11°

29°

il direttore risponde

Il segno della Croce

Ogni giorno Giuliano Molossi "colloquia" con un lettore

Giuliano Molossi

Giuliano Molossi

10

Signor direttore,
a Reggio Emilia un insegnante (di religione!) avrebbe rimproverato una studentessa di terza media che si era fatta il segno della croce mentre passava un'ambulanza.
L'insegnante avrebbe detto alla ragazza: «Con il segno della croce puoi urtare la sensibilità di quei tuoi compagni che credono ad altre religioni. La prossima volta tocca ferro, è meglio».
A me pare incredibile che possa essere successa una cosa simile.

Parma, 23 gennaio

 

Gentile lettrice,
a me pare incredibile che l'assurdo rimprovero possa essere stato fatto da un'insegnante di religione ma l'accaduto è plausibile. Dopotutto in passato per le stesse ragioni (non urtare la sensibilità di musulmani, buddisti, etc etc) qualche imbecille aveva protestato per il presepe in una scuola o per il crocefisso alla parete. Nei paesi musulmani non ho notato, per la verità, la stessa attenzione, gli stessi scrupoli nei confronti dei cristiani, anzi.
La studentessa ha fatto bene a farsi il segno della Croce al passaggio dell'ambulanza. Un modo per rivolgere un pensiero gentile alla persona ferita, per augurarle di rimettersi in fretta. Chi l'ha detto che il segno della Croce uno lo debba fare solo in chiesa o fra le pareti di casa? Ricordo che un giorno, in aereo, dopo un atterraggio molto problematico per via di una tempesta, mi ero fatto il segno della Croce. Il passeggero accanto a me mi chiese: «Scusi, perché si è fatto il segno della Croce?». E io: «Per ringraziare il Signore di averci portato giù sani e salvi». E lui: «Guardi che ci ha portato giù il pilota, non il suo Dio». «Sarà, ma io sono convinto che senza l'aiuto di Dio il pilota non ce l'avrebbe fatta e io e lei non saremmo qui a parlarne».

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Dalmazio

    29 Gennaio @ 16.43

    Non dobbiamo poi meravgliarci se gli stranieri italianizzati si permettono di dire del boia al presidente della repubblica italiana. Proprio un'insegnante di religione fa certe osservazioni. C'è da preoccuparsi veramente.

    Rispondi

  • Biffo

    25 Gennaio @ 04.00

    Negli ultimi anni di insegnamento, mi è capitato di conoscere maestrucole dalla penna rossa spelacchiata, che evitavano di allestire il presepe, in classe, per non offendere i non-cristiani. Si dimenticavano che Cristo era venuto al mondo per portare pace a tutti gli uomini di buona volontà, a qualsiasi fede ed ideologia appartengano. Inoltre, il fondatore del presepe, S. Francesco, si era recato in Egitto, da Malik al Kamil, solo e disarmato, per convertirlo. Non ci era riuscito, ma Malik ne era rimasto colpito, e lo aveva trattato con grande rispetto. Io ho avuto un alunno marocchino, che regolarmente restava in classe, durante l'ora di religione. Suo padre, da me interrogato, mi rispose che gli sembrava corretto che si informasse anche della fede del paese in cui viveva. Non era né offeso né contrariato, in barba alle maestrine filoislamiche, xenofile e razziste alla rovescia. Franco Bifani

    Rispondi

  • gianlucapasini

    24 Gennaio @ 22.51

    Sarà un insegnante di religione così politically correct (e non fo fatica a immaginare per quale parte politica) e così vittima del suo senso di inferiorità travestito da terzomondismo da indurlo a vergognarsi della sua stessa religione. Roba da matti: un fanatico al contrario. Questo qui, che mi auguro venga cacciato a pedate, è semplicemente uno animato da eccesso di zelo. Uno zelo che potrebbe essere messo a disposizione di cause più nobili. Incredibile. Una persona degna di tutto il mio disprezzo.

    Rispondi

  • Oberto

    24 Gennaio @ 19.54

    il problema non è il segno della croce se era fatto per pietà nei confronti del malato trasportato ( e non credo) il problema è il segno della croce al posto di una tocca agli attributi o al posto di toccare ferro, risultato della religione cattolica come viene propinata e insegnata, fatta di superstizione, credenze e paure!

