22°

il direttore risponde

Dissento su Napolitano

Ogni giorno Giuliano Molossi risponde a una delle lettere al direttore inviate alla Gazzetta

Giuliano Molossi

Giuliano Molossi

6

 

Caro Molossi,
mi permetta di dissentire dalle sue considerazioni sulla biografia politica di Giorgio Napolitano, il cui plauso alla cacciata di Solzenitsyn dall’Urss non può certo essere considerato alla stregua di una marachella di gioventù. Senza ricordare la sua esaltazione della sanguinosa repressione sovietica in Ungheria nel 1956, Napolitano tacque sull’invasione della Cecoslovacchia da parte dell’Armata rossa dodici anni dopo; nel 1970 esaltò acriticamente Lenin in un lungo saggio apparso su “Critica marxista”. Rimase poi completamente muto quando Craxi, nel 1993, dichiarò in un’udienza al processo Enimont: “Come credere che il presidente della Camera, onorevole Giorgio Napolitano, che è stato per molti anni ministro degli esteri del Pci e aveva rapporti con tutta la nomenklatura comunista dell’Est a partire da quella sovietica, non si fosse mai accorto del grande traffico che avveniva sotto di lui, tra i vari rappresentanti e amministratori del Pci e i paesi dell’Est? Non se n’è mai accorto?”.
Nella sua autobiografia politica "Dal Pci al socialismo europeo" (Laterza, 2006) e nel discorso per centenario della nascita di Norberto Bobbio (2009), Napolitano ha parlato del "grave tormento autocritico" riguardo al suo decennale passato, dichiarando che “la mia storia” non è “rimasta eguale al punto di partenza, ma” è “passata attraverso decisive evoluzioni della realtà internazionale e nazionale e attraverso personali, profonde, dichiarate revisioni”. Resta il fatto che queste cose Napolitano le ha scritte e dette solo a caduta del Muro da tempo avvenuta.

 

Sergio Caroli
Parma, 9 gennaio

 

Gentile professore,
ribadisco che trovo inelegante, per non dire altro, attaccare o mettere in cattiva luce chicchessia per cose dette o fatte in un lontano passato. E' pienamente legittimo, a mio parere, criticare il presidente della Repubblica. Ma lo si faccia per i comportamenti di oggi, non per quelli di mezzo secolo fa. Non mi vorrà forse far credere che lei biasima Napolitano perché nel '56 non prese le distanze dall'intervento sovietico in Ungheria? No, la verità è che a lei Napolitano sta sul gozzo per ragioni attuali: perché ritiene che abusi del suo potere, che come garante delle larghe intese assicuri la sopravvivenza della vecchia partitocrazia, perché pensa che abbia promulgato leggi vergogna in tema di giustizia, perché è convinto che abbia avuto un comportamento discutibile nella vicenda delle indagini Stato-mafia, perché ritiene che non avrebbe dovuto cedere al pressing dei partiti per un secondo mandato al Quirinale. A lei, a Travaglio, a Beppe Grillo il presidente della Repubblica non piace per queste e altre ragioni. Non per il suo passato ma per il suo presente.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • nikcarlo

    14 Gennaio @ 14.02

    Buongiorno ! Mi farebbe piacere che il sig. Molossi si leggesse " Viva il Re " di Marco Travaglio: probabilmente comincerebbe a fare qualche considerazione leggermente " diversa " sul ns. beneamato(sic) capo dello stato. Cordialità. Carlo Rondani

    Rispondi

  • Biffo

    11 Gennaio @ 09.20

    Chi di voi non ha nemmeno un sassolino nelle scarpe, lo scagli contro chi non ne avrebbe manco uno. Così disse Franco Bifani. E tutti i commentatori, con scarpe munite di sassetti, si dispersero per ogni dove. Franco Bifani

