Il direttore risponde

Che confusione: andiamo al voto

Ogni giorno Giuliano Molossi risponde ai lettori

Giuliano Molossi

Giuliano Molossi

Ricevi gratis le news
2

 

Egregio direttore,
diceva il compagno Mao Tse-Tung: «Grande è la confusione sotto il cielo, perciò la situazione è favorevole». Oggi viviamo in un paese dove le toghe sconfinano spesso e volentieri nella politica e dove si permette che le liste elettorali vengano fatte con l'approvazione dei giudici. Ogni giorno assistiamo inermi e sbigottiti alle incursioni della magistratura nella vita politica e amministrativa e industriale di questa stravagante nazione. Dopo la cura riservataci dal governo Monti il paese non si è più ripreso, è stremato.

Gli italiani sono in ginocchio, ormai non si vive più, si cerca di sopravvivere. Abbiamo un governo nato con lo scopo di fare subito una nuova legge elettorale, ridurre il deficit, finanziare la crescita, fare ripartire i consumi, abbassare le tasse, trovare i soldi per la cassa integrazione e risolvere il problema degli esodati.

Oggi che Berlusconi se ne è andato si parla di nuove tasse, del riconoscimento giuridico per le coppie gay, di cittadinanza per i figli degli immigrati nati in Italia, si parla di togliere la legge Bossi-Fini e il reato di clandestinità. Evidentemente tutte norme che aiuteranno il paese a crescere e ci accompagneranno fuori dalla crisi.

Purtroppo la verità è un'altra: il governo si è impantanato e ogni giorno che passa si dimostra del tutto incapace ad affrontare e risolvere i tanti problemi della nazione.

In pratica abbiamo due governi del Partito Democratico: uno ufficiale guidato da Enrico Letta e l'altro, un governo ombra, guidato da Matteo Renzi che si comporta come se il Pd fosse all'opposizione.

Un governo assolutamente incapace di intendere e di volere e del tutto inadeguato ad affrontare la crisi e intraprendere finalmente la strada della ripresa. Ogni giorno c'è ne è una nuova: prima la telenovela delle tasse sulla casa poi la buffonata dei rimborsi chiesti agli insegnanti e bidelli.

Un governo inesistente sul piano internazionale con un ministro congolese che non ha fatto nulla per la vicenda dei nostri connazionali bloccati in Congo.

Un governo più preoccupato di lasciare scorrazzare clandestini in giro per il paese che non di riportare a casa i nostri marò. Un governo i cui risultati non sono pervenuti, le norme per la crescita non si sono viste, le decisioni non ci sono state, i fatti latitano e il coraggio di determinate scelte è mancato.

Come si può ben vedere grande è la confusione sotto il cielo perciò la situazione è favorevole per avviarci finalmente a nuove elezioni.

 



Gentile lettore,
e lei pensa davvero che basti andare alle urne per risolvere i nostri problemi? Io credo proprio di no. A maggior ragione se ci toccasse votare con un sistema elettorale inadeguato. La Consulta ha bocciato il Porcellum e ha lasciato aperte varie possibilità di riforma. Ma quelle che oggi sembrano le più gradite dalla nostra classe politica (come il sistema spagnolo o il Mattarellum rivisitato) non danno alcuna certezza di una maggioranza stabile e coesa. Nel nostro Paese si sono affermate tre forze politiche. Io credo che solo la vittoria netta, inequivocabile, di una di loro potrebbe assicurare stabilità per qualche anno. Non dico buon governo, dico stabilità. Ma sarebbe già qualcosa di fronte al «papocchio» di oggi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Stefano

    16 Gennaio @ 13.13

    Non sarebbe difficile fare una legge elettorale seria. Si va alle elezioni con un metodo molto molto semplice, al partito che prende il maggior numero di voti si dà la maggioranza assoluta dei seggi e non in proporzione ai voti. Non ci vuole un gènio per capire che in questo modo questo partito governa tranquillamente per tutta la legislatura. Benefici? hai voglia.... tutti i partitini che ora dettano legge per paura della caduta del governo automaticamente spariscono, si elimina dalla scena Italiana la vomitevole telenovela quotidiana su cose inutili e dannose tipo le accuse che i signor nessuno si spargono a valanga per non affrontare i veri problemi, si vedrebbe veramente l'operato di questo o quel partito senza scuse di sorta, e finalmente gli Italiani avrebbero l'occasione di aprire gli occhi sull'operato dei loro beniamini. Purtroppo una legge elettorale di questo tipo rimane un sogno, siamo il paese dei compromessi e delle alleanze con gli avversari pur di tenerci stretta la poltrona, però senza pensare che prima o poi i soldi finiranno, anche per pagare gli stipendi ai-agli dis-onorevoli

