11°

17°

lettera della Tep

Evasione sui bus: "Presto si salirà solo davanti"

Evasione sui bus: "Presto si salirà solo davanti"
Ricevi gratis le news
28

Egregio direttore,
nel dare riscontro alla signora Jessica Torsiglieri che ci ha fatto pervenire alcuni suggerimenti tramite il suo giornale, informiamo lei e tutti i lettori che la proposta di far salire i passeggeri solo dalla porta anteriore dei bus per un miglior controllo sulla validazione dei titoli di viaggio è già al vaglio dell’azienda e sarà applicata su alcune linee a partire dal 2015.
Limitando l’accesso a una sola porta, i tempi per la salita a bordo sono necessariamente destinati ad allungarsi, motivo per cui nella prima fase sperimentale l’obbligo sarà limitato ad alcune corse a minore affollamento. Ciò ci consentirà di fare le opportune valutazioni prima di estendere la misura a tutte le linee per l’intera giornata. Nel contempo, verificheremo l’opportunità di installare i tornelli ai varchi d’entrata e Tep aderirà alla norma già disposta dalla Regione Emilia Romagna che renderà obbligatoria la convalida per biglietti e abbonamenti. Chi salirà a bordo, dunque, dovrà obbligatoriamente validare, pena sanzioni, un titolo di viaggio idoneo, comprese le card di abbonamento e i biglietti già timbrati su altre corse nell’arco del tempo totale di validità. Ciò consentirà al conducente una verifica più puntuale dell’avvenuta validazione.
Il controllo dell’evasione tariffaria è un tema di grande importanza per Tep. Sebbene il tasso di evasione a Parma si attesti tra i livelli più bassi d’Italia, intorno al 7%, è nostro impegno mantenere il fenomeno sotto controllo e cercare di azzerarlo, nel rispetto innanzi tutto di quella maggioranza assoluta di cittadini che il biglietto lo pagano sempre e per non disperdere risorse importanti che permettono di continuare ad offrire un servizio di qualità.

Tep: percorsi e orari

Traffico e trasporti: news e informazioni per spostarsi a Parma, dalla bici all'aereo

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Condividi
Clicca qui per leggere e commentare >>

Inviaci il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Gazzetta di Parma

Caratteri rimanenti: 2500

  • Nocciolina

    09 Settembre @ 10.42

    ma invece di rompere i maroni con cavolate tipo "salire solo davanti", non basterebbe FAR LAVORARE i controllori? Non ci vuole un'aquila eh! Ma d'altra parte, è un'azienda che pretende che i passeggeri passino il biglietto o l'abbonamento nella macchinetta anche se la corsa è ancora valida (loro dicono per verificare i flussi... se vabbeh) e allo stesso tempo si fa bella coi nuovi biglietti Mi Muovo, roba con bande magnetiche e menate tecnologiche varie.... che ti fa dire: ma perché tutto ciò se poi dobbiamo comportarci come 30 anni fa'?! Se la mia corsa è ancora valida io il biglietto non lo passo nella macchinetta. PUNTO. Stessa cosa per la gente: ma che ne sapete voi che tutti (italiani e non) quelli che salgono hanno o no il biglietto? Magari hanno l'abbonamento o una corsa già timbrata ancora valida... Voi siete passeggeri e non addetti al controllo, quindi tutti sto numeri sull'evasione su cosa si basano? Sui controlli che nessuno fa? Ma ci rendiamo conto che siamo quasi nel 2015 e la mentalità aziendale è vecchia di 100 anni?

    Rispondi

  • STEFANO

    08 Settembre @ 08.46

    il 7%? siamo matti ? ci sono bus che sono pieni , si ma di non paganti e sopratutto se si tratta di stranieri per evitare problemi di pseudorazzismo ... scendete e via, non fanno media .... i razzisti sono quelli che tollerano : stranieri e italiani sono uguali e sui bus ( ma anche sui treni ecc ecc ) tutti devono pagare ! se pagano tutti diventa come le tasse meno per tutti

    Rispondi

  • Nicola Martini

    08 Settembre @ 00.00

    Sig. Filippo, comprendo il suo punto di vista ma non lo condivido. Innanzitutto ritengo che una azienda di trasporto debba cercare di allargare la propria utenza e non ridurla. In Italia il tasso di utilizzo dei mezzi pubblici è particolarmente basso rispetto gli altri Paesi avanzati (dovrebbe essere al di sotto del 25%) ed anche a Parma negli ultimi anni la disaffezione verso il trasporto pubblico è aumentata. Sarebbe il caso di rendere maggiormente appetibile il mezzo pubblico anziché disincentivarlo. Anche ipotizzando per puro concetto accademico che il tasso d'evasione sia nettamente superiore rispetto quello ufficiale (es. 15% ovvero più del doppio rispetto quello rilevato), l'eliminazione dei viaggiatori "abusivi" non ridurrebbe l'utenza così drasticamente da evitare gravi ricadute sui tempi di incarrozzamento. Come scritto in precedenza bastano fermate con 7/8 utenti da caricare per aumentare sensibilmente i tempi di percorrenza, senza considerare le fermate principali (stazione FS, Ospedale, via Mazzini, Barriera Bixio, ecc.), dove i tempi di carico durante le ore di punta diverrebbero letteralmente insostenibili. Ho già avuto modo negli anni passati di pregustare in più di un'occasione un sistema "all'inglese" sulla linea 6, proprio all'arrivo del volo da London Stansted. In circostanze che non si potevano definire particolarmente estreme (bus semivuoto e ca. 25 passeggeri da caricare, alcuni sprovvisti di biglietto la maggioranza dei quali in salita dalla porta anteriore), il mezzo rimaneva fermo diversi minuti. In realtà se si desidera ridurre significativamente il numero dei c.d. "portoghesi" senza deteriorare la qualità del servizio basterebbe predisporre controlli abbastanza assidui. Negli ultimi anni ho l'impressione (probabilmente sbagliata) che vengano fatti meno controlli. Quantomeno posso dire di essere incappato con meno assiduità in un controllore rispetto al passato. Ad ogni modo rimango dell'idea che un sistema in cui si entri solamente dalla porta anteriore non possa che deteriorare significativamente la qualità del servizio, quando vi sono altre strategie da poter mettere in campo per combattere l'abusivismo. Cordialmente.

