15°

29°

Lettere al direttore

"Non abbandoniamo l'Appennino"

"Non abbandoniamo l'Appennino"
Ricevi gratis le news
2

Sig. direttore,
le pagine della «Gazzetta» registrano con sempre maggiore frequenza i disagi della popolazione causati dallo stato disastroso delle strade della nostra provincia. L’ultimo grido di dolore è stato lanciato da Fabio Fabbri il quale lamenta la terribile condizione in cui si trova la strada Massese e sottolinea la necessità di un rapido intervento per consentire la viabilità di questa importantissima arteria stradale. Non da meno sono le preoccupazioni e le lagnanze per il cattivo stato delle strade che conducono a Corniglio, Tizzano, Palanzano e Monchio delle Corti e che deve essere esteso anche al territorio Nevianese.
La strada provinciale n. 17 che collega Traversetolo al ponte per Vetto d’Enza, passando per Sella di Lodrignano, è contrassegnata in tutto il suo sviluppo da cedimenti, frane e smottamenti che ne compromettono gravemente l’integrità e l’agibilità. In altrettanto gravi condizioni si trova la strada provinciale n. 36 della Val Toccana che collega Capoponte con Lupazzano e Sasso. E’ evidente il disagio della popolazione residente e di tutti coloro che percorrono queste strade per lavoro o per turismo. La situazione è destinata a peggiorare ulteriormente con l’arrivo della cattiva stagione e dell’inverno, rendendole particolarmente pericolose con sgomento di chi deve quotidianamente percorrerle. Il rischio concreto è che parte del territorio comunale di Neviano degli Arduini rimanga isolato, come è già recentemente accaduto per le frazioni di Mediano e Ceretolo nella scorsa primavera. In questo quadro deprimente le parole di Andrea Fellini, assessore alla viabilità della Provincia di Parma, non fanno intravvedere luci di speranza per un possibile miglioramento della situazione. Le casse della moritura Provincia di Parma sono vuote a causa dei tagli ai trasferimenti da parte degli organi centrali dello Stato, seguita alla soppressione degli enti territoriali locali. Non è possibile tuttavia accettare passivamente questa situazione disastrata e continuare a far finta di nulla. Vorremmo ricordare ai rappresentanti eletti dai cittadini, e per questo stipendiati con i loro soldi, che hanno obblighi e responsabilità di attivarsi e fare tutto il possibile per la tutela del territorio e della vita civile delle comunità. Inoltre, la mancanza di fondi non è una giustificazione tale da impedire una richiesta di intervento presso il Governo o la Regione al fine di risolvere i gravi disagi qui lamentati. La popolazione non accetta atteggiamenti precostituiti di rassegnata inerzia. Pertanto sollecitiamo tutta la popolazione dei comuni appenninici, i rappresentanti dei Comuni, della Comunità Montana, gli imprenditori e gli operatori economici sparsi sul territorio ad attivarsi immediatamente presso la Regione Emilia Romagna e presso il Governo, al fine di ottenere i fondi necessari ed indispensabili per intervenire sulle strade della nostra martoriata provincia. In caso contrario il rischio è quello di lasciare in un pericoloso isolamento i tenaci abitanti dell’Appennino e costringere inevitabilmente alla chiusura di molte, se non tutte, le rimanenti attività economiche già fortemente provate della lunga crisi economica. Il mancato intervento a tutela della viabilità significa infine distruggere tutte le politiche a sostegno del territorio che per anni e con grande sforzo, anche economico, sono state fin qui sostenute. Non possiamo dimenticare infatti, come la salvaguardia del territorio montano e pedemontano passa in primo luogo attraverso il mantenimento di una buona viabilità e facilità di spostamenti. Pare indispensabile quindi un forte richiamo al Presidente del Consiglio e al Governo per lo stanziamento di fondi straordinari al fine di intervenire, prima che sia troppo tardi, sulla tragica situazionale in Appennino causata alle nostre strada da frane e smottamenti. La situazione di gravità eccezionale richiede urgentemente un intervento “altrettanto eccezionale” da parte dello Stato. Rendendoci interpreti di una ben più ampia adesione a questa buona causa.

Lino Vicini, Cecilia Marconi, Franco Bacchini, Maria Sassi, Cesare Rossi, Cristian Bosi, Giorgio Marconi, Iside Prada

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Gio

    24 Agosto @ 11.09

    Giorgio R.