    Rispondi

  • Biffo

    15 Gennaio @ 16.48

    Il commento del Direttore è impagabile, soprattutto per la sua concisione e brevità. Io suggerirei al signor Furia di andare a consultare la nostra novella Sibilla Cumana, il novello oracolo di Delfi, la signora Kyenge, quella che sta predicando e sta lavorando per un improrogabile ed indifferibile cambiamento culturale di noi italiani. Ha senz'altro la soluzione, non in tasca, ma nella borsetta. Franco Bifani

    Rispondi

Video

1commento

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Vasco Rossi nel 2018 sarà a giugno negli stadi

musica

Vasco Rossi torna negli stadi: appuntamento a giugno 2018

1commento

"Obscured by clouds": i Pink Floyd nella valle del mistero

IL DISCO

"Obscured by clouds": i Pink Floyd nella valle del mistero Video

Lenny Kravitz a Verona e Lucca per tour estivo

musica

Lenny Kravitz a Verona e Lucca per il tour estivo

Notiziepiùlette

Ultime notizie

«Il Casale», buoni piatti di pesce e di terra

CHICHIBIO

«Il Casale», buoni piatti di pesce e di terra

di Chichibio

Lealtrenotizie

Colorno, arriva la piena. "Via dai piani bassi delle case". Piazza allagata Video

emergenza

Colorno, arriva la piena. "Via dai piani bassi delle case". Piazza allagata Video 1-2

La sindaca: "State lontani dagli argini"

emergenza

Lentigione, la piena vista dall'alto Video

copermio

Salvataggio in gommone di tre persone e un cane bloccati in un capannone Video

incidente

Pedone investito sulla tangenziale a Sanguigna: è in Rianimazione

PIENA

Enza, a Casaltone il peggio è passato. "Ma restate lontano dagli argini" Foto

IL CASO

Via Cavour, 17enne aggredito e rapinato dal «branco»

2commenti

Salsomaggiore

Maltempo, auto imprigionata con a bordo tre bimbi

Aveva 104 anni

Erminio Sani, l'ultimo maggiordomo

Intervista

Fiorella Mannoia: «Sto dalla parte delle donne»

1commento

IL CASO

Collecchio dichiara guerra al gioco d'azzardo

LUTTO

Fidenza, stazione più triste senza Luca, il suo giornalaio

La storia

«Il mio viaggio da incubo sull'Intercitynotte»

San Prospero

«I lupi? Ci fanno più paura i ladri nelle case»

2commenti

Brumotti

Arriva "Striscia la Notizia", fuggi fuggi di pusher in Pilotta e a San Leonardo Le foto

6commenti

SEMBRA IERI

Una "pennellata" di teatro con Maurizio Schiaretti (1993)

Incidenti

Corcagnano e via Spezia: due pedoni investiti, sono in gravi condizioni Video

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Berlusconi ritorna: non farà da spettatore

di Stefano Pileri

UNIVERSITA'

Smart Production Lab 4.0 al servizio del futuro

di Katia Golini

ITALIA/MONDO

sudafrica

Rissa in carcere, ferito Pistorius

VAPRIO D'ADDA

Sparò e uccise il ladro: "Legittima difesa". Caso archiviato

1commento

SPORT

parma 1913

Giorgino e Coly, risoluzione consensuale del contratto Video: il gol nel derby

2commenti

calcio

Ottavi Champions: Juve con il Tottenham, Roma con lo Shakhtar. L'Europa League

SOCIETA'

Ministero

Farmaci più cari di notte: raddoppia il supplemento

emendamenti

Manovra: salta la stretta sull'uso dei cellulari in auto

MOTORI

Auto-moto-pedoni

Guidare su neve e ghiaccio: le 10 regole

MOTO

Prova Kawasaki Z900RS