    Rispondi

  • Biffo

    11 Gennaio @ 05.12

    Finalmente, dopo presidenti incolori, come Gronchi, famoso solo per un certo francobollo, o Segni e Leone, grandi intrallazzatori, o un bacchettone, come Scalfaro, finalmente un uomo che non si accontenta di vegetare al Quirinale, uscendo solo per le parate militari, con inchino al tricolore, alla corona deposta Militi Ignoto, o che fa ciao, con la manina, dall'auto di rappresentanza. Spero, a presto, in una Repubblica presidenziale, dove il presidente abbia un potere decisionale simile a quelli degli USA. Da evitare, in ogni caso, i discorsi retorici dei messaggi Urbe et orbi di fine anno. Franco Bifani

    Rispondi

  • Gufo

    10 Gennaio @ 20.45

    porcino

    Sig. Direttore, debbo dire che è la prima volta che concordo con il Prof. Caroli, che ha , secondo me colto nel segno, ricordando a tante persone quel passato che tante persone non conoscono, e che tante altre (quelle del suo partito) non vogliono ricordare. Naturalmente a quello detto dal Prof. Caroli, và aggiunto quello detto da Lei e per il quale mi trova sicuramente d'accordo, da aggiungermi alla lista da Lei fatta, Travaglio, ecc. ecc.. Cordiali saluti.

    Rispondi

  • Vercingetorige

    10 Gennaio @ 17.33

    Il Direttore dissente , ma ha un sacco di sassolini nelle scarpe................

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Velluto rosso

VELLUTO ROSSO

Settimana di grandi classici. Con grandi sorprese Video

gazzarock

musica

Premio Gazzarock, la sfida comincia: vota il tuo artista preferito

Bar Refaeli  è di nuovo incinta

gossip

Bar Refaeli è di nuovo incinta

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Toscanini, la vita del Maestro nella prosa di Segreto Foto

GAZZETTA LIBRI

Toscanini, la vita del Maestro nella prosa di Segreto Foto

Lealtrenotizie

Lucia Annibali: «Vi racconto la mia nuova vita»

TESTIMONIANZA

Lucia Annibali: «Vi racconto la mia nuova vita»

Il caso

Telecamere in tilt non «vedono» le auto rubate

Salso

Auto a fuoco: movente passionale?

PARMA CALCIO

Faggiano e la B: «Ci proviamo»

CALCIO

80 anni fa nasceva Bruno Mora

TRAFFICO METEO NEWS

Buongiorno Parma!

Traffico-Meteo-News: tutte le informazioni utili prima di uscire di casa

Pronto soccorso

Cervellin: «Mancano medici per l'emergenza»

gastronomia etnica

La start-up che mette in tavola il talento delle donne

INTERVISTA

Musica Nuda e «Leggera»

Luzzara

Cade per un malore: 42enne muore il giorno dopo il matrimonio

Delicato intervento al cervello al Maggiore di Parma: Barbara Cocconi, barista, ha lavorato a Montecchio, Boretto, Brescello

Consiglio comunale

In arrivo riduzioni per Cosap, dehor e tassa sui rifiuti

Spaccatura Pd, Torreggiani contro Dall'Olio

10commenti

Londra

Gemellini borgotaresi salvano la vita alla mamma

1commento

xxx

notizia 4

polizia municipale

Incidente tra tre auto a Chiozzola: due feriti

anteprima gazzetta

Arsenale in casa per la banda che voleva rubare la salma di Ferrari

assemblea

Zebre rugby: Pagliarini si dimette, la Falavigna presidente

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

Chi ha interesse a volere la realtà percepita

5commenti

EDITORIALE

Brexit, ci siamo. E non sarà indolore

di Aldo Tagliaferro

ITALIA/MONDO

traffico

Scontro pullman-tir sul raccordo tra l'A1 e l'A14: 40 feriti

Bode

Furto del secolo a Berlino? Rubata moneta d'oro da guinness dei primati

1commento

SOCIETA'

studio

Cucina: i libri di ricette sono pieni di errori sulla temperatura di cottura

manchester

"Ingombri la strada", il ciclista s'infuria e reagisce Video

SPORT

LEGA PRO

Gubbio-Parma 1-4 , gli highlights video

Amichevole

La Nazionale batte l'Olanda

MOTORI

innovazione

La Fiat 500 adesso si può noleggiare su Amazon

Motori

Il lusso? Oggi veste il made in Italy di Alcantara