    Grazie a gente come Davide Sani NON ci sono soldi per noi. Gente come lui vuole far credere che abbiamo meno extracomunitari rispetto al nord europa. Come mai allora ci rispediscono indietro cooro che vogliono valicare il confine ? Non sono profughi. Noi accettiamo di tutto e di più per alimentare la macchina DA SOLDI PER QUALCUNO COME MARE NOSTRUM. Abbiamo gente che non viene identificata e vive lavorando come belo belo in Italia. Al nord europa non esistono certe coese. Noi che abbiamo tasse a non finire abbiamo decine di migliaia di extracomunitari in più rispetto alla popolazione con problematiche di territorio molto differenti. Ci guadagna lo spaccio della droga perché sono aumentate le "offerte".

    Rispondi

  • Gio

    24 Agosto @ 11.06

    Giorgio R.

    Capisco che non sono abbonato ma perché non riesco a vedere le lettere del giorno 22 agosto? Acquisto il giornale cartaceo e vorrei replicare a Sani Davide che scrive del trattato di Shenghen ecc. e DIMENTICA che in Italia ci sono falsi profughi e clandestini a decine di migliaia e quindi rispetto al nord europa dobbiamo mantenere gente che fa finta di non avere reddito e ci costa tantissimo. In nord europa non hanno messo tyasse sproporzionate nei comuni per pagare le case a chi non ha lavoro o lavora in nero e OSPEDALI GRATIS Grazie saluti

    Rispondi

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

L'estate pazza di social, vip, bufale e gaffe "razziste"

il caso

L'estate pazza di social, vip, bufale e gaffe "razziste"

Negli Usa è iniziata "l'eclissi del secolo" Gallery

astronomia

Negli Usa è iniziata "l'eclissi del secolo" Gallery

La domenica al Colle San Giuseppe Foto

estate

La domenica al Colle San Giuseppe Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Programmazione dal 21/08/2017 al 25/08/2017 delle postazioni di accertamenti strumentali di velocità e irregolarità alla circolazione

VIABILITA'

Autovelox, speedcheck e autodetector: la mappa della settimana

Lealtrenotizie

Barca prende fuoco e affonda nel Po, Marco Padovani muore annegato

tragedia

Barca prende fuoco e affonda nel Po, 65enne muore annegato Video

La vittima, Marco Padovani, era di Trecasali

gazzareporter

Via Langhirano, la razzia "chirurgica" degli specchietti retrovisori Foto

7commenti

calcio

Il Parma supera i 7mila abbonamenti e "corteggia" Matri

1commento

Novità

Il caffè? Lo pago con la carta

12commenti

anteprima gazzetta

La "cattedrale segreta", alla scoperta del duomo

bellezze

Miss Italia: il popolo del web fa volare Anna Maria alle prefinali di Jesolo

IL CASO

Vaccini obbligatori e verifiche, la protesta dei presidi

incidente

Paurosa caduta in moto: 5 km di coda in A1 al bivio con l'A15 Traffico tempo reale

Felino

Chiusa fra le polemiche la fiera d'agosto

cittadella

Cittadella da giocare: raddoppiano i tappeti elastici Foto

gazzareporter

Non c'è posto? Qualcuno parcheggia lo stesso

gazzareporter

Lavori di asfaltatura barriera Repubblica

tg parma

Sicurezza in ospedale: oltre 100 telecamere entro il 2018 Video

2commenti

CALCIO

D'Aversa si racconta

polizia municipale

Bocconi avvelenati: nuova allerta

1commento

BERCETO

L'epopea degli Scout dal primo campo estivo

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I terroristi di ieri e quelli di oggi

di Michele Brambilla

EDITORIALE

Colpito il simbolo della gioia di vivere

di Paolo Ferrandi

ITALIA/MONDO

terrorismo

Attentato di Barcellona, ucciso il killer in fuga

terrorismo

Sventato attentato con Barbie-bomba su un volo per Abu Dhabi

SPORT

ciclismo

Impresa di Nibali alla Vuelta. Ora Froome è in rosso

SERIE A

Partenza sprint per Inter e Milan, la Roma vince a Bergamo

SOCIETA'

TERRORISMO

Rischio terrorismo: inizia l'Italia delle barriere Gallery

cinema

E' morto Jerry Lewis, aveva 91 anni

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti