il deserto

    Rispondi

  • Nicola Martini

    07 Dicembre @ 16.26

    La Mediopadana è stata costruita a Reggio Emilia, a questo punto dobbiamo farcene una ragione. Sarebbe il caso di superare, ormai, la questione chiedendoci come si possa correre ai ripari. La scelta di costruire una sola fermata in linea tra Milano e Bologna denota la scarsa cultura che c'è in Italia in tema di trasporto pubblico. Questa scelta è viziata "ab origine" in quanto taglia fuori dall'utilizzo quotidiano del Tav svariate centinaia di migliaia di potenziali utenti ogni giorno, facendo sì che la linea Av sia decisamente sottoutilizzata. Evidentemente i più non si sono resi conto che una fermata per essere al massimo della propria efficienza deve essere di prossimità. Pare il caso di sfatare il falso mito delle interconnessioni, le quali sarebbero comunque state costruite (quella est parmigiana oltretutto è un primo stralcio del raddoppio Ti-Bre), in quanto svolgono funzioni di servizio e sono necessarie per l'alta capacità (trasporto merci). L'utilità per il trasporto passeggeri è pressoché residuale in quanto nessuna azienda con un minimo di senno attuerebbe un servizio assiduo Av, servendo le stazioni storiche, perdendo almeno 20 minuti di tempo "sganciando" dalla rete veloce un convoglio Av. E' necessario sanare l'errore di un'unica fermata intermedia (qui non c'è lo spazio per elencarne i numerosi limiti) prevedendo fermate in linea in ogni città sopra i 40.000 abitanti. Nel tratto tra Milano e Bologna, oltre a Reggio dovrebbero avere fermate anche Modena, Parma, Piacenza e Lodi. Per rendersi conto che ciò è possibile ed auspicabile bisognerebbe guardare i modelli esteri, es. quello nipponico (l'hanno inventata loro l'Alta Velocità). Non posso scendere nei particolari (e sarebbero moltissimi da riportare) in quanto il limite di 2.500 caratteri non permette discorsi particolarmente articolati ed esaustivi. A mio modesto avviso, comunque, continuare a rimuginare sullo spostamento della fermata a Reggio, rischia di divenire un discorso sterile. Bisogna fare il salto di qualità e comprendere la necessarietà e le potenzialità di un servizio Av di prossimità per i vari territori provinciali. Ciò avrebbe una ricaduta enorme sia in termini di sviluppo, sia a livello di riassetto del trasporto locale (comportando notevoli risparmi). Purtroppo, anche questo discorso è troppo ampio per essere esaurito esaustivamente in poche parole sul forum della Gazzetta di Parma. Nicola Martini.

    Rispondi

  • Andrea

    07 Dicembre @ 13.05

    Signor direttore, trovo il ragionamento piuttosto provinciale. La stazione di Reggio è un'opportunità per tutta l'Emilia centrale, ha la valenza strategica di un aeroporto e consente collegamenti in tempi sinora impensabili che sono fondamentali per il tessuto economico della Regione. Credo la pensino in questo i mille passeggeri al giorno che utilizzano la stazione. Presto sarà attivato il collegamento dalla stazione sulla linea storica alla stazione TAV, sarà così possibile sfruttare i treni regionali come una metropolitana e raggiungere in due ore e un quarto il centro di Roma. La aspettiamo a Reggio, a braccia aperte Andrea Reggio E.

    Rispondi

  • gigiprimo

    06 Dicembre @ 19.39

    vignolipierluigi@alice.it

    giusto! sembra quasi che quel 'monumento' diventerà una 'cattedrale' nel deserto. Però non ci piove dentro? e bravi cugini, andranno avanti e indietro da Roma 'ladrona' e in effetti ce la hanno rubata! forse vale la pena passare una nottata a Roma e partire e arrivare in Stazione!

    Rispondi

  • Vercingetorige

    06 Dicembre @ 18.16

    Giusto per ridere un pò : il "frecciarossa" per Roma che parte da Parma alle 7,01 , ferma anche a Reggio Emilia (vecchia stazione).

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Angelina Jolie mangia insetti con i figli

curiosità

Angelina Jolie ai fornelli: mangia insetti coi figli Video

Clooney "Avere figli? Sarà un'avventura"

cinema

Clooney "Avere figli? Sarà un'avventura"

Bebe Vio minacciata di violenza sessuale su social network

denuncia

Bebe Vio minacciata di violenza sessuale sui social network

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Vini da scoprire», guida sentimentale che porta da Ancarani

IL VINO

«Vini da scoprire», guida sentimentale che porta da Ancarani

di Andrea Grignaffini

Lealtrenotizie

Falsi prosciutti Dop, 30 indagati in quattro regioni

agroalimentare

Falsi prosciutti Dop: indagati, perquisizioni. Consorzio "Parma": "Noi parte lesa"

1commento

Fisco

Condomini, l'Agenzia delle Entrate proroga la scadenza al 7 marzo

carabinieri

Collecchio, ecco come sono stati incastrati i rapinatori della Cariparma

7commenti

il caso

Tep, la tempesta delle reazioni è politico-sindacale

Dalla Cgil o la Uil fino a Casapound, gli interventi sull'aggiudicazione del servizio di trasporto pubblico fa discutere

4commenti

procura

Bryan, nato senza gambe: chiesta l'archiviazione dell'indagine per lesioni colpose

giudice

Parma a Salò senza Baraye. Parma multato per lancio di bottigliette

1commento

tg parma

Multe dei varchi: il Comune propone una risoluzione bonaria Video

6commenti

IL CASO

Finto malato e assenteista, condannato ex infermiere del Maggiore

La corte dei conti: 24.824 euro di risarcimento

5commenti

ente

Provincia, assegnate le deleghe. Bodria è vicepresidente

3commenti

GAZZAREPORTER

Degrado in Oltretorrente Foto

Un lettore racconta con le immagini una passeggiata abortita

8commenti

Fidenza

Concari, quando la medicina è una missione

Salso

Righe blu, e la mezz'ora gratis che fine ha fatto?

1commento

Sicurezza

Parma, blitz nelle cattedrali del degrado

5commenti

scuola

Marconi, il consiglio di istituto boccia il sorteggio

La Gilda: "La politica trovi una soluzione e nuove aule"

1commento

san polo d'enza

Magnete sul contatore per risparmiare: commerciante denunciato per furto

2commenti

alimentare

Barilla, nuovi contratti per il grano duro al Sud

Accordi triennali per l'acquisto di oltre 200mila tonnellate. In Campania crescono i volumi di grano Aureo: +30% nei prossimi 3 anni

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Le deprimenti liti dei politici

5commenti

EDITORIALE

L'ottusa burocrazia che blocca l'Italia

di Gian Luca Zurlini

ITALIA/MONDO

notte da incubo

Cagliari, banda di migranti espulsi semina il terrore su traghetto

2commenti

avetrana

Omicidio di Sarah, confermato l'ergastolo per Cosima e Sabrina. E Michele Misseri torna in carcere

2commenti

SOCIETA'

modena

Travestito da water, era alla guida completamente ubriaco

storie di ex

Adriano, l'ultimo tabellino? Compleanno, festa da 91mila euro

SPORT

inghilterra

Mangia il panino in panchina? Il Sutton lo licenzia Video

LEGA PRO

Parma-Samb 4-2:
il film del match Video

MOTORI

anteprima

Arriva la Kia Rio. Eccola in azione Video

SUPERCAR

Ferrari 812 Superfast,
la nuova berlinetta da 800 Cv