    Rispondi

  • ingeniere

    07 Settembre @ 22.37

    noi arriviamo sempre secondi ho girato un po per il mondo e da tutte le parti sono anni che sugli autobus si sale solo davanti.Qui ci vuole un po di tempo mettere in atto questa cosa che serve a evitare che i portoghesi la passino liscia.Addirittura sono appena tornato dall'irlanda e la se non hai la moneta contata non sali nemmeno.Giro poco sugli autobus nostri pero per quel che vedo pochi fanno l'atto di vidimare il biglietto,hanno tutti l'abbonamento?

    Rispondi

  • filippo

    07 Settembre @ 19.31

    signor martini quello che dice lei è vero e non è vero, in quanto se su un autobus salgono in 50 o salgono in 100, la differenza si vede e il minor numero di persona a bordo ( meno fermate, meno richieste) compensa il maggio tempo per salire

    Rispondi

Mostra altri commenti

Video

IL METEO NEL TUO COMUNE

Gossip, Fun, Spettacoli

Il CineFilo per domenica 22 ottobre - La battaglia dei sessi - Nico 1988 - It - Blade runner 2049 -

IL CINEFILO

It, il nuovo Blade Runner, La battaglia dei sessi: i film della settimana

Attaccano catena e lucchetto a una saracinesca: la bici resta a mezz'aria

PARMA

Attaccano catena e lucchetto a una saracinesca: la bici resta a mezz'aria

6commenti

Asterix e Obelix arrivano a Parma e gustano il prosciutto in una "taberna"

FUMETTI

Asterix e Obelix arrivano a Parma e gustano il prosciutto in una "taberna" Foto

Notiziepiùlette

Ultime notizie

Criptovalute, il problemaè la mancanza di un governo

L'INCHIESTA

Bitcoin, il vero problema è la mancanza di un governo

di Giovanni Fracasso

Lealtrenotizie

Addio a Elisabetta Magnani, donna dolce e coraggiosa: aveva 48 anni

PARMA

Addio a Elisabetta Magnani, donna dolce e coraggiosa: aveva 48 anni

Busseto

Danneggia un'auto e fugge: preso

weekend

Una domenica da vivere nel Parmense L'agenda

LANGHIRANO

Cascinapiano, auto fuori strada: un ferito

Ferite di media gravità per il conducente

Lubiana

Polo sociosanitario, 12 anni di attesa

3commenti

Calcio

Parma, tre punti d'oro

ambiente

Aumentano le polveri: restano i divieti. In attesa della pioggia Video

Ma Epson avverte: "Sarà l'ottobre più secco in sessant'anni"

Appello

Pertusi: «Muti senatore a vita? Giusto e doveroso»

Salsomaggiore

«In via Petrarca ci sentiamo abbandonati»

CULTURA

«A scuola nei musei»: il viaggio sta per ricominciare

Contributo

Scuole squattrinate? Pagano mamma e papà

PARMA

Minacciato nel suo palazzo da un uomo armato di coltello: serata di paura in centro

Il parmigiano ha chiamato la polizia ma lo sconosciuto è fuggito

GAZZAFUN

Il gatto più bello di Parma: sospesa la votazione finale

STADIO TARDINI

Pazzo campionato: il Parma segna su azione, vince ed è a 3 punti dalla vetta

Guarda la classifica. Barillà:"Stiamo crescendo" (Video) - Scozzarella: "Iniezione di fiducia" (Video) - Grossi: "Tre punti pesanti" (Videocommento)

3commenti

il caso

Eramo: "Il conto dei servizi, il Comune lo fa pagare ai disabili?"

via carducci

Insulta i clienti di un bar e i poliziotti. Denunciato slovacco 46enne

2commenti

Il giornale di oggi

sfoglia

abbonati

EDITORIALE

Brexit, nebbia fitta sulla Manica

di Aldo Tagliaferro

1commento

CHICHIBIO

«Trattoria Ferrari da Cecchino», la tradizione continua

di Chichibio

ITALIA/MONDO

VENEZIA

Stuprava la figlia minorenne e la "prestava": niente carcere, reato prescritto

3commenti

DA GENNAIO

E la Ue "sdogana" gli insetti a tavola

SPORT

Moto

Marquez a un passo dal Mondiale, Rossi secondo

Formula 1

Hamilton, pole numero 72. Vettel è secondo

SOCIETA'

IL DISCO

1st, il capolavoro dei Bee Gees

Narrativa

Roma, autopsia della borghesia

MOTORI

MINI SUV

Hyundai Kona, al lancio prezzi da 14.950 euro

IL TEST

Debutta la nuova Polo: ecco come va