15°

29°

lettera della Tep

Evasione sui bus: "Presto si salirà solo davanti"

Evasione sui bus: "Presto si salirà solo davanti"
Ricevi gratis le news
28

Egregio direttore,
nel dare riscontro alla signora Jessica Torsiglieri che ci ha fatto pervenire alcuni suggerimenti tramite il suo giornale, informiamo lei e tutti i lettori che la proposta di far salire i passeggeri solo dalla porta anteriore dei bus per un miglior controllo sulla validazione dei titoli di viaggio è già al vaglio dell’azienda e sarà applicata su alcune linee a partire dal 2015.
Limitando l’accesso a una sola porta, i tempi per la salita a bordo sono necessariamente destinati ad allungarsi, motivo per cui nella prima fase sperimentale l’obbligo sarà limitato ad alcune corse a minore affollamento. Ciò ci consentirà di fare le opportune valutazioni prima di estendere la misura a tutte le linee per l’intera giornata. Nel contempo, verificheremo l’opportunità di installare i tornelli ai varchi d’entrata e Tep aderirà alla norma già disposta dalla Regione Emilia Romagna che renderà obbligatoria la convalida per biglietti e abbonamenti. Chi salirà a bordo, dunque, dovrà obbligatoriamente validare, pena sanzioni, un titolo di viaggio idoneo, comprese le card di abbonamento e i biglietti già timbrati su altre corse nell’arco del tempo totale di validità. Ciò consentirà al conducente una verifica più puntuale dell’avvenuta validazione.
Il controllo dell’evasione tariffaria è un tema di grande importanza per Tep. Sebbene il tasso di evasione a Parma si attesti tra i livelli più bassi d’Italia, intorno al 7%, è nostro impegno mantenere il fenomeno sotto controllo e cercare di azzerarlo, nel rispetto innanzi tutto di quella maggioranza assoluta di cittadini che il biglietto lo pagano sempre e per non disperdere risorse importanti che permettono di continuare ad offrire un servizio di qualità.

Tep: percorsi e orari

Traffico e trasporti: news e informazioni per spostarsi a Parma, dalla bici all'aereo

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Nocciolina

    09 Settembre @ 10.42

    ma invece di rompere i maroni con cavolate tipo "salire solo davanti", non basterebbe FAR LAVORARE i controllori? Non ci vuole un'aquila eh! Ma d'altra parte, è un'azienda che pretende che i passeggeri passino il biglietto o l'abbonamento nella macchinetta anche se la corsa è ancora valida (loro dicono per verificare i flussi... se vabbeh) e allo stesso tempo si fa bella coi nuovi biglietti Mi Muovo, roba con bande magnetiche e menate tecnologiche varie.... che ti fa dire: ma perché tutto ciò se poi dobbiamo comportarci come 30 anni fa'?! Se la mia corsa è ancora valida io il biglietto non lo passo nella macchinetta. PUNTO. Stessa cosa per la gente: ma che ne sapete voi che tutti (italiani e non) quelli che salgono hanno o no il biglietto? Magari hanno l'abbonamento o una corsa già timbrata ancora valida... Voi siete passeggeri e non addetti al controllo, quindi tutti sto numeri sull'evasione su cosa si basano? Sui controlli che nessuno fa? Ma ci rendiamo conto che siamo quasi nel 2015 e la mentalità aziendale è vecchia di 100 anni?

    Rispondi

  • STEFANO

    08 Settembre @ 08.46

    il 7%? siamo matti ? ci sono bus che sono pieni , si ma di non paganti e sopratutto se si tratta di stranieri per evitare problemi di pseudorazzismo ... scendete e via, non fanno media .... i razzisti sono quelli che tollerano : stranieri e italiani sono uguali e sui bus ( ma anche sui treni ecc ecc ) tutti devono pagare ! se pagano tutti diventa come le tasse meno per tutti