    Rispondi

  • Vercingetorige

    24 Gennaio @ 18.29

    GLI INSEGNANTI DI RELIGIONE SONO NOMINATI DAL VESCOVO , quindi , se questo lo è ( ma ho i miei dubbi) , basta segnalarlo alla Curia per farlo immediatamente esonerare. Se , come io ritengo più probabile, è un insegnante di altra materia , si tratta di uno di quelli che il Direttore giustamente qualifica "imbecilli" , che vorrebbero togliere il Crocifisso da tutti i luoghi pubblici e vietare i presepi , perchè credono, in questo modo , di mostrarsi "culturalmente aperti ed avanzati" , mentre , in realtà , sono abissali ignoranti che, non avendo nessun vero patrimonio culturale , pensano di poterne fingere uno con "uscite" di questo genere. In una Scuola Primaria del Parmense , anni fa , un gruppetto di sedicenti "insegnanti" di questa risma non volle fare il presepio a Natale per non "offendere" i bambini mussulmani , i quali, peraltro , non si sentono per niente "offesi" dal presepio , poi andarono a chiedere al Parroco il Salone Parrocchiale per farci la festa natalizia della scuola.............

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Una parmigiana ai «Soliti ignoti», tra sorrisi e prosciutti

televisione

Una parmigiana ai «Soliti ignoti», tra enigmi e prosciutti!

Flavio  Insinna

Flavio Insinna

tv e polemiche

Insinna (e gli insulti): "Chiedo scusa a tutti, anche a chi mi ha tradito"

3commenti

Con la lingua e il chewing gum fa una tazzina di caffè Video

incredibile

Con la lingua e il chewing gum fa una tazzina di caffè 

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Nasi rossi

PARMA

"Nasi Rossi" sabato in piazza Garibaldi fra gag e solidarietà Video

di Andrea Violi

Lealtrenotizie

Il vescovo a don Gregorio: «Lasci Roncole»

Busseto

Il vescovo a don Gregorio: «Lasci Roncole»

indagini

Pasimafi, il giallo dei pc rubati

FESTE

La serata di Bob Sinclar alla Villa degli Angeli Foto

WEEKEND

Maschere in piazza, clown e... Cantine aperte: l'agenda

DOPO SEI ANNI

Miss Italia torna a Salso

POLITICA

E adesso nasce anche «Effetto Langhirano»

Lutto

Addio a Erminio Sassi, anima della Fontanellatese

Elezioni 2017

Parlamentare M5S derubato non verrà a Parma: agorà su sicurezza e immigrazione con Ghirarduzzi

A Vittorio Ferraresi sono stati rubati i documenti prima di partire per Parma

Polemica

«Climatizzatori nei bagni Tep ma bus roventi»

Lega Pro

La Lucchese ai raggi X

SAN GIOVANNI

Il piccolo falco «Sandro» è caduto dal nido

Lutto

«Camelot» se n'è andato a 59 anni

Giancarlo Ghiretti fu protagonista nel rugby e nel football

9commenti

PARMA

Due incidenti in un'ora: due donne in gravi condizioni Foto

Anziana investita in via Pellico. Scontro bici-scooter in via Abbeveratoia: ferita una 60enne

3commenti

polizia

Esselunga di via Traversetolo nel mirino, ladri in azione pomeriggio e sera

4commenti

PARMA

Veicolo in fiamme: traffico in tilt in tangenziale nord alla Crocetta

GAZZAREPORTER

Parcheggio 2.0 in via Bergamo. Continua la serie di "creativi"

1commento

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

IL DIRETTORE RISPONDE

La balla dei soldi pubblici ai giornali

di Michele Brambilla

5commenti

CINEFILO

Cannes: le lacrime di Lynch e la bellezza di Marine e Diane Video

ITALIA/MONDO

FERRARA

L'agente ferito da Igor racconta e si commuove: "Mi sono finto morto"

STATI UNITI

E' morto Brezinski, esperto di comunismo alla Casa Bianca

WEEKEND

il disco 

Ha un'anima il Robot di Alan Parsons

CHICHIBIO

«Les Caves», qualità tra tradizione e innovazione

SPORT

GIRO D'ITALIA

Dumoulin in ritardo a Piancavallo: maglia rosa a Quintana

BOXE

Parma riscopre il pugilato Video

MOTORI

il test

Nuovo Discovery, in missione per conto di Land Rover

IL TEST

Tiguan, come prima più di prima