    Rispondi

  • Nicola Martini

    08 Settembre @ 00.00

    Sig. Filippo, comprendo il suo punto di vista ma non lo condivido. Innanzitutto ritengo che una azienda di trasporto debba cercare di allargare la propria utenza e non ridurla. In Italia il tasso di utilizzo dei mezzi pubblici è particolarmente basso rispetto gli altri Paesi avanzati (dovrebbe essere al di sotto del 25%) ed anche a Parma negli ultimi anni la disaffezione verso il trasporto pubblico è aumentata. Sarebbe il caso di rendere maggiormente appetibile il mezzo pubblico anziché disincentivarlo. Anche ipotizzando per puro concetto accademico che il tasso d'evasione sia nettamente superiore rispetto quello ufficiale (es. 15% ovvero più del doppio rispetto quello rilevato), l'eliminazione dei viaggiatori "abusivi" non ridurrebbe l'utenza così drasticamente da evitare gravi ricadute sui tempi di incarrozzamento. Come scritto in precedenza bastano fermate con 7/8 utenti da caricare per aumentare sensibilmente i tempi di percorrenza, senza considerare le fermate principali (stazione FS, Ospedale, via Mazzini, Barriera Bixio, ecc.), dove i tempi di carico durante le ore di punta diverrebbero letteralmente insostenibili. Ho già avuto modo negli anni passati di pregustare in più di un'occasione un sistema "all'inglese" sulla linea 6, proprio all'arrivo del volo da London Stansted. In circostanze che non si potevano definire particolarmente estreme (bus semivuoto e ca. 25 passeggeri da caricare, alcuni sprovvisti di biglietto la maggioranza dei quali in salita dalla porta anteriore), il mezzo rimaneva fermo diversi minuti. In realtà se si desidera ridurre significativamente il numero dei c.d. "portoghesi" senza deteriorare la qualità del servizio basterebbe predisporre controlli abbastanza assidui. Negli ultimi anni ho l'impressione (probabilmente sbagliata) che vengano fatti meno controlli. Quantomeno posso dire di essere incappato con meno assiduità in un controllore rispetto al passato. Ad ogni modo rimango dell'idea che un sistema in cui si entri solamente dalla porta anteriore non possa che deteriorare significativamente la qualità del servizio, quando vi sono altre strategie da poter mettere in campo per combattere l'abusivismo. Cordialmente.

    Rispondi

  • ingeniere

    07 Settembre @ 22.37

    noi arriviamo sempre secondi ho girato un po per il mondo e da tutte le parti sono anni che sugli autobus si sale solo davanti.Qui ci vuole un po di tempo mettere in atto questa cosa che serve a evitare che i portoghesi la passino liscia.Addirittura sono appena tornato dall'irlanda e la se non hai la moneta contata non sali nemmeno.Giro poco sugli autobus nostri pero per quel che vedo pochi fanno l'atto di vidimare il biglietto,hanno tutti l'abbonamento?

    Rispondi

  • filippo

    07 Settembre @ 19.31

    signor martini quello che dice lei è vero e non è vero, in quanto se su un autobus salgono in 50 o salgono in 100, la differenza si vede e il minor numero di persona a bordo ( meno fermate, meno richieste) compensa il maggio tempo per salire

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Hydro jet

estate

Fa il "figo" con l'hydrojet, ma finisce male

1commento

Magiafuoco/2

monchio

Se in Appennino arriva Mangiafuoco Video

L'estate pazza di social, vip, bufale e gaffe "razziste"

il caso

L'estate pazza di social, vip, bufale e gaffe "razziste"

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Osteria dl’Andrea

CHICHIBIO

«Osteria dl’Andrea», cucina casalinga della tradizione

di Chichibio

Lealtrenotizie

Ladri nel cortile della ditta: se ne vanno con un furgone "firmato"

furti

Ladri nel cortile della ditta: se ne vanno con un furgone "firmato"

INCHIESTA

Stu Pasubio, indagine chiusa. Ecco le accuse della Procura

6commenti

rapina

Piazza Garibaldi, ore 21: rapina con il coltello

2commenti

Tragedia

Cade in montagna, muore l'urologo Poletti

1commento

tg parma

Parma, Matri ad un passo: sì del giocatore, oggi nuovo incontro Video

corte godi

Furgone in fiamme: e l'incendio rischia di estendersi ai balloni

Furti

Due assalti in dieci giorni alla scuola Sanvitale

TRA FEDE E ARTE

Viaggio inedito nel Duomo «invisibile» Foto

tragedia

Barca prende fuoco e affonda nel Po, 65enne muore annegato Video

La vittima, Marco Padovani, era di Trecasali

Il racconto dagli Usa

I parmigiani cacciatori di eclissi

Fidenza

Basket, Azzoni: «Saremo la Fulgor per Fidenza»

Impresa

Greta, un bronzo che vale come un oro

Felegara

E' morta Gianna, la regina dei tortelli

gazzareporter

Via Langhirano, la razzia "chirurgica" degli specchietti retrovisori Foto

10commenti

calcio

Il Parma supera i 7mila abbonamenti e "corteggia" Matri

2commenti

Novità

Il caffè? Lo pago con la carta

22commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

I terroristi di ieri e quelli di oggi

di Michele Brambilla

EDITORIALE

Colpito il simbolo della gioia di vivere

di Paolo Ferrandi

1commento

ITALIA/MONDO

Monterosso

Ventenne muore cadendo da un muraglione alle Cinque Terre

istruzione

Fedeli: "Favorevole a portare la scuola dell'obbligo a 18 anni"

SPORT

motori

La Ferrari rinnova il contratto con Raikkonen

ciclismo

Impresa di Nibali alla Vuelta. Ora Froome è in rosso

SOCIETA'

il caso

Anziano accusato di pedofilia. E il paese si spacca

Usa

Quando la "diva" Luna oscura totalmente il sole  Foto

MOTORI

VACANZE

Attenzione a come caricate i bagagli: si rischiano punti patente

MERCATO

Bmw Italia, 2000 euro per la permuta di diesel Euro4 e